Come assorbire il 600% in più di curcuma? Ecco l’estratto puro di Curcumina!

21 Commenti

curcumina

La curcuma è la spezia più curativa al mondo ma è praticamente inassimilabile: ecco come possiamo godere di tutte le sue proprietà con l’estratto puro di curcumina

La curcuma è una spezia usata da millenni in oriente, sia nella medicina ayurvedica che in quella tradizionale cinese, per la preparazione di moltissimi piatti, tisane e medicamenti. Negli ultimi anni è diventata oggetto di ricerca perché il suo principio attivo, la curcumina, ha delle enormi potenzialità terapeutiche. Considera infatti che ad oggi sono stati pubblicati più di 5600 studi biomedici peer-reviewed che hanno rivelato più di 600 potenziali applicazioni preventive e terapeutiche, così come 175 effetti fisiologici benefici.

Tutti i benefici sono dovuti alla curcumina che costituisce solamente il 2% della curcuma. Gli studi medico-scientifici eseguiti hanno infatti usato curcumina pura ed assumere la curcuma non ha ovviamente gli stessi effetti sia perché dovremmo consumarne circa 50 volte tanto per avere la stessa quantità sia perché la curcuma non rende assimilabile il suo principio attivo facilmente al nostro sistema digerente.

Considera che se quindi mangi un cucchiaio intero di curcuma (6.8 grammi circa) sta assumendo solamente 136mg di curcumina! Ed inoltre non è per niente gradevole!

Per ovviare a questo esiste un integratore a base esclusivamente di pura curcumina estratta dalla curcuma che si chiama Curcumina Santé ed è acquistabile online, ed è l’unico ad essere prodotto in Italia. Chi ha provato questo prodotto, 2 capsule al giorno per un totale di 900mg di pura curcumina, ha riportato: sensazione di ringiovanimento, migliori prestazioni fisiche e mentali, scomparsa dei dolori ossei, altissima digeribilità. Praticamente con solo due capsule se ne assume il 600% in più di quella che se ne assumerebbe mangiandosi un cucchiaio intero di curcuma!

Benefici della curcumina

La curcumina infatti è così potente che ha un’azione benefica vastissima su tutti gli organi. In sintesi i principali effetti sono:

  • antinfiammatorio
  • anticancro
  • digestivo
  • depurativo
  • rigenera il cervello
  • elimina la candida
  • protegge il cuore
  • allontana la depressione
  • depura la pelle
  • ringiovanisce

E numerosi studi hanno valutato addirittura che in numerosi casi è altrettanto efficace quanto i farmaci allopatici in commercio!

In generale possiamo dire che sono tantissime le ragioni per assumere la curcumina e i sempre numerosi studi scientifici e le sempre più numerose testimonianze non fanno altro che avvalorare una medicina antica che stiamo solo ora riscoprendo. Ecco alcune casistiche per cui può risultare molto benefici integrare con la curcumina.

Curcumina come potente antinfiammatorio

La curcuma si è dimostrata un potente antinfiammatorio senza effetti collaterali. Alcuni studi pubblicati su Phytotherapy Research, Critical Care Medicine Cancer Letters, hanno paragonato favorevolmente l’efficacia della curcumina al cortisone e al desametasone, ovvero ai farmaci steroidei.

Possono beneficiare della curcumina tutti coloro che soffrono di infiammazioni ad ogni livello: artriti, osteoartriti, artrosi in fase acuta (previene le ricadute), condrocalcinosi, sindrome del tunnel carpale, dito a scatto, congiuntivite, morbo di Crohn, emorroidi, pancreatite, colite, disibiosi intestinale, infiammazione vie respiratorie (bronchite, polmonite) raffreddori, cistite, malattie neurodegenerative.

Curcumina come antidolorifico per ogni situazione

Uno studio pubblicato su Oncogene ha scoperto che la curcumina è un’alternativa efficace ai farmaci come aspirina e ibuprofene.

Infatti è indicata e consigliata a tutti coloro che hanno: contusioni, dolori mestruali, dolori muscolari, dolori articolari, dolori post-chirurgici, mal di testa ed emicrania.

Curcumina per migliorare la digestione e l’assimilazione dei cibi

Fin dalla medicina orientale è risaputo il profondo effetto della curcuma sulla digestione. Una review del Medical Center dell’Università del Maryland suggerisce infatti che l’integrazione di curcumina apporta benefici nei casi di: disturbi gastrointestinali, diarrea, coliche, stitichezza, cattiva digestione (meteorismo, dispepsia funzionale, colon irritabile), colite ulcerosa, ulcera gastrica, fegato pigro, diabete.

La curcumina favorisce la funzionalità epato-biliare (stimola la sintesi e l’eliminazione della bile), elimina l’infiammazione intestinale, accelera la guarigione delle ferite gastrointestinali e aumenta l’assorbimento del glucosio (prevenendo quindi il diabete e l’obesità).

Curcumina come protezione per il cuore

Uno studio pubblicato sulla rivista International Journal of Cardiology ha dimostrato che l’uso quotidiano della curcumina è in grado di abbassare il colesterolo LDL, rimuovere accumuli di placche nelle arterie, e prevenire la coagulazione del sangue. Una ricerca pubblicata su l’American Journal of Cardiology ha scoperto che la curcumina è in grado di ridurre il rischio di attacco cardiaco del 56%. E c’è anche un altro importante studio pubblicato sulla rivista Nutrition Research, che ha rivelato come la curcumina è efficace nel migliorare la funzione vascolare nelle donne in post-menopausa tanto quanto fare attività fisica aerobica.

Quindi possiamo dire che la curcumina è utile per prevenire: trombosi, infarti, ictus, iperlipemia e arteriosclerosi.

Curcumina come rigenerante cerebrale

Diversi studi pubblicati su Ayu, British Journal of Nutrition e Science Daily hanno mostrato che la curcuma ha un profondo effetto sul cervello in grado di ridurre i sintomi della demenza e riparare i danni cerebrali prodotti da un ictus.

Secondo il professor Murali Doraiswamy, della Duke University in North Carolina, chi assume curcumina ha un più basso rischio di morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson e sclerosi multipla.

Curcuma come anticancro ad ampio spettro

Questa è la proprietà che ha reso la curcuma molto famosa. Molte ricerche suggeriscono che la curcumina può aiutare a prevenire o trattare diversi tipi di cancro, tra cui alla prostata, al seno, alla pelle, ai polmoni e il cancro al colon. L’effetto antitumorale della curcumina è dovuto a diversi meccanismi di azione che svolge una volta ingerita: inibizione della proliferazione delle cellule tumorali, induzione di apoptosi (una modalità di morte cellulare), inibizione della trasformazione delle cellule da normali a tumorali, inibizione dell’invasività e delle metastasi e la soppressione dell’infiammazione.

Altri studi hanno inoltre mostrato che la curcumina ha un effetto chemopreventivo  in diversi modelli animali di carcinogenesi orale (colon, duodeno, stomaco, esofago), e la bassa incidenza di tumori intestinali negli indiani è stata proprio attribuita all’utilizzo alimentare della curcuma.

Altre proprietà della Curcumina

  • Contrasta e debella la Candida
  • Rafforza il sistema immunitario
  • Ha un’azione antiossidante ed anti-invecchiamento
  • Depurativa e disintossicante
  • Psoriasi
  • Depressione

Come e quando assumere la Curcumina

La curcumina può essere assunta durante i pasti principali 2 compresse al giorno. L’ideale è consumare dei grassi (olio oliva, olio di cocco, avocado, ecc) durante il pasto dato che la curcumina è liposolubile e quindi meglio assimilabile. La Curcumina Santé inoltre NON contiene pepe nero (usato spesso in combinazione con la curcuma) quindi può essere assunta da tutti: il pepe, infatti, soprattutto a chi soffre di emorroidi o ha lo stomaco ed intestino sensibile, può causare irritazione e bruciore. Per chi non ha problemi col pepe nero può aggiungerlo al pasto per migliorare l’assorbimento.

Per chi volesse, invece di assumerla nei pasti, può aggiungere la curcumina pura in un latte vegetale caldo, con un cucchiaio di olio di cocco e un pizzico di pepe nero (ne bastano 10mg per aumentare la biodisponibilità) e berlo a colazione e alla sera.

Nota: Il consulto medico preventivo prima di assumere curcumina è particolarmente importante se:

  • Si è già in trattamento con farmaci antiaggreganti piastrinici o anticoagulanti;
  • Si è in trattamento con ciclosporina, un farmaco immunosoppressore utilizzato per prevenire i rigetti nei trapianti.
  • Se si è già in terapia con digossina, un farmaco impiegato per aumentare la forza di contrazione del cuore.
  • Se si hanno gravi malattie del fegato e/o con ostruzione delle vie biliari.

curcumina sante
Copyrighted.com Registered & Protected SAGU-JW7T-PSM9-TC6F

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

21 Commenti su questo post

  1. Una domanda: sono in vendita degli integratori che si definiscono piu ‘biodisponibili’ di altri… Cosa vuol dire? come fa un integratore di curcuma (senza altri ingredienti) a essere piu biodisponibile?

    • Dionidream Dionidream says:

      Ciao Marianna Nacca in quegli integratori di curcuma ci mettono il pepe e lo zenzero. Questo che invece parlo io è proprio CURCUMINA quindi è 600 volte più concentrato di tutti gli integratori di curcuma in commercio.

    • Ma allora la faccenda del pepe nero non è vera?

    • Dionidream Dionidream says:

      Giovanna Doria Ciao Giovanna, per assumere la stessa curcumina contenuta in due compresse devi mangiare 6 cucchiai di curcuma con pepe nero 🙂 Il pepe nero aumenta la biodisponibilità ma ne devi ingerire di curcumina: ce ne serve un bel pò per avere benefici significativi

    • Grazie infinite!

  2. Marzia says:

    Da circa un mese assumo giornalmente 1 capsula di Curcuma non della marca da voi suggerita, con la massima biodisponibilità BMC-95 e mi trovo benissimo, caro Riccardo, mi piace il tuo modo di fare informazione,
    ma non sono d’accordo quando suggerisci, un prodotto in esclusiva, Nel caso della curcuma esistono anche altri prodotti in commercio che si possono acquistare presso le erboristerie più fornite.

    • dioni says:

      Ciao Marzia, se ti trovi benissimo continua così.
      Questo che ho consigliato è l’unico prodotto in Italia, all’estero ovviamente ce ne sono molti.
      Esistono molti prodotti a base di curcuma ma la maggior parte non sono più validi del semplice consumo di polvere di curcuma casalingo.

  3. Roberta says:

    Io prendo la curcumina della Solgar in farmacia. Mi hanno detto che essendo nella confezione di vetro è la migliore anche come conservazione. È molto costosa ma ne basta una al giorno. 59€ per un mese. Non so quella che consigli tu Riccardo come sia…

  4. alessio says:

    grazie per condividere 🙂

    c’e’ anche la lavanda che e’ anti dolorifica e anti inflammatoria ed anche anti depressione

  5. bordin luca says:

    PER LA MIA EPATOPATIA ANDREBBE BENE

  6. Alessandro says:

    Ciao Riccardo..
    Dato che, come hai ben spiegato, la curcumina è liposolubile, per renderla più assimilabile le capsiule possono essere assunte insieme ad un integratore di omega 3?
    Grazie anticipatamente.

    Alessandro.

  7. Donato Gianquitto says:

    Salve, volevo sapere se posso assumere spirulina e curcumina (integratori ) insieme ?

  8. Paolo says:

    Una domanda Alessandro, visto che nel tuo articolo non ne parli.
    Da circa due mesi sto assumendo la Curcumina Santè (2 capsule al giorno come suggerito) ma non so quale sia il periodo minimo e massimo consigliato di assunzione per avere un effetto positivo sull’organismo. Si può prendere per sempre o è meglio assumerlo a cicli periodici? Principalmente sto assumendo la curcumina per infiammazioni osteo-articolari.

    • dioni says:

      Ciao Paolo,
      Non esistono indicazioni generali. Ci sono studi in cui i pazienti hanno assunto curcumina per 6 e 12 mesi. Solitamente non si consigliano mai assunzioni lunghe continuative ma di fare una pausa di alcune settimane fra un ciclo e l’altro. Gli effetti positivi della curcumina si possono vedere in breve tempo. In oriente la curcuma viene consumata giornalmente. Purtroppo non posso darti indicazioni precise per il tuo caso dato che è competenza del tuo medico.

  9. Paolo says:

    Scusami Riccardo, ti ho chiamato Alessandro ma è stato un lapsus…

  10. Ste says:

    Ciao Riccardo, è possibile acquistare dal tuo sito i prodotti nella sezione SHOP ?
    grazie mille

    • dioni says:

      Ciao Ste,
      Per acquistarli bisogna andare al sito del produttore.
      Buona giornata
      Riccardo

      • Stefania says:

        grazie mille Riccardo !
        complimenti e grazie per il tuo sito , non posso piu’ farne a meno 🙂
        buona giornata
        Stefania

  11. Stefania says:

    ciao Riccardo, la curcumina si puo’ assumere con la spirulina o sarebbe meglio di no ?
    grazie
    stefania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline