Argento Colloidale – Il più efficace antibiotico naturale al mondo

27 Commenti
acquista reishi ganoderma

argento-colloidale-benefici-utilizzi-controindicazioni-515x300

L’Argento colloidale è un prodotto di straordinaria efficacia, a spettro totale e senza i limiti ed i pericoli degli antibiotici di sintesi.

Famoso già nei secoli passati, conosciuto come un potente antibiotico e antivirale, l’argento colloidale agisce su un ampio spettro di disturbi:

  • occhi: oftalmia, blefarite, congiuntivite, cheratite
  • sistema respiratorio: influenza, polmonite, rinite, tubercolosi
  • cute: acne, dermatite, lupus, cancro, herpes simplex, herpes zoster, psoriasi, acne rosacea, orticaria
  • sistema nervoso: meningite, morbo di Ménière, nevrastenia
  • sistema digestivo: diarrea, gastrite, emorroidi
  • apparato motorio: artrite, reumatismi
  • malattie varie: diabete, ulcera, malaria, polio, tetano, tifo

Cos’é L’argento colloidale
Si tratta di microscopiche particelle d’Argento elettricamente cariche, ed é questa carica elettrica che le mantiene distanti fra di loro impedendo di agglomerarsi e di mantenersi in sospensione. Comunque questa carica elettrica positiva viene persa col tempo come avviene in una batteria, specialmente se esposta alla luce. Perciò l’Argento colloidale va conservato al riparo della luce. E la scissione in particelle microscopiche comporta un enorme aumento della superficie totale e quindi dell’effetto terapeutico, oltre che aumentare in modo significativo la possibilità di penetrazione nell’organismo.

Qual è il meccanismo d’azione dell’Argento Colloidale?
L’argento colloidale agisce come un catalizzatore e blocca un’enzima di cui i batteri, i funghi ed i virus hanno bisogno per vivere. Gli agenti infettivi non hanno la possibilità di sviluppare dei meccanismi di difesa verso l’argento colloidale, esso uccide tutti i microorganismi patogeni anche se resistenti agli antibiotici comuni e non possono più usare il meccanismo della mutazione.
Esso non danneggia gli enzimi delle cellule cutanee ed i batteri simbionti.
Alcuni scienziati sostengono che ci sia una relazione diretta tra la concentrazione dell’argento colloidale nel corpo e lo stato di salute del suo sistema immunitario.
Così le persone con una bassa concentrazione di argento colloidale nell’organismo ammalano più spesso di quelli che ne possiedono un’alto contenuto.

Come si usa L’Argento Colloidale?
Un vantaggio specifico dell’argento colloidale non sta solo nelle sue ampie indicazioni, ma anche nel fatto che si può applicare in vari modi a seconda del tipo di malattia.
Siccome è un rimedio ottimamente tollerato non esistono limiti alle sue indicazioni.

Detergente Intimo con Argento Colloidale
Camomilla – Malva – Propoli e Aloe

Voto medio su 8 recensioni: Da non perdere

Nano Cristal Silver - Argento Colloidale - 10PPM

Voto medio su 26 recensioni: Buono

L’argento colloidale è conosciuto da molto tempo in ambito medico alternativo per le sue speciali proprietà. Già dai tempi dei Greci e dei Romani, le corti reali usavano banchettare con posate d’argento in recipienti dello stesso metallo, tanto che si diceva che il sangue nobile blu, derivasse dalle minute tracce del puro metallo che assimilavano regolarmente.

La ricerca biomedica ha dimostrato che nessun organismo conosciuto che causa malattie (batteri, virus e funghi) può vivere più di qualche minuto in presenza di una traccia, seppur minuscola, di argento metallico.

Un antibiotico, tanto per fare un esempio, uccide, forse, una mezza dozzina di differenti organismi patogeni, ma l’argento ne elimina circa 650. Inoltre i ceppi resistenti non riescono a svilupparsi quando viene usato l’argento, mentre per il nostro organismo è virtualmente atossico.

Il medico Larry C. Ford, del Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia alla Scuola del Centro di Medicina delle Scienze per la Salute dell’Università californiana di Los Angeles, ha scritto “Le soluzioni d’argento sono antibatteriche per concentrazioni di 10 organismi per ml di Streptococcus pyogenes, Staphylococcus aureus, Neisseria genorrhoeae, Gardnerella, Vaginalis, Salmonella typhi e altri patogeni enterici, e funghicide per Candida albicans, Candida lobata.

Il ricercatore biomedico Robert O. Becker dell’Università di Syracuse ha scoperto che “l’argento stimola profondamente la guarigione della pelle e in altri tessuti soffici, in un modo diverso da ogni processo naturale conosciuto e uccide le più pericolose infezioni di tutti i tipi, inclusi i batteri e i funghi che ci circondano”. E conclude “Quello che abbiamo fatto in effetti, è stato di riscoprire il fatto che l’argento elimina i batteri, come si è saputo per secoli ….; quando furono scoperti gli antibiotici, venne smesso l’utilizzo clinico dell’argento come antibiotico.”

L’argento colloidale è senza sapore, senza odore e non irrita i tessuti sensibili. Può essere assunto oralmente, come pure collocato su una garza e applicato direttamente su tagli, abrasioni, piaghe aperte e verruche.

Segue una lista parziale di più di 650 patologie che sono state trattate con successo con l’argento colloidale:

Acne ed antrace
Appendicite
Piede dell’atleta
Scottature e bruciature
Candida Albicans
Congiuntiviti e infezioni Crypro pondium.
Cistite
Dermatite
Diarrea
Difterite
Eczemi
Emorroidi
Fuoco di Sant’Antonio
Gastriti
Infezioni da Streptococco e Stafilococco
Infezioni variamente localizzate
Influenza
Meningite
Oftalmia
Impetigine
Psoriasi
Piorrea
Sangue avvelenato
Salmonella
Scarlattina
Seborrea
Polmonite
Poliomielite
Sifilide
Tetano
Ulcera
Verruche
Tosse convulsa
Si sono riscontrati anche dei risultati con le seguenti patologie:
Diabete
Cancro
Sindrome di Affaticamento cronico
Catarro
Colite
E’ molto importante notare che, a differenza dell’antibiotico tradizionale, l’argento non indebolisce il sistema immunitario ma, al contrario, lo rinforza. Questi dati scientifici sono stati ottenuti negli USA e sono reperibili tramite motore di ricerca su innumerevoli siti Internet.

USO ESTERNO: applicare su verruche, herpes, psoriasi, acne, lesioni aperte come ulcere, e tutte le malattie cutanee. Ottimo anche per la disinfezione delle mani.

CHI USA L’ARGENTO COLLOIDALE?
In Canada, Svizzera ed USA i medici utilizzano vari tipi di argento per curare molteplici infezioni.
Negli USA l’argento è usato nella chirurgia delle ossa.
Naturopati e Omeopati usano l’Argento colloidale per il 70% degli ustionati gravi.
Anche nella Medicina Cinese, nell’Ayurveda e nell’omoepatia i terapeuti usano regolarmente l’argento nei loro trattamenti.
In Svizzera i biochimici stanno studiando la capacità dell’Argento di interrompere la replicazione delle cellule HIV (AIDS) nei vari stadi.
La NASA utilizza un sistema di purificazione dell’acqua con argento sugli space shuttle, la stessa cosa la fanno i russi.
Molte compagnie aeree utilizzano filtri d’acqua in argento per circoscrivere le infezioni batteriche.
L’argento viene utilizzato spesso nelle piscine al posto del cloro (che comunque si è dimostrato tossico!).
Aziende giapponesi usano l’Argento per rimuovere ossido cianidrico e nitrico dall’aria.

CARATTERISTICHE DINAMICHE
Uno dei migliori e più sicuri antibatterici generali conosciuti.
Sicuro nell’utilizzo, anche su bambini.
Non si sono registrate incompatibilità dell’uso con altri farmaci.
Senza odore né sapore, sicuro anche per l’uso negli occhi e orecchie.
L’organismo non sviluppa dipendenza o intolleranza.

Fonti

http://www.argento-colloidale.info/argento-colloidale.htm

“Argento Colloidale – Parassiti – Metalli tossici e inquinantio chimici” Edizioni Ecosalute

Silver Water
Argento colloidale – uso esterno

Voto medio su 32 recensioni: Da non perdere

Silver-C Gel - Gel a base di Argento Colloidale
Nuova Formula! Gel a base di argento, aloe e vitamina C

Arricchito da numerose testimonianze, l’accurato manuale di Josef Pies comprende una preziosa sezione dedicata all’autoproduzione casalinga del rimedio e al suo utilizzo nella cura delle piante e degli animali.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

27 Commenti su questo post

  1. Io lo sto assumendo, ed è efficace!!

  2. Efficacissimo!!!!!!!!

  3. Fare però MOLTA attenzione alle dosi consigliate, come tutto anche l’argento colloidale (anche se naturale) se preso in eccesso può avere effetti collaterali (blu…).

  4. verissimo lo usavo in africa con bambini certe volte assieme a rame colloidale e…guarivano ma non erano…miracoli!

  5. Come riconoscere quello di qualità?
    Per quanto tempo si deve assumerne per averne riscontri?
    Grazie a chi mi aiuterà a chiarire questi dubbi.

  6. Infatti , ch sa consigliare la concentrazione giusta . La mia erboristerista dice che non deve ossidarsi se no ,non vale niente . Qualcuno e in grado di dare una risposta che valga ? Perché c’è una certa confusione .
    Grazie .

  7. nel testo che ho io dice che è attivo per 3 mesi, si conserva al buio lontano da elettromagnetismo, cellulari ecc.So che ci sono concentrazioni diverse.

  8. Perchè ho parlato con due medici e mi hanno detto che è tossico? non è una provocazione, ho bisogno di capire!

  9. sperimentato, funziona!

  10. La maggior parte dei dottori non sa nemmeno cos’è….

  11. Daniela Cerboni, i medici ci vogliono malati, non sani, altrimenti perdono il lavoro!!!!! 😉

  12. Alfonsa , tu l’ avevi usato? Hai l’esperienza diretta?

  13. A ki mi devo rivolgere x sapere come somministrarlo su mio figlio di 4 anni? Basta il pediatra ke lo tiene in cura?

  14. Basta riempire per metà la cannuccia contagocce e darglielo direttamente in bocca 3/5 volte al dì! Per noi adulti l’intero contagocce! Per la febbre si può usare la Belladonna e per mal di gola (anche placche) Mercurius Corrosivus

  15. Devo provarlo.Costa anche poco

  16. Se non ci fossero stati i veri antibiotici i miei figli difficilmente sarebbero sopravvissuti

    • elena says:

      Mio figlio è guarito da continue bronchiti asmatiche quando ho smesso di curarlo con gli antibiotici e le cure tradizionali ed ho scelto l’omeopatia…… La medicina ci vuole malati e ne è la prova il fatto che ogni medicinale provoca danni ad latri organi per cui non ne basto uno ma ne occorrono due e così via….

  17. “Veri” perchè è l’unica cosa che hai sempre saputo, ai medici non conviene dirlo…ma c’è ben altro e più efficace direi!!!

  18. scusate ma a cosa serve?

  19. Fausto says:

    Non ho prove concrete per parlarne, mi limito al buon senso ed il buon senso io credo che dica che se funziona ne vale la pena, perche no, poi come ogni cosa è sempre meglio non diventarne adulatori, dipendenti e schiavi.

  20. cavaliere vincenza says:

    per una neurodermite funzionia? Si può usare per quanto tempo? Per non fare peggio bisogna saperlo? Ci sono controindicazioni? Limiti nell’uso?

  21. Romain Mosciano says:

    Ciao Riccardo, buongiorno! Volevo chiedere se secondo te (e/o altri che ne abbiano fatto esperienza) l’Argento Colloidale può tornare utile anche in caso di ascessi dentali (causa granulomi sottostanti). Grazie infinite per tutto [il tuo sito é una sorta di Opera Magna, ma forse te l’avevo già detto 😉 ]

  22. Romain Mosciano says:

    P.S.: ….non per stra-parlare, ma opere come la tua (presente) andrebbero dichiarati quali ‘Patrimonio dell’Umanità’ presso l’UNESCO(!) 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline