App per misurare campi elettromagnetici con il tuo Smartphone (Iphone e Android)

5 Commenti

app campi elettromagnetici

Ecco una lista di App per iOS e Android da scaricare gratuitamente sullo smartphone per misurare l’intensità dei campi elettromagnetici a cui siamo esposti

L’esposizione a campi elettromagnetici artificiali rappresentano un serio rischio per la salute. Nausea, mal di testa, abbassamento della vista, stanchezza sono sintomi comuni dell’effetto negativo indotto da dispositivi elettronici, antenne ripetitrici e elettrodotti.

I campi elettromagnetici perturbano i processi biologici naturali del corpo e possono portare a malattie gravi. Al giorno d’oggi siamo sempre più sommersi da onde elettromagnetiche che sommandosi le une alle altre per un tempo prolungato di anni possono avere tantissimi effetti negativi per la nostra salute.

Non hai bisogno di costose apparecchiature elettroniche per essere in grado di rilevare i campi elettromagnetici (EMF) vicino a te. Suona ironico ma è possibile utilizzare lo smartphone. Il monitoraggio dei campi magnetici nel proprio ambiente è diventato molto più facile grazie alle numerose applicazioni che offrono la funzionalità di rilevare queste radiazioni elettromagnetiche mostrando il valore del campo e avvisando quando ci si trova nei pressi di esposizioni elevate. Molte di queste applicazioni sono gratuite.

Basta scaricare una delle tante applicazioni gratuitamente disponibili. Per trovarle basta digitare una delle seguenti parole chiave:

  • EMF METER
  • EMF SCANNER
  • EMF DETECTOR
  • TESLA METER
  • EMF ANALYZER

Per sperimentarne il funzionamento basta metterle in corrispondenza dell’hard-disk del computer, o di una presa elettrica, oppure la televisione per osservare come i valori di campo magnetico salgono molto. I campi magnetici sono misurati  in milliGauss (mG) o microTesla (µT). Ogni smartphone infatti è fornito con un sensore magnetico built-in in grado di misurare i campi magnetici a tre assi. Le app sono in grado di  leggere tali valori.

Ovviamente non si può sostituire ad un vero tester che costa centinaia di euro, ma le misurazioni sono abbastanza vicine alla realtà. Vi consiglio di provarla per verificare i campi magnetici sopratutto nelle zone dove passate più tempo come il letto e la vostra scrivania. Per capire la differenza di valori, provate ad usare l’app in mezzo alla natura e salvare il valore misurato così da compararlo a quello della vostra abitazione.

Ecco alcune App disponibili su Apple Store

Ecco alcune App disponibile su Google Play

App per monitorare le radiazioni del WiFi

In conclusione posso dirvi che le app funzionano bene ma non possono misurare ad esempio gli effetti del Wi-Fi, antenne ed onde radio, dato che hanno uno spettro di frequenza limitato ma perlopiù i campi elettromagnetici in corrente continua in prossimità dei dispositivi elettronici.

Per chi volesse misurare l’esposizione alle radiazioni del Wi-Fi, cosa molto utile dato che spesso nei condomini si è sommersi da decine di reti Wi-Fi, consiglio di scaricare l’App WiFi Exposure Meter. Purtroppo essa è disponibile solo per Android, dato che come gli stessi autori hanno affermato, iOS non permette l’accesso alle api necessarie al software per effettuare le misurazioni.

Come proteggersi dai campi elettromagnetici e Wi-Fi? Ne ho parlato nell’articolo Come proteggerti dalle radiazioni di cellulari, wifi, antenne, ripetitori e molto altro

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

5 Commenti su questo post

  1. susdel says:

    E pensare che non si possono costruire tralicci dell’alta tensione vicino alle case, tanto da essere rilevati più di 3 micro Tesla, quando nelle case stesse si raggiungono senza problemi i 50-100 (e oltre) micro Tesla a causa degli alimentatori, dei monitor/televisori, delle varie apparecchiature, degli smartphone, dei modem-router WIFI e dgli stessi PC.
    L’insensatezza di regole schizofreniche, scritte da schizofrenici o, più probabilmente, da lobbizzati, termine politically correct per definire i personaggi che fanno le regole e che si fanno comperare dalle aziende.

  2. È precisa, funziona realmente?

  3. Daniela says:

    Non so quale app. scegliere. Consigliatemi voi, grazie! Attendo☺

    • dioni says:

      Ciao Daniela, io ne ho provate diverse e i risultati sono gli stessi, cambia solo l’interfaccia grafica e alcune impostazioni aggiuntive tipo memorizzare i valori, quindi puoi scegliere quella che preferisci tra quelle elencate.

  4. Daniele says:

    Perfetto. Ma dopo avere fatto le misurazioni, in caso di valori eccessivi, cosa fare? A chi rivolgersi? Anni fa, per un problema analogo (la servitù di una cabina Acea nel cortile di casa, vicinissima agli appartamenti, mi sono rivolto alla ASL e mi ahanno detto di non sapere cosa fare, che non era di loro competenza. Grazie per eventuali chiarimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline