Come fare l’Acqua di Riso per nutrire, riparare e ringiovanire Pelle, Viso e Capelli

10 Commenti

capelli acqua di riso

La prossima volta che cuoci il riso non gettare l’acqua di cottura. L’acqua del riso è ricca di minerali, vitamine e sostanze che la rendono ideale da applicare sia sulla pelle che sui capelli. Studi scientifici lo confermano e in Asia le donne hanno usato l’acqua di riso per secoli per abbellire i capelli, il viso e la pelle, tanto da essere un segreto di bellezza alla corte imperiale giapponese.

Acqua di riso, nella sua forma più semplice, è l’acqua che è rimasta dopo la cottura del riso. Può essere concentrata o diluita o anche fermentata per apportare ancora più benefici.

LA STORIA DELL’USO DELL’ACQUA DI RISO PER LA BELLEZZA

L’acqua di riso è stata utilizzata nella medicina orientale per mantenere la pelle elastica e dall’aspetto giovane e far crescere i capelli forti e lucidi fin dai tempi antichi, in luoghi che spaziano in tutto il continente asiatico. Non troverai SLS, SLES, parabeni o silicati in una ciotola di acqua di riso, e la parte migliore è che si può fare rapidamente nel comfort della propria casa gratuitamente.

Tradizionalmente, i coltivatori di riso in Giappone facevano il bagno e si lavavano nell’acqua utilizzata per la pulizia del riso bianco. Nel periodo Heian, già nel 9 ° secolo, le donne della corte imperiale giapponese usavano l’acqua di riso fermentato per mantenere i loro capelli lunghi, sani e lucenti. I loro bei capelli lunghi raggiungevano il pavimento e si pettinavano i capelli ogni giorno con lo Yu-Su-Ru, che è proprio l’acqua di risciacquo ottenuto dal lavaggio del riso.

Inoltre l’acqua di riso è prescritta dai medici ayurvedici come una crema efficace da applicare sulle scottature.

GLI STUDI SUL PERCHE’ L’ACQUA DI RISO FUNZIONA

In un progetto di ricerca finalizzato alla creazione di prodotti più efficaci per la cura dei capelli impianto SPring-8 in Giappone ha scoperto che nell’acqua di riso è presente una sostanza specifica chiamata inositolo, rivelata utile per migliorare l’elasticità dei capelli e riparare i capelli danneggiati.

Un altro studio pubblicato nel novembre 2010 sul International Journal of Cosmetic Chemists, ha osservato che il metodo di cura dei capelli tradizionale nel periodo Heian basato sul lavaggio con acqua di riso, potrebbe rivelarsi utile ancora oggi. Questi ricercatori hanno scoperto che gli estratti creati da acqua di riso sono efficaci nel mantenimento della salute dei capelli e sarebbero un complemento ideale per i prodotti commerciali per la cura dei capelli.

COME FARE L’ACQUA DI RISO PER LA PELLE E CAPELLI

Ecco dei metodi facili e veloci per preparare l’acqua di riso. Non ci sono particolari indicazioni sulla scelta di quale riso usare, ovviamente se il riso è biologico evitiamo di metterci addosso delle sostanze chimiche non piacevoli (oltre a non metterle nel proprio stomaco).

Metodo 1: Acqua del riso bollito

  • Per fare un concentrato di acqua di riso da usare per tutta la settimana nella sua forma diluita come un lavaggio del viso o dei capelli, preparare il riso come si farebbe normalmente, ma utilizzare due o tre volte la quantità di acqua che di solito.
  • Quando il riso è cotto, scolatelo fuori e l’acqua rimanente sarà un colore bianco vivido, e conterrà un’alta concentrazione di nutrienti.
  • Tuttavia, non usarla così concentrata, ma diluisci due cucchiai di questa acqua con una tazza di acqua pulita, formando una miscela utilizzabile subito.
  • Utilizzare questa soluzione diluita per lavare il viso o per trattare i capelli, e conserva il concentrato rimanente in frigorifero in un contenitore coperto per al massimo una settimana.

Metodo 2: Rapido senza bollitura

  • Se si desidera estrarre acqua di riso in modo rapido e non vogliono passare attraverso la diluizione e la conservazione, semplicemente prendi un contenitore, versaci due tazze di acqua e mezza tazza di riso.
  • Fai riposare per 15 minuti.
  • Scolare il riso dall’acqua e utilizzare questa acqua di riso per lavare il viso e i capelli.

Metodo 3: Acqua di riso fermentata

  • L’acqua di riso fermentata è particolarmente efficicae per i capelli a causa del cambiamento di pH che si verifica durante il processo di fermentazione (il processo porta il pH dell’acqua riso più strettamente in linea con pH naturale di capelli, e provoca il rilascio di una sostanza chimica chiamata pitera che può promuovere la rigenerazione delle cellule).
  • Prepara l’acqua di riso con il metodo 2 rapido senza far bollire e lasciala riposare in un contenitore di vetro a temperatura ambiente per uno o due giorni (più è caldo più il processo di fermentazione vorrà meno tempo).
  • Quando senti che l’acqua di riso ha un odore acidulo mettila a bollire e poi raffreddala per arrestare il processo di fermentazione.
  • Una volta raffreddata, utilizzare questa acqua di riso per la tonificazione della pelle e per lavare i capelli.
  • L’acqua di riso fermentato è molto potente, quindi è meglio diluirla un pò prima di utilizzarla.

COME UTILIZZARE L’ACQUA DI RISO

Lavaci il viso tutte le volte che vuoi e usala sulla pelle per nutrirla in profondità.

Utilizzala come un risciacquo finale dei capelli non più di due volte alla settimana. E’ possibile aggiungerci una goccia di olio essenziale per dargli la profumazione che preferisci.

Un altro modo è di usarla nella vasca da bagno per estendere i benefici a tutto il corpo. Riempi la vasca di acqua calda poi mettici un sacchettino di cotone contenente mezza tazza di riso. Immergiti nella vasca e stacci almeno 15 minuti.

Ecco un video che spiega tutto questo

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

10 Commenti su questo post

  1. Moreno says:

    Ma nell’acqua di cottura c’è il sale,non è dannoso per la cute ed i capelli?

    • Dioni says:

      Ciao Moreno, se vuoi usare l’acqua di riso non aggiungere sale al riso in cottura ma mettilo dopo averlo scolato.

  2. Gabriella says:

    Naturalmente non va bene il riso integrale (che, specie a freddo, non rilascia niente…)

  3. Riri Scafidi says:

    Grazie per questi magnifici e semplici consigli……

  4. Gioconda says:

    Grazie mille. Molto utile. Lo farò .Per esperienza personale, anche l’infuso di noci verdi o foglie , con aggiunta di 3-4 gocce d’aceto è molto utile per cappelli. Ravviva il colore e rinforza. VI apprezzo molto .Grazie

  5. ANTONELLA says:

    complimenti … articoli interessantissimi ….. è possibile stamparli ???’ grazie

    • Moreno says:

      Assolutamente,apri nuovo doc Word poi fai copia / incolla e salva con nome by freedom

  6. federica says:

    Ciao, grazie per aver condiviso questo video! tu scrivi di usarla come risciacquo finale, lei però dice di farlo prima di lavarsi i capelli.. ma quindi cosa è meglio?

    • dioni says:

      Ciao Federica, puoi provare entrambe le modalità e vedere come ti trovi meglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline