Il Primo Organo al Mondo Suonato dal Mare

14 Commenti

organo oceano

E’ incredibile e lascia davvero stupiti. Siamo abituati al mare, al suono ciclico del fragore delle onde che giungono a riva una dietro l’altra. Ebbene non è più così a Zara. Un architetto croato, Nikola Bašić, ha costruito qualcosa in grado di trasformare tutto questo in un canto armonioso e piacevole all’udito.

Un maestoso organo, il Morske Orgulje, progettato nel lontano 2005, è l’indiscusso protagonista musicale del centro della città di Zara in Croazia. Forgiato in alcuni scalini, lo strumento è composto da canali connessi a 35 tube, ciascuna collegata a sua volta a differenti corde musicali, per ottenere naturalmente suoni di vario tipo. Grazie al moto ondoso dell’acqua marina queste canne producono suoni continuamente diversi modulati secondo sette accordi e cinque tonalità.

Ecco l’affascinante e suggestiva melodia di notte: il canto del mare.

E’ il primo organo musicale al mondo suonato dal mare. Semplici ed eleganti scalini, scolpiti in pietra bianca, sono stati costruiti sulla banchina: settanta metri di lunghezza con 35 canne d’organo costruite sotto il cemento. I tubi musicali sono collocati in modo che i movimenti dell’acqua del mare e il vento producono suoni musicali che si sentono dai passanti in modo da raggiungere una comunicazione con la natura e promuove un’unione di architettura e ambiente.

Le forze del mare e del vento sono energie imprevedibili, così questo organo offre un concerto senza fine di numerose variazioni musicali in cui l’esecutore è la natura stessa.

Magico:

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

14 Commenti su questo post

  1. Sarebbe interessante e forse anche bello poterlo sentire dal vivo, anche se penso che il mare abbia di per sè un proprio suono, una propria voce..

  2. sembrano suoni di balene.

    • Luana says:

      Il canto delle balene. Mi ha fatto questo effetto immediatamente.. però dopo un po’ … preferivo le balene! Resta comunque la genialità dell’ideatore…BRAVISSIMO!!! Dovrebbe solo accordarlo un po’ di più, magari diminuendo il diametro di qualche canna, o forse sono troppe.

  3. Nady Nad says:

    E’ bellissimo, e come suono è molto rilassante! Quando sono stata ho fatto un video e c’erano molte persone che parlavano tra di loro visto la bella atmosfera che si crea, oppure gente che semplicemente ascoltava in silenzio, osservando il mare https://www.facebook.com/NadineCarinaMusic/videos/881197255268995/

  4. Ma è arte….a cosa servirebbe un dipinto o una scultura o una poesia o un brano musicale?

  5. l’ho visto! bellissimo

  6. Nady Nad says:

    A zara in croatia!

  7. doriana says:

    l’ho visto e sentito anch’io….. grandioso!!!

  8. lia says:

    forse può risultare perfino ossessionante.

  9. Toshiro says:

    E’ angosciante… Bisogna avere il coraggio di ammetterlo e non seguire ‘l ‘onda’ ! L idea è mirabile, non c è dubbio! ma il risultato è Tantalico! Le balene scapperanno, garantito!

  10. ELI says:

    no, dai, a parte gli scherzi… QUESTO sarebbe un suono armonioso e piacevole all’udito???? Ma solo al pensiero di abitare lì vicino, mi verrebbe da spararmi!
    Concordo nell’apprezzare la genialità dell’idea, ma diciamo che il risultato sonoro è un abominio per le orecchie…

  11. salvatore says:

    dove si trova?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline