L'Ammorbidente può danneggiare pesantemente la tua salute

34 Commenti

ammorbidente tossico

L’ammorbidente è tra i prodotti più tossici in ambito domestico, le sostanze chimiche impiegate risultano non biodegradabili e neanche i depuratori riescono ad eliminarle dall’acqua. Inoltre è nocivo per l’uomo nel lungo termine. Se già stai pensando a come poter rinunciare all’ammorbidente e ottenere lo stesso risultato esistono dei metodi naturali e più economici, che salvaguardano la tua salute e quella del pianeta.

Un carico tossico a basso dosaggio ripetuto nel tempo può generare conseguenze estremamente nocive per la salute, lo ha ribadito Peter Ohnsorge, presidente dell’Accademia Europea di Medicina Ambientale. Questo accade con l’ammorbidente, essendo composto da sostanze che assorbite quotidianamente attraverso gli indumenti sono tossiche, possono causare tumori e danni cerebrali. Inoltre sono molto inquinanti per il pianeta dove abitiamo.

Ecco perché NON usare l’ammorbidente:

  • L’ammorbidente costa parecchio, anche se lo si acquista nei discount;
  • L’ammorbidente è molto inquinante e poco biodegradabile, quindi l’impatto ambientale è altissimo;
  • L’ammorbidente tende a creare una patina sugli indumenti che rende poi difficile l’eliminazione dello sporco vero e proprio e così ci tocca anche aumentare la quantità di detersivo e quindi più inquinamento e costo;
  • La patina che resta sugli indumenti viene ogni santo giorno a contatto con la nostra pelle e quella più delicata dei bambini, trasferendo al nostro organismo le sostanze di cui è composto (per legge non tutti devono essere elencati nella lista ingredienti): Hardened TEA, Isopropyl Alcohol, Tallow Alcohol, Laureth-20, Butylphenyl Methylpropional, Hexyl Cinnamal, Coumarin, formaldeide, fosfati, pentano, benzil acetato, coloranti artificiali, derivati del petrolio e quasi tutti di origine sintetica che risultano altamente inquinanti per l’ambiente e nocivi per la salute dell’uomo.

Gli ammorbidenti sono formulati per persistere nei vestiti per lungo periodo, di modo che questi componenti sono assorbiti dalla pelle a poco a poco e rilasciati lentamente nell’aria venendo anche gradualmente inalati.

Stendere ad asciugare in casa i vestiti lavati con l’ammorbidente inquina pesantemente l’aria di casa e può causare nel tempo sempre più gravi disturbi. Poiché le malattie croniche ed autoimmuni e il cancro hanno una causa ambientale, la progressiva intossicazione giornaliera domestica è la prima cosa che dobbiamo eliminare dalle nostre vite se vogliamo mantenere la salute.

“L’80-90 per cento dei casi di cancro sono determinati dall’ambiente e quindi teoricamente evitabili”
~ Dr. Robert Sharpe, Royal Postgraduate Medical Scool of London

Gli effetti possono essere: 

  • asma
  • mal di testa
  • dermatite
  • orticaria
  • irritazione delle mucose
  • reazioni allergiche
  • dolori muscolari
  • difficoltà digestive
  • modificazioni imprevedibili a livello psicofisico

La tolleranza verso gli allergeni che compongono l’ammorbidente è differente per ognuno di noi, così come imprevedibili possono essere le reazioni: la popolazione ipersensibile, di cui una percentuale importante bambini, è in costante aumento.

Inoltre gli effetti cui faccio riferimento sono stati studiati per le sostanze singole, nessuno sa quale sia l’effetto di più sostanze tossiche assieme. Chi finanzierebbe lo studio?

ALTERNATIVE NATURALI ED EFFICACI ALL’AMMORBIDENTE

  • Bicarbonato di Sodio: Prendi mezzo bicchiere di bicarbonato e riempilo d’acqua, mescola e aggiungilo in lavatrice per il lavaggio degli indumenti. Puoi aggiungerci due gocce di olio essenziale di lavanda se vuoi aggiungere una piacevole profumazione.
  • Aceto: Prendi mezzo bicchiere di aceto e aggiungilo nella vaschetta apposita per l’ammorbidente. Oltre a rendere gli indumenti morbidi, ravviva i colori, elimina i pelucchi e rimuove il calcare dai tessuti e dalla lavatrice. Se non c’è la vaschetta apposita nella tua lavatrice puoi inserirlo al momento del risciacquo.

Sia il bicarbonato che l’aceto eliminano anche gli odori cattivi come sudore e simili, rafforzando il profumo del detersivo. Non avere paura, i tuoi indumenti non “profumeranno” di aceto, infatti non resterà per nulla dopo l’asciugatura, essendo volatile.

Starai molto meglio dopo aver smesso di usare l’ammorbidente. Se preferisci le soluzioni già pronte esistono in commercio degli ammorbidenti più naturali e salutari di quelli standard, come questi di seguito.

Ammorbidente Minerale - 600 gr
a base di Argilla Bentonite con olio essenziale di lavanda

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

34 Commenti su questo post

  1. non lo uso da anni ormai e ne vado fiera 😀 uso solo detergenti il piú naturali possibile, cruelty free e senza profumi e vi assicuro gente che si vive benissimo anche cosí 😀 ^_^

  2. l’aceto è fantastico

  3. anche io uso l’aceto, e per il bucato bianco aggiungo bicarbonato di sodio, un cucchiaio

  4. Infatti non lo compero e danneggia le branchie dei pesci nel mare ….

  5. Michele Duri….quello che cercavo di spiegarti…

  6. Usa House to House e fai senza ammorbidente e ti paghi con i soldi che risparmi un AsciugaStiratrice Professionale per uso Domestico Contattami per una consulenza gratuita Chiampo e Limitrofi 347 13 01 16 3 Rino

  7. Anche io nn l’ho mai usato. Aceto e bicarbonato

  8. anni che non lo uso da quando ho asciugatrice

  9. Anche io uso aceto il top!

  10. La Cami says:

    “Pesantemente” usato con “ammorbidente” adoro questi ossimori! Ahahahahha

  11. La Cami says:

    “Pesantemente” usato con “ammorbidente” adoro questi ossimori! Ahahahahha

  12. Anonimo says:

    Lorena Pappalardo

  13. Anonimo says:

    Lorena Pappalardo

  14. Anonimo says:

    Lorena Pappalardo

  15. io sono oltre 20 che non lo uso…

  16. Uso aceto e bicarbonato anziche napisan o amucchina

  17. Ne metto un cucchiaio(oppure lo diluisco con acqua ) al posto dell’ammorbidente. ..pensa che con certi capi di abbigliamento avevo il problema che dopo il lavaggio mi rimanevano un po con il cattivo odore e andavano rilavati…ora non succede più e il detersivo è quello economico

  18. Ma l aceto anche nei capi colorati?

  19. non lo uso da più di 10 anni!!!

  20. Lilith says:

    Va bene anche l’aceto di mele? Lo posso mettere nella vaschetta dell’ammorbidente?
    Grazie.

    • Dioni says:

      Credo che sia meglio l’aceto bianco perché è appunto incolore e quindi non danneggia i colori, non ho mai provato con l’aceto di mele

  21. Funziona bene con aceto!

  22. Aceto e qualche goccia di olio essenziale al gusto che preferite

  23. Con l’aceto non sanno poi di aceto?

  24. Daria says:

    Io usavo l’ammorbidente da anni e a mio marito le è venuta un’allergia fortissima in special modo vicino hai genitali per causa dei boxer sciacquati con l’ammorbidente.
    Ora solo aceto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline