10 Modi per Godere di tutte le Proprietà delle Verdure

1 Commento

aglio tritato a riposo

Le verdure, più di ogni altra cosa, dovrebbero far parte della nostra dieta. Sono un cibo vivo e vitale che contiene vitamine, minerali e gli importantissimi enzimi che servono al nostro organismo. Ma vanno sapute mangiare correttamente per evitare di sprecarne le proprietà. Ecco quindi 10 preziosi consigli.

1. Mangia più verdure crude o cucinale così. Le verdure sono ricche di enzimi e vitamine termolabili che vengono distrutti con la cottura. Inoltre spesso vengono bollite e così molti minerali e principi attivi vanno nell’acqua che spesso viene buttata. La cottura ideale è leggermente saltate in padella, al vapore oppure nelle zuppe, così non si perdono molti nutrienti. Evitare la frittura e grigliate di verdure a temperature estremamente elevate per lunghi periodi. Un ottimo modo per mangiare più verdure crude è fare degli squisiti spaghetti di verdure con zucchine, carote, cetrioli, ecc che puoi condire con un pesto, noci, spezie e quello che preferisci. Tuttavia ci sono alcune verdure – come pomodori e carote – che in realtà diventano più nutrienti durante la cottura. Il calore ammorbidisce le loro pareti cellulari, consentendo a più sostanze nutritive di essere rilasciate e assorbite dal nostro corpo.

2. Lava le verdure. La pulizia migliore è lasciarla in ammollo per circa 15-20 minuti in acqua (aggiungere aceto o bicarbonato di sodio per una pulizia extra). Dopo l’immersione dare un altro risciacquo veloce sotto l’acqua corrente.

3. L’estratto di verdure è un concentrato di benessere ma anche le fibre servono. Fare il succo di verdure è un ottimo modo per aumentare l’assunzione di vitamine e principi attivi e di assumere più nutrienti che non riusciremmo ad assumere con una porzione normale di verdure (un bicchiere di succo di carota richiede circa 1 kg di carote). Tuttavia con l’estratto si scarta la fibra che è utile all’organismo: migliora la digestione, la mantiene regolare, e aumenta la sensazione di sazietà e abbassa l’indice glicemico.

4. Accompagna le verdure con i grassi. La ricerca ha dimostrato che l’aggiunta di un grasso sano come avocado, olio di oliva, olio di cocco, semi, noci, etc., agli ortaggi aiuta il corpo ad assorbirne di più i nutrienti.

5. Usa verdure di vari colori per fare il completo di vitamine. Verdura spesso significa solo insalata, ma è importante per aggiungere vari ortaggi alla nostra dieta quotidiana: se non si sta creando un arcobaleno nel piatto ogni giorno si finisce col perdere molti benefici che alcuni componenti come betacarotene, luteina, licopene, flavonoidi, antociani e tannini che sono sostanze che allungano la vita, prevengono disfunzioni cardiache e il cancro.

6. Congela le verdure anziché tenerle in frigo. Fresco è sempre meglio e più a lungo si tengono le verdure in frigorifero e più diminuiranno le sostanze nutritive. Quindi, se avete scorte per una settimana, tagliatela e congelatela e i vostri prodotti rimarranno freschi per più tempo assicurando che le loro vitamine preziose, minerali e fitonutrienti rimangano conservati fino a quando si è pronti per cuocerli. Alcuni studi sostengono addirittura che le verdure surgelate siano più nutrienti di quelle fresche, perché sono congelati subito dopo la raccolta, mentre i suoi omologhi freschi hanno avuto un viaggio più lungo dal campo al vostro piatto.

7. Taglia la lattuga. Lo sapevate che strappandone le foglie vengono rilasciate sostanze fitonutrienti? Alcuni studi mostrano che la lattuga strappata può avere quasi il doppio della quantità di antiossidanti rispetto a foglie intere.

8. Non comperare la verdura già lavata e confezionata. Studi hanno osservato che hanno tanti batteri patogeni, tra cui l’Escherichia coli, che superano la soglia limite e contengono anche meno vitamine.

9. Lascia riposare l’aglio. Lo sapevi che quando tritate l’aglio e lo cuocete subito si sta perdendo uno dei sui nutrienti più importanti? L’allicina è un enzima che viene attivato quando si rompe la parete cellulare. Se lasciate riposare l’aglio tritato per circa 10 minuti prima della cottura, l’aglio avrà maggiori proprietà benefiche.

10. Mangia le patate fredde. Le patate sono zuccheri semplici che possono rapidamente alzare i livelli di insulina. Tuttavia, se si lasciano raffreddare in frigo per 24 ore dopo la cottura, l’amido (o zuccheri) saranno convertiti in un tipo che viene digerito molto più lentamente, con basso indice glicemico. Le patate dolci americane sono ancora più benefiche di quelle normali.

Esse dovrebbero essere abbondanti ad ogni pasto per alcalinizzare il corpo e fornire gli enzimi necessari alla digestione, evitando così di affaticare il pancreas. Inoltre, associate ai carboidrati, permettono di abbassare l’indice glicemico permettendo in tal modo di avere un senso di sazietà che dura a lungo e di non avere un picco di insulina che col tempo genererebbe squilibri ormonali e anche il diabete. Quindi godiamoci questo meraviglioso prodotto della madre terra!

Affetta Verdure Girevole 3 in 1
Taglia frutta e verdura in spaghetti e spirali

Voto medio su 102 recensioni: Da non perdere

Estrattore Versapers Emotion White 2G
ll modello Emotion White 2G è provvisto di manico
Succhi Freschi di Frutta e Verdura
Ingredienti e proprietà nutritive per migliorare
la salute e risolvere disturbi e malattie

Voto medio su 92 recensioni: Da non perdere

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Commento su questo post

  1. Francesco says:

    Bell^articolo, ma sui succhi di carote ho da dirti 2 cose, la prima è che con un chilo di carote fai almeno mezzo litro di succo, ma anche 600 ml; la seconda è che mentre di succo possiamo averne bisogno in quantità molto elevata, anche 2 litri di succo in un giorno possono essere molto utili, di fibra il nostro organismo non è tanto allenato a gestirla, per cui, mentre una parte della fibra si può aggiungere al succo stesso facendo come risultato uno smoothy, o anche aggiungere in un sugo o al condimento delle patate, il resto della fibra potrebbe creare una difficoltà di transito nell^intestino che molto spesso non ha sufficienti quantità di acqua per gestirle …. quindi io riguardo ai succhi ne faccio tanti e parte della fibra la utilizzo per piatti cucinati… Grazie per l^articolo.. =D 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline