Abbracciare gli Alberi Migliora la tua Salute

21 Commenti

abbracciare gli alberi

Abbracciare gli alberi, un’idea che sembra avere origine dalla “hippy generation”, è stata provata scientificamente. Contrariamente alle credenze popolari, toccare un albero rende davvero più sani fisicamente e mentalmente. In effetti non importa neppure toccare l’albero per star meglio, il solo essere nelle sue vicinanze ha lo stesso effetto.

In un libro pubblicato recentemente, “Blinded by Science” l’autore Matthew Silverstone, dimostra scientificamente che gli alberi migliorano molti aspetti della salute come: malattie mentali, disturbo di deficit di attenzione e iperattività (ADHD), livelli di concentrazione, tempi di reazione, depressione ed emicrania.

Innumerevoli studi hanno mostrato che i bambini mostrano effetti psicologici e fisiologici significativi in termini di salute e benessere quando interagiscono con le piante. Tali studi dimostrano che i bambini stanno meglio cognitivamente ed emotivamente in ambienti verdi (con alberi) e che giocano in modo più creativo.

Matthew Silverstone inizia così il suo libro:

“Il vero inizio per me, il seme iniziale dell’idea di questo libro, è venuta stranamente da un albero. Un giorno qualcuno per cui ho un grande rispetto casualmente mi ha detto di andare a toccare un albero per migliorare la mia salute. Beh, puoi immaginare il mio sguardo di completa incredulità. E ‘stato probabilmente uno dei suggerimenti più ridicoli che abbia mai ricevuto. Non ho quindi seguito quella strana idea, ma quello che mi ha enormemente sorpreso è che mio figlio di diciannove anni ha seguito il suo suggerimento. Guardando il risultato di come è cambiato toccando un albero, ha completamente cambiato la mia opinione e di fatto ha aperto i miei occhi ad un mondo completamente nuovo. Voglio dire, se un albero ci può influenzare che cosa significa? Le implicazioni sembravano essere enormi – tanto che ho voluto approfondire e vedere quali prove scientifiche potrebbe trovarsi dietro di esse.”

Nel suo libro Silversone spiega come suo figlio che aveva una sindrome di affaticamento cronico definita dai medici incurabile sia in realtà stata guarita completamente nel giro di alcuni mesi seguendo terapie naturali che includeva toccare un grande albero per 5 minuti al giorno.

Quale può dunque essere l’aspetto della natura che può avere effetti così significativi? Fino ad ora si è pensato che fossero gli spazi aperti, ma Matthew Silverstone mostra che non si tratta di questo, piuttosto egli prova scientificamente che sono le proprietà vibrazionali degli alberi e delle piante a darci i benefici in termini di salute, non gli spazi verdi e aperti.

La risposta a come piante ed alberi ci influenzino fisiologicamente sembra dimostrarsi molto semplice. È tutto dovuto al fatto che ogni cosa ha una vibrazione, e differenti vibrazioni influenzano i comportamenti biologici. È stato provato che se beviamo un bicchiere di acqua trattato con una vibrazione di 10Hz il nostro tasso di coagulazione sanguigna cambia immediatamente con l’ingestione dell’acqua trattata. Accade lo stesso con gli alberi, quando tocchiamo un albero, la sua diversa vibrazione influenzerà vari comportamenti biologici del nostro corpo.

“Poiché come afferma la fisica quantistica tutto è connesso e c’è una sorta di energia unificante, l’ho interpretata con il fatto che tutta la vita vibra, e quindi tutti gli organismi viventi si influenzano l’un l’altro. Ma gli organismi viventi sono influenzati non solo
da altri organismi viventi, ma anche da forze che esistono sia su questo pianeta e che su altri pianeti. Gli organismi viventi sono influenzati dalla forza gravitazionale della luna, del sole e dei pianeti, come pure dall’effetto gravitazionale della terra. Quindi, da un certo punto ho sentito che il film Avatar aveva ragione: i cosiddetti spiriti degli alberi e degli animali ci influenzano, e possiamo sentirlo direttamente, ma solo attraverso la scienza della vibrazione.

Poi ho scoperto che le piante possono reagire ai cambiamenti indotti non solo delle normali vibrazioni, come la luce e il suono, ma anche quelle che io chiamo non normali, come intento ed emozioni. Le vibrazioni emozionali sono in qualche modo prodotte dai nostri corpi e si trasmettono cosicché eventuali altri organismi viventi possono assorbirle. Le piante sono uno dei pochi organismi in cui questo può essere scientificamente testato, e in alcuni strani esperimenti descritti nel capitolo 8, si vedrà come questo è stato infatti dimostrato.”

Questa idea vibrazionale è supportata nel libro da centinaia di studi scientifici che forniscono prove schiaccianti che l’abbracciare gli alberi non è una pazzia. Non solo fa bene alla nostra salute ma può anche far risparmiare molti soldi ai nostri governi offrendo una forma di trattamento alternativa e gratuita.

Non sarebbe bello sapere che d’ora in poi i dottori tratteranno alcune forme di malattia suggerendo una passeggiata nel parco piuttosto che una scatola di pillole?

 

Leggi anche

Silvoterapia la scienza conferma che abbracciare gli alberi cura mente e corpo

Le qualità curative degli alberi

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

21 Commenti su questo post

  1. Rita Saba says:

    Devo cercare un albero… È l’ora!

  2. Lo dico da sempre!

  3. ecco perche’ non ho un’influenza da 10 anni

  4. Lo dice sempre anche la mia mamma !

  5. ne sono assolutamente certa!e parlare con gli alberi?semplicemente fantastico!

  6. alberi e non solo,anche la natura tutta stà dalla nostra parte,noi siamo un tutt’uno con la natura,ne facciamo parte,ma alle case farmaceutiche chi glielo dice??? portare i bambini al mare nei mesi di giugno e settembre è una buonissima ionoterapia,però le famiglie preferiscono andare in vacanza in altri mesi e si somministrano medicinali per guarire…il discorso si allarga a dismisura…io amo la natura e lei si prende cura di me,non prendo medicine,sono naturopata,ma gli alberi hanno la loro possenza….grazie!

  7. Luigi Emilio says:

    Abbracciare gli alberi con i piedi nudi a mio avviso e’ una cosa bellissima,se poi ci sono anche dei benefici c’è tutto da guadagnare,io lo faccio .

  8. Non sono stata mai hippy, ma sempre abbraccio gli alberi……

  9. Usanza orientale non hippy

  10. Gli indiani d’America portavano i bambini nel bosco e li lasciavano una notte abbracciati ad un albero. Il giorno seguente ogni bambino, tornando nel bosco, doveva riconoscere il proprio albero.
    L’albero poteva anche portare in dono una ‘visione’.
    Siamo noi occidentali che della vita non abbiamo mai capito niente…

  11. Farebbe felice Matthew Silverstone leggere un recente articolo di un mio Collaboratore e mio, in cui è spiegato il meccanismo d’azione del beneficio di stare vicino agli alberi, ma anche ad uomini sani ed animali. Wittgenstein affermava che per lui essere in Paradiso è stare con gli amici.
    Esiste il Campo Elettro-Magnetico che veicola il Campo di Informazione Biologica (uomo, animale, piante) e Non-Biologica ( le pietre, i cristalli): Sergio Stagnaro, Simone Caramel (2014). Biological Information Fields: Quantum Biophysical Semeiotics clinical and experimental evidences, Journal of Quantum Biophysical Semeitics. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/wefbif_2014.pdf

  12. …..forse perchè gli alberi, come noi, sono vivi . ?!!!!!

    • Cara Fatina, in realtà con la Semeiotica Biofisica Quantistica ho osservato che anche le cose inanimate, muri della casa per esempio, sono “dotate” di un Campo Elettro-Magnetico ma assai debole, certamente non così intenso, e quindi non così benefico, come quello delle piante e degli uomini.

  13. Sicuramente sono vivi! E ci vogliono bene! Se ci si mette tranquilli seduti sotto le fronde e si chiede loro il permesso di parlarci sono in grado di dirci molte cose su di noi e su di loro…

  14. Conoscete la MIRRA ? E’ stata portata in dono a GESU’ dai RE MAGI

  15. Tiziana Passigato anche i gatti :3

  16. Giusto ma sempre che non ti cadano sulla testa!

  17. Il mondo verde dona senza chiedere niente in cambio …

  18. Ciao io oggi sono finita a pensare e a soffrire giusto come inizio gennaio, se non peggio, possibile che non sia migliorata nonostante le riflessioni…stesso problema che riaffiora da 10 anni…. sono stanca!

  19. Mi ricordo quando il famoso giornalista Romano Battaglia predicava questa metodica ed era deriso dal tutto il mondo, lo hanno preso per pazzo 30 anni fa, invece era mooolto avanti

  20. maddalena says:

    il problema è che queste cose vengono nascoste proprio perché non producono soldi.. magari ai medici interessasse la salute delle persone.. a loro interessa la malattia fonte di reddito mondiale.. abbassano anche i valori degli esami per dare medicine anche dove non servono. d’altra parte banche ed aziende farmaceutiche sono colossi economici e l’alimentazione viene avvelenata proprio per generare malattie.. che tristezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline