Armonizza la tua camera da letto togliendo le influenze negative

3 Commenti

camera da letto

Se pensi che l’ambiente che ti circonda non ti influenzi, sappi che addirittura modifica il DNA! Lo dimostra l’epigenetica, e quindi non c’è da sorprendersi se dalla notte dei tempi era conoscenza comune che esistono luoghi di guarigione (luoghi ad alta energia o luoghi di potenza che danno questa energia alle persone) e luoghi di malattia. Il luogo dove viviamo, l’ufficio, la casa, il giardino, con la sua qualità energetica, agisce sul nostro corpo sottile e in questo senso condiziona la nostra vita. La salute è espressione di un’armonia tra il microcosmo, l’uomo, ed il macrocosmo che lo circonda.

Vediamo insieme alcuni consigli, frutto dell’esperienza millenaria dei maestri di Feng Shui, su come deve essere organizzata la camera da letto, che è il luogo più intimo, dove dobbiamo ristorarci e rigenerarci, dove siamo più vulnerabili e sensibili alle energie dell’ambiente.

  • Innanzitutto la camera da letto deve essere separata dalle altre e ciò è realizzabile anche in un monolocale, ad esempio impiegando alti mobili oppure pareti movibili per realizzare una forma di separazione.
  • Il luogo del riposo deve essere lontano dall’ingresso dell’appartamento e per arrivarci bisogna effettuare almeno due angoli retti dall’ingresso. Se è al piano superiore è meglio perché più riparato. Poiché nel sonno l’unico senso che rimane attivo è l’udito, molti animali e quasi tutti i mammiferi, quando devono riposare a lungo o devono riprendere le forze dopo un combattimento o dopo una malattia, cercano luoghi riparati, nascosti, non facilmente raggiungibili, il cui percorso è ricco di curve e ostacoli. In questo modo, l’animale inconsapevolmente sa che – quando dorme – ha più tempo per sentire i rumori causati dall’avvicinamento di un potenziale predatore, e svegliarsi. Sebbene non siamo animali e non siamo in pericolo, il nostro cervello che si è evoluto nel corso di un lunghissimo tempo come predatore e preda, può non farti dormire un sonno tranquillo se si sente in una zona non favorevole per sprofondare in un sonno rigenerante.
  • La camera dei bambini, che stanno crescendo, dovrebbe essere orientata ad est, in armonia con il sole nascente, mentre quella delle persone anziane ad ovest.
  • Per i colori principali nella stanza sappi che il blu e il verde nelle camere da letto favoriscono il relax e il sonno ristoratore, mentre il rosa stimola il romanticismo e la passione.
  • Uno specchio posto di fronte al letto, alla porta o alla finestra rischia di produrre un riverbero di energia direttamente sul letto. Lo specchio è un oggetto da maneggiare con estrema cura ed in generale la pratica del feng shui sconsiglia di appenderlo nella propria camera da letto, ma se ciò appare indispensabile si potrebbe sistemarlo all’interno del guardaroba.
  • Rimuovi le apparecchiature elettroniche e qualora non ci si possa proprio separare da televisore, radio e cellulare è necessario perlomeno tenerli sempre lontani dal letto e completamente spenti con le spine staccate. Infatti la melatonina (l’ormone che ci fa dormire) viene prodotta in piccole quantità se è circondata da campi elettromagnetici artificiali, a riguardo leggi I campi elettromagnetici disturbano la funzionalità della ghiandola pineale
  • Evita che gli spigoli siano indirizzati verso il luogo del riposo: decisamente meglio scegliere mobili con morbidi angoli arrotondati. Così come in elettronica, le forme appuntite sono più cariche di energia e quindi amplificano e disarmonizzano l’equilibrio energetico della stanza.
  • Il letto non va posto di fronte alla porta né sotto la finestra, ma il luogo ideale sarebbe l’angolo opposto all’entrata, con la testata aderente al muro ed orientata verso est.
  • Dal letto si deve avere la chiara la visione della porta. Allo stesso tempo, evitare di posizionare il letto di fronte o contro la stessa parete della porta. L’idea è che si dovrebbe essere in grado di vedere chiaramente chi sta entrando, ma senza essere nel percorso.
  • Scegliere un letto con le doghe in legno e il materasso senza molle al suo interno è indispensabile per un sonno profondo e ristoratore.
  • Il letto deve avere un spazio vuoto sotto in modo da lasciare all’energia vitale lo spazio necessario per muoversi al di sotto del materasso. Quindi scegliamo un letto che sia ad una certa altezza da terra e senza cassetti sotto.
  • Il letto non deve avere un lato contro il muro ma deve essere possible accedere al letto da entrambi i lati. Un letto a cui si accede da un solo lato può limitare il fluire dell’energia intorno al corpo. Nel corso della notte, il corpo è occupato nel processo di rigenerazione e ha bisogno di tutta l’energia possibile per migliorare la salute. Se questo flusso di energia venisse bloccato o rallentato, il corpo ne soffrirebbe. Nel caso di una relazione amorosa, il letto con un solo accesso limiterebbe anche la comunicazione tra i due partner.
  • Il detto che le piante non possono essere messe nelle camere perché producono anidride carbonica e fanno male a chi dorme nella stanza è falso. La quantità di anidride carbonica che le piante producono è assolutamente ininfluente, e comunque niente di problematico dato anche il fatto che è buon uso arieggiare le stanze prima di dormire. Nel Feng Shui le piante sono considerate magiche e portatrici di benessere infatti purificano energeticamente e chimicamente l’aria. Per la scelta delle piante migliori leggi Purifica l’aria di casa con queste piante. Schede e foto

È dimostrato che il corpo umano, per potersi liberare dalle tossine durante il sonno e rigenerarsi, necessità di condizioni alcaline. Le energie negative invece aumentano l’acidità e gli ormoni dello stress, cioè la situazione opposta che è invece causa di cancro e ogni genere di malattie. Nei miei articoli precedenti sull’argomento ho menzionato diversi rimedi da attuare per evitare queste spiacevoli conseguenze. Vedi Perché le influenze negative nella nostra casa sono dannose e 4 Test per Scoprire le Influenze Negative nella nostra casa e Ecco perché forse i tuoi disturbi sono dovuti alle Geopatie.

Filtro Vivar Gs
Per ridurre l’E-Smog da radio frequenze da transienti nella rete elettrica

Voto medio su 10 recensioni: Da non perdere

Le Energie della Terra e dell'Universo
Insegnamenti pratici di geobiologia e domoterapia
per vivere in equilibrio e armonia. Come scoprire le cause dei problemi di squilibrio energetico in un luogo e come risolverli.

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Radiestesia salute ambiente
Medicina vibrazionale, geopatie, bioarchitettura, applicazioni pratiche del Biotensor

Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere

Salute dell'Habitat
Criterio delle applicazioni nella medicina dell’habitat

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

3 Commenti su questo post

  1. praticamente non ho neanche una cosa giusta!!! :-

  2. Monica sei mitica! Ma dove li trovi tutti questi articoli, non ho il tempo di leggerne uno che ne pubblichi già un altro! Continua così!!!

  3. Sandro says:

    E se si ha una finestra proprio all’angolo opposto all’entrata? Sfortuna!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline