Cos’è l’artrite reumatoide?

L’artrite reumatoide è una malattia cronica sistemica autoimmune che coinvolge principalmente le articolazioni. I sintomi classici dell’artrite reumatoide includono gonfiore articolare, deformità, dolore, debolezza e rigidità delle articolazioni più piccole come quelle di mani, polsi, gomiti, ginocchia, caviglie e piedi. Questi sono i sintomi che corrispondono alle manifestazioni articolari della malattia. Quando l’artrite reumatoide colpisce altri organi del corpo, questi sintomi sono noti come manifestazioni extra-articolari.

I cambiamenti cutanei dell’artrite reumatoide sono considerati manifestazioni extra-articolari e possono essere suddivisi in due tipi: manifestazioni cutanee generali e manifestazioni cutanee specifiche .

Manifestazioni cutanee generali

I pazienti con artrite reumatoide possono sperimentare una vasta gamma di cambiamenti cutanei non specifici.

  • La pelle diventa atrofica (sottile e rugosa), fragile e soggetta a lividi
  • La pelle sul dorso delle mani può diventare pallida o addirittura traslucida
  • I palmi diventano arrossati (eritema palmare)

L’artrite reumatoide è una malattia infiammatoria cronica che può colpire le giunture. In alcune persone, questa condizione può anche danneggiare pelle, occhi, polmoni, cuore e vasi sanguigni.

Come la maggior parte delle malattie autoimmuni si verifica quando il sistema immunitario attacca erroneamente i tessuti del proprio corpo.

A differenza del danno da usura dell’artrosi, l’artrite reumatoide colpisce il rivestimento delle articolazioni, causando un gonfiore doloroso che può portare a erosione ossea e deformità articolare.

L’infiammazione associata all’artrite reumatoide può danneggiare anche altre parti del corpo. Mentre i nuovi tipi di farmaci hanno migliorato molto le opzioni di trattamento, l’artrite reumatoide grave può ancora causare disabilità fisiche.

Segni e sintomi di artrite reumatoide possono includere:

  • Articolazioni molli, calde e gonfie
  • Rigidità articolare che di solito peggiora al mattino e dopo l’inattività
  • Affaticamento, febbre e perdita di peso

L’artrite reumatoide precoce tende a colpire prima le articolazioni più piccole, in particolare le articolazioni di mani e piedi.

Con il progredire della malattia, i sintomi si diffondono spesso a polsi, ginocchia, caviglie, gomiti, fianchi e spalle. Nella maggior parte dei casi, i sintomi si verificano nelle stesse articolazioni su entrambi i lati del corpo.

Circa il 40% delle persone che soffrono di artrite reumatoide sperimentano anche segni e sintomi che non coinvolgono le articolazioni. L’artrite reumatoide può interessare molte strutture non giuntate, tra cui:

  • Pelle
  • occhi
  • polmoni
  • Cuore
  • Reni
  • Ghiandole salivari
  • Tessuto nervoso
  • Midollo osseo
  • Vasi sanguigni

Segni e sintomi dell’artrite reumatoide possono variare in base alla gravità e possono anche andare e venire. I periodi di aumento dell’attività della malattia, si alternano a periodi di relativa remissione, fino a quando il gonfiore e il dolore svaniscono o scompaiono. Nel corso del tempo, l’artrite reumatoide può causare deformazioni delle articolazioni e spostamenti.

Quando vedere un dottore

Prendi un appuntamento con il tuo medico se soffri di fastidio e gonfiore persistente alle articolazioni.

Segni aspecifici dell’artrite reumatoide e cause

L’artrite reumatoide si verifica quando il sistema immunitario attacca la sinovia – il rivestimento delle membrane che circonda le articolazioni.

L’infiammazione avvolge la sinovia, che può infine distruggere la cartilagine e l’osso all’interno dell’articolazione.

I tendini e i legamenti che tengono insieme l’articolazione si indeboliscono e si allungano. A poco a poco, l’articolazione perde forma e allineamento.

I medici non sanno che cosa possa innescare questo processo, anche se è probabile che dipenda da una componente genetica. I tuoi geni non sono la causa diretta dell’artrite reumatoide, ma possono renderti più suscettibile ai fattori ambientali – come l’infezione da determinati virus e batteri i quali possono scatenare la malattia.

Fattori di rischio

I fattori che possono aumentare il rischio di artrite reumatoide includono:

  • Il sesso Le donne hanno maggiori probabilità rispetto agli uomini di sviluppare l’artrite reumatoide.
  • Età. L’artrite reumatoide può verificarsi intorno a qualsiasi età, ma più comunemente inizia tra i 40 e i 60 anni.
  • Storia famigliare. Se un membro della tua famiglia ha l’artrite reumatoide, potresti avere una probabilità più alta di sviluppare la malattia .
  • Fumo. Il fumo di sigaretta aumenta il rischio che possa svilupparsi l’artrite reumatoide, in particolare se si dispone di una predisposizione genetica per lo sviluppo della malattia. Anche il fumo sembra essere associato allo sviluppo della malattia.
  • Esposizioni ambientali Sebbene siano incerti e poco conosciuti, alcune esposizioni ad amianto o silice possono aumentare il rischio di sviluppare l’artrite reumatoide. I soccorritori esposti alla polvere dal crollo del World Trade Center corrono un maggior rischio di imbattersi in malattie autoimmuni come l’artrite reumatoide.
  • Obesità. Le persone in sovrappeso o obese sembrano avere un rischio leggermente maggiore di sviluppare l’artrite reumatoide, specialmente le donne dai 55 anni in su. 

L’artrite reumatoide aumenta il rischio di sviluppare:

  • Osteoporosi. L’artrite reumatoide stessa, insieme ad alcuni farmaci usati per il trattamento dell’artrite reumatoide, può aumentare il rischio di osteoporosi – una condizione che indebolisce le ossa e le rende più inclini alla frattura.
  • Noduli reumatoidi. Questi grumi di tessuto si formano più comunemente attorno ai punti di pressione, come i gomiti. Tuttavia, questi noduli si possono formare ovunque nel corpo, compresi i polmoni.
  • Occhi e bocca asciutti. Le persone che hanno l’artrite reumatoide hanno molte più probabilità di sperimentare la sindrome di Sjogren, un disturbo che riduce la quantità di umidità negli occhi e nella bocca.
  • Infezioni. La malattia stessa e molti dei farmaci usati per combattere l’artrite reumatoide possono compromettere il sistema immunitario, portando ad un aumento delle infezioni.
  • Composizione corporea anormale La percentuale di grasso rispetto alla massa magra è spesso più alta nelle persone che hanno l’artrite reumatoide, anche nelle persone che hanno un indice di massa corporea normale (BMI).
  • Sindrome del tunnel carpale. Se l’artrite reumatoide colpisce i polsi, l’infiammazione può comprimere il nervo collegato alla mano e alle dita.
  • Problemi di cuore. L’artrite reumatoide può indurire e bloccare le arterie, così come l’infiammazione del pericardio che racchiude il cuore.
  • Malattia polmonare. Le persone con artrite reumatoide hanno un aumentato rischio di infiammazione dei tessuti polmonari, che può portare a una progressiva mancanza di respiro.
  • Linfoma. L’artrite reumatoide aumenta il rischio di linfoma, un gruppo di tumori del sangue che si sviluppano nel sistema linfatico.

Manifestazioni cutanee specifiche

 

Noduli reumatoidi

In molte persone con artrite reumatoide si formano noduli sottocutanei. Questi sono grumi che appaiono sopra o vicino l’articolazione interessata e sono visibili appena sotto la pelle.

  • Si verificano in circa il 25% dei pazienti
  • E la caratteristica extra-articolare più comune dell’artrite reumatoide
  • Presente nel 75% dei pazienti con sindrome di Felty (La sidrome di Felty (FS) o malattia super reumatoide è una forma grave di artrite reumatoide RA) in cui vi è un numero ridotto di neutrofili nel sangue e il paziente ha la milza ingrossata
  • Più comune negli uomini rispetto alle donne
  • Generalmente si sviluppano più tardi nel processo della malattia RA, ma possono verificarsi prima di qualsiasi malattia articolare
  • Pelle colorata, singolare o multipla, e di dimensioni variabili da millimetri a centimetri di diametro
  • La maggior parte sono sodi e indolori, ma quelli sulla pianta dei piedi o dei palmi possono essere dolorosi. 
  • Più comunemente si verificano in quelle aree soggette a irritazioni lievi e ripetitive, ad es. dita, tallone, avambracci e schiena
  • I noduli reumatoidi hanno una patologia caratteristica, ma a volte possono essere confusi istologicamente con il granuloma annulare.
  • Sebbene i noduli siano per lo più benigni , possono verificarsi complicazioni come infezioni, ulcerazioni e cancrena in seguito alla rottura della pelle sovrastante.
  • Di solito non è necessario alcun trattamento a meno che i noduli diventino debilitanti, ulcerati o infetti. Si può procedere tramite rimozione chirurgica.

Rare cause di noduli reumatoidi

  • La nodulosi accelerata da metotressato si presenta solitamente con piccoli noduli su dita, gomiti e altre articolazioni
  • La nodulosi reumatoide è una variante reumatoide relativamente benigna

Dermatosi neutrofila febbrile acuta

I neutrofili sono un tipo di globuli bianchi ( leucociti ) presenti nelle infezioni batteriche. Sono la cellula prominente osservata sulla biopsia cutanea di alcune malattie infiammatorie non comuni note come dermatosi neutrofile.

Le dermatosi neutrofiliche e il pioderma gangrenoso sono altri disturbi neutrofili a volte visti in associazione con l’artrite reumatoide.

 

Dermatite granulomatosa interstiziale

Conosciuta anche come “papula reumatoide”, la dermatite granulomatosa interstiziale si presenta sotto forma di papule o placche erimatose violacee o rosse sulla pelle. La dermatite granulomatosa interstiziale è rara. La diagnosi viene fatta quando si osservano caratteristiche patologiche distintive tramite biopsia.

Vasculite

La vasculite cutanea può essere una complicanza dell’artrite reumatoide ed è caratterizzata da aree di colore violaceo scuro sulla pelle (porpora) causate dal sanguinamento nella pelle dei vasi sanguigni danneggiati dall’artrite reumatoide. I cambiamenti della pelle causati dalla vasculite reumatoide includono:

  • Le ulcere cutanee (in genere ulcere alle gambe) possono essere estese e dolorose
  • Petecchie (macchie violacee) o porpora
  • Pieghe o lacerazioni dell’epidermide 
  • Cancrena

Oltre ai cambiamenti della pelle, la vasculite reumatoide può causare molti sintomi interni, tra cui la neuropatia sensoriale o motoria (perdita di sensibilità), l’epatomegalia (ingrossamento del fegato), la splenomegalia (ingrossamento della milza),  ulcere intestinali e l’ematuria (sangue nelle urine).

Rimedi naturali per l’artrite

1. Perdere peso

Il tuo peso può avere un grande impatto sul dolore che provi a causa dell’artrite. Il peso in eccesso aumenta la pressione sulle articolazioni, in particolare ginocchia, fianchi e piedi.

Riducendo lo stress sulle articolazioni tramite la perdita di peso si migliora la mobilità, si riduce il dolore e si prevengono danni futuri alle articolazioni.

2. Attività fisica 

Il movimento regolare aiuta a mantenere la flessibilità nelle articolazioni. Gli esercizi come la corsa e la camminata possono essere dannosi. Prova con alcuni esercizi a basso impatto come l’aerobica in acqua o il nuoto per flettere le articolazioni senza aggiungere ulteriore stress.

3. Terapia con acqua calda e fredda

Questi semplici trattamenti possono fare la differenza quando si tratta di dolore da artrite. Lunghe docce calde o bagni, soprattutto al mattino, aiutano ad alleviare la rigidità delle articolazioni. Utilizza una coperta elettrica o un tappetino riscaldante umido durante la notte per mantenere libere le articolazioni.

I trattamenti a freddo sono i migliori per alleviare dolori articolari, gonfiore e infiammazioni. Avvolgi del ghiaccio o un sacchetto di verdure surgelate in un asciugamano e applicalo sulle giunture dolorose per ottenere un rapido sollievo.

4. Prova l’agopuntura

L’agopuntura è un antico trattamento medico cinese che prevede l’inserimento di aghi sottili in punti specifici del corpo. Questo dovrebbe reindirizzare le energie e ristabilire l’equilibrio nel tuo corpo. L’agopuntura è la terapia complementare più studiata ed è raccomandata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per il trattamento di oltre 100 diverse condizioni.

Si pensa che l’agopuntura abbia la capacità di ridurre il dolore derivato dall’artrite. Se vuoi esplorare questo metodo di trattamento, assicurati di trovare un professionista serio.

5. Usa la meditazione per alleviare il dolore

Le tecniche di meditazione e rilassamento possono aiutarti a ridurre il dolore causato dall’artrite riducendo lo stress e permettendoti di affrontarlo meglio. Secondo il National Institutes of Health (NIH), gli studi hanno confermato che la pratica della meditazione consapevole sia utile per alcune persone con articolazioni dolorose. I ricercatori hanno anche scoperto che le persone affette da artrite che soffrivano di depressione hanno tratto il massimo vantaggio dalla meditazione. Quando lo stress si riduce, l’infiammazione e quindi anche il gonfiore e il dolore diminuiscono.

6. Includi gli acidi grassi giusti nella tua dieta

Un acido grasso che può aiutare è  l’acido gamma-linolenico o GLA. Si trova nei semi di alcune piante come l’enotera, la borragine, la canapa e il ribes nero. È inoltre possibile acquistare gli oli dei semi come supplemento. Tuttavia, assicurati di consultare il medico prima di prenderli.

7. Aggiungi la curcuma ai piatti

La curcuma, una spezia gialla comune nei piatti indiani, contiene una sostanza chimica chiamata curcumina che può aiutare a ridurre il dolore da artrite. Il segreto sono le sue proprietà anti-infiammatorie.

L’ NIH riferisce che la curcuma somministrata ai ratti da laboratorio riduce l’infiammazione nelle loro articolazioni.

8. I benefici del massaggio 

Secondo la Arthritis Foundation, il massaggio regolare delle articolazioni artritiche può aiutare a ridurre il dolore e la rigidità e migliorare la gamma di movimento. Lavora con un fisioterapista per imparare l’automassaggio o programma regolarmente degli appuntamenti con un massaggiatore esperto.

9. Supplementi a base di erbe

Ci sono molti tipi di integratori a base di erbe sul mercato che possono ridurre il dolore alle articolazioni. Alcune delle erbe raccomandate per il dolore da artrite includono:

  • boswellia
  • bromelina
  • artiglio del diavolo
  • ginkgo
  • ortica
  • vite del dio del tuono

Consulta sempre con il tuo medico prima di provare un nuovo integratore per evitare effetti collaterali e pericolose interazioni farmacologiche.

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni