Cipolla

La cipolla è un alimento tipicamente presente nelle nostre cucine, lo stesso che può essere facilmente utilizzato sia crudo che cotto nella preparazione delle più svariate e gustose ricette. In molti tuttavia non conoscono quelle che ne sono le proprietà medicinali né come utilizzarla al fine di massimizzarne al meglio gli innumerevoli benefici. Sotto l’aspetto prettamente botanico viene chiamata Allium Cepa e rientra nella medesima famiglia dell’ e dello scalogno, così come del porro e dell’erba cipollina: si tratta di un ortaggio tipico della tradizione culinaria italiana per il quale spesso viene evidenziato in modo particolare caratteristico gusto forte e marcato, a discapito delle proprietà benefiche in favore dell’organismo.

Tuttavia sono proprio i benefici della cipolla a meritare la dovuta attenzione imponendo di consumarne sempre quantità consone e adeguate poiché estremamente utile per la salute. Se di fatto la cipolla viene considerata un semplice condimento, in passato era venerata come oggetto di culto e ritenuta possedere molti poteri benefici per l’uomo: non è infatti un caso se in Egitto veniva somministrata regolarmente agli operai impiegati nella costruzione delle piramidi, poiché in grado di stimolare la forza e l’energia. Veniva altresì consumata anche dai Faraoni in quanto con la sua forma concentrica ad anelli rappresentava la vita eterna. I Romani erano soliti utilizzare le cipolle, in particolare i gladiatori, per massaggiare i muscoli, mentre i Greci la elogiavano per la sua capacità depurativa e di purificazione del sangue. Tutti questi utilizzi tradizionali oggi sono confermati dalla scienza e addirittura ampliati, poiché la cipolla compare tra gli alimenti più benefici e salutari presenti in natura.

Proprietà della cipolla

La cipolla risulta nota in particolare per le marcate proprietà antiossidanti e antinfiammatorie oltre a contenere notevoli quantità di quercitina, un flavonoide che aiuta a mantenere livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangueottimali, proteggendo l’organismo dal rischio di contrarre patologie cardiovascolari. Oltre che sui grassi, la cipolla è in grado anche di agire positivamente anche contro la glicemia, riducendo sensibilmente i livelli di zuccheri nel sangue. Tra i benefici più significativi a carico della cipolla compare poi la sua capacità antibatterica e antimicrobica: si tratta infatti di un bulbo che riesce facilmente ad impedire la proliferazione di microrganismi potenzialmente dannosi per la nostra salute stimolando contemporaneamente il sistema immunitario.

La cipolla rappresenta altresì uno tra i più efficaci rimedi disintossicanti complice la sua azione spiccatamente diuretica, caratteristica dovuta alla massiccia presenza di acqua di cui si compone, che contribuisce a renderla idonea anche per chi cerca di combattere la ritenzione idrica, specie se associata a un’alimentazione corretta e bilanciata oltre a un adeguato esercizio fisico.

Rappresenta anche un rimedio espettorante, utile in caso di tosse e malattie da raffreddamento poiché decongestiona le vie respiratorie liberandole dall’eccesso di muco, specie in presenza di bronchite e sinusite. Noti fin dall’antichità i rimedi naturali a base di cipolla quali ad esempio lo sciroppo fatto in casa così come il tagliare una cipolla a metà per poi lasciarla sul comodino accanto letto nel corso della notte al fine di sedare la tosse liberando il naso chiuso.

Uno studio condotto dall’Università degli Studi di Milano in collaborazione con l’Istituto Farmacologico Mario Negri ha dimostrato poi che chi assume cipolla almeno due volte alla settimana, è sottoposto al rischio nettamente inferiore di contrarre il cancro allo stomaco.

In ultimo, ma non certo in ordine di importanza, la capacità della cipolla dii rinforzare le ossa proteggendole dal rischio osteoporosi oltre a migliorare l’umore grazie all’azione benefica dei principi attivi che aiutano la regolazione degli ormoni quali ad esempio proprio la serotonina. 

Cipolla valori nutrizionali

La cipolla è ricca di acqua (92,1g su 100g), zolfo, cromo e vitamina B6, tutti elementi particolarmente preziosi per il nostro organismo. Particolarmente ridotte invece le calorie: solo 26 KCal per 100 g di cipolla che in questo modo risulta particolarmente utile nelle diete ipocaloriche volte a perdere peso o disintossicarsi. Ecco tuttavia nel dettaglio i valori nutrizionali per 100g di cipolla:

  • Sodio 10mg
  • Potassio 140mg
  • Calcio 25mg
  • Fosforo 35mg
  • Vitamina A 3mg
  • Vitamina C 5mg
  • Zuccheri 5,7g
  • Fibre 1g

Tuttavia, il fattore più interessante legato alle proprietà della cipolla sotto l’aspetto nutrizionale è legato alla presenza di polifenoli, ottimi antiossidanti contenuti in frutta e verdura, i quali si dividono in fenoli, tannini e flavonoidi. In particolare, a seconda delle varietà, per 100 gr. di prodotto i polifenoli presenti sono:

  • Scalogno: 115 mg
  • Cipolla rossa 103 mg
  • Cipolla dorata 75,7 mg
  • Cipolla bianca: 45,5 mg
  • Porro: 61,5 mg.

E sono esattamente i flavonoidi, quali la quercetina presente anche nelle fragole e nella quinoa, uniti ai composti solforati quali il disolfuro di allilpropile, che consentono di ottenere i benefici della cipolla e relative proprietà curative. 

Cipolla benefici

Sono molteplici i benefici e le azioni che il consumo di cipolla è in grado di determinare: ecco i principali.

  • ANTIBIOTICO: è sufficiente applicare il succo sulla parte da disinfettare per evitare l’uso di alcool o di altre sostanze disinfettanti. Inoltre il consumo di cipolle elimina i parassiti dannosi presenti nell’intestino e contemporaneamente favorisce la crescita della flora batterica intestinale.
  • ANTINFIAMMATORIO: per citare un esempio, in caso di puntura d’insetto se si strofina la parte lesa con una fetta di cipolla cruda, è possibile alleviare o addirittura eliminare facilmente il prurito e l’infiammazione.
  • AFRODISIACO: consumare notevoli quantità di cipolla stimola la libido e il desiderio sessuale.
  • ESPETTORANTE: lo sciroppo di cipolla preparato con il miele è efficace per le affezioni respiratorie; i gargarismi effettuati invece con il decotto decongestionano la faringe e combattono le tonsilliti.
  • ANTITUMORALE: l’assunzione regolare di cipolla previene la formazione di alcuni tumori, specie quelli del colon e del retto.
  • DIURETICO E ANTIREUMATICO: favorisce la diuresi, cioè aumenta la produzione di urina facilitando l’eliminazione delle scorie, combattendo il fenomeno della ritenzione idrica e stimolando l’attività dei reni. Cotta o bollita, la cipolla si rivela un ottimo rimedio contro i dolori reumatici.
  • IPOTENSORE: abbassa la pressione arteriosa del sangue in caso di ipertensione, in quanto esercita un’azione vasodilatatrice.
  • IPOGLICEMIZZANTE: abbassa il livello di glucosio nel sangue, permettendo di ridurre le dosi di farmaci specifici come l’insulina.
  • FLUIDIFICANTE DEL SANGUE: la cipolla rende il sangue più fluido facilitandone la circolazione, specie quella periferica.
  • REGOLATORE DEL COLESTEROLO: abbassa il colesterolo cattivo LDL ed aumenta quello buono HDL.
  • PROTETTORE DEL SISTEMA CARDIOVASCOLARE: mantiene l’elasticità delle arterie e protegge dalle malattie cardiovascolari, tra cui l’ictus e l’infarto.
  • ANTIANEMICO: stimola la produzione dei globuli rossi nel sangue, apportando ferro ed altri oligoelementi.
  • DEPURATIVO: stimola la funzionalità del fegato e ne esercita un’azione disintossicante.
  • DIGESTIVO: la cipolla cruda aiuta la digestione e l’assimilazione del cibo, anche se è sconsigliata a chi soffre di gastrite o di ulcera gastroduodenale; protegge e tonifica l’apparato gastro-intestinale.
  • LASSATIVO: mangiata cotta, la cipolla diventa un ottimo lassativo, regolando l’attività intestinale.
  • VERMIFUGO: il suo consumo a crudo è efficace contro i piccoli vermi intestinali dei bambini.
  • COSMETICO: in uso esterno ammorbidisce e rende più luminosa la pelle, combatte le irritazioni cutanee di tipo infiammatorio, cura foruncoli, ascessi, geloni, scottature, punture d’insetti e acne, stimola la crescita dei capelli.
  • RICRESCITA DEI CAPELLI: La cipolla da un lato inibisce la caduta dei capelli e dall’altro ne stimola la ricrescita. Prendere il succo di cipolla che si ricava ad esempio tramite frullatore o centrifuga, e applicarlo sul cuoio capelluto massaggiando con cura e lasciando agire per circa mezz’ora, prima del risciacquo, rappresenta un trattamento particolarmente efficace purché ripetuto per almeno 3 volte alla settimana.

Come consumare la cipolla beneficiandone dei molteplici effetti

La cipolla conferisce innumerevoli benefici sia cruda che cotta. In particolare le cipolle rosse (specie la pregiatissima cipolla rossa di Tropea) sono più adatte per essere consumate crude soprattutto per il notevole contenuto di flavonoidi che la cottura, specie se drastica, contribuisce a ridurre. Le cipolle bianche sono invece più indicate per essere cotte.

Per i soggetti che soffrono di iperacidità e bruciore di stomaco, di gastrite o di ulcera gastroduodenale è preferibile che la cipolla venga mangiata cotta, in quanto la cottura rende tale ortaggio più tollerabile. Ogni volta che si consuma un cibo grasso (uova, pesce, carne, ecc.) sarebbe opportuno combinare un piccolo contorno di cipolla rossa cruda poiché migliora la digestione e l’assorbimento dei grassi, promuovendo il colesterolo buono HDL.

Cipolla rimedi naturali

  • Decotto di cipolla. È un ottimo diuretico, utile anche nel caso di reumatismi e di dolore articolare. I gargarismi sono efficaci per faringiti e tonsilliti. Con l’aggiunta di miele diventa un valido espettorante. Sbucciare alcune cipolle (ossia togliere le tuniche esterne), affettarle e farle bollire per circa 15 minuti in una pentola d’acqua, lasciare intiepidire e filtrare. Berne tre tazze al giorno, possibilmente lontano dai pasti.
  • Cataplasma di cipolla: È utile per curare pelli secche e rovinate, ascessi, geloni, smagliature ed altro. Occorre in questo caso tritare una cipolla ed applicarla tramite una garza sulla parte interessata.
  • Succo di cipolla. È utilizzato nella cosmesi a mo’ di frizione per stimolare il bulbo pilifero e ritardare la caduta dei capelli. Strizzare pezzi di cipolla sbucciata con un telo fino a farne uscire la parte acquosa. Lo stesso risultato si ottiene adoperando una centrifuga. Utilizzare il succo appena fatto.
  • Vino di cipolla. Costituisce una bevanda indicata per coloro che soffrono di affezioni urinarie e di diabete. Tagliare a fettine 500 g di cipolle e metterle a macerare per 3 giorni in 1 litro di vino bianco, quindi filtrare. Berne 2 bicchierini al giorno lontano dai pasti.
  • Cipolla nei calzini. È un ottimo modo per purificare il corpo dalle tossine durante la notte. Per i dettagli vedi Prova a dormire con una fetta di cipolla nei calzini. Ecco cosa fa

Se alla fine di questo articolo la tua domanda è come posso fare per l’alito e l’odore del corpo, la risposta è semplicemente masticare semi di cardamomo o in assenza del prezzemolo.

Cipolla controindicazioni

Non tutti riescono a consumare liberamente la cipolla senza tuttavia presentare qualche effetto collaterale. Dopo aver assunto tale alimento, possono infatti comparire problemi gastrointestinali e soprattutto dolori addominali, formazione di gas e diarrea. Sconsigliata ad esempio, se non in piccole dosi e dopo aver valutato la tolleranza, ai soggetti che soffrono di colite o che manifestano un’ipersensibilità a livello intestinale.

Anche chi ha problemi di digestione o bruciore di stomaco potrebbe non tollerare facilmente la cipolla, in particolare cruda. In questo caso si consiglia di consumarla solo in piccole dosi e preferibilmente cotta.

Importante infine non dare mai cipolla agli animali domestici poiché per loro tale ortaggio può risultare addirittura potenzialmente tossico.

Aggiornato a Gennaio 2020

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni