BCE: è la vera colpevole della crisi, secondo il premio nobel Krugman

1 Commento

di Debora Billi

Le politiche monetarie della Banca Centrale, uniche responsabili del disastro europeo.

Leggere il blog che Paul Krugman tiene per il New York Times – Krugman, che menzioniamo spesso, è un premo Nobel per l’Economia, mica un signor Nessuno qualsiasi – equivale a spalancare la finestra in una stanza piena di aria viziata. L’altro giorno ha pubblicato un grafico illuminante sultasso di interesse del debito pubblico italiano, meglio conosciuto sotto forma di spread (la differenza fra il tasso di interesse del debito pubblico italiano e tedesco).

In nome dei tassi di interesse sul debito ci hanno fatto sputar lacrime sudore sangue con le tristemente note politiche di austerity. Ci hanno martellato a mass media unificati, o quasi, presentandoci i dolori del rigore e dei tagli ai servizi pubblici come misura indispensabile per far scendere il tasso di interesse che paghiamo – va da sé – con il denaro estratto dalle nostre tasche.
Balle. Tutte balle. Basta un grafico di Krugman per smontarle, quello che vedete qui sopra.

Il grafico evidenzia l’andamento del tasso di interesse del debito pubblico di Italia e Spagna. Due Paesi che hanno conosciuto vicende politiche diverse. Eppure, come sottolinea Krugman, l’andamento dei rispettivi tassi di interesse conosce identici punti di svolta che – guardacaso – si situano in corrispondenza agli interventi della Banca centrale europea: non in corrispondenza con le decisioni dei rispettivi Governi.

Dunque i Professori, i decreti “Salva Italia”, le “misure” non c’entrano niente con quel che davvero accade alla nostra economia (e soprattutto con quel che accade alle nostre tascheattraverso le tasse). Non c’entrano le elezioni né le “larghe intese” o il nipote di suo zio diventato primo ministro. C’entrano solo le politiche monetarie della Banca centrale europea, il nido d’aquila dei burocrati.
E guardate che non lo dice un frequentatore dei centri sociali, lo dice un liberale, come lo stesso Krugman si definisce sul suo blog. E vi dirò un segreto: lo sanno benissimo tutti. Oh, se lo sanno tutti. E’ proprio che mentono deliberatamente.

Fonte http://crisis.blogosfere.it/2013/05/bce-la-vera-colpevole-secondo-krugman.html

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Commento su questo post

  1. gaetano says:

    I soldi li deve stampare lo Stato.
    Invece li stampa una S.p.A., privata, che si chiama BCE, i cui azionisti sono banche e assicurazioni. La BCE presta i soldi alle banche all’1% di interesse, poi le banche prestano i soldi allo Stato al 6%. Così lo Stato si indebita, così si alimenta il debito pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline