biohacking

Biohacking descrive l’insieme di pratiche che permettono di potenziare il corpo e la mente per aumentare il nostro livello di benessere fisico e psicologico e diventare la migliore versione di noi stessi.

Il termine biohacking è recente e letteralmente significa “hackerare la biologia” ovvero superare i limiti che abbiamo nel presente per ottenere una vita più soddisfacente dal punto di vista della salute, delle relazioni e della gratificazione personale.

Quando si parla di biohacking si possono intendere molte cose diverse, dai superfood, a degli esercizi fisici o di respirazione, fino ad arrivare a moderni dispositivi elettronici che migliorano le prestazioni.

Biohacking nell’antichità

In realtà l’essere umano ha praticato il biohacking per migliaia di anni dato che per sua natura l’uomo ha sempre voluto potenziare le proprie abilità e capacità per sopravvivere e prosperare nell’ambiente in cui vive. Ad esempio l’uso dell’incenso, la ricerca di particolari località energetiche, le lunghe pratiche di meditazione sono esempi di metodi di biohacking per la mente. Il digiuno e l’assunzione di erbe medicinali sono altre antiche pratiche di biohacking che i nostri avi hanno sempre usato.

Biohacking urbano

Oggi giorno, anche chi non è interessato al benessere o alla spiritualità, cerca di praticare il biohacking. Esempi? Tutti coloro che bevono il caffè descrivono il classico caso di aumento delle proprie prestazione attraverso l’assunzione di una sostanza, in questo caso il caffè. Prima del caffè ci si sente stanchi e un pò addormentati, mentre poco dopo averlo bevuto si ha la sensazione di avere più energia e di essersi attivati per lavorare.

Oppure un altro esempio molto comune fra i giovani è la musica. Qualunque sia il nostro stato emotivo iniziale, sappiamo che ascoltare determinati brani musicali ha un impatto sulla nostra mente. Se metti un brano di Mozart ti senti diverso rispetto a se ascolti musica techno.

Questi classici esempi di abitudini comuni nella nostra società mostrano che:

  • Ciò che mettiamo nello stomaco e nelle orecchie hackera la nostra biologia
  • Tutti noi su base quotidiana attuiamo delle tecniche per migliorare il nostro benessere
  • Tutti noi possiamo raggiungere un più alto livello di benessere, sia esso fisico, mentale o spirituale attuando dei semplici accorgimenti
  • Il biohacking racchiude ciò che l’essere umano ha fatto per millenni: potenziare il proprio corpo e mente per essere la migliore versione di se stessi

Se vogliamo relazioni migliori, più energia e concentrazione, essere più forti e sani fisicamente, avere una memoria migliore, operare in modo ottimale nel mondo degli affari e/o dello sport, allora scegliamo le cose che mettiamo nel nostro corpo e nella nostra mente che rendono il biohacking possibile.

Quali sono i benefici del biohacking?

Ecco alcuni modi in cui biohacking può migliorare la tua vita:

  • Miglioramento della funzione cognitiva
  • Aumento di energia
  • Maggiore produttività
  • Umore più leggero e positivo
  • Sonno più profondo e rigenerante
  • Ormoni bilanciati
  • Meno voglie di cibo spazzatura e crisi di fame
  • Raggiungimento del peso forma
  • Maggiore capacità di raggiungere i propri obiettivi

Già in questo articolo ho dato alcuni suggerimenti di pratiche di biohacking che ho già trattato in precedenza. Prossimamente pubblicherò delle indicazioni pratiche più precise per cominciare ad attuare una ruotine di potenziamento nella propria vita quotidiana.

Un abbraccio “biohackerante” 😊

Riccardo

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni