11 Rimedi naturali casalinghi efficaci per vari disturbi comuni

Nessun Commento

rimedi naturali uvetta

I rimedi naturali sono soluzioni ben accettate dal nostro organismo e che spesso si rivelano utili, efficaci ed immediate nel risolvere alcuni disturbi.

Un vantaggio importante dei cosiddetti “rimedi della nonna” è che non dobbiamo assumere farmaci di sintesi che nel lungo termine danneggiano il fegato (relegato all’espulsione delle sostanze tossiche che non riconosce, come ad esempio il paracetamolo per la febbre) e molti altri organi incluso il cervello (abbiamo spiegato come ad esempio i farmaci per l’insonnia favoriscono la demenza).

Ah i rimedi naturali spesso coinvolgono l’uso di sostanze che abbiamo già in casa, o che possiamo trovare nei campi, e quindi sono anche convenienti!

Ancora oggi molti erboristi e anziani utilizzano trattamenti ormai dimenticati per la guarigione di molti disturbi di vario tipo. Qui di seguito sono elencate alcune soluzioni che gli antichi usavano prima che i farmaci facessero tabula rasa delle conoscenze degli avi, ma che funzionano davvero.

Uvetta per l’artrite

Proprio così, le piccole, rugose, bacche secche che solito si trovano nelle focaccine o nelle scatole per il pranzo dei bambini, apparentemente possono alleviare i sintomi dell’artrite. Tutto quello che dovete fare è mettere 200-300 grammi di uvetta in una ciotola e ricoprirla con il gin. Ne va aggiunto solamente il necessario per ricoprire l’uvetta. Coprire con un panno o un tovagliolo e lasciare riposare per una settimana cosicché tutto l’alcol sarà evaporato. I principi attivi dell’uvetta mescolati con gli effetti anti-infiammatori delle bacche di ginepro utilizzate per fare il gin contribuiranno a ridurre il gonfiore e alleviare il dolore. Consumare 9 uvette al giorno.

Sedano per l’alito cattivo

Un rimedio della nonna poco conosciuto è che il sedano è la risposta all’alito cattivo. Non c’è bisogno di continuare a comprare pacchetti su pacchetti di gomme da masticare, basta mettere un mazzo di sedano in bocca, masticarlo e il vostro alito cattivo si dissiperà. Un’altra soluzione è il cardamomo che è ottimo per rimuovere l’alito causato dall’aglio. Anche il kefir di latte (in alternativa lo yogurt) è una soluzione molto efficace.

Limoni per il mal d’orecchie

Questa è un’altra combinazione bizzarra. A quanto pare, se si spreme del succo di limone su un cotton fioc e lo si pone nell’orecchio per un minuto, si possono alleviare i problemi del mal d’orecchi. Il succo di limone stabilizza i livelli di pH nelle orecchie facendole sentire come nuove. Per chi vuole avere un effetto ancora più marcato al posto del succo del limone deve usare l’amaro svedese.

La cura con le ortiche per la perdita di capelli

L’ortica è una pianta ricchissima di benefici. Essa contiene alti livelli di proteine, calcio, fosforo, ferro, magnesio, beta-carotene ed elevate quantità di vitamine A, C, D, e del complesso B . Molte di queste vitamine e minerali sono utili per la crescita e il mantenimento dei capelli. I nostri capelli sono costituiti per la maggior parte da proteine, quindi non c’è da meravigliarsi che le foglie di ortica possono aiutare a mantenerli forti e belli e sulle nostre teste! Basta preparare una tazza di acqua bollente, mettere 4-6 foglie di ortica in una tazza, versarci sopra l’acqua calda, lasciare in infusione per 10 minuti, filtrare e gustare la tisana. Per chi compra l’ortica in erboristeria basta un cucchiaino di erba secca. Nota: le foglie di ortica hanno un alto contenuto di silice e quindi deve essere consumata per un massimo di 2-3 volte al giorno.

Patate dolci per la menopausa

Le patate dolci, rispetto alle patate normali, tendono ad avere una pelle ruvida, spessa e sono di colore più scuro. Dal punto di vista nutrizionale hanno un alto contenuto di vitamina C, contengono vitamina A, che contribuisce a bilanciare gli ormoni e tonnellate di fibra alimentare che contribuisce a ridurre il colesterolo.

Olive per la cinetosi

E’ un disturbo molto comune ma dal nome che pochi conoscono. La cinetosi è un disturbo neurologico che alcuni individui provano in seguito a degli spostamenti durante un moto, ad esempio su di una giostra, o durante viaggi con mezzi di trasporto come nave e automobile. Le olive hanno un alto contenuto di tannini, i quali aiutano a fermare la produzione di troppa saliva che si forma quando si ha disagio ed è molto spiacevole. Quindi, per rendere più bello il vostro prossimo viaggio in auto andate in gastronomia e comprate alcune deliziose olive succose.

Zenzero per la nausea

La nausea, può essere causata dalla gravidanza oppure dal viaggio in auto, nave, aereo, o magari abbiamo mangiato qualcosa che non andava. Qualunque sia la ragione è dimostrato che lo zenzero è un potente rimedio per far passare la nausea di ogni tipo. Basta acquistare dello zenzero candito da portare sempre con sé, oppure se si è a casa ci si può fare una tisana di zenzero.

Bicarbonato di sodio per una infezione delle vie urinarie

I nonni hanno davvero la risposta a tutto! Ecco un altro punto che è destinato a dare sollievo. Bere 1/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio in un bicchiere d’acqua aiuta a far scomparire in poco tempo i sintomi della cistite. Il bicarbonato di sodio infatti infastidisce l’infezione rendendo la vescica più alcalina, impedendo così ai batteri nocivi di moltiplicarsi. Un’altra valida alternativa è il puro succo di mirtillo rosso senza zuccheri aggiunti.

Albicocche secche per l’indigestione

Questo è uno dei rimedi della nonna più conosciuti. Mangiare alcune albicocche secche dopo un pasto aiutano a digerire meglio il cibo. Le albicocche secche hanno un alto contenuto di fibra che aiuta lo stomaco a digerire e impedisce gonfiore. Quindi, se non ci si sente troppo bene dopo i pasti, si può mangiare una manciata di albicocche.

rimedi naturali patata

Patate per il morso di ragno

Le patate crude hanno proprietà anti-prurito e anti-infiammatore, esattamente ciò che è necessario dopo essere stati morsi da un ragno. Basta avvolgere le patate a fette in una benda o in un panno sottile e poi strofinare sulla zona interessata per alcuni minuti.

Liquirizia contro i calli

Acquistare della liquirizia in polvere nei negozi di torrefazione oppure basta macinarle con un mortaio. Mescolare un cucchiaino di questa polvere di liquirizia con 1 cucchiaino di alcol puro, 1 cucchiaino di acqua e 1 cucchiaino di miele. Si forma una sorta di pasta densa di liquirizia che va applicata sui calli strofinando bene e poi lasciandola per una diecina di minuti prima di risciacquare.

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close