Medici rivelano: Le ricerche sono false, il cancro è una frode!

29 Commenti

Linus Pauling nobel

Ti sei mai chiesto perché, nonostante i miliardi di dollari spesi per la ricerca sul cancro nel corso di molti decenni, e la promessa di una cura costante, che è per sempre “dietro l’angolo”, il cancro continua ad aumentare e a fare vittime?

“Tutti dovrebbero sapere che la ricerca sul cancro è in gran parte una frode, e che le principali organizzazioni di ricerca sul cancro sono abbandonate nei loro doveri alle persone che le sostengono.” (Fonte)

Ecco cosa afferma Linus Carl Pauling, Dottore di Ricerca e vincitore del Premio Nobel per la Chimica nel 1954 e per la Pace nel 1962. E’ considerato un genio del XX secolo che ha messo le basi per la chimica quantistica, la biologia molecolare e la medicina ortomolecolare.

LA RICERCA SUL CANCRO E’ STATA UN FALLIMENTO

La Dott.ssa Marcia Angell, medico e Direttore della rivista medica New England Medical Journal (NEMJ), considerata una delle più prestigiose riviste mediche peer-reviewed di tutto il mondo.

“Semplicemente non è più possibile credere a gran parte della ricerca clinica che viene pubblicata, o fare affidamento sul giudizio dei medici di fiducia o delle linee guida mediche autorevoli. Non ho alcun piacere nel giungere a questa conclusione che ho maturato lentamente e con riluttanza durante i miei due decenni come Direttore della rivista medica New England Medical Journal.” (Fonte)

Il Dottor John Bailer, che ha trascorso 20 anni nello staff del National Cancer Institute, ed è anche un ex redattore della sua rivista, ha dichiarato pubblicamente in una riunione dell’American Association for the Advancement of Science:

“La mia valutazione complessiva è che il programma nazionale sul cancro deve essere giudicato un fallimento qualificato. La nostra ricerca sul cancro degli ultimi 20 anni è stata un totale fallimento. Oggi sempre più persone dai 30 anni in su muoiono di cancro più che in passato. Ci sembra che i nostri pazienti vivano di più con la malattia ma la verità è che la diagnostichiamo prima. MOlte persone con malattie lievi o benigne vengono incluse nelle statistiche e riportate come essere ‘guarite’ dal cancro grazie alla medicina. Quando i funzionari del governo indicano i dati di sopravvivenza e dicono che stanno vincendo la guerra contro il cancro, in verità stanno utilizzando i tassi di sopravvivenza in modo improprio.” (Fonte)

LA RICERCA SUL CANCRO E’ FALSA

Un altro punto da sottolineare è che la maggior parte del denaro donato alla ricerca sul cancro è speso per la sperimentazione sugli animali, che da molti è stata considerata del tutto inutile. Ad esempio, nel 1981 il Dottor Irwin Bross, l’ex direttore del Sloan-Kettering Cancer Research Institute (il più grande istituto di ricerca sul cancro di tutto il mondo), ha dichiarato:

“L’inutilità della maggior parte degli studi su modelli animali non è molto conosciuta. Ad esempio, la scoperta di agenti chemioterapici per il trattamento del cancro umano è stata ampiamente considerata un trionfo grazie alla sperimentazione sugli animali. Ci sono pochissime evidenze che potrebbero sostenere tali affermazioni.” (Fonte)

Un’altra citazione che si riferisce a come la medicina sia diventata industria farmaceutica è stata fatta dal Dottor Dean Burk, biochimico americano del National Cancer Institute:

“Quando hai il potere non devi dire la verità. Questa è una regola che è stata tramandata in questo mondo da generazioni. E ci sono moltissime persone che non dicono la verità quando sono al potere in posizioni amministrative.” (Fonte)

Ed ha anche affermato che:

“Il fluoro provoca più decessi per il cancro rispetto a qualsiasi altro prodotto chimico. E ‘una delle conclusioni scientifiche ed evidenze biologiche a cui sono arrivato nei miei 50 anni nel campo della ricerca sul cancro.” (Fonte)

Di questo argomento me ne sono occupato in molti articoli che puoi approfondire: IL FLUORO rallenta il cervello e fa sviluppare il tumore, I pericoli neurotossici del fluoro e la curcumina come soluzione, FLUORURO & INTELLIGENZA: I 39 studi che mostrano quello che non ti hanno detto.

Nell’edizione del 15 Aprile 2015 della rivista medica Lancet, il caporedattore Richard Horton ha dichiarato:

“Il caso contro la scienza è molto semplice: gran parte della letteratura scientifica, forse la metà, può essere dichiarata semplicemente falsa. La scienza ha preso una direzione verso le tenebre.” (Fonte)

Nel 2005, il Dottor John P.A. Ioannidis, professore presso la Stanford University, ha pubblicato un articolo sulla Public Library of Science (PLoS) intitolato “Perché i risultati pubblicati sulla ricerca sono falsi” dove ha dichiarato:

“C’è sempre più preoccupazione che i risultati pubblicati dalle più recenti ricerche siano falsi.”

Nel 2009, l’integrale centro del cancro dell’Università del Michigan, ha pubblicato un’analisi dove ha rivelato che gli studi sul cancro sono falsi a causa di conflitti di interesse. Hanno dichiarato che i risultati prodotti erano la conseguenza di ciò che avrebbe funzionato meglio per le aziende farmaceutiche. (Fonte)

Ci sono così tante informazioni disponibili provenienti da persone direttamente coinvolte con la ricerca sul cancro. Non solo l’informazione della tv è manipolata, ma la nostra società è diventata un grande conflitto di interessi e le grandi multinazionali vogliono sempre più profitto a scapito della nostra salute e dell’ambiente.

IL CANCRO E’ EVITABILE

La verità è che secondo l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro:
“L’80-90 per cento dei casi di cancro sono determinati dall’ambiente e quindi teoricamente evitabili”. (Fonte)

Le cause ambientali del cancro includono la qualità dell’aria che respiriamo, l’acqua che beviamo, i pesticidi, erbicidi, ormoni ed antibiotici presenti nel cibo del supermercato, le radiazioni elettromagnetiche a cui siamo quotidianamente esposti e anche l’inquinamento luminoso che danneggia le nostre ghiandole. Inoltre fin da piccoli siamo sottoposti a vaccini e medicinali che danneggiano il nostro sistema immunitario e che si accumulano a vita producendo molti disturbi. Vanno infine inclusi anche i traumi emotivi come dimostra la psicosomatica e la nuova medicina germanica.

Ma purtroppo, come ha espresso il Dott. Hans Ruesch:

Nonostante il riconoscimento generale che l’85% di tutti i tumori è causato da fattori ambientali, meno del 10% del bilancio del National Cancer Institute è affidato alla ricerca sulle cause ambientali. E nonostante il riconoscimento che la maggior parte delle cause ambientali sono legati alla nutrizione, meno dell’1% del bilancio National Cancer Institute è dedicato agli studi sulla nutrizione. “(Hans Ruesch, Naked Empress – the Great Medical Fraud, CIVIS, Massagno/Lugano, Switzerland, 1992, p.77)

Questo è principalmente il motivo per cui così tante persone si stanno interessando e dirigendo verso trattamenti alternativi e naturali che non vengono approvati dalle case farmaceutiche che controllano la medicina moderna. Come ha detto Pauling riguardo al perché non viene comunicato alle persone quanto la vitamina C possa essere utile per prevenire il cancro: “La mancanza d’interesse delle multinazionali risiede nel fatto che la Vitamina C è una sostanza naturale che è disponibile a bassi costi e che non può essere brevettata!

Il Cancro e Tutte le Cosiddette Malattie
Breve introduzione alla Nuova Medicina Germanica

Voto medio su 22 recensioni: Buono

Il Cancro è un Fungo
La rivoluzione nella cura dei tumori
Di Cancro si Può Guarire
Il potere curativo dell’Aloe Arborescens
Guarire con il Metodo Gerson + DVD
Come sconfiggere il cancro e le altre malattie croniche – All’interno “Se Solo Avessimo Saputo…” IL FILM

Voto medio su 68 recensioni: Da non perdere

La cura Integrata del Cancro
50 cose essenziali da sapere e da fare

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Cellfood
Formula Everett Storey. Ossigeno per la vita

Voto medio su 53 recensioni: Buono

La Mia Ricetta Anti Cancro
Alimentazione, difese naturali, gestione delle emozioni: come ho sconfitto il tumore

Voto medio su 5 recensioni: Da non perdere

The Detox Miracle - Guida Completa
Alimenti crudi ed erbe per una completa rigenerazione cellulare

Per approfondire

[catlist name=cancro]

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche

29 Commenti su questo post

  1. Andrea says:

    Buongiorno.
    Ringrazio per l’articolo.
    Presenta un errore non piccolo, però. Pauling ha ricevuto due nobel, si. Il primo per la chimica nel 1954 e il secondo per la pace nel 1962 per il suo lungo e grande impegno contro le armi nucleari.
    Sarebbe meglio correggere il testo e l’immagine che… purtroppo aiutano a diffondere informazioni non del tutto corrette.
    Grazie!

    • Davide Ruini says:

      Dov’è l’errore? C’è scritto da qualche parte che ha vinto il Nobel per la medicina???

      • Andrea says:

        Buongiorno Davide.

        L’errore è riportato due volte.
        Il primo, nell’immagine in apertura dell’articolo (“2 volte vincitore del Premio Nobel per la Chimica”).
        Il secondo, nel testo: “2 volte vincitore del Premio Nobel per la Chimica”.

        Scritto in questo modo trasmette ai lettori che il grande Pauling abbia ricevuto entrambi i Nobel per le sue ricerche nella chimica. Invece, tali riconoscimenti gli sono stati attribuiti per la chimica prima e 8 anni dopo per la pace.

  2. Maria Grazia says:

    E’ evidente

  3. Lo sanno tutti. Non dobbiamo più credere ai medici

  4. tutti questo è terribile ….siamo carne da macello

  5. Mi sto convincendo sempre più

  6. Vi auguro di non ammalarvi mai di cancro, ne di nessun’altra malattia. Curatevi con cannabis e peperoncino, poi vediamo chi ha ragione!!!

    • O magari è a lei che mancano le palle per percorrere la via meno battuta del bosco , e invece di ammettere la SUA debolezza , le sue paure , le sue insicurezze , i suoi bisogni di delegarsi agli “esperti” , cerca di autoconvincersi ( e rassicurarsi ) di essere nel giusto , in un pallido tentativo di sminuire il coraggio ( e la concretezza ) altrui : l’ego-ismo in tutto il suo “splendore” , nel suo agire .

    • O magari è a lei che mancano le palle per percorrere la via meno battuta del bosco , e invece di ammettere la SUA debolezza , le sue paure , le sue insicurezze , i suoi bisogni di delegarsi agli “esperti” , cerca di autoconvincersi ( e rassicurarsi ) di essere nel giusto , in un pallido tentativo di sminuire il coraggio ( e la concretezza ) altrui : l’ego-ismo in tutto il suo “splendore” , nel suo agire .

    • Ma che cazzo dici? Manco mi conosci, una cosa che proprio non mi piace è quella di farmi manipolare da una parte o dall’altra.lei è per caso un biologo per potersi permettere di parlarmi in questo modo? Comunque modo tipico di fare di coloro che: o sei con me o contro di me. Io dico solo che io mi curo come penso sia meglio rispetto alla malattia e ai metodi esistenti per curarla. Gli altri sono liberi di curarsi come meglio credono, chi vivrà vedrà.

  7. Piera Brazzale informati, fai il tuo lungo percorso di ricerca autonoma e indipendente e poi ne riparliamo, se avrai tolto il paraocchi. 😉

  8. I soldi impiegati per le ricerche sul cancro fanno la fine dei soldi impiegati per i migranti. Esattamente la fine che fanno i soldi che ci chiedono ossessivamente in TV per i poveri di qualche parte del mondo. Non tutto però. Qualcosa di sicuro concorre a comporre il puzzle del mistero della malattia, perché non tutti i medici e ricercatori sono coglioni, visto che si ammalano anche loro. Chi crede il contrario, ai primi sintomi, coerentemente dovrebbe rivolgersi ai carabinieri.

    • sergio says:

      Si, ma buona parte dei medici che si ammalano di cancro, quelli non coglioni, come dici tu, inducono i malati “altri” a sottoporsi ai protocolli ufficiali della medicina convenzionale “che sono sicuri”, dicono loro. Poi scopri che i medici, quelli non coglioni, si curano con la medicina “complementare”. Articolo relativo a quanto ho detto, visionabile sui social network e stampa ufficiale. Basta cercare

      • Chiara says:

        Sono un medico, lavoro in un ospedale oncologico e posso assicurare che i tre parenti con tumore che ho avuto li ho fatti curare dai miei colleghi in piena fiducia. E che tutti i colleghi che si sono ammalati di tumore hanno fatto le stesse identiche terapie che prescrivono ai loro pazienti, e la stessa cosa hanno fatto con i loro parenti. Terapia convenzionale, senza se e senza ma. TUTTI!

  9. Quello che è scritto nell’articolo ha un errore che dovrebbe essere corretto! Ho letto ed approfondito le ricerche di Linus Pauling un grande chimico e scienziato che apprezzo che ha dedicato la sua vita a conoscere le potenzialità delle vitamine ed in particolare della C l’acido ascorbico, ma uno dei due premi nobel lo ha avuto per la pace!

  10. Giusi Piazza says:

    Che ne dite della provata, convincente visione di Ryke Geerd Hamer ? Fra l’altro corroborata da molti altri, meno famosi, ma non meno autorevoli ricercatori. Uno fra tutti Ruediger Dahlke. E tutto si chiarisce!

  11. Biotecnologa says:

    Spero vivamente che voi tutti stiate scherzando. Lavoro nell’ambito delle biotecnologie mediche, ogni giorno sento parlare di cancro, ogni giorno vengono pubblicati nuovi articoli su ricerche più o meno importanti in questo ambito, migliaia di ricercatori lavorano più di otto ore al giorno per capire i meccanismi molecolari del tumore, per cercare come ostacolare la proliferazione e l’invasione di queste cellule e voi andate a dire alla gente che gli articoli pubblicati sono FALSI? Il lavoro di persone che prende una paga più bassa di un operaio FALSO?! Siete mai entrati in un laboratorio? Avete mai letto un articolo scientifico? Non credo, se davvero credete a queste cose…La mafia c’è dappertutto, quando circolano tanti soldi, molte persone diventano cieche. Ma io ho parlato con molti miei professori che per ricevere un minimo di fondi per proseguire le ricerche sul cancro, passavano più ore in laboratorio che a casa con i propri figli, perché almeno da noi, i soldi non arrivano se non si ottengono dei risultati alla fine di ogni esperimento. Di soldi nel mondo della ricerca ne girano tanti e molte volte non arrivano neanche ai laboratori, avete ragione, ma credete davvero che gli stessi soldi non arrivino anche per commercializzare e vendere i vostri prodotti tutti al naturale che costano un occhio della testa, che solo persone ricche possono permettersi, come i farmaci omeopatici, nient’altro che zucchero e acqua per fare arricchire quelli più furbi di voi! E non credo proprio che i chemioterapici siano stati scoperti facendo esperimenti sulle persone in clinica!! un farmaco cosi potente come un chemioterapico, davvero pensate che l’abbiano dato a caso su bambini con leucemia con una dose a caso con il rischio di ucciderli per il trattamento invece che a causa della malattia? I farmaci passano 10 anni di varie sperimentazioni, e quella animale è indispensabile, finche non si trovano altri metodi di uguale efficienza, affinché il chemioterapico diventi una speranza di VITA per il malato di cancro e non una seconda causa di MORTE. informatevi e togliete voi il paraocchi, è facile parlare quando non si sa nulla. I trattamenti alternativi e naturali esistono certo, sono la prima che quando ho il raffreddore cerco di curarmi con metodi naturali, non ho un’influenza da ormai tre anni, grazie all’acqua calda, limone e miele ogni mattina. Ma senza la ricerca, voglio proprio vedere come riuscite a curare un tumore, ammesso che sappiate cosa sia, tra l’altro, con le erbette e la marijuana. Parlate con medici, ricercatori, e malati stessi di cancro, bambini con la leucemia e persone che muoiono ogni giorno senza poter vedere crescere i loro figli.

    • giovanna says:

      Biotecnologa; non ti sei firmata e mi spiace… ma condivido pienamente il tuo articolo, anche se ho qualche sano dubbio sull’utilizzo dei chemioterapici, come protocolli, ma allo stato attuale nulla è stato trovato di più efficace . Le Leucemie meritano un capitolo visto che oltre le chemioterapie richiedono nella stragrande maggioranza dei casi il trapianto ! è questo il vero successo, supportato dalla chemioterapia, è un mondo molto complesso e purtroppo i non addetti ai lavori, ne parlano senza cognizione di causa… supportati da industrie di speculazioni su tutti i fronti… è un brutto mondo…io non mi allontanerei dalla medicina allopatica comunque mai, con tutte le paure e le perplessità del caso. Sono un Infermiera ed ho lavorato in oncologia, e Trapianto di Midollo Osseo, ho toccato con mano questi problemi, ma anche la ricerca,ero al San Raffaele di Milano ho visto salvare casi impossibili grazie alla ricerca clinica e di laboratorio. Grazie ancora ai ricercatori ed al mondo scientifico.

  12. Ah beh le fonti scientifiche sono nulla rispetto al gomblotto

  13. Annarita says:

    ma sapete: io vi capisco! è normale per tutti noi, avere un modo tutto nostro di pensare, visto che ognuno noi ha una mappa diversa di vita, io personalmente sto verificando parecchi casi, di sintomi, su diverse persone e vedo che la percezione e le convinzioni di ognuno, sono molto forti… è la nostra identità! e che…. solo con alcune domande adeguate, la persona, se lo vuole, è disposta a cambiare dandosi le risposte giuste per la sua realtà di vita! Ma in fondo, è una scelta che ognuno di noi fa. Siamo nati liberi e sta a noi continuare ad esserlo ancora! ciao a tutti

  14. Chiara says:

    “Il Dottor John Bailer, che ha trascorso 20 anni nello staff del National Cancer Institute, ed è anche un ex redattore della sua rivista, ha dichiarato pubblicamente in una riunione dell’Associazione Americana per l’avanzamento della scienza: “La mia valutazione complessiva è che il programma nazionale di cancro deve essere giudicato un fallimento qualificato. La nostra ricerca sul cancro degli ultimi 20 anni è stata un totale fallimento.”

    Peccato che questa affermazione sia di terza o quarta mano (la fonte è un articolo dove si dice che in un altro articolo si dice che…) e che sarebbe stata rilasciata nel 1985. Trent’ anni fa un medico avrebbe detto che la ricerca degli ultimi 20 anni sarebbe stata un fallimento! Sai che notizia!

  15. filippo says:

    PhD significa : Physician Doctor e non Phylosophy….

  16. Sergio says:

    La medicina germanica mi piace molto, pur che sia nata da un uomo disturbato psicologicamente.
    Ha una sola controindicazione: non è una medicina.
    Cioè non fornisce alcuna cura; solo diagnosi e indicazioni sul da farsi.
    Non è poco, ma non è nemmeno una cura.
    Qualcuno in questi commenti (alcuni dei quali scritti da persone che non hanno letto l’articolo, altri scritti da perditempo) ha citato Ruediger Dahlke.
    Bene, lui e Thorwald Dethlefsen hanno scritto ‘Malattia e destino’ (e ‘Il destino come scelta’), e dicono le stesse cose che dice Hamer (prima di lui) ma da un punto di vista molto più ampio.

  17. Beppe says:

    L’AMBIENTE in cui viviamo non è certamente il migliore, è diventato anzi il peggiore di sempre (…credo).
    Ma che dire del MODO in cui viviamo?
    Senza “scomodare” i TRAUMI EMOTIVI (…che certamente bene non fanno) quanto può essere “cancerogeno” il banalissimo, quotidiano stress?
    Visto che ormai lo si considera inevitabile e “normale”, non vorrei fosse invece il PEGGIOR nemico della moderna, umana salute.

  18. elio says:

    Ma se una persona “produce” un cancro, oltre a curare il tumore con chemioterapia , radio e chirurgia, non sarebbe il caso di curare il terreno sul quale il cancro si è manifestato? cioè curare la persona in tutti i suoi aspetti. oltre che fisici anche quelli riguardanti il vissuto, e le motivazioni di vita? Se poi vogliamo fermarci al solo corpo, come dovrebbe alimentarsi un malato di cancro che magari abbia anche subito un pesante intervento chirurgico? E quanto si tiene in conto la funzionalità degli organi come fegato, reni, il microcircolo arterovenoso,e immancabile intossicazione prodotta dai potenti chemioterapici? ii funzionamento del sistema vegetativo, immunitario e che altro ancora? Plaudendo agli sforzi encomiabili dei ricercatori veramente disinteressati nella ricerca della patologi dei tumori mi sembra che la pratica clinica manchi pesantemente nell’occuparsi l di tutto il metabolismo del corpo e della complessità di ogni singola persona.

  19. Claudio Maffei says:

    La soluzione è abbinare a qualsiasi cura, sia essa chimica, naturale o farmacologica, perciò compresa la chemioterapia, un orientamento mentale, psicologico improntato alla guarigione, perciò pensiero positivo, ottimismo, fiducia di guarire, convinzione, speranza di guarire. In sostanza si tratta di estendere il concetto placebo all’approccio di ogni patologia. Questo si somma al principio attivo delle sostanze ed alle capacità professionali del personale sanitario….Del resto tutte le terapie, anche quelle naturali, hanno una percentuale di buona riuscita, con statistiche favorevoli alla guarigione. Allora come mai con la stessa identica malattia e con la stessa identica cura, ci sono essiti opposti? Per l’assenza o per la presenza dei requisiti mentali che ho citato e che includono l’aspetto emotivo. E che includono la fiducia negli operatori sanitari, nella struttura ospedaliera in cui si è curati e nelle terapie. Quando si considererà prioritario lo stato psicosomatico del paziente, rispetto alla malattia, si compirà la più grande rivoluzione medica e sanitaria, si comprenderà un valore aggiunto complementare alle terapie, indispensabile per vincere le malattie. Al contrario demonizzare insulsamente le terapie qualunque esse siano, si pongono le basi per inserire un orientamento improntato al peggio, alla sfiducia, alla rassegnazione, a convinzioni negative che negano il risultato positivo, favorendo “l’effetto nocebo” per se stessi e per chi condivide le stesse opinioni. Si smetta di denigrare, e demonizzare senza sapere gli effetti, per se e per gli altri.

  20. AngeloMietitore says:

    La ricerca, per quanto io sappia, cerca una cura, una soluzione. Ma perchè invece non cerchiamo di individuare le CAUSE ? Certo, perchè affermare a tutto il mondo che ad ammalarci sono cibo, vaccini, aria, acqua e stile di vita … farebbe andare tutti nel pallone … e questo ai poteri forti non conviene. Non ci vuole molto a capirlo. La chemio e i tumori sono una delle più grandi truffe della storia ! Vi siete mai chiesti perchè 20-30 anni fa questa malattia era rarissima ? Provate a chiedere ai vostri nonni … cosa è cambiato rispetto a 30 anni fa ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline