aglio nero

L’aglio nero è altamente benefico per il sistema cardiovascolare, non lascia alito cattivo e ci sono numerosi studi scientifici che ne dimostrano effetti positivi per la salute.

Differenze tra aglio fresco e aglio nero

Chiamato aglio nero o aglio invecchiato, è essenzialmente aglio fresco fermentato e invecchiato in un processo che aumenta i benefici per la salute conferendogli una forte azione antiossidante e un ruolo potenziale nel trattamento del cancro.

Studi scientifici su cellule del sistema immunitario di 21 volontari hanno mostrato che l’aglio nero ha maggiore attività antiossidante e antitumorale rispetto all’aglio fresco.

Cos’è l’aglio nero

Con il suo sapore dolce unico e la consistenza gelatinosa, è ampiamente conosciuto in Asia per le sue proprietà curative. L’aglio nero (Allium sativum L.) è un prodotto fermentato dell’aglio prodotto trattando l’aglio fresco per una media di 10 giorni a temperature da 40 a 60 °C e alta umidità. Subisce una reazione di Maillard, che causa la formazione di diversi composti da cui scaturisce anche il colore nero.

I processi variano ampiamente tra i fornitori, con trattamenti di invecchiamento che vanno da 4 a 40 giorni. Uno studio ha rilevato che 21 giorni di trattamento a 70 gradi e il 90% di umidità relativa sono le migliori per le capacità antiossidanti dell’aglio nero.

E’ possibile acquistare spicchi di aglio nero oppure integratori di aglio nero in capsule.

Aglio Nero. Lista dei principi attivi

Durante il processo di invecchiamento e fermentazione dell’aglio nero si sviluppano nuovi composti ad azione altamente antiossidante:

  • Composti di Amadori / Heyns: si formano durante la reazione di Maillard. I composti Amadori / Heyns sono forti antiossidanti e, rispetto all’ fresco, l’aglio nero ha da 40 a 100 volte più di questi composti
  • 5-hydroxymethylfurfural (5-HMF): questo è un antiossidante che ha anche alcuni effetti anti-infiammatori. Rispetto all’aglio normale, l’aglio nero ha una maggiore quantità di questo componente benefico
  • Organosolfuri: solfuro di diallile, disolfuro di diallile, diallil trisolfuro e diallil tetrasolfuro
  • Piruvato: questa è una molecola antiossidante e antinfiammatoria chiave dell’aglio nero. Riduce l’ossido nitrico e la prostaglandina E2, entrambi i quali prolungano e intensificano l’infiammazione
  • S-allilcisteina
  • Tetraidro-beta-carboline
  • N-fruttosil glutammato
  • N-fruttosil arginina
  • Allixin
  • Selenio
  • N-alpha-(1-deoxy-d-fructos-1-yl)-l-arginine
  • Ossido di azoto: ha forti effetti antivirali e antitumorali
  • 2-linoleoilglicerolo: molecola anti-infiammatoria che abbassa i livelli di prostaglandina E2 e citochine, che sono promotori chiave e segnali della risposta infiammatoria.

8 Benefici scientificamente dimostrati dell’aglio nero

L’aglio nero offre enormi benefici per la salute secondo la comunità scientifica che ha condotto diversi studi che ne attestano l’efficacia.

1. L’aglio nero ha proprietà anticancro

L’aglio nero riduce le molecole di segnalazione JNK e p38MAPK, che sono pesantemente coinvolte nell’insorgenza del cancro. L’aglio nero è tossico per una varietà di cellule cancerose e può sia arrestarne la crescita che la divisione che ucciderle. Alcune di queste cellule sono: le cellule tumorali del polmone A549 , la cellula tumorale del fegato HepG2 e la cellula tumorale del seno MCF-7 [ R ]. Diversi studi sono stati condotti su cellule per analizzare le specifiche capacità anti-cancro dell’aglio nero.

  • Leucemia. In uno studio sulle cellule della leucemia umana, l’aglio nero ha fermato la crescita delle cellule tumorali. Le molecole di segnalazione vengono innescate dall’aglio nero (caspasi) per attivare la morte cellulare programmata [ R ]. La morte cellulare si verifica perché l’aglio nero aumenta il recettore della morte e i recettori del ligando Fas (è un recettore della membrana cellulare che, se attivato da specifici ligandi scatena l’apoptosi della cellula) sulle membrane delle cellule umane. Questi recettori si attaccano a varie altre molecole che causano la morte della cellula. Aumenta anche il numero di enzimi che sono vitali per la morte cellulare [ R ].L’aglio nero degrada anche un enzima chiamato poli (ADP-ribosio)-polimerasi e, a sua volta, impedisce che il DNA nelle cellule tumorali venga riparato, assicurando ulteriormente che le cellule tumorali muoiano [ R ].
  • Cancro allo stomaco. In uno studio su cellule cancerogene dello stomaco umano, l’aglio nero a concentrazioni di 10 mg / ml, 50 mg / ml e 100 mg / ml ha ucciso con successo le cellule tumorali. Questo dimostra il ruolo potenziale dell’aglio nero nella chemioterapiaR ]. Nei topi, il trattamento con aglio nero ha provocato tumori più piccoli e l’ aumento di 2 enzimi di difesa chiave (superossido dismutasi e glutatione perossidasi ) nel sangue. Questi enzimi sono molto importanti perché prevengono il danno ossidativo e rimuovono le specie reattive dell’ossigeno dannoso che causa danni ai tessuti [ R ]. Riduce inoltre il movimento, la crescita e la stabilità delle cellule tumorali riducendo l’attività enzimatica di molecole strutturali chiave denominate matrice metalloproteinasi-2 e matrice metalloproteinasi-9 [ R ].
  • Cancro al colon. Il trattamento con aglio nero ha portato alla morte delle cellule del cancro al colon. Inoltre, ha fermato il processo del ciclo cellulare di crescita, replicazione e divisione [ R ]. L’aglio nero fa ciò impedendo alle proteine di essere aiutate con i processi cellulari, come la struttura e la comunicazione. In particolare, l’aglio nero blocca un segnale (fosfatidilinositolo 3-chinasi̸proteina chinasi B) che promuove la sintesi proteica e quindi previene la sopravvivenza delle cellule tumorali [ R ]. L’aglio nero ha anche aumentato il PTEN (un soppressore del tumore), che impedisce l’accumulo di mutazioni nel DNA che potrebbero causare il cancro [ R ]. Inoltre, ha diminuito la produzione dei geni AKT e p-Akt , entrambi i quali si pensa che causino il cancro se sono sovra-attivati [ R ].

2. Aglio nero curativo per il cuore

Ha migliorato il colesterolo dei pazienti con livelli di colesterolo lievemente elevati in vari studi [ R , R ].

In uno studio umano di 12 settimane (placebo) che ha coinvolto 60 persone, 30 persone hanno ricevuto 6 g di aglio nero 2 volte al giorno prima dei pasti. Ha aumentato i livelli di colesterolo HDL (buono) rispetto al gruppo placebo alla fine dello studio. Tuttavia, non ci sono stati cambiamenti nell’LDL (colesterolo cattivo) [ R , R ].

Gli alti livelli di composti organosolfuri dell’aglio nero rilassano anche i vasi sanguigni, il che porta ad abbassare la pressione sanguigna. In uno studio di 12 settimane su 79 pazienti con ipertensione arteriosa, hanno assunto giornalmente 2 o 4 compresse di aglio nero. La loro pressione arteriosa media diminuiva significativamente di 11, 8 mm Hg  R , R ].

Ha anche diminuito significativamente i livelli di apo B nel sangue. Alti livelli di apo B sono legati alle malattie cardiache [ R , R ].

L’aglio nero riduceva anche le cellule adipose, interrompendo l’attività del fattore di trascrizione 3 T3-L1. I fattori di trascrizione creano nuove proteine per la formazione delle cellule di fatto [ R , R ].

3. E’ un forte antiossidante

L’aglio nero riduce il contenuto di allicina convertendo l’allicina, un composto instabile, in composti più stabili che si rivelano ottimi antiossidanti. La reazione di Maillard provoca una decolorazione bruna dell’aglio e genera vari composti con proprietà antiossidanti R ].

Ha ridotto i danni alla pelle UV nei topi e ridotto il danno al fegato R ].

Inoltre, il succo di aglio nero somministrato a topi insulino-deficienti ha ridotto sostanze reattive nocive (acido tiobarbiturico) che causano danni al sangue, al fegato e ai reni [ R ].

E’ 10 volte più efficace dell’aglio fresco nel suo potere antiossidante. L’aglio imita un enzima (superossido dismutasi) difendendo le cellule dal perossido di idrogeno, una specie di ossigeno reattivo che può causare danni ai tessuti [ R ].

4. Può ridurre l’ infiammazione

In uno studio sulle cellule umane, il 5-HMF, un antiossidante trovato nell’aglio nero, ha fermato l’attivazione del fattore nucleare kappa B ( NF-kB) [ R , R ].

Questo è importante, poiché questa molecola controlla il rilascio di citochine che prolungano e stimolano le cellule attivate dal TNF-a [ R , R ].

Le cellule attivate da TNF-a promuovono la risposta infiammatoria e aumentano il flusso sanguigno, il gonfiore e le cellule difensive nell’area [ R , R ].

L’aglio nero ha anche abbassato il numero di proteine che uniscono le cellule e creano coaguli di sangue. Abbassa anche il numero di cellule che causano infiammazione e danno cellulare. [ R , R ].

In uno studio su cellule che utilizzava macrofagi (cellule immunitarie), l’aglio nero diminuiva la produzione di ossido nitrico, TNF-α e prostaglandina E2 , che sono tutti i principali promotori dell’infiammazione. Lo ha fatto diminuendo vari livelli di proteine e di enzimi, in particolare di NO sintasi, TNF-α e proteina della cicloossigenasi-2 [ R , R ].

L’aglio nero ha diminuito gli effetti di coagulazione del sangue causati dall’aggregazione piastrinica sia negli studi sull’uomo che sugli animali [ R , R].

In un altro studio sui topi, i roditori hanno ricevuto 120 mg / kg di aglio nero con livelli diminuiti di citochine TNF-α e IL-6 nel sangue [ R , R ].

5. Aiutare a ridurre le allergie

Le allergie sono correlate agli anticorpi e ai mastociti di immunoglobuline E (IgE) che contribuiscono tutti a promuovere l’infiammazione a lungo termine. In particolare, una risposta allergica di tipo I viene attivata dal recettore di IgE che si trova sulla superficie esterna delle cellule immunitarie [ R , R ].

Uno studio su cellule che ha testato un trattamento con 2 mg / ml di aglio nero ha portato alla diminuzione degli enzimi infiammatori (β-esosaminidasi e TNF-α). Questo ha impedito una risposta allergica [ R , R ].

In un altro studio, 50 μg / mL di aglio nero hanno inibito le principali molecole che promuovono l’allergia (prostaglandina E2, leucotriene B4 e cicloossigenasi-2) e hanno impedito la segnalazione (fosforilazione di Syk, fosfolipasi A2 e 5-lipossigenasi) che può portare a attacco cellulare da parte delle cellule del sistema immunitario chiamate macrofagi [ R , R ].

I topi trattati con aglio nero avevano anche una ridotta risposta allergica visibile sulla loro pelle [ R , R ].

6. Riduce i danni al fegato

I ratti con danno epatico ossidativo indotto sono stati trattati con aglio nero. Il trattamento ha significativamente ridotto i marcatori di danno epatico (livelli di AST, ALT, ALP e LDH) [ R ].

Ha anche aumentato la normale attività e il metabolismo del fegato poiché l’aglio ha aumentato i livelli di una molecola chiamata CYP2E1. L’aglio nero ha anche diminuito i depositi di grasso nel fegato e ha riequilibrato i diametri delle cellule epatiche a una dimensione ottimale [ R ].

7. Può aiutare a ridurre l’ obesità

In uno studio sui ratti, ha ridotto significativamente il peso corporeo, il grasso dello stomaco e le dimensioni delle cellule adipose (adipociti). I ratti hanno sperimentato i benefici del grasso complessivamente diminuito. L’aglio nero ha anche abbassato i livelli di colesterolo di trigliceridi e LDL (cattivo) e aumentato i livelli di colesterolo HDL (buono) R ].

8. Protegge il cervello dal glutammato monosodico

Il glutammato monosodico è un esaltatore di sapidità molto usato nei dadi da brodo, patatine in busta ed altri prodotti confezionati. Studi scientifici hanno dimostrato che ha una azione neurotossica ovvero danneggia le cellule cerebrali. Nelle cellule cerebrali di ratto il glutammato ha danneggiato le cellule di Purkinje nel cervello in particolare cervelletto e ippocampo.

Il cervelletto e l’ippocampo sono parti vitali del cervello, poiché controllano la coordinazione muscolare e rendono possibile la conservazione della memoria umana. Nei ratti, studi scientifici e ricerche hanno dimostrato che l’estratto di aglio nero ha contribuito a ridurre il danno alle cellule di Purkinje causato dal glutammato monosodico.

Effetti collaterali

Non ci sono effetti collaterali noti dell’aglio nero ed è meno tossico rispetto all’aglio normale in pari quantità. Vari studi sulle cellule hanno dimostrato la natura antiossidante dell’aglio nero, ed è questa proprietà principale che si estende ulteriormente ai suoi altri benefici conseguenti. Pochi ampi studi clinici sull’uomo sono stati condotti per determinare effetti a lungo termine.

Come assumere l’aglio nero

L’aglio nero è disponibile sotto forma di integratori in compresse o in forma di bulbo.

Il modo d’uso dell’aglio nero è molto semplice: puoi usarlo come useresti il normale aglio fresco. Può essere utilizzato nella maggior parte dei piatti in cui si userebbe aglio arrosto e funziona bene per aumentare il sapore di piatti salati come carni, sughi e salse.

Puoi anche frullarlo con olio d’oliva per fare una pasta di olio d’aglio nero che può essere utilizzata in tutto, dalle condimenti alle marinate e ai crostini.

Per un modo ancora più semplice per aggiungere una rapida esplosione di sapore e sostanze nutritive, prova l’aglio nero in polvere. Spolveralo sopra le tue ricette o mescolalo nell’olio di oliva.

Dosaggio

Il dosaggio di aglio nero generalmente raccomandato è di 2 teste di aglio nero al giorno.

Come spiegato sopra, può essere consumato con il cibo oppure anche da solo a digiuno e prima di attività fisiche o importanti attività di sforzo psichico.

Testimonianze

Questi commenti riportati di seguito sono recensioni di persone che hanno assunto l’aglio nero e hanno lasciato una recensione online al prodotto.

“L’aglio è ottimo e l’aglio fermentato offre molta più assimilazione e benefici per la salute.”

“Posso dire che i miei livelli di energia sono più alti e le mie articolazioni non fanno male come prima. Questo è un MUST!”

“Mi piace questo prodotto Non irrita il mio stomaco come fanno gli altri prodotti a base di aglio.”

“Davvero una scoperta! ha un sapore vagamente riconducibile all’aceto balsamico.. come primo utilizzo ho scelto un hummus di ceci e l’ho trovato eccellente! poi l’ho utilizzato per le bruschette e in una zuppa con un ottimo risultato. Buon rapporto qualità prezzo”

“Ha una freschezza necessaria per costruire un forte sistema immunitario. Io prendo l’aglio su base regolare così come lo aggiungo alle pietanze che preparo come integratore alla dieta. Raramente mi viene il raffreddore e siccome lavoro in una scuola, cerco di mantenere forte il mio sistema immunitario”.

“Sembra davvero aiutare a controllare la mia allergia”.

“Ha un sapore lontano da quello classico dell’aglio e per i benefici forse è resto parlarne, a sicuramente saranno positivi viste le proprietà. Lo uso prevalentemente a crudo – ovviamente-In aggiunta a insalate. Ha un sapore veramente gradevole. Consiglio!”

“Sono rimasta piacevolmente sorpresa dal sapore insolito di questo aglio. Non sa di aglio assolutamente, lo trovo molto aromatico e saporito. Lo consiglio a tutti coloro a cui non piace il sapore dell’aglio comune, importante comunque nella nostra alimentazione”

“Strano ma buono! Ottimo con le verdure saltate in padella e la pasta. Ha un sapore tutto suo. Per chi non ama l’aglio non lo consiglio, è forte e lascia il sapore in bocca comunque. Per gli amanti, consigliatissimo!!!!”

Dove acquistare

L’aglio nero che consiglio di acquistare è questo qui sotto che ha tutte recensioni positive ed entusiaste.

Aggiornato il 4 Dicembre 2019

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni