artrite reumatoide psoriasica artrosi osteoporosi

E’ possibile far scomparire in modo naturale artrite psoriasica, artrite reumatoide, artrosi ed osteoporosi. Ecco come usare la vitamina D, altri integratori e qual è il ruolo della dieta e della psiche

Premessa. Lo studio alla base di questo articolo nasce da una corrispondenza con Domenico Ventola, che ha guarito la sua artrite psoriasica che durava anni, in soli due mesi seguendo i consigli che descriverò in questo articolo. Ma non solo: un’altra decina di persone che hanno seguito il suo esempio hanno risolto completamente osteoporosi, artrosi ed artrite reumatoide.

ARTROSI. L’artrosi è una patologia degenerativa caratterizzata dalla progressiva perdita delle cartilagini delle articolazioni, è molto diffusa tra la popolazione sopra i 50 anni e colpisce soprattutto nelle donne. Si manifesta quindi come un usura delle articolazioni e il dolore è maggiore quando le articolazioni vengono messe sotto sforzo. Le strutture articolari più colpite sono in genere le ginocchia, le spalle, le mani, i piedi e la colonna vertebrale: sono quelle che nel tempo sono state sollecitate più dal peso e dall’attività.

ARTRITE. L’artrite è invece una patologia infiammatoria autoimmune in cui il sistema immunitario stesso attacca le articolazioni e può insorgere a qualunque età. I sintomi sono: gonfiore, arrossamento, rigidità e dolore e la perdita delle capacità motorie delle articolazioni. Nelle forme più acute si possono deformare anche le articolazioni e a volte vengono compromesse le capacità di svolgere anche i più semplici compiti della vita quotidiana. A differenza dell’artrosi, nell’artrite il dolore non è connesso all’uso delle articolazioni e la rigidità si avverte soprattutto la mattina appena ci si alza. L’artrite psoriasica è una forma di artrite associata alla comparsa di psoriasi, mentre l’artrite reumatoide coinvolge specialmente le piccole articolazioni delle mani e dei piedi che si infiammano in modo simmetrico provocando rigidità, dolori, tumefazioni e, a a lungo andare, calcificazioni che compromettono irrimediabilmente la funzionalità degli arti.

OSTEOPOROSI. L’osteoporosi indica invece la perdita di minerali dalle ossa, il deterioramento della microarchitettura del tessuto osseo e diminuzione della massa ossea che aumenta quindi notevolmente il rischio di fratture (soprattutto all’anca).

La morte recente dell’attrice Anna Marchesini affetta da artrite reumatoide che le ostacolava il lavoro teatrale e per la quale è anche caduta dal palco, ha riacceso l’interesse verso una patologia che colpisce tante persone (almeno 400.000 persone solo in Italia e per l’80% donne) che viene considerata incurabile dalla medicina allopatica. 

La soluzione naturale ad artrite, artrosi ed osteoporosi

Moltissime persone hanno risolto queste problematiche (alla faccia di chi dice che è incurabile…) cambiando la loro dieta ed assumendo degli integratori naturali. In particolare:

DIETA. Ho approfondito questo aspetto nell’articolo Come guarire definitivamente dall’Artrite mangiando correttamente in cui viene spiegato come bisogna eliminare i cibi che favoriscono le infiammazioni e la demineralizzazione del tessuto osseo ovvero: zuccheri e farine raffinate; glutine; latticini; carne rossa; dolci di ogni tipo. Insomma niente pane, pasta, pizza, cracker, ma solo cereali integrali (o semi-integrali) in chicco. Viene anche spiegato come le combinazioni degli alimenti hanno un ruolo importante e che bisogna abbondare con la verdura sia cruda che cotta e molti grassi sani (olio di oliva, olio di cocco, avocado, ecc).

Vitamina D. I ricercatori dell’Ankara Physical Medicine and Rehabilitation Training and Research Hospital hanno pubblicato uno studio dove risulta evidente il legame tra i livelli di vitamina D e il rischio di sviluppare l’artrosi. Nel gruppo analizzato con il valore più basso di vitamina D, la cartilagine era più sottile in tutti i punti misurati rispetto a quella degli altri gruppi che avevano la vitamina D più alta. Un adeguato apporto di vitamina D è necessario per un rinnovamento ottimale della cartilagine e precedenti ricerche epidemiologiche hanno mostrato che bassi livelli di vitamina D sono associati all’artrosi. La vitamina D è un potente antinfiammatorio e favorisce la corretta calcificazione e mineralizzazione delle ossa. La vitamina D è utile anche per rafforzare l’intestino, migliorare l’umore ed allontanare la depressione.Anche bassi livelli delle altre vitamine liposolubili (A, E, K) sono associati ad un maggiore rischio di artrosi, ecco perché è importante apportare i grassi nella propria dieta (che non fanno ingrassare anzi accelerano il metabolismo, sono gli zuccheri che fanno ingrassare).

Calcio. Sebbene molti medici naturali hanno ottimi risultati somministrando alte dosi di vitamina D (metodo Coimbra), secondo alcuni la svolta è stata aggiungere una supplementazione di calcio alla propria dieta. Infatti molti pazienti che non rispondevano alla cura con la vitamina D sono guariti da queste “malattie incurabili” assumendo anche il calcio. Il calcio infatti è il minerale che compone principalmente le ossa e la vitamina D ne favorisce l’assimilazione intestinale. Uno studio pubblicato sulla rivista Nutrients afferma infatti che: “Un certo numero di meta-analisi sono state effettuate per valutare l’efficacia della supplementazione di calcio da sola, la supplementazione di vitamina D da sola e la terapia combinata di calcio e vitamina D sulla perdita di massa ossea e la riduzione delle frattura nelle persone anziane. I risultati di queste meta-analisi indicano che la vitamina D da sola non è in grado di ridurre il rischio di frattura, la supplementazione di calcio da solo ha un modesto effetto che è scarso nel lungo termine. La combinazione di calcio e vitamina D invece è risultata molto efficace per contrastare la perdita di massa ossea e ridurre le fratture totali, tra cui fratture dell’anca.” Il Dott. Mario Salazar Paramo del Mexican Institute of Social Security che ha pubblicato numerosi studi sull’argomento, concorda su quanto sia importante nei pazienti affetti da queste patologie delle articolazioni integrare quotidianamente con Vit D e calcio.

Magnesio. Il Magnesio è uno dei minerali più importanti nel nostro organismo dove sovraintende più di 340 reazioni enzimatiche. Il Magnesio è molto importante per chi vuole risolvere artrite, artrosi ed osteoporosi perché regola i processi cellulari implicati nell’infiammazione e favorisce direttamente l’assorbimento del calcio. La carenza di magnesio è infatti la causa di molte malattie infiammatorie croniche e legata anche all’osteoporosi come dimostra uno studio pubblicato su PLoS One. Uno dei motivi per cui si sconsiglia lo zucchero raffinato nella dieta, oltre al fatto che è pro-infiammatorio, è che per essere metabolizzato richiede 54 molecole di magnesio e quindi si capisce bene come nel lungo termine ne causi la carenza. Inoltre ci sono tantissimi motivi per integrare il magnesio nel proprio stile di vita dato che è ottimo per risolvere crampi muscolari, insonnia, ansia, dolori mestruali, problemi digestivi e molto altro!

MSM. Il MSM è un composto biologicamente attivo di zolfo che costituisce muscoli ed ossa, quindi senza zolfo i nostri muscoli saranno deboli e tendenti a strappi e crampi, e le nostre ossa saranno tendenti all’infiammazione, perdita di calcio, fratture. Inoltre l’MSM una volta ingerito attiva il ciclo dello zolfo che porta alla formazione di nuovo collagene e riduce l’infiammazione. Uno studio pubblicato sulla rivista Osteoarthritis and Cartilage ha dimostrato che l’assunzione giornaliera di MSM riduce notevolmente dolore, gonfiore e migliora la funzionalità ossea nell’osteoartrite.

Come integrare

Le dosi consigliate dalle ricerche e da chi è guarito con questi rimedi sono:

  • Vitamina D. da 2000 a 10.000 UI al giorno a seconda del valore iniziale di vitamina D (in un qualsiasi laboratorio di analisi si può testare la 25(OH)D che misura il valore della vitamina D a livello sierico).
  • Calcio. 4 compresse di calcio al giorno.
  • Magnesio. 1 cucchiaino alla sera di magnesio mezz’ora prima di coricarsi.
  • MSM. 3 grammi al giorno di MSM naturale

La comprensione psicosomatica

Credo sia fondamentale non trascurare la mente in ogni patologia del corpo in quanto mente e corpo sono uniti indissolubilmente e l’uno influisce sull’altro in maniera inequivocabile. L’artrosi rappresenta una rigidità caratteriale, l’incapacità di piegarsi ed aprirsi ai bisogni e alle idee degli altri e quindi l’incapacità di muoversi e proseguire il proprio percorso personale. L’artrite rappresenta una rabbia associata alla propria rigidità e mancanza di flessibilità, e nel caso dell’artrite reumatoide è dovuto anche allo svalutare le opere delle proprie azioni. L’osteoporosi può invece derivare da una sensazione di scoraggiamento perché ci si sente poco valorizzati o oppressi: chi soffre di osteoporosi ha spesso l’impressione di aver dovuto subire per tutta la vita.

Rivolgersi al proprio medico se si decide di assumere vitamina D in alte dosi, così che potrà monitorare i livelli di calcio e paratormone e vitamina D a livello sierico.

Vitamina D 10.000UI 365 softgel 18,90€

Vitamina D  2500UI 60 compresse (vegan prodotta dai licheni) 13,81€

Copyrighted.com Registered & Protected 7UNI-BFBG-DATQ-E1O3

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni