Aceto di mele

Un cucchiaio di aceto di mele al giorno per 60 giorni può far scomparire tutti questi problemi

Come illustrato in alcuni articoli precedenti, l’aceto di mele differisce in maniera sostanziale dall’aceto di vino: quest’ultimo è infatti indicato nelle pulizie domestiche in sostituzione dei più comuni detersivi ma di fatto, non ha nulla a che vedere con il potere terapeutico dell’aceto di mele. Generalmente è presente in ogni cucina e viene impiegato come condimento nelle insalate, sebbene in verità sia possibile sfruttarlo in molteplici maniera: è infatti in grado di curare il singhiozzo, alleviare i sintomi del raffreddore, favorire la perdita di peso e prevenire le malattie cardiache. L’aceto di mele, chiamato anche Apple Cider Vinegar, o aceto di sidro di mele, al fine risultare particolarmente efficace, dovrebbe essere composto non solo dalla composta ottenuta dal frutto, ma dall’intera mela, questo per garantire i migliori benefici.

Come nasce l’aceto di mele

Il termine aceto deriva latino acētum: la sua radice etimologica deriva da ak– (essere pungente) e dal verbo acēre (inacidire). Nel processo volto ad ottenere l’aceto di mele, il succo di mele viene posto a fermentare all’interno di enormi botti di legno, questo finché non divine progressivamente sidro. Ottenuto il sidro, così come avviene anche nella produzione di aceto di vino, vengono addizionati speciali batteri del ceppo Acetobacter, grazie ai quali può avvenire la trasformazione finale che da origine proprio al prezioso aceto di mele che accompagna piacevolmente le nostre tavole.

Aceto di mele proprietà

L’aceto di mele è caratterizzato in prevalenza da una percentuale d’acqua che si aggira intorno al 90%. Tale condimento è costituito da una discreta quantità di minerali, in particolare potassio, e di vitamine. Se utilizzato con regolarità, l’aceto di mele ha proprietà diuretiche e aiuta a bruciare i grassi in eccesso stimolando il metabolismo. Comporta altresì un’azione rimineralizzante, oltre ad avere spiccate proprietà antinfiammatorie e battericide. L’aceto di mele può essere applicato anche sulle punture di zanzara in modo tale da alleviare rapidamente bruciore e prurito. Leggero e quasi del tutto privo di calorie, rappresenta un condimento piacevole e salutare: 100ml di prodotto apportano infatti solo 20Kcal. Un cucchiaio di aceto mele miscelato a mezzo bicchiere d’acqua rappresenta una valida soluzione per effettuare gargarismi in presenza di leggere infiammazioni a carico di gola e gengive. Esalarne invece i vapori praticando i cosiddetti suffumigi, il tutto semplicemente introducendo in una bacinella, aceto di mele e acqua bollente, costituisce un rimedio naturale rapido ed efficace contro l’emicrania.

Aceto di mele benefici

Di seguito solo alcuni degli innumerevoli benefici e vantaggi che possono essere ottenuti assumendo semplicemente un cucchiaio di aceto di mele in un bicchiere d’acqua una volta al giorno, 10 minuti prima di mangiare:

  1. Aiuta a ridurre il bruciore di stomaco e il reflusso acido Recenti studi hanno dimostrato che il reflusso acido, contrariamente a quanto si possa pensare, deriva dal disporre di una limitata quantità di acido all’interno dello stomaco. L’aceto di mele, grazie all’acido acetico, acido malico e alle sue proprietà antibiotiche riduce sensibilmente la sintomatologia, ripristinando il naturale equilibrio di tale organo.
  2. Promuove il colesterolo buono riducendo quello “cattivo”- L’aceto di mele tuttavia non riduce solo il colesterolo LDL ma favorisce quello HDL: numerosi studi hanno dimostrato con successo che può proteggere da eventuali danni legati all’ossidazione alle arterie, principale fattore di rischio di un livello elevato di del colesterolo alto.
  3. Favorisce la perdita di peso – L’aceto di mele risulta particolarmente efficace nel promuovere il dimagrimento, esattamente come descritto nell’articolo di approfondimento: Dimagrire con l’aceto di mele. Perdi 2 kg a settimana con l’Aceto di Mele. L’acido malico e la pectina contenuti nell’aceto di mele aiutano a ridurre l’appetito, ad accelerare il metabolismo e a ridurre la ritenzione idrica. Una combinazione vincente se si desidera perdere peso in maniera relativamente rapida ma pur sempre salutare.
  4. Riduce il desiderio di zuccheri e previene il diabete – La ricerca ha ampiamente dimostrato che l’aceto di sidro di mele detiene notevoli proprietà anti-glicemiche che mantengono un livello di zuccheri nel sangue adeguato, rallentandone l’assimilazione. In questo modo è possibile prevenire il diabete e i danni a carico del pancreas limitando spontaneamente il desiderio di assumere alimenti particolarmente zuccherini e poco sani.
  5. È un potente antiossidante – L’aceto di mele contiene molti antiossidanti, tra cui catechina, acido gallico, caffeico e acido clorogenico che contrastando i radicali liberi, mantengono il corpo giovane, ritardano l’invecchiamento e favoriscono la depurazione dalle tossine. In particolare l’acido malico è in grado di rimuovere i metalli pesanti dal corpo.
  6. Migliora l’assorbimento dei nutrienti – Gli acidi presenti nell’aceto di mele aumentano l’assorbimento dei minerali importanti presenti comunemente nei cibi. L’aggiunta di aceto come condimento per l’insalata aiuta per esempio ad assorbire più nutrienti dalle nostre verdure a foglia verde, beneficiandone in toto delle relative proprietà.
  7. Utile in caso di anemia – Assumere un cucchiaino di aceto di mele con l’aggiunta di miele, sciolto in un bicchiere di acqua tiepida, una volta al giorno per due mesi, risulta utile per combattere l’anemia. Importante tuttavia fare una pausa di due mesi tra un ciclo e il successivo.
  8. Contrasta le cellule cancerose – L’aceto di mele ricavato anche dalla buccia del frutto, è ricco di triterpenoidi che contrastano la proliferazione di cellule tumorali.
  9. Alcalinizzante – Sebbene l’aceto di mele sia acido, la sua azione nell’organismo è alcalinizzante, esattamente come accade con il limone. Risulta quindi utile per contrastare l’acidosi metabolica e favorire l’espulsione delle scorie acide dell’organismo.
  10. Migliora l’aspetto della pelle – Sia assunto internamente che applicato esternamente, l’aceto di mele può essere utilizzato per alleviare acne, punture d’insetto, micosi e per rendere la pelle più luminosa. In particolare è interessante l’articolo di approfondimento: come l’aceto di mele può rigenerare la pelle da un eczema.

Quale aceto di mele acquistare

Qualora si desideri introdurre l’aceto di mele nella propria alimentazione, fondamentale è selezionare il prodotto giusto senza lanciarsi su uno qualsiasi. La mela è il frutto che generalmente risente in misura maggiore del bombardamento di pesticidi praticato durante la coltivazione, esattamente come rivelano le dell’Environmental Working Group. Meglio pertanto orientarsi sull’aceto di mele biologico, preferibilmente non filtrato e non pastorizzato. Suggeriti dunque l’aceto Voelkel (reperibile nei negozi biologici) oppure il Bragg sebbene più costoso. Da non sottovalutare anche l’aceto di mele Biona tuttavia difficile da reperire sul nostro territorio. È probabile visionare piccoli filamenti all’interno della bottiglia: nulla di allarmante, si tratta solo di enzimi e probiotici estremamente utili per il benessere dell’organismo!

aceto di mele bragg benefici

Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto

Aceto di mele controindicazioni

L’aceto di mele in genere non presenta particolari controindicazioni. Tuttavia è sconsigliabile assumerne grandi quantità per evitare di danneggiare lo smalto dei denti e provocare danni alle pareti dello stomaco. È stato osservato che non bisognerebbe superare la dose di 236ml al giorno, ovvero un bicchiere intero (una dose eccessiva), questo per evitare di creare anche danni alle ossa. Poiché l’aceto di mele abbassa leggermente la glicemia, chi soffre di diabete o assume insulina, dovrebbe assumerlo e integrarlo in dosi moderate nella propria dieta. Alimento dai molteplici benefici, un cucchiaio al giorno può aiutare a migliorare notevolmente la salute e il benessere dell’organismo. Chi ha lo stomaco danneggiato e soffre di reflussodeve prestare attenzione a un eventuale peggioramento dei sintomi: in tale caso è opportuno sospendere ed evitare l’assunzione o combinarlo al cibo. Nel caso in cui sussistano problemi di salute o ci si sottoponga a terapie farmacologiche, si consiglia di consultare sempre il parere del medico prima di procedere all’assunzione.

Quando assumere l’Aceto di mele

Diversi medici americani, quali il Dr. Axe o il Dr. Mercola, consigliano di bere aceto di mele tutti i giorni secondo le seguenti modalità: 1 cucchiaio (o 2 cucchiaini) di aceto di mele in un bicchiere d’acqua, dove volendo, è possibile aggiungere un cucchiaino di miele, la mattina a digiuno o 10 minuti prima dei pasti principali. È possibile inoltre aggiungerlo alle insalate o altri piatti per assicurarsi di integrarlo adeguatamente nel proprio regime dietetico.

Aggiornato al 20 Dicembre 2019

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni