Acido Folico

Considerata una molecola essenziale, che necessita cioè di essere assunta attraverso l’alimentazione, l’acido folico è un elemento chimico indispensabile alla sopravvivenza: l’organismo non è tuttavia in grado di sintetizzarlo autonomamente, pertanto la relativa integrazione deve avvenire necessariamente attraverso un regime dietetico controllato che permetta di raggiungerne facilmente le quantità consigliate.

Indicato sovente anche come Vitamina B9, l’acido folico rappresenta la forma sintetica della folacina, presente in natura in alimenti quali:

  • Ortaggi a foglia verde: broccoli, lattuga, spinaci e asparagi;
  • Legumi: piselli, fagioli bianchi o borlotti e fagiolini;
  • Frutta: fragole, arance e kiwi;
  • Frutta secca: mandorle, noci, nocciole;
  • Frattaglie e fegato;
  • Uova.

Acido folico a cosa serve

L’acido folico rappresenta uno tra gli elementi più importanti soprattutto in gravidanza, ove sorge la necessità di assumerlo in dosi particolarmente elevate. Tuttavia tale molecola riveste ruoli particolarmente significativi per l’organismo umano, divenendo parte integrante di gran parte degli integratori alimentari disponibili attualmente in commercio. Unitamente alla Vitamina B12, è indispensabile nella produzione di globuli rossi: una carenza potrebbe infatti determinare anemia, una riduzione significativa e patologica dei livelli di emoglobina presenti comunemente nel sangue, anomalia che comporta una inevitabile diminuzione della capacità di trasporto di ossigeno diretto ai molteplici distretti corporei.

L’acido folico o Vitamina B9 regola inoltre le corrette funzionalità dei nervi, risultando essenziale per la sintesi del DNA all’interno delle cellule, questo per assicurare una perfetta mitosi cellulare, rappresentando pertanto una delle ragioni per le quali ne è così necessaria l’assunzione massiccia in gravidanza, quando cioè la suddivisione cellulare mantiene ritmi elevatissimi, permettendo la progressiva crescita del feto.

Carenza di acido folico: cosa comporta

Una carenza di acido folico può manifestarsi attraverso molteplici sintomatologie, tuttavia di facile risoluzione qualora tale elemento chimico venga tempestivamente integrato attraverso l’alimentazione o specifici integratori di sintesi. Generalmente i principali disturbi che tendono a palesarsi a fronte di tale problematica possono essere:

Tale carenza può pertanto verificarsi qualora l’apporto di acido folico risulti insufficiente a causa di un’alimentazione sbilanciata o scorretta o in alternativa, nel momento stesso in cui l’organismo ne richieda spontaneamente l’incremento del fabbisogno come ad esempio in gravidanza. Tuttavia anche il ridotto assorbimento di Vitamina B9 in presenza del Morbo di Crohn, può risultare alquanto significativo.

acido folico integratore acquista

Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto

Acido folico in gravidanza

L’intera comunità scientifica conferma in maniera unanime come l’assunzione di acido folico prima e durante la gravidanza sia in grado d ridurre sensibilmente il rischio di malformazioni a carico del tubo neurale, tra le più gravi malformazioni embrionali, compresa la spina bifida e l’anencefalia. La spina bifida, che comporta problemi neurologici e stadi avanzati di ritardo mentale, tende a manifestarsi quando la colonna vertebrale del feto tende a non sigillarsi adeguatamente al fine di proteggere il midollo spinale, processo che dovrebbe generalmente avvenire dalle prime settimane di gestazione.

Nell’anencefalia invece, il cervello del bambino tende a non svilupparsi nel modo corretto poiché gran parte del tessuto celebrale risulta parzialmente o completamente assente: tale problematica generalmente comporta la perdita del bambino prima del termine della gravidanza, o poco dopo il parto. Si stima che oltre il 70% delle anomalie legate allo sviluppo del tubo neurale potrebbero essere facilmente prevenute assumendo almeno 0,4 mg / giorno di acido folico, questo almeno un mese prima del concepimento e durante il primo trimestre di gravidanza.

Sono molte le organizzazioni e gli enti pubblici e privati, compresi il Ministero della Salute, l’AIFA, la Food and Drug Administration, l’ACOG, la Teratology Society che da sempre raccomandano alle donne in età fertile, dai 15 ai 45 anni, l’assunzione di acido folico integrato nella dieta giornaliera senza limitarsi alla sola gravidanza, questo per evitare un incremento dei rischi, riducendo al minimo la possibilità di sviluppare tali malformazioni. Prima del concepimento risulta quindi fortemente consigliato assumere un integratore a base di acido folico che disponga di almeno 400microgrammi di Vitamina B9, con almeno un mese di anticipo. Le ricerche hanno infatti ampiamente dimostrato che se assunto quotidianamente prima di una gravidanza o durante le prime settimane della stessa, l’acido folico può prevenire fino al 70% delle malformazioni considerate invalidanti o fatali a carico del cervello così come del midollo spinale.

Integratori a base di acido folico

In Italia sono molteplici gli integratori a base di acido folico disponibili in commercio così come le formulazioni registrate come farmaco: tra esse compare infatti la Folina, il Folidex, e ancora il Levofolene. Utile anche l’assunzione di Multicentrum così come Vita Folic Solgar e Folic Longlife. I prezzi sono generalmente piuttosto contenuti e sovente alcune preparazioni sono considerate mutuabili.

Acido folico alimenti

Al fine di assumere una quantità di acido folico utile a soddisfare il fabbisogno giornaliero dell’organismo, non è consigliabile affidarsi alla sola alimentazione, specie in caso di gravidanza. Tuttavia alcuni alimenti possono agevolare l’azione di eventuali integratori alimentari, massimizzando i benefici dati da tale prezioso elemento. Gli alimenti più ricchi di acido folico sono:

  • Verdure a foglia verde quali carciofi, broccoli, asparagi, spinaci, lattuga con un apporto di 120-160mg;
  • Ortaggi generici con un apporto di 40-100mg;
  • Frutta quali arance, fragole e frutta secca con un apporto di 50-100mg;
  • Legumi quali fagioli e ceci con un apporto di 50-300mg;
  • Cereali con un apporto di 60-120mg:

Purtroppo i folati presenti generalmente negli alimenti dispongono di una ridotta biodisponibilità, vengono cioè assimilati dall’organismo solo in minima parte. Ortaggi e frutta fresca, se conservate a temperatura ambiente, tendono inoltre a perdere gran parte del proprio contenuto di folati in pochi giorni, riducendone ulteriormente l’apporto in fase di cottura. Proprio per queste ragioni appare fondamentale integrare l’acido folico per mezzo di soluzioni alternative in grado di garantire un ottimale livello di assorbimento da parte dell’intestino. Sebbene la sola alimentazione, se corretta e bilanciata, consenta di assumere quantità di acido folico sufficienti, in gravidanza è comunque preferibile ricorrere sempre all’utilizzo di integratori alimentari specifici in grado di garantirne livelli costanti, anche alla luce della totale assenza di effetti collaterali.

Acido folico controindicazioni

L’acido folico non presenta particolari effetti collaterali: il sovradosaggio non provoca pertanto aumento di peso corporeo, una leggenda metropolitana ormai nota. Un eccesso di acido folico potrebbe tuttavia celare quelli che generalmente sono i sintomi dati dall’anemia perniciosa, patologia provocata da una carenza di Vitamina B12 protratta nel tempo che potrebbe altresì in casi gravi comportare disturbi neurologici anche importanti.

Dove acquistare l’acido folico

Quando si acquista un integratore di acido folico bisogna controllare la quantità di vitamina B9 contenuta in ogni capsula. Infatti alcuni integratori presentano una concentrazione più bassa e quindi sono meno efficaci. Questo di seguito è uno dei migliori integratori di acido folico con la più alta concentrazione di acido folico di ben 400mcg per capsula.

acido folico integratore acquista

Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni