Alla scoperta del MAGNESIO: aiuta a curare quasi tutto, perché pochi lo sanno?

19 Commenti

carenza magnesio

Lo troviamo in quasi tutte le cellule del nostro corpo, è indispensabile per l’attività di oltre 300 enzimi e svolge un ruolo fondamentale praticamente su quasi tutti gli apparati del corpo umano: ecco come mai la sua carenza provoca molti disturbi. Non a caso, da chi ne conosce le potenzialità, è considerato la panacea di molti mali. E’ facilmente assimilabile ed economico. Ma soprattutto funziona.

Allergie, osteoporosi, digestione, invecchiamento cardiovascolare, stanchezza cronica, colesterolo, problemi della prostata, stress e ansia: sono tantissimi i disturbi che migliorano con l’assuzione di magnesio.

In quali cibi si trova più magnesio?

Apprendiamo da Durlach [1997; N.d.A.], il padre della ricerca sul magnesio, che l’assunzione giornaliera media di magnesio da cibi era tre volte superiore cento anni fa rispetto a quello che è oggi nella società industrializzata .
Oltre a ciò, i dati epidemiodologici che riguardano la diffusione delle malattie infiammatorie, o della demineralizzazione ossea, o la diffusione dei mal di testa o dei disturbi cardiaci, ci confermano che la carenza di magnesio non è un problema che viene risolto bene dalla nostra alimentazione .

I dati ci dicono anche che ci sono problemi tali di intossicazione quotidiana da veleni, e dunque deplezione di magnesio, o problemi di resistenza insulinica, e dunque deplezione di magnesio, che vale la pena considerare ogni tanto un buon supplemento di magnesio. Sospettiamo anche che la flora batterica intestinale delle persone non sia a posto e quindi vale la pena di pensare ancora una volta alla supplementazione di magnesio. molto stretta dall’invecchiamento e dall’esaurimento cronico delle ghiandole surrenali. Certo ci sono molte cose da fare per far riprendere le surrenali, ma come dimostrano i risultati ottenuti con il magnesio nella sindrome premestruale, il magnesio le aiuta notevolmente.

Qual è la dieta migliore per avere il corretto quantitativo di magnesio? I vegetali a foglia larga sono ricchi di magnesio (essendo il magnesio l’elemento centrale della molecola di clorofilla), poi nocimandorle ,albicocche secchefichi. Cibi straordinariamente ricchi di magnesio sono le alghe, i semi di lino , i semi di sesamo, i semi di zucca, i semi di girasole, gli alfa alfa, i germogli di alfa alfa e i germogli di cereali integrali in chicchi.

Peccato però che l’impego di concimazioni minerali e il raffinamento dei cibi portino alla quasi totale perdita di magnesio. La stessa cottura può portare a un impoverimento dello stesso fino al 70%.

Magnesio Cloruro

Il Cloruro di Magnesio aiuta a curare“epilessie, distrofie, sclerosi, poliomielite, tumori, asma, bronchite cronica, broncopolmonite, enfisema polmonare, influenza, pertosse, raucedine, affezioni dell’apparato gastrointestinale, malattie cervicali, tensioni neuro muscolari, artriti, sciatiche, dolori ai muscoli, calcificazioni, osteoporosi, depressioni, ansie, paure, mali di testa, febbri, fuoco di sant’Antonio, orticarie, tetano (anche quando il paziente è già rigido), morsi di vipera (lavare anche la ferita), rabbia, parotite, scarlattina, rosolia, morbillo e le altre malattie dell’infanzia”.

Come ogni scoperta, anche questa parte da un evento pressoché fortuito: nel 1915 il professor Pierre Delbet, utilizzando una soluzione di cloruro di magnesio per il lavaggio delle ferite, si rese conto di come questa non solo non danneggiasse i tessuti, cosa che – invece – accadeva con gli altri antisettici, ma addirittura facilitasse la guarigione della ferita stessa.

Pierre Delbet foto by Wikipedia

Delbet scoprì inoltre come l’uso del cloruro di magnesio scongiurasse pericolose complicazioni, quali le sovra infezioni batteriche frequenti all’epoca, grazie all’azione di stimolo sull’attività dei globuli bianchi.

Il successivo e importantissimo passo fu scoprire che l’azione di stimolo non era limitata ai globuli bianchi, bensì agisse su tutte le cellule dell’organismo, allargando lo spettro oltre i meccanismi di difesa.

La sperimentazione proseguì somministrando la soluzione anche per via orale, riscontrando – nella maggior parte dei pazienti – il manifestarsi di una sensazione di benessere generale, energia, una maggiore resistenza alla fatica e una maggior stabilità emotiva.

All’epoca, le molte persone che cominciarono ad assumere la soluzione di cloruro di magnesio in qualità di “tonico”, con conseguenze inaspettate sull’organismo, informarono prontamente il professore.

In poco tempo, grazie alle testimonianze dei pazienti, Delbet si ritrovò tra le mani gli effetti della sua “scoperta”. Il cloruro di magnesio aveva fatto scomparire completamente disturbi dell’apparato digerente come coliti, colecistiti e angiocoliti, aveva migliorato in modo esponenziale affezioni del sistema nervoso quali il tremore senile, il morbo di Parkinson, i crampi muscolari. Ancora, effetti sorprendenti erano stati riscontrati nella cura della pelle: acne giovanile, eczema, psoriasi, verruche, geloni, prurito. Infine, Delbet fu in grado di dimostrare come il cloruro di magnesio potesse migliorare lo stato di unghie e capelli, di diverse patologie legate allo stato allergico come il  raffreddore da fieno, l’orticaria, i pruriti di vario genere fino ad arrivare alle emorroidi e all’edema di Quincke. La sua sperimentazione si allargò a tal punto da testare il cloruro di magnesio localmente, sotto forma di pomata: l’effetto non raggiunse il 100% voluto, ma l’applicazione permise di far inscurire buona parte di capelli e barbe sbiancate da anni, o di scolorire le macchie cutanee della “vecchiaia”.

Nelle sue ricerche, Pierre Delbet fu coadiuvato dal Dottor Neveu, ma i benefici del Cloruro di Magnesio hanno interessato parecchi medici e ricercatori, tra cui l’italiano Raul Vergini.

Magnesio Citrato

Nel libro Il nutriente miracoloso Peter Gillham propone duecento testimonianze
di effetti terapeutici del magnesio citrato. Gillham dice che con il magnesio ha visto superare la sindrome premestruale in dieci minuti. Ha visto muscoli atrofizzati (consumati e terapeuticamente impossibili da controllare) tornare alla loro normale funzione entro sette giorni. Lo stesso accade al cuore, che è un muscolo. Il cuore, dice Gillham, subisce lo spasmo e non può rilassarsi. Questo viene chiamato attacco di cuore. Somministrate un po’ di magnesio nell’organismo e il cuore comincerà a battere di nuovo. C’è sempre una lunga storia che riguarda la carenza di magnesio prima che l’attacco di cuore avvenga. Il magnesio assunto in questi casi spesso produce risultati in pochi secondi, conclude Gillham.

Secondo alcuni il Magnesio Citrato è l’integratore di magnesio più assimilabile dall’organismo. Sciogliere la polvere, un cucchiaino da caffè (2,4g circa) in acqua calda. Attendere che la bevanda diventi trasparente prima di bere. Si consiglia uno o due cucchiaini di polvere al giorno. Il noto Magnesio Supremo, una volta sciolto in acqua si trasforma in Magnesio Citrato che a contatto con i succhi gastrici (acido cloridrico) dello stomaco si trasforma in Cloruro di Magnesio.

Magnesio: La Panacea dimenticata?

Se gli alchimisti assegnavano la denominazione di Panacea Universale al chermes, minerale ritenuto capace, oltre che di guarire ogni male, anche di prolungare indefinitamente la vita, a questo punto anche il Cloruro di Magnesio potrebbe arrogarsi, senza tema di smentita, lo stesso titolo.

La cosa incredibile è come la carenza di Magnesio sia sempre stata ignorata dai medici come possibile causa di almeno una buona parte dei disturbi che affliggono l’essere umano.

Il Magnesio è un elemento essenziale presente in tutti gli organismi, indispensabile per lo svolgimento di numerose reazioni enzimatiche. L’organismo umano ne contiene circa 25 grammi, localizzati per lo più nelle ossa, nei muscoli, nel cervello e in altri organi come fegato, reni e testicoli.

Il Magnesio ha la capacità di produrre l’equilibrio minerale necessario agli organi per l’espletamento delle loro funzioni, come per esempio i reni, alimenta l’acido urico nelle artrosi, ha potere decalcificante fino alle più sottili membrane nelle articolazioni, nelle sclerosi e nelle sclerosi calcificate, quindi è un valido aiuto per prevenire gli infarti poiché purifica il sangue. Rinvigorisce anche il cervello: diversi studi attestano la sua validità nel mantenerne la gioventù, fino alla vecchiaia.

Se è stato dimostrato come, con l’uso del Magnesio, aumenti anche la conta dei globuli bianchi perché questo effetto, che porta il nome di citofilassi, continua a essere ufficialmente trascurato? Come dire che per l’essere umano non sia importante avere la possibilità di aumentare il proprio tono immunitario.

Secondo Padre Beno J. Schorr, professore di fisica, chimica e biologia al Collegio di Santa Caterina “Il Magnesio elimina il calcio dai punti indebiti e lo fissa solidamente alle ossaDopo i 40 anni l’organismo assorbe sempre meno magnesio, producendo vecchiaia e dolori perciò deve essere preso secondo l’età. Dai 40 ai 55 anni: mezza dose (una dose = una tazzina da caffè). Dai 55 anni ai 70: una dose al mattino. Dai 70 ai 100 anni: una dose al mattino ed una alla sera”. (1985)

E’ del 1932 la ricerca di Schrunipf-Pierron: la dieta abituale delle popolazioni rurali dell’Egitto forniva quasi due grammi di Magnesio al giorno. Risultato? Tra i contadini egiziani l’incidenza del cancro era 10 volte inferiore a quella delle popolazioni di Europa e USA, mentre quella del cancro allo stomaco addirittura 50 volte minore. Non a caso, anche Delbet orientò la sua ricerca anche in quest’ambito.

Nel quotidiano, Schrunipf-Pierron osservò come i contadini egiziani non soffrissero di raffreddori, influenze, polmoniti e pleuriti. Le loro donne partorivano con estrema facilità, mentre gli anziani conservavano un’ “andatura elegante e armoniosa anche in età molto avanzata”.

Come scoprire se si è carenti di Magnesio? Molto spesso i sintomi passano per ansia, ipereccitabilità muscolare, cefalea, vertigini, insonnia, asma, alterazioni del ritmo cardiaco, stanchezza eccessiva, disturbi del ciclo mestruale.

Dire che si sarà immuni da tutte le malattie è impossibile, ma sapere che c’è la possibilità di attenuare i dolori e il decadimento del corpo, è già una ragione importante per cominciare ad assumerlo. Anche perché il corpo, nella sua grande intelligenza fisiologica, elimina l’eventuale eccesso da solo. Al massimo, pulirete l’intestino. Che male non fa.

Magnesio
Come reintegrare un minerale utile per la nostra salute
Magnesio Completo
Magnesio pidolato, carbonato, citrato e marino con Fruttoligosaccaridi

Voto medio su 3 recensioni: Buono

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

19 Commenti su questo post

  1. De Paolis Rossana says:

    …bravissimi!

  2. Lo prendo da tanto tempo…..fantastico!!!!!

  3. Mary Todica says:

    Un cucchiaino da caffè-1,2 volte/di in acqua calda e lo si beve quando l’acqua è diventata trasparente.

  4. io lo assumo al mattino dopo colazione,per 21 giorni,poi pausa di un mese e ricomincio,ho solo notato che a volte mi rimane sullo stomaco ed è difficile da digerire

  5. E’ molto pericoloso in caso di pazienti affetti da Miastenia Gravis.

  6. Il magnesio organico quello che si trova nella frutta e verdura cruda e eccellente………quello che proviene dal sale classico prodotto altamente tossico e inorganico i suoi cristalli fanno malissimo soprattutto perche il corpo non riesce ad espellerli e sono causa di patologie importanti fra tutti il diabete……….fate un po voi??!!!

  7. …Perche’ fortunatamente c’e’ internet…piu’ informazione…abbiamo vissuto nel “medioevo” per secoli…a favore di molti…oggi non ci sono piu’ giustificazioni…oggi si che l’ignoranza non e’ giustficabile…faccio i complimenti a questo sito…bellissimo e utille!….Grazie

  8. Laura says:

    Ciao,
    io non uso il magnesio supremo ma delle boccette monodose, ce ne sono di diverse marche.
    Personalmente anni fa il magnesio mi ha risolto un grande problema di cefalea tensiva (cicli da 15-20 di cefalea h 24) permettendomi quindi di non imbottirmi più di antinfiammatori e di liberarmi da quell’incubo. Mi era stato prescritto da una neurologa del Besta (per chi non lo conosce è un centro di eccellenza in campo neurologico) … per cui mi sono fidata! Attualmente lo uso al bisogno, in genere in questa stagione in cui si suda di più (perdendo molti più sali minerali) e per cui si arriva alla vigilia delle ferie in uno stato di spossatezza psico-fisica non indifferente.
    Quando parlo del magnesio e delle sue proprietà vedo molto scetticismo… eppure è un componente del nostro corpo e se usato nelle giuste dosi fa solo bene!

  9. Dionidream says:

    Grazie Pierpaolo De Luca è un onore!

  10. Filippo says:

    Il magnesio è ottimo, il business che gli si è creato intorno molto meno.
    Nel 2002 ho comperato in una farmacia (i prezzi delle farmacie lo sappiamo quanto siano bassi…) di Ferrara due etti di cloruro di magnesio e l’ho pagato € 1,50, cioè € 0,0075 (0,75 centesimi) al grammo. Il “magnesio supremo”, dizione di marketing che non significa niente perché non descrive niente, costa € 15,70 per 150 grammi, e cioè 0,10 (10 centesimi) al grammo.
    Circa 13 (tredici) volte di più.
    Nessun processo di raffinazione aggiuntivo può giustificare un simile delta fra i prezzi, anche considerando che siamo vicini alla deflazione e quindi i prezzi tendono a diminuire.
    Perché ho detto “aggiuntivo” ?
    Perché il cloruro che ho preso era già raffinato abbastanza, e le picocle quantità di impurità presenti non erano neanche paragonabili alle “impurità” che assumiamo col cibo in un singolo pasto, o con un bicchiere d’acqua.
    Questa “purezza” è uno specchietto per le allodole, in quanto ciò che importa è che il cloruro di magnesio non contenga elementi dannosi e/o in quantità dannosa.
    Speculare sulla salute, i bisogni e la credulità altrui è una delle più basse forme di perversione etica.

  11. Luigi says:

    Vorrei sapere se uno come me di 65 anni che corre tutti i giorni farebbe bene ad assumere questo .cloruro di magnesio e in che dose…. Grazie.

  12. Daniele says:

    Chi puo’ indicarmi la giusta posologia? Lo trovo in farmacia? Meglio le compresse o in polvere?

    Grazie

    • Dioni says:

      E’ riportato sulla confezione, si trova anche in farmacia. Ti consiglio Magnesio Supremo oppure Mag2

  13. Manuela says:

    Ho letto che bisogna assumerlo ogni giorno perché non si accumula nel corpo e quindi se smetti non hai piú i benefici. Ed in piú che non va usato nessun oggetto di metallo per manipolarlo é vera questa cosa? bisogna usare un cucchiaio di legno o di plastica?
    Grazie

  14. Viviana says:

    Sono una signora… di 53 anni e da quando sono andata in menopausa ho dolori dappertutto …. La mattina quando metto i piedi a terra avrei bisogno del bastone…. Dopo un pó che sono in piedi a fare le mie cose … Poi và meglio… Se mi siedo per lavorare, quando mi rialzo … Sempre la stessa storia … Il mio peso , dovrei dimagrire un pó, non giustifica dolori ovunque…!! Il magnesio mi aiuterebbe?? E quale tipo, in che dose ? Grazie

  15. Ste says:

    Gentilissimi ho scoperto di avere un’ernia nella zona lombare e sto cercando un modo per guarire o star meglio che non siano l’intervento o le siringhe di ossigeno ozono. Il magnesio potrebbe aiutarmi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline