antibiotici naturali

Gli antibiotici naturali sono cibi, erbe e spezie che sono state usate per millenni grazie alle loro proprietà antimicrobiche e antifungine oggi dimostrate scientificamente.

Mentre i batteri sono stati  parte della “vita” sulla Terra fin dagli albori del tempo, con gli esseri umani in costante esposizione agli antibiotici – che uccidono anche i batteri “buoni” – avviano l’ascesa di superbatteri resistenti a un numero crescente farmaci antibiotici. L’uso di farmaci antibiotici oltre quando strettamente necessario nell’uomo e la massiccia somministrazione agli animali da allevamento che poi finiscono nella nostra pancia, hanno creato batteri sempre più resistenti e corpi sempre più deboli. Infatti l’assunzione di antibiotici comporta un’alterazione negativa della flora batterica intestinale.

Gli antibiotici sono usati per uccidere o inibire la crescita dei batteri. Anche se potresti pensare agli antibiotici come farmaci moderni, in realtà esistono da secoli. Gli antibiotici originali, come molti degli antibiotici di oggi, sono derivati da fonti naturali.

La comunità scientifica non ha ancora studiato fino in fondo queste sostanze naturali, quindi ulteriori ricerche sono necessarie per validarne l’uso in campo medico.

Il crescente e grave problema dell’aumento dei batteri resistenti ai farmaci impone agli scienziati di guardare alla natura per sviluppare nuovi protocolli.

10 Antibiotici Naturali

1. Miele. Il miele è forse l’antibiotico naturale più usato dall’umanità. In uno studio recentemente pubblicato, i ricercatori dell’Università Salve Regina a Newport, Rode Island, hanno ribadito che il miele grezzo ha un’azione antibiotica naturale. L’autore principale Susan M. Meschwitz, Ph.D., ha presentato i risultati alla 247a Assemblea nazionale della American Chemical Society. “La proprietà unica del miele risiede nella sua capacità di combattere le infezioni su più livelli, rendendo più difficile  ai batteri di sviluppare resistenza“, ha detto. Il miele utilizza una combinazione di principi attivi tra cui polifenoli, perossido di idrogeno (acqua ossigenata, nota per il suo effetto antibatterico) e un effetto osmotico. La maggior parte del miele in commercio è processato e pastorizzato, quindi perde questa sua proprietà antibiotica.

miele di manuka acquista

Miele consigliato. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto

2. L’argento colloidale. Come notato da Gregory A. Gore, nel suo libro, Defeat Cancer: “L’Argento è stato usato 1.200 anni fa da Egizi, Romani, Greci, marinai e poi dai pionieri che hanno popolato il nostro paese. L’hanno usato per varie malattie e per mantenere i loro cibi e liquidi sani. Prima del 1938, prima degli antibiotici, l’argento colloidale è stato usato dai medici come la principale sostanza per combattere i batteri.” Il Dott. E. M. Crooks segue questa linea e afferma: “L’argento colloidale elimina organismi patogeni in tre o quattro minuti di contatto. Non c’è microbo conosciuto che non sia ucciso dall’argento colloidale in sei minuti o meno e senza produrre effetti secondari.” In Europa l’argento colloidale non è ritenuto sicuro per uso interno, quindi può essere usato per uso topico.

argento colloidale acquista-min

Argento colloidale consigliato. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto

3. Pascalite. Questo è un tipo di argilla bentonite si trova solo nelle montagne del Wyoming. Possiede poteri di guarigione notevoli. Quando viene utilizzato per via topica, è noto per la sua capacità di sanare le infezioni da ferite nel giro di ore o giorni, portando così al recupero totale. Il primo uso documentato di Pascalite è stato nei primi anni 30, quando un cacciatore di nome Emile Pascal impostato le sue trappole nei pressi di un lago  di montagna, dove aveva aver notato un gran numero di tracce di animali; dopo aver tenuto l’argilla sulle sue mani screpolate, ha notato che dopo qualche tempo gli è parso di migliorare lo stato di salute. Così ha continuato a sperimentare la sostanza che ha scoperto in un numero di usi più grande ed estesa, come per le ustioni, piccole ferite e infezioni.

4. Curcuma. Questa erba è stata usata nella medicina ayurvedica e cinese per molte migliaia di anni per trattare una vasta gamma di infezioni. Le qualità antibatteriche e anti-infiammatorie sono note per essere altamente efficaci nel trattamento di infezioni batteriche. Può anche essere utilizzato topicamente per le lesioni della pelle. Scienziati del Regno Unito e della Germania hanno usato minuscole capsule piene di ingredienti naturali, in particolare la curcumina, per fermare l’infezione da Helicobacter pylori. Infatti questo batterio presente nello stomaco sta diventando sempre più antibiotico resistente e quindi può mettere a rischio la nostra salute. Le stime indicano che 4,4 miliardi di persone in tutto il mondo portano H. pylori. Non mostra sempre sintomi, sebbene possa causare ulcere, infiammazione del rivestimento dello stomaco e un aumentato rischio di cancro allo stomaco. La curcuma può essere usata sia per uso interno che per uso esterno. Per uso interno si ha maggiore efficacia usando l’estratto di curcumina.

acquista curcumina-min

Curcumina consigliata. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto

5. Olio di origano. Questo è un olio essenziale noto per la sua capacità di uccidere i batteri, nonché controllare le infezioni da stafilococco come MRSA. E’ antiossidante, antisettico, antivirale, antimicotico, antinfiammatorio, antiparassitario e  proprietà antidolorifiche. Nel 2001, Science Daily ha riferito su uno studio Georgetown University che ha trovato che le proprietà germicida dell’olio di origano erano quasi efficace come la maggior parte degli antibiotici. E’ stato  scoperto che l’olio di origano può essere un trattamento efficace contro batteri pericolosi e talvolta resistenti ai farmaci. Due studi infatti hanno dimostrato che l’olio di origano – e, in particolare, il carvacrolo, uno dei componenti chimici dell’origano – sembrano ridurre l’infezione con la stessa efficacia degli antibiotici tradizionali. E’ stato usato con successo sia per uso interno che per uso esterno negli studi. Può anche essere usato nei vaporizzatori di oli essenziali per purificare l’aria.

olio origano acquista-min

Olio di origano consigliato. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto

6. Tea Tree Oil. Noto anche come olio essenziale di melaleuca, ha dimostrato di essere efficace nell’uccisione MRSA antibiotico-resistente sulla pelle. L’olio dell’albero del tè è ottenuto dalla distillazione a vapore delle foglie di Melaleuca alternifolia, un albero originario dell’Australia, e ha dimostrato proprietà antibatteriche, antimicotiche, antivirali, antinfiammatorie e analgesiche. Questo olio essenziale è stato utilizzato per quasi 100 anni in Australia, ma è ora disponibile in tutto il mondo sia come olio pulito che come componente attivo in una vasta gamma di prodotti. Gli usi primari dell’olio dell’albero del tè hanno storicamente sfruttato le azioni antisettiche e antinfiammatorie dell’olio. Uno studio del 2006 così conclude: “Mentre ci avviciniamo all ‘”era post-antibiotica”, la situazione sta cambiando. Una vasta gamma di dati in vitro ora supporta le convinzioni consolidate secondo cui il tea tree oil ha proprietà antimicrobiche e antinfiammatorie. Nonostante alcuni progressi, mancano ancora prove cliniche che dimostrino l’efficacia contro le infezioni batteriche, fungine o virali. Sono ora necessari ampi studi clinici randomizzati per cementare un posto per il tea tree oil come agente medicinale topico.

tea tree oil acquista-min

Tea Tree Oil consigliato. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto

7. Estratto di foglia di ulivo. Questa sostanza è stata utilizzata per un certo numero di secoli per combattere le infezioni batteriche e  attualmente utilizzata anché per combattere le infezioni MRSA in alcuni ospedali europei. Fornisce supporto al sistema immunitario, mentre lotta contro le infezioni resistenti agli antibiotici.

8. Aglio. Uno dei più antichi antibiotici naturali insieme al miele. L’aglio è stato utilizzato per scopi medicinali in tutto il mondo per migliaia di anni. E’ stato anche utilizzato nel 1700 per scongiurare la peste. Possiede una potente azione antibiotica, antivirale e antimicotica. Uno studio del 2011 ha dimostrato infatti questa azione antimicrobica. L’aglio è considerato generalmente sicuro da ingerire, ma dosi elevate possono causare sanguinamento interno. Fino a due spicchi al giorno è considerato un dosaggio accettabile. Se stai assumendo un integratore di aglio, assicurati di seguire le indicazioni di dosaggio fornite. Se stai assumendo farmaci per fluidificare il sangue, consulta il tuo medico prima di usare l’aglio come antibiotico. Grandi dosi di aglio possono amplificare gli effetti di questo farmaco. Puoi anche applicare il concentrato di aglio direttamente su una ferita o lesione. A riguardo si può approfondire con questi articoli: Come ATTIVARE l’aglio per assorbirne le proprietà medicinali L’antica cura tibetana con l’Aglio che depura e guarisce.

allicina aglio acquista-min

Allicin Max, estratto di aglio consigliato. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto

9. Echinacea. Questo composto è stato usato per trattare l’invecchiamento e un’ampia varietà di infezioni da secoli. Era tradizionalmente usato per trattare ferite aperte, così come la setticemia, difterite e altre malattie correlate a batteri. Oggi è usato principalmente per il trattamento di raffreddore e influenza.

10. Goldenseal. Questa è una delle erbe più popolari vendute sul mercato americano e ha recentemente guadagnato una reputazione di erba potenziatrice del sistema immunitario e come antibiotico. Gli indiani americani hanno usato goldenseal come un farmaco per le condizioni interne infiammatorie nell’apparato respiratorio, digerente e per l’infiammazione del tratto genito-urinario indotta da allergia o infezione.

Conclusioni

Ci sono molte sostanze che svolgono un’azione antibiotica naturale. Consultati con il tuo medico per valutare una terapia e considerare eventuali interazioni con i farmaci.

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni