Il 97% dei malati di cancro ha avuto questo trattamento dentistico

81 Commenti

canale-radicolare-malattie-croniche1

Dr. Mercola

Hai una malattia cronica degenerativa? Se così fosse, ti è stato mai detto: “E’ tutto nella tua testa?” Beh, la verità potrebbe non essere poi così lontana… Questo perché la causa principale della tua malattia potrebbe venire dalla BOCCA.

C’è una “comune” procedura dentale che secondo il parere dei dentisti è completamente sicura e non invasiva, ma che al contrario gli scienziati ne conoscono i seri pericoli da oltre 100 anni e stanno cercando in ogni modo di metterci in guardia da essa. Ogni giorno solo gli Stati Uniti eseguono su oltre 41.000 persone questa procedura odontoiatrica e i pazienti sono convinti di risolvere definitivamente e in modo sicuro il loro problema.

Qual è e in che cosa consiste questa procedura dentale?

Il trattamento del canale radicolare. Ogni anno solo in America, vengono eseguiti più di 25 milioni di trattamenti del canale radicolare. I denti sottoposti al trattamento del canale radicolare sono essenzialmente denti “morti”, in grado di diventare veri e propri incubatori per i batteri anaerobi altamente tossici che possono, in determinate condizioni, farsi strada nel flusso sanguigno ed essere la causa di serie patologie mediche, che non  si manifesteranno prima di una decina d’anni.

Purtroppo la maggior parte dei dentisti è ignara dei potenziali rischi per la salute dei loro pazienti e degli eventuali pericoli ai quali li sottopongono, rischi che persisteranno per il resto della loro vita. L’Associazione Dentisti Americana sostiene che il trattamento del canale radicolare sia sicuro, ma non hanno mai pubblicato dati o effettuato vere e proprie ricerche a dimostrazione di questa loro affermazione.

Il Dr. Tom Stone e il Dr. Douglas Cook: questi due brillanti dentisti, più di un secolo fa, fecero il collegamento tra il trattamento del canale radicolare e le malattie, e se non fosse stato per loro probabilmente questa spiegazione sarebbe sconosciuta ancora oggi. Il nome del dentista a cui devono questa scioccante scoperta è quello del Dr. Weston Price, considerato da molti come il più grande dentista di tutti i tempi.

Weston A. Price: il miglior dentista del mondo

La maggior parte dei dentisti sarebbe stata di grande aiuto per la salute pubblica se prima avesse conosciuto il Dr. Weston Price. Purtroppo però, ancora oggi, il lavoro del Dr. Weston Price continua ad essere considerato sconosciuto e scontato dalla maggior parte dei dentisti e professionisti medici. Il Dr. Price era un dentista ed un ricercatore che ha viaggiato in tutto il mondo per studiare i denti, le ossa e le diete delle popolazioni indigene che vivono senza il “beneficio” del cibo moderno.

Intorno al 1900, il Dr. Price fu sottoposto al trattamento di infezioni canalari persistenti e si insospettì davanti al fatto che i denti sottoposti al trattamento del canale radicolare rimanevano sempre infetti pur essendo stati sottoposti a trattamenti. Incuriosito da questo fatto, un giorno, chiese a una donna su una sedie a rotelle da sei anni, di poter avere il dente al quale aveva effettuato il trattamento del canale radicolare.

La donna accettò e il Dr. Price impiantò il dente estratto sotto la pelle di un coniglio. Incredibilmente il coniglio sviluppò la stessa artrite paralizzante che aveva sviluppato la donna negli anni e il coniglio morì di infezioni solo 10 giorni più tardi. La donna, invece, libera dal dente tossico, riuscì a recuperare le sue funzioni motorie e si ritrovò a camminare senza nemmeno l’aiuto di un bastone.

Il Dr. Price scoprì che è meccanicamente impossibile sterilizzare un canale radicolare.

Successivamente dimostrò che questo trattamento è anche la causa di numerose malattie degenerative croniche, coronariche e malattie circolatorie, ma c’è anche una forte correlazione tra i denti, le malattie alle articolazioni, il cervello e il sistema nervoso. Il Dr. Price scrisse due libri innovativi nel 1922 dove precisa la correlazione tra la patologia dentale e la malattia cronica. Purtroppo però il suo lavoro è stato volutamente nascosto per oltre 70 anni, fino a quando finalmente il Dr. George Meinig, Endodontista, riconobbe il lavoro di Price e iniziò ad esporre la verità.

Il Dr. Meinig porta avanti il lavoro del Dr. Price

Il Dr. Meinig, nato a Chicago, fu capitano dell’esercito degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale, prima di trasferirsi a Hollywood per diventare un famoso dentista. Egli divenne uno dei membri fondatori dell’Associazione Americana di Endodontisti(specialisti canalari). Nel 1990 trascorse 18 mesi immerso nella ricerca del Dr. Price e nel giugno del 1993, il Dr. Meinig pubblicò il libro Root Canal Cover-Up, che ancora oggi è considerato il riferimento più completo sull’argomento.

Le cose che i dentisti non sanno riguardo all’anatomia dei denti

I denti sono fatti di una sostanza più dura della nostra scatola cranica. Al centro di ogni dente c’è la camera pulpare, una struttura interna morbida vivente che ospita i vasi sanguigni e i nervi. Attorno alla camera pulpare vi è la dentina, costituita da cellule che secernono una sostanza minerale dura vivente. Lo smalto è lo strato più esterno e più duro del dente, che racchiude la dentina. Le radici di ogni dente sono tenute in posizione dal legamento paradontale.

Ai dentisti, all’università, insegnano che ogni dente ha 1-4 canali principali. Tuttavia, ci sono dei canali che non vengono mai menzionati. Come il nostro corpo ha grandi vasi sanguigni che si diramano in piccoli capillari, così anche ognuno dei nostri denti ha un labirinto di molti piccoli tubuli che, se allungati, si estenderebbero fino a quasi 5 chilometri. Weston Price ha identificato ben 75 canali accessori separati in un unico incisivo centrale (dente anteriore). Gli organismi microscopici si muovono regolarmente dentro e attorno a questi tubuli, come fossero roditori in tunnel sotterranei. Quando un dentista esegue un trattamento di canale radicolare, il dentista estrae il dente, poi riempie la camera con una sostanza (chiamata guttaperca); il sangue non può più circolare attraverso il dente, ma il labirinto di piccoli tubuli rimane e i batteri si nascondono in queste gallerie in cui sono al “sicuro” da antibiotici e dalle difese immunitarie del nostro corpo.

Il canale radicolare è la causa di molte malattie

Privati di ossigeno e nutrimenti, questi organismi precedentemente amichevoli, si trasformano in forti anaerobi virulenti che producono una varietà di potenti tossine. Da normali batteri orali si trasformano in agenti patogeni altamente tossici in agguato nei tubuli del dente morto, in attesa di una “buona occasione” per diffondersi. Non si è trovato nessun tipo di sterilizzazione efficace a raggiungere questi tubuli e ogni singolo dente sottoposto al trattamento del canale radicolare è colonizzato da questi batteri, soprattutto nell’apice e nel legamento paradontale.

Spesso l’infezione si estende giù nella mandibola dove crea una cavitazione, un’area di tessuto necrotico nella mandibola stessa. Le cavitazioni sono aree di tessuto non cicatrizzato, spesso accompagnate da tasche di tessuto infetto e cancrena. A volte si formano dopo l’estrazione di un dente, come per esempio l’estrazione del dente del giudizio, ma possono anche derivare da un trattamento di canale radicolare. E’ importante sapere che alcuni segnali che portano i dentisti a consigliare al paziente di eseguire un trattamento del canale radicolare possono essere:

1) Improvvisa sensazione pulsante quando si morde,

2) Sensibilità verso cibi caldi e freddi,

3) Carie dentale grave o lesione che crea un ascesso (infezione) nell’osso.

Il canale radicolare può causare patologie al cuore, reni, ossa e malattie del cervello

Fino a quando il nostro sistema immunitario rimane forte, tutti i batteri vengono catturati e distrutti e si allontano dal dente infetto. Ma se per caso il nostro sistema immunitario è indebolito da qualcosa, come per esempio un incidente, una malattia o altri traumi, il sistema immunitario può non essere in grado di tenere sotto controllo l’infezione.

I batteri possono migrare nei tessuti circostanti e, trasportati attraverso il flusso sanguigno, annidarsi in altre zone. Un organo, una ghiandola o un tessuto, la nuova zona “presa di mira” potrebbe essere qualsiasi. Quasi ogni malattia degenerativa cronica è stata associata ad un trattamento del canale radicolare tra cui: malattie cardiache, renali, artrite, malattie reumatiche, neurologiche e malattie autoimmuni.

Il Dr. Robert Jones, sostiene anche che ci sia un’estrema correlazione tra il canale radicolare e il cancro al seno. In uno studio eseguito in 5 anni su 300 casi di cancro al seno, circa il 93% delle donne erano state sottoposte a trattamenti del canale radicolare e nella maggior parte dei casi il tumore si è sviluppato sullo stesso lato del corpo dove è stato eseguito il trattamento orale. Il Dr. Jones afferma che le tossine dei batteri di un dente infetto o mandibola sono in grado di inibire le proteine che sopprimono lo sviluppo del tumore.

Perché viene lasciato un “corpo morto” all’interno del corpo stesso?

Tranne il trattamento del canale radicolare, non esiste nessun altra procedura medica che consenta a una parte “morta” del corpo di rimanere nel corpo stesso. Quando l’appendice muore, viene rimossa, quando avviene un congelamento e, per esempio, un dito di un piede va in cancrena, viene amputato. Quando un feto muore all’interno dell’utero, il corpo attua il suo aborto “spontaneo”. Il nostro sistema immunitario non si preoccupa delle zone “morte”, anzi, al contrario effettua un attacco poiché l’infezione provoca più batteri per raccogliere tutto il tessuto morto.

Perché i dentisti si aggrappano alla convinzione che il canale radicolare sia sicuro?

L’Associazione Dentisti Americana (ADA) rigetta le prove del Dr. Price, sostenendo che i canali radicolari sono sicuri, ma continuano a non fornire prove per motivare la loro tesi. L’Associazione Americana del Cuore raccomanda di assumere antibiotici prima di molte procedure dentali di routine per prevenire l’endocardite infettiva (IE), soprattutto nei casi in cui si è affetti da alcune condizioni cardiache che potrebbero essere compromesse da eventuali infezioni. Così, da un lato l’ADA riconosce che i batteri orali possono farsi strada dalla bocca al cuore e causare un’infezione pericolosa per la vita, ma dall’altro lato, l’industria nega la possibilità che ogni volta in cui si mastica, questi batteri patogeni, tossici per l’uomo (che si nascondono all’interno del dente “morto”), possano essere trasportati all’interno del corpo all’attraverso il flusso sanguigno e danneggiare la nostra salute in svariati modi.

Ma perché è così difficile e assurdo accettare e comprovare questa tesi? Perché così tanti dentisti e Associazioni si rifiutano di ammettere che i canali radicolari sono pericolosi per la nostra salute? Beh, forse una spiegazione c’è… I canali radicolari sono la procedura più redditizia in odontoiatria.

Che cosa bisogna sapere per EVITARE un canale radicolare?

Ovviamente il consiglio più importante è di non eseguire un trattamento di canale radicolare. E’ più importante preservare la propria salute che rischiare la propria vita per “conservare” un dente. Purtroppo però ci sono già tante persone che hanno eseguito questa procedura e se così fosse sarebbe bene considerare di rimuoverlo anche se si sta bene. E’ importante ricordarsi che, una volta che il nostro sistema immunitario è compromesso, il rischio di sviluppare un problema medico grave aumenta e gli “attacchi” al sistema immunitario sono molto frequenti al giorno d’oggi. Se avete un dente rimosso potete considerare diverse opzioni:

1) Protesi parziale: si tratta di una protesi rimovibile, spesso chiamata “parziale”, è l’opzione più semplice e meno costosa,

2) Bridge: si tratta di un dispositivo permanente simile a un dente vero, ma è un po’ più complesso da costruire e più oneroso,

3) Impianto: si tratta di un dente artificiale permanente, generalmente in titanio, impiantato nelle gengive e nella mascella. Ci sono diversi problemi legati a questa procedura in quanto causa reazioni ai metalli utilizzati.

Lo zirconio è il materiale d’impianto più recente ed ha dimostrato il minor numero di complicanze. Ma la sola estrazione del dente e l’inserimento di una sostituzione artificiale non è sufficiente. Ai dentisti viene insegnato a rimuovere il dente, ma a lasciare il legamento paradontale. Ma come sapete ora, il legamento è terreno fertile per i batteri.

La maggior parte degli esperti che hanno studiato consigliano di rimuovere il legamento, assieme ad un solo millimetro di presa ossea, al fine di ridurre drasticamente il rischio di sviluppare un’infezione dei tessuti. Si consiglia vivamente di consultare un dentista biologico perché sono addestrati a fare queste estrazioni in modo corretto e sicuro, oltre ad essere molto abili nella rimozione di otturazioni al mercurio, se necessario.

Il loro approccio alla cura dentale è molto più olistica e considera l’impatto su tutto il corpo e non limitato alla sola bocca. Il nostro corpo è una macchina perfetta e ogni singola parte del corpo è collegata alle altre. Non fermiamoci ad analizzare il singolo sintomo nella sua parte limitata… Informiamoci e prendiamoci cura di noi stessi perché solo noi possiamo farlo!!

Per leggere altri articoli sull’argomento vedi questi numerosi articoli:

Riferimenti

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

81 Commenti su questo post

  1. Cercando di capire: indipendentemente dall’amalgama in mercurio o dal composto, se hai un dente devitalizzato e di conseguenza un trattamento del canale o ti togli il dente o ci fai un ponte, perché in caso di debilitamente del corpo può causare malattie e/o tumori. Giusto?

  2. Adele de Cristofaro???

  3. Ma praticamente oggi io mi ritrovo con tutti denti devitalizzati,che cosa dovrei fare ??

  4. Dionidream says:

    Dharma Cristiano Botti si esatto.

  5. Dionidream says:

    Angela Gentile “Ovviamente il consiglio più importante è di non eseguire un trattamento di canale radicolare. E’ più importante preservare la propria salute che rischiare la propria vita per “conservare” un dente. Purtroppo però ci sono già tante persone che hanno eseguito questa procedura e se così fosse sarebbe bene considerare di rimuoverlo anche se si sta bene. E’ importante ricordarsi che, una volta che il nostro sistema immunitario è compromesso, il rischio di sviluppare un problema medico grave aumenta e gli “attacchi” al sistema immunitario sono molto frequenti al giorno d’oggi. Se avete un dente rimosso potete considerare diverse opzioni:

    1) Protesi parziale: si tratta di una protesi rimovibile, spesso chiamata “parziale”, è l’opzione più semplice e meno costosa,

    2) Bridge: si tratta di un dispositivo permanente simile a un dente vero, ma è un po’ più complesso da costruire e più oneroso,

    3) Impianto: si tratta di un dente artificiale permanente, generalmente in titanio, impiantato nelle gengive e nella mascella. Ci sono diversi problemi legati a questa procedura in quanto causa reazioni ai metalli utilizzati.

    Lo zirconio è il materiale d’impianto più recente ed ha dimostrato il minor numero di complicanze. Ma la sola estrazione del dente e l’inserimento di una sostituzione artificiale non è sufficiente. Ai dentisti viene insegnato a rimuovere il dente, ma a lasciare il legamento paradontale. Ma come sapete ora, il legamento è terreno fertile per i batteri.

    La maggior parte degli esperti che hanno studiato consigliano di rimuovere il legamento, assieme ad un solo millimetro di presa ossea, al fine di ridurre drasticamente il rischio di sviluppare un’infezione dei tessuti. Si consiglia vivamente di consultare un dentista biologico perché sono addestrati a fare queste estrazioni in modo corretto e sicuro, oltre ad essere molto abili nella rimozione di otturazioni al mercurio, se necessario.”

  6. Meglio che non entro in merito Daniela Indellicati!

  7. Appunto questa è una violenza ,,,,ho finito adesso di curare i miei denti ma questi dentisti sono degli assassini ??nn sanno in ogni caso che ci potrebbero essere dei danni seri?? Si spende una fortuna x poi avere queste brutte notizie !!!!!!

  8. Angela se le devitalizzazioni sono fatte bene stia serena.

    • Rosario Muto says:

      la mamma degli ignoranti è sempre incinta, vai a documentarti………………………….

  9. Dionidream says:

    Alessio Fagotti per vedere le fonti dell’articolo le trovi all’originale inglese del Dr. Mercola di cui la maggiorparte si rifa agli studi della Weston A. Price Foundation http://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2012/02/18/dangers-of-root-canaled-teeth.aspx dove ci sono anche molti altri articoli al riguardo. PEr quanto riguarda la banca dati della medicina ufficiale qui ci sono diversi studi della biblioteca nazionale di medicina americana https://www.google.it/search?q=ncbi+root+canaled+teeth&rlz=1C1ASUT_itIT532IT533&oq=ncbi+root+canaled+teeth&aqs=chrome..69i57.9308j0j7&sourceid=chrome&es_sm=93&ie=UTF-8#safe=off&q=ncbi+root+canaled+teeth+bacteria Se vuoi dei libri in italiano sull’argomento http://www.macrolibrarsi.it/libri/__odontoiatria-tossica-odontoiatria-vitale-libro-antonio-miclavez-libro.php?pn=2738 http://www.macrolibrarsi.it/libri/__denti_tossici_2.php?pn=2738

    • anna magrini says:

      Scusate ma dovranno essere i dentisti ad informarsi ed essere infirmati….come fa un singolo cittadino a sapere anche tutto quello che riguarda la salute. I

      • Rosario Muto says:

        ai dentisti non gliene frega nulla, oro guardano solo al business.

  10. Dionidream says:

    Angela Gentile puoi contattare il Dr. Miclavez autore del libro http://www.macrolibrarsi.it/libri/__odontoiatria-tossica-odontoiatria-vitale-libro-antonio-miclavez-libro.php?pn=2738 e spiegare la tua situazione. Ecco la sua pagina contatti http://studiomiclavez.com/page17/contatti.html

  11. Ma ragazzi adesso stanno uscendo fuori tutte queste notizie sconvolgenti ??? Quindi finiamo anche di respirare ,l’aria è inquinata ,,,dobbiamo munirci di mascherine ,il cibo è contaminato ecc,ecc,Internet sta distruggendo un po’ tutto direi ,,,ma ci siamo con la testa ????

    • Stocazzo says:

      Internet stà distruggendo tutto??? Continua pure a credere a babbo natale alla befana e sopratutto al dio televisore che ti dice sempre la verità!

  12. Tutti i metalli con cui sono stati curati i denti fanno male al corpo umano …piombo ecc ecc

  13. Ma si muoriamo cosi’ con i denti curati !!!!!!

  14. Salve. Faccio il Dentista. Mi occupo di Dentosofia. Mi permetto di esprimere il mio parere e di correggere delle inesattezze dell’articolo, visto che è il mio pane quotidiano. 1)La terapia dei canali, se ben fatta, è quella che fa guadagnare di meno, tant’è che non piace alla maggior parte dei dentisti. Ore a preparare dei canali a volte complicati, e in proporzione remunerazione ridotta. 2) Le alternative proposte nell’articolo per risolvere il problema sono quelle più remunerative. Togliere un dente anziché salvarlo e fare un impianto o una protesi danno il massimo guadagno in un tempo relativamente ridotto, ma sinceramente poca soddisfazione professionale. 3) Quando il dott. Price ha fatto i suoi lavori, si usava l’arsenico per necrotizzare il nervo (polpa) e spesso lo si lasciava nel canale. 4) Estrarre dei denti e non rimetterli causa spesso squilibri alla masticazione e alla postura. 5) Con le protesi e gli impianti inserisci quasi sempre metalli nel corpo con le relative conseguenze. 6) La terapia dei canali, se fatta correttamente, è il migliore compromesso per creare meno danni possibili col minimo intervento e conservare quello che è il miglior sistema per masticare possibile, ovvero ciò che ci è stato dato dalla natura: il dente. Oggi le tecniche consentono realmente di eseguire devitalizzazioni che non creano reazioni organiche. Basta che siano fatte correttamente e con scrupolo 7) Quasi tutti hanno almeno un dente devitalizzato. Dire che il 93% delle donne con tumore al seno ha un dente devitalizzato è come dire che il 100% di quelle che usano shampoo ce l’ha, il 100% di quelle che usano il reggiseno, il 100% di quelle che mangiano con la forchetta etc etc. 8) Chi ha scritto l’articolo, potrà anche essere in buona fede, ma crea disinformazione e allarmismi che non corrispondono alla realtà.

    • claudio says:

      Grazie!

    • Atomo says:

      Questa è informatione ! Questi articoli creano molta tensione e questo è una delle cause più importanti di insorgenza di patologia, grazie per spiegazione scientifica ed equilibrata Roberto

    • Erika Bertolini says:

      Roberto, “la paura fa più vittime della malattia in se stessa”, quindi grazie per il tuo parere.

    • Vanzin says:

      Parole sante…sono d’accordo su tutto…le devitalizzazione sono uno sbattimento grosso x i dentisti ma si fanno coscienziosamente e bene x cercare di salvare un dente…poco remunerativa e lavoro alquanto pesante rispetto ad un’estrazione che poi comporta un eventuale ponte fisso con 3 elementi e quindi molto più costoso come pure un impianto….la protesi mobile ormai non la vuole più nessuno salvo casi particolari…!

    • Rosario Muto says:

      Oggi è possibile fare implantoprotesi con i nuovi impianti Bionic Implant in lega nobile e resi stabili bioinerti.
      Non ci sono più nessun tipo di problema, anzi sicurezza massima e all’infinito nel tempo

    • Rosario Muto says:

      Anche se fa la medicina Dentosofia, caro dottore lei non ha capito un tubo di quello che un dente devitalizzato morto può causare, lei ha molto da imparare e in particolare la biologia.

  15. Ke skifo di articolo

  16. Etro Retrò says:

    Respirare provoca malattie… attenzione

  17. Dionidream says:

    Roberto Robba grazie per il tuo contributo costruttivo!

  18. È giusto che si ascoltino tutte le campane

  19. Grazie Roberto robbia ,,,stavo in panico ,nn bisogna mettere nero su ‘bianco tanto x scrivere delle ciance ,,,,comunque ben vengano questi benedetti dentisti !!!!

  20. È fondamentale documentarsi, informarsi, e probabilmente è ancora più importante non fidarsi di tutto ciò che si legge. Sulla salute non si scherza, bisogna affidarsi a professionisti qualificati e leggere pubblicazioni mediche serie….su pubmed sono selezionate le bibliografie più accreditate. ..niente panico, bisogna informarsi 😉

  21. Dionidream says:

    ARTICOLO AGGIORNATO CON DEI COMMENTI FINALI. Roberto Robba Angela Gentile Alessio Fagotti Chiara Micciché Michela Amelie Serra

  22. Bisognerebbe verificare se le persone che hanno perso i denti senza sostituirli si sono poi ammalate di cancro

  23. Il 100% dei malati di cancro respira ossigeno

  24. Paolo Bulzi says:

    minchiate, chi è che nn ha un dente devitalizzato….

  25. Dondidream porti una bibliografia che fa acqua da tutte le parti … Ma che articoli sono questi ? Basati sul racconto di un singolo caso … Sai come si fa la scienza ???? Bene informati prima e poi ci pensi due volte prima di pubblicare queste assurdità terroristiche e che danno consigli assolutamente fuori da ogni logica

  26. Ridicoli che diffondente informazioni false, forse non avete mai vissuto il male, ecco perché agite con tanta superficialità

  27. Dionidream says:

    Paolo Acquaviva non so a quali fonti ti riferisci dato che c’è un’assidua bibliografia a riguardo a sostegno di questa tesi. Purtroppo uscire dalla logica della televisione e dei giornali e della scienza ufficiale è sempre più spesso l’unico modo per avere una vita migliore.

    • cigniselvatici says:

      Assidua??? “Assiduo: Che si dedica alla propria attività con zelo e costanza”. Che cosa significa “assidua bibliografia”!

  28. Dionidream says:

    Ho appena avuto uno scambio di mail con un altro dentista che mi ha detto: “A dire il vero, anni fa mi ero interessato alla correlazione fra denti e malattie autoimmuni e avevo visto che un nesso c’era. La difficoltà era nel far capire ai pazienti che era meglio togliere i denti infetti o in necrosi che curarli con la terapia canalare. Pensa che circa 10 anni fa sono andato a Roma per discutere di questo
    con un medico che eseguiva estrazioni e che, diceva, aveva risolto numerosi casi di malattie gravi. . .
    Credo che sia molto difficile affrontare questo argomento.”

    • Rosario Muto says:

      Purtroppo si…, il danno maggiore è una società satura di individui che vede solo il dio denaro, un settore dove l’odontoiatra dopo avere percorso e conseguito una laurea resta un ignorante più di prima, esercita una professione senza una logica e biologica, senza conoscere i propri materiali tra l’altro altamente tossici.

  29. La scienza non si fa perché qualcuno crede che … La scienza si fa con ricerche serie e risultati inequivocabili … Questo invece è raccontare storie …

  30. Dionidream says:

    Grazie Paolo Acquaviva delle tue argomentazioni inequivocabili LOL

  31. Che sciocchezza,è come dire che il 97 % dei malati di cancro ha mangiato la pasta (tutti hanno avuto quel trattamento)

  32. Dionidream … Non sono le mie argomentazioni inequivocabili … Contesto il fatto che tu diffonda notizie infondate che alla fine sono dannose per la salute dei pazienti , facendo credere che sia meglio farsi estrarre dei denti … Allora o si documentano queste affermazioni con dati veramente scientifici oppure si è persa un’ottima occasione per tacere

  33. Marco Figus says:

    Il 100% di malati di cancro ha respirato alme una volta nella vita aria mischiata con gas di scarico di auto… andiamo tutti a piedi…

  34. Dionidream says:

    @Paolo Acquaviva Provami il contrario invece di fare critiche senza solide obiezioni, io ho portato delle fonti che non approvi, bene allora aspetto le tue per valutare come stanno le cose.

  35. Io trattamento endodontico ha una più che acclarata , ormai da decenni , efficacia nel risolvere infezioni acute e croniche che coinvolgono i tessuti adiacenti all’apice radicolare e infezioni che possono essere causa di problemi a distanza ( vedi malattia focale ) . Non ho bisogno di portare prove a riguardo perché si sono scritti tonnellate di libri a proposito … L’onere della prova del danno provocato da tali terapie e’ tuo … Le prove che hai portato , ripeto , di scientifico non hanno niente .

  36. Mia nonna aveva i denti di rame e arrivata a 90 anni

    • Rosario Muto says:

      Il ciuco volava sulle nuvole anche se non aveva le ali…………………
      Imparate la biologia prima di aprire la bocca, stupidoni………………………

  37. Chi a distanza di 5 anni mi riesce a spiegare perchè ho avuto un carcinoma squamoso infiltrante al palato superiore? Per fortuna l’esito di una panoramicai diceva : infezione canino ect ect… Visita di controllo in un centro di Milano noto , sono andata in mano ad un cane che ha voluto a tutti i costi estrarmi il dente con infezione in atto…. Estrazione che ha aperto strada al male infiltrandosi in tutto l’osso del palato… Chi mi ridà il mio sorriso estirpato per avere salva la vita ? Chi sa cosa significa affrontare 2 trapianti a distanza di pochi giorni per un totale di 35 ore di sala operatoria e vedere che ti hanno devastato un corpo per ricostruire un palato che palato non è…. Chi vuole prendere il mio posto ogni qual volta devo subire interventi?? Nessuno che mi sa rispondere??? Colpa del lavoro effettuato dal mio dentista anni indietro dopo aver cercato di salvarmi un incisivo?…..

    • Rosario Muto says:

      Purtroppo cara Patrizia questo è l’arroganza, l’ignoranza della maggior parte dei medici imboccati da cazzate degli interessi, prima ti rovinano e poi come i bambini non sanno mai nulla oppure dicono che tu hai problemi psicologici.
      Son da metterli al muro e farli fuori……………………..

  38. Io credo che l’informazione di nicchia siano piu veritiere di quella di massa , quindi condivido e ringrazio …

    • cigniselvatici says:

      CREDERE non significa che sia vero.

      • Rosario Muto says:

        Certo che per uno che vede il morto e l’altro ti dice che è vivo…………….qualcosa non va, ho è un cecato o è ubriaco………………………………….

  39. Marco says:

    Allora, a me sembra terrorismo psicologico puro. Le motivazioni che ci siano dietro a questo articolo possono essere varie ma già il titolo è ingannevole, e quando qualcuno tenta di ingannarvi attraendovi con dei falsi numeri, va ignorato.
    Infatti il 97% dei malati di cancro ha subito questo trattamento è molto diverso da dire che il 97% di coloro che hanno subito questo trattamento ha il cancro. Immagino infatti che molti di voi, o la maggior parte delle persone che conoscete abbia un dente devitalizzato. Il 97% di loro ha il cancro? No. Ma di coloro che hanno il cancro, quanti hanno avuto un dente devitalizzato? 97% è plausibile, visto la grande diffusione di questa pratica.
    È la pratica che fa guadagnare di più i dentisti? Sicuri? Una devitalizzazione costa intorno ai 150, 200 euro, una corona (necessaria per coprire il dente) 500 circa. In toltale diciamo 800 euro. Quanto costa invece estrarre un dente e farci un impianto? 1500 euro, cioè il doppio. Quindi a meno che qualcuno voglia rimanere senza denti, direi che al dentista concerebbero gli impianti, sbaglio?

    • Rosario Muto says:

      Marco…….tu fai dei paragoni che non hanno senso…………………
      Rispetto a un dente devitalizzato morto per convenienza di costi è meglio un tumore o una morte?
      E poi le tariffe che tu indichi sono di chi opera per fame, non sono tariffe normali, chi è sotto pagato o non sa lavorare o è un’abusivo……………..

  40. Allarme rosso, sono stati avvistati un centinaio di asini volanti, da un’ultima ANSA, sembrerebbero inseguiti dalla befana a cavallo di un aspirapolvere della FOLLETTO.

  41. Stefano says:

    Scusate ma chi non l’ha avuto!? Allora diciamo anche che:
    Il 98% dei malati di cancro ha mangiato la Nutella
    Il 96% dei malati di cancro e cascato di bicicletta
    il 95% dei malati di cancro beve abitualmente CocaCola
    il 97% dei malati di cancro si mangia le pellicine
    il 100% dei malati di cancro beve acqua dal rubinetto di casa.

    Il 75% delle persone pubblicano stonzate su Facebook
    il 20% delle persone non ha Facebook !!!

    • Rosario Muto says:

      Stefano, questa è la tua ISTAT come quella manipolata dei politici tipo il gran buffone parolaio di Renzi.

  42. francesco says:

    Ciao Dioni, io a differenza di tanti altri credo nell’articolo anche perchè molti dottori omeopatici, quando ne parlano cambiano espressione.
    Cmq tornando alle soluzioni possibili, visto che oggi tutti hanno denti devitalizzati e relative capsule, spendendo delle volte cifre superiori ad un rifacimento di nu bagno…..secondo te, in base ai tuoi studi, può andar bene prendere sempre la zeolite, e fare oil puiling, oltre a mangiare alimenti tipo curcuma, coriandolo etc ?

    • goccia says:

      ma certo , vediamo quanti bambini ammalati di cancro , hanno avuto i denti devitalizzati…

    • Rosario Muto says:

      Quando l’ignoranza pone domande il fatto è molto serio
      Quando le domande non sono ignoranti allora la scienza prende vita.
      La scienza non la si apprende facendo domande ma studiando e facendo confronti appropriati e non dipendenti da chi a scatola chiusa ne gioca per i propri interessi.

  43. Tutta la nostra vita quotidiana moderna e’ un attacco al nostro organismo dal cibo all’ambiente inquinato ai ritmi circadiani stravolti e alla conseguente iper o ipo attività ormonale e sistema di difesa . Se un cibo morto biologicamente fa male alla salute figuriamoci un elemento morto che continua la sua decomposizione perché nn più irrorato dal sangue in un corpo vivo . Il corpo ogni giorno della sua vita dovrà lavorare x tenerlo li a nn nuovere i tessuti circostanti , ma nn sempre il corpo e’giovane e forte , le difese indeboliscono e i batteri migrano assolvendo al loro stesso codice genetico di sopravvivenza . I cambiamenti sono sempre stati fatti sulla consapevolezza . Un tempo si bruciavano le streghe si credeva che la Terra finisse alle Colonne D’Ercole che il Sole girasse intorno alla Terra ecc. e menti pensanti di quelle come Galileo o voci fuori dal coro erano considerati pazzi . L’immaginazione crea i legami fra una materia e l’altra la fisiologia la chimica , la neurologia , la biologia , l’oncologia riconoscono l’importanza di un tessuto morto che diventa necrotico nel tempo . Se e’morto tende a decomporsi . Nn e’terrorismo , e’prevenzione . Perché nn basta pulire il fegato o chelare metalli pesanti . E’una tecnica che va rivista , discussa e abbandonata x il bene delle persone . Accanirsi a tenersi dei denti in bocca quando costituzionalmente nn abbiamo la possibilità e la sicurezza che il nostro sistema immunitario sia sempre perfetto ( già indebolito da una vita consumistica che usa alimenti pro infiammatori ) non giova alle persone . Il dentista, il medico ognuno dovrebbe avere una visione d’insieme del corpo , questa e’l’unica soluzione e non riconoscersi come pezzi di società . Ognuno sviluppa un arte in cui e’comprtente ma la medicina tutta sta dimenticando le base della Natura umana che e’un’unita’ infinitesimale di collegamenti tra tutti gli apparati . Gli organi comunicano tra loro . Tra cui l’energia vitale che in Medicina nn viene mai menzionata e che e’ciò che muove la reazione biochimica . La celerità della risposta immunitaria . Il vitalismo che e’diverso x ognuno di noi . La psiche e la forma mentis con cui preparare le persone a ricevere o a rinunciare a certi trattamenti non idonei alla loro costituzione . Questo ce lo stiamo dimenticando . Nn possiamo fare le stesse cose x tutti , la gente va informata . Grazie Dioni . Sollevare un onda dopo l’altra come una melodia di note . Catia .

    • Rosario Muto says:

      Benissimo Perfida Stregata, sei stata molto esplicita, complimenti.
      Nessuno lo vuole capire, ognuno racconta la sua per difendere solo i propri interessi.

  44. kathya says:

    Credo all’articolo e riporto una mia esperienza personale: ho qualche dente devitalizzato, ebbene due anni fa provai l’oil pulling, alche’ dopo 3 giorni di questa pratica, mi si è risvegliata un’infezione latente e mi si è gonfiata metà faccia. Il dentista ha dovuto aprire il dente ricoperto e ripulire il flemmone infetto, che poteva crearmi grossi problemi alla mandibola. Ringrazio di avere smosso la situazione con l’oil pulling, così da bonificare una foce di batteri ed infezioni da non sottovalutare.

  45. mauro says:

    avevo un dente infetto con fistola che spurgava e il dente era dolentealla pressione mi e’ stata fatta una cura (devitalizzazione anche se era gia’ morto),evidentemente ben fatta ,la fistola si e’ chiusa il dente non era piu’ dolente e si e’ rifatto l’osso non ho dovuto fare un estrazione quindi un ponte molando due denti sani o un impianto che e’ comunque un corpo estraneo a me e’ parsa la cura migliore e guarda un po’ anche la meno dispendiosa………………l’articolo riporta un caso solo di misteriosa guarigione mi sembra un po’ridicolo per trarre conclusioni

  46. Sergio says:

    E’ come dire che il 100% dei malati di cancro hanno mangiato pane !!!! Le neoplasie sono multi fattoriali .

  47. cristiano says:

    Volevo rispondere a Marco dicendo che è vero che la terapia canalare ai denti è la meno dispendiosa rispetto all’impianto, per cui in teoria se il dentista consiglia questo tipo di terapia sembrerebbe che non lo facesse per profitto personale, ma in pratica è anche vero che essendo una cura più accessibile economicamente è anche la più diffusa, quindi la quantità supera i profitti relativi all’altro tipo di trattamento. Direi che si potrebbe paragonare la cosa dicendo: è vero che la Fiat Panda costa meno rispetto alla Ferrari …ma di Panda se ne vende tantissime di Ferrari poche..però con la Panda vai a 160 km/h mentre con la Ferrari vai anche a 300 all’ora….

  48. Ruggero says:

    Dionidream. Avete scritto molte Inesattezze. Informatevi prima. Così non fate altro cge Spaventare la gente e creare Terrorismo Mediatico.
    Gli Impiani sono in TITANIO e non creano NESSUNA REAZIONE IN quanto ci sonoi STUDI SCIENTIFICI Che lo Dimostrano. Lo Zirconio è anch’esso un Metallo da poco entrato nella Pratica Implantologa che sta dando buoni risultati. Quando si Estrae un Dente ci Viene INSEGNATO DI ELIMINARE TUTTO IL LEGAMENTO che Comunque si chiama SACCO FOLLICOLARE.L’Odontoiatria non ha nessen interesse a fare la Devitalizzazione, ma lo si fa per preservare il Dente Naturale il piu possibile.

    • Rosario Muto says:

      Ruggero…….tu parli per una parte per i propri interessi e per l’altra per ignoranza assoluta……..
      Il titanio utilizzato in campo sanitario è una lega composta da elementi non idonei, non stabili e al contrario altamente tossici, il cromo cobalto lo stesso e la zirconia non è altro che un materiale composto, agglomerato di metalloidi, ossidi metallici tossici e radioattivi.
      Informati prima di affermare le tue cazzate.

  49. Vito says:

    Ho due denti devitalizzati da oltre 5 anni e non avverto nessun dolore o anomalia.
    Adesso vedo che si inizia a intravedere una piccola zona nera vicino alle gengive.
    Mi devo preoccupare o è normale che sia perché il dente è morto?

  50. Mario says:

    Non ho capito una cosa. A me è stato solo rimosso un dente del giudizio. Non ho amalgame o altro. Devo preoccuparmi?

    • dioni says:

      Ciao Mario, no la rimozione del dente del giudizio non ha niente a che vedere col dente devitalizzato, quindi puoi stare tranquillo.

  51. frenk says:

    Porto la mia testimonianza sull’argomento, poi ognuno tragga le proprie conclusioni.
    A gennaio del 2015 a mia madre settantacinquenne, le viene estirpata un pezzo di radice dall’ultimo dente che le rimaneva poichè le provocava dolore e infiammazioni, questo perchè il precedente dentista non l’aveva tolta tutta, due anni prima.
    A marzo 2015 lamentava dolore nella parte, sulla quale le era venuta fuori un’escescenza di circa 5mm, questo le impediva di masticare e l’uso della protesi (dentiera). Dopo la terza volta che si recava dal medico curante per farle presente la cosa, e questo non l’aveva mai guardata in bocca, a giugno 2015 finalmente al medico viene un lampo di genio e chiese a mia madre di mostragli cosa avesse in bocca. A quel punto il medico si spaventò perchè vide un’escrescenza di circa due centimetri di colore scuro (dal marron al nero e viola) e la mandò a fare un controllo dove le avevano tolto la radice, in ospedale. Dopo circa un mese, a luglio, arrivò l’esito della biopsia e le venne diagnosticato un MELANOMA DELLA MUCOSA ORALE, il peggiore dei tumori!
    Le vollero fare per forza un’intervento di rimozione di mezzo palato superiore, ma purtroppo lo fecero troppo tardi, ad ottobre. Questo tumore cresce velocemente, infatti dopo neanche un mese dall’intervento glielo trovarono anche nei polmoni, e dopo un paio di mesi il tumore se lè portata via fra atroci sofferenze.
    Tutto quà, ripeto, la mia è soltanto una testimonianza con fatti concreti e documentabili, il resto non m’interessa, tanto mi sono fatto la mia idea su un bel pò di cosette, sulla comunità medica in generale e farmaceutica. Se volete ulteriori informazioni cercate anche il documentario del dott. Hamer. Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline