Bobina BAC – Ecco come costruirla per risparmiare su acqua, gas e carburante

109 Commenti

bobina bac

Chi l’ha provata ne è entusiasta e l’ha installata sui tubi della macchina, dell’acqua e gas di casa sperimentando meno consumi e più efficienza. Ecco come funziona e come costruirla ed istallarla.

Si chiama Bobina  B.A.C ( Bobina Bifiliare Chiusa Autoinduttiva ) ed è basato su due brevetti, uno di Nikola Tesla e l’altro di un ingegnere indiano Velagapudi M. Rao. E’ un dispositivo passivo che sembrerebbe si autoalimenti dalle frequenze presenti nell’aria e dalle cariche elettriche presenti nei fluidi, migliorandone la qualità.

Questo dispositivo può essere fatto facilmente in casa ed installato da sé. Chi non fosse pratico può mostrare i video seguenti ad un addetto ai lavori che ve le monterà dove volete. Prima di spiegarti come fare, è importante che tu conosca tutti i benefici indotti da questa fantastica bobina.

EFFETTI BOBINA BAC SULL’AUTO

La bobina può essere installata su tutti i tipi di auto, benzina, diesel, gpl e metano. Va installata prima e/o dopo il filtro carburante.

  • Risparmio carburante del 10-30%
  • Più potenza del motore
  • Migliore combustione del carburante a tutti i regimi.
  • Progressiva Pulizia del motore e della marmitta da depositi di combustioni incomplete.
  • Minor usura della marmitta catalitica perché ottimizzando la combustione, non lascia residui, produce molto meno sostanze tossiche che dovrebbe assorbire il catalizzatore.
  • Il motore ritorna quasi come nuovo nell’arco di 2 settimane circa, cioè il
    tempo necessario utilizzando l’auto tutti i giorni, perchè si verifica l’effetto di
    pulizia totale.

EFFETTI BOBINA BAC SULLE TUBATURE DELL’ACQUA

Va installata all’ingresso del tubo dell’acqua che dal contatore va in tutta la casa. Può poi essere anche installata per un effetto maggiore sulle tubature dell’acqua dei singoli rubinetti, come quelli della cucina, lavandino, doccia, lavatrice, ecc.

  • Riduzione di Calcare, Fluoro, Sostanze Chimiche disciolte e Metalli Pesanti.
  • Acqua più leggera e pura da bere. L’acqua viene magnetizzata ottenendo una maggiore coerenza e quindi è più benefica per il corpo.
  • Potenziamento effetti di tisane, infusi naturali, profumi, essenze verie e Fiori di Bach.
  • Lavatrice più pulita, lava bene con meno detersivo e senza additivi, lasciando i tessuti morbidi e profumati, nessun anticalcare o ammorbidente.
  • Le pianta innaffiate con questa acqua crescono meglio, più vigorose e sane.
  • L’acqua della doccia lascia la pelle liscia e morbida e i capelli si rinforzano
  • Poiché le tubature che passano per la casa ora hanno l’acqua magnetizzata, tutto il nostro ambiente risulterà più sano e quindi si osserva che si dorme meglio e più profondamente, ci si ricorda meglio i sogni. I cani perderanno meno pelo e sarà più lucido. Secondo alcuni c’è una riduzione di “interferenze psichiche” nella casa e una progressiva decalcificazione della ghiandola pineale.

EFFETTO BOBINA BAC SULLE TUBATURE DEL GAS

  • Risparmio sulla bolletta del gas
  • I fornelli della cucina sono più potenti
  • Migliora l’efficienza della caldaia

Si stanno studiando gli effetti di tale bobina installata sulle piante e sull’uomo.

ISTRUZIONI SU COME COSTRUIRE LA BOBINA DI BAC

  • Prendi un doppino stereo di 1 metro con sezione 1 mm².
  • Fissa un estremità sul tubo con del nastro isolante.
  • Avvolgi il filo sul tubo in modo sempre DESTROGIRO, IN SENSO ORARIO VERSO DESTRA , sempre nel verso che segue l’acqua. (Questo punto è cruciale, altrimenti non funziona: pollice destro direzione del flusso e dita chiuse della mano come verso di avvolgimento)
  • Fai 13 giri sul tubo
  • Arrivato alla fine cerca di comprimere bene i fili che devono essere il più compatti possibile
  • Fissala con del nastro isolante
  • Gira i fili verso il capo opposto fino a sovrapporli in lunghezza almeno di 5 cm.
  • Rimuovere con una forbice l’isolamento di plastica ai capi del filo per almeno 2 cm.
  • Unire assieme il rosso iniziale e il nero finale, e il nero iniziale con il rosso finale e nastrare il tutto.

Nei seguenti video potrai capire meglio quanto descritto.

VIDEO ESPLICATIVI SU COME FARE LA BOBINA DI BAC E COME INSTALLARLA

Alcuni video sono più vecchi e altri più recenti. E’ importante sapere che ad oggi è stato osservato che si hanno effetti maggiori con bobine a 13 giri con sezione di 1 mm².

Spiegazione introduttiva sulla Bobina di Bac, quali sono i materiali necessari e come costruirla

Versione mobile

Versione desktop

Installazione della Bobina di Bac sul tubo del carburante dell’auto

Versione mobile

Versione desktop

Installazione Bobina di Bac sulla tubatura dell’acqua

Versione mobile

Versione desktop

Confronto piano cottura prima e dopo la Bobina di Bac

Versione mobile

Versione desktop

Su internet ci sono tantissime testimonianze di persone entusiaste di come “un mucchio di fili” possa fare tutto questo. Da quanto sappia non ci sono test scientifici (finanziati da chi?) che dimostrano tutto questo, ma è ispirato a questo brevetto consultabile Burner fuel line enhancement device. Conosco molti ingegneri che non ne avevano mai sentito parlare e incuriositi l’hanno installata constatando che effettivamente funziona.

Per chi volesse approfondire, leggere testimonianze e ricevere direttamente il kit per costruirla (che si trova altrimenti in ogni ferramenta) può visitare il sito Ecocreando dove c’è un gruppo di persone che stanno testando con diversi apparecchi l’efficacia di questo dispositivo realizzabile gratuitamente da tutti.

Voglio far notare che è assolutamente non invasiva dato che viene installata esternamente ai tubi, quindi se non funzionasse significa che rimane tutto uguale a prima. Inoltre poiché il costo è di un paio di euro bisogna provarla.

Ringrazio il mio amico Simone che me l’ha fatta conoscere e che è entusiasta per i benefici che ne sta avendo. Io l’ho appena installata e vi terrò aggiornati nei commenti sulle mie impressioni.

Fatemi sapere la vostra esperienza nei commenti.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

109 Commenti su questo post

  1. Ivan Riggi says:

    Ho un estremo timore che sia una mega bufala!

    • Ivan Riggi says:

      Se mi dicessi che se mentre salti da un grattacielo giri 13 volte su te stesso io direi che ho fondati motivi di dubitare della tua affermazione anche senza provarla

      • ecocreando says:

        La cosa più intelligente, quando non si conosce qualcosa, è avere l’umiltà di valutare obiettivamente. A giocare con le parole si possono dubitare molte cose, ma qui ci stanno i fatti. I fatti che con due euro o con materiali di recupero, ti puoi realizzare. Dopo e solo dopo, dovreste venire a dialogare..
        Salvatrice D’Amico – Ecocreando

    • Ivan Riggi says:

      Non critico l’idea, potrebbe anche essere vera, ma prima di scrivere qualcosa di più o meno scientifico, bisognerebbe avere dei numeri alla mano. Questi sono esperimenti che si possono fare tranquillamente a casa con poca conoscenza scientifica e pochissimi soldi. Se cerchi su Google troverai l’infondatezza delle affermazioni scritte nell’articolo!

      • ecocreando says:

        ehm.. Volevo guardare il commento che ieri avevamo messo, ma non lo trovo.. peccato.. perchè almeno non avrei corso il rischio di ripetermi.. 🙂 Abbiate pazienza..
        Ciao Ivan.. rispondo a te, ma approfondisco di più per tutti gli altri lettori di questa meravigliosa pagina.
        Senza conoscenza scientifica non saremmo arrivati a realizzare la bobina bac. I dati alla mano? Vuoi sapere i nostri dati? 6 anni di vagabondaggio tra una città e un’altra, senza conti in banca, senza un tetto fisso, con gli unici beni stipati dentro un kangu scassatissimo che a volte mi sembra che sopravviva grazie allo spirito santo.
        Vuoi i dati? spiati, intercettati, censurati e per cosa? solo perchè ci sbattiamo molto volentieri per risollevare le sorti dell’umanità. E a dirtela tutta, INCONDIZIONATAMENTE, perchè altrimenti, con tutto quello che abbiamo dovuto subire questi anni per portare avanti queste idee antiche seppur moderne, censurate dalle maggiori multinazionali, dalle varie lobby e dai governi corrotti, con tutte le critiche distruttive fatte da persone ignoranti in materia che tentano sempre, senza neanche rendersi conto, di affossare il gruppo deprivando ancora una volta l’umanità di ulteriori possibilità evolutive. Avreste fatto così anche con Tesla ?(ups.. l’avete fatto).. Avreste fatto così anche con Ighina.. (ups.. l’avete fatto).
        Ma noi come loro non abbiamo aspettative.. Non ci aspettiamo niente.. Se volete ve le fate, se non volete, va bene lo stesso. Noi intanto continuiamo a risparmiare e a bere bene.. Ma se venite a criticare senza neanche provare.. e non sapete apprezzare gente che lavora GRATIS per tutti, e che rischia cose che neanche vi immaginate..Non ci troverete indifferenti ed inerti. Perchè per ognuno di voi che critica, c’è un’altra bella fetta di umanità che userà il prototipo e ne beneficerà lo stesso.
        Ma lo sai che potremmo avere energia pulita gratis dall’aria e dalla terra? Ma perchè non v’informate prima di parlare??
        Stiamo operando per realizzare un motore ad acqua con accensione al plasma.. Non potete neanche immaginare gli ostacoli, le censure, le intercettazioni, e tante altre piccole cosette che subiamo da anni per portarvi la conoscenza a casa.
        Non chiediamo gratitudine. Chiediamo Rispetto per grandi Scienziati che hanno pagato con la vita l’ignoranza dei potenti e dell’umanità. Cerchiamo di essere meno ignoranti e più consapevoli. E quando parlo di ignoranza mi riferisco all’ignoranza scientifica non parlo certo a livello personale.
        Altra cosa.. Scientifico? Si.. La bobina bac non è registrata ne omologata, ma fa risparmiare di brutto sui carburi, sugli oli, sui gas e sulle acque.. Tu non sai quante volte siamo stati contattati per commercializzarla.. Avremmo potuto fare i soldi a palate visto che all’estero è ormai molto-molto usata, ma a noi non interessano i soldi, interessa che l’umanità bambina cresca, che impari a smettere di criticare qualsiasi cosa (come ci hanno insegnato sin dall’infanzia attraverso il gioco dei mass media, dei network, delle testate giornalistiche e del chiacchiericcio da bar e da comari), e che impari ad ascoltare con il cuore aperto e ingiudicante. Sai quali sono le nostre ricerche empiriche? La gente. Il popolo. Coloro che hanno chiesto soluzioni e poi ricevutele gratis, le applicano e ci riportano i risultati. Se vuoi farti un bel giro su google, non andarti a cercare commenti sterili di chi non ha neanche provato a realizzarsela.. (perchè chiaramente se la provano non c’è più niente da dire.. è una realtà empirica.. quando risparmi sul carburante, non te ne frega niente se è vero o è falso.. Di fatto risparmi. Quando bevi l’acqua del rubinetto che prima faceva schifo e poi ti sembra acqua di montagna, non te ne frega niente delle critiche.. La tua realtà empirica sarà tutto quello che avrai di bisogno.
        Inoltre.. Ti cito: “Non critico l’idea, potrebbe anche essere vera, (no no.. hai criticato.. 🙂
        “ma prima di scrivere qualcosa di più o meno scientifico, bisognerebbe avere dei numeri alla mano. (I numeri li abbiamo nelle nostre pagine.. ti prendi la briga di leggere tutti i commenti degli associati sperimentatori come ti sei preso la briga di andare a cercare su google? 🙂 )
        Questi sono esperimenti che si possono fare tranquillamente a casa con poca conoscenza scientifica e pochissimi soldi. (Piano, piano.. Marco Cocca, il realizzatore della bobina bac ha studiato 11 anni in cantina nel suo laboratorio).
        Il fatto che a voi arrivi la conoscenza in modo così semplice e diretto, non vuol dire che dietro non ci sono seri studi. Tutti i prototipi che abbiamo realizzato son venuti fuori da anni di studi..)
        Se cerchi su Google troverai l’infondatezza delle affermazioni scritte nell’articolo!
        (Com’è che sei andato a cercare le infondatezze e non ti sei preso la briga di entrare nella nostra pagina per verificare i brevetti (BREVETTI RICONOSCIUTI DALLA COMUNITA’ SCIENTIFICA) studiati e fusi insieme??

        Guarda, Ivan.. per come la vedo avete solo una soluzione non mentale, pratica-pratica per poter verificare: 2 mani, 2 fili, e nastro isolante. Facci poi sapere dopo. OK?
        Grazie a tutti.
        Salvatrice D’Amico

        • Alfio says:

          Per me Tesla è un Genio e provare è talmente semplice che sarebbe stuèido non farlo

        • alvaro matteo says:

          Vorrei che il mondo fosse popolato da esseri meravigliosi come voi,grazie di cuore per tutto quello che fate per migliorare la qualità della nostra vita.

        • Marius says:

          ragazzi…sono uno di voi…lavoro ad un esperimento x l’aqua calda con le calamite…impatto ambientale 0 e aqua calda gratis x tutti…vi dico solo che non sono ad un buon punto,in quanto come voi non ho fondi ma una famiglia da mantenere…va tutto a rilento ma cè speranta!!!proverò con grande entusiasmo il vostro lavoro e capisco perfettamente le vostre frustazioni in un mondo pieno di ostacoli e di scetticismo…vi voglio bene!!!continuate cosi!!!non abandonate MAI i vostri sogni!!!per me siete de MITI!!!!!!!!!!!!!!!!

      • giancarlo says:

        Scusa?
        Quale infondatezza?
        Svariati forum di meccanici e appassionati di auto riportano dati positivi (minor consumo, sensibile miglioramento nel funzionamento dell’auto) sia benzina/Gpl che diesel.
        Non parlo dell’acqua da bere, non sono un esperto in materia: ma avvolgere un paio di fili intorno ad un tubo di mandata non è nè costoso nè difficile. Quindi, nessuno sta cercando di arricchirsi ai danni dei fessi.
        Quindi…. cosa sparli a fare? Accetti solo pareri dell’autorità costituita? gli “ipse dixit”? Su quella base, staremmo ancora a temere di cascare sotto navigando sull’oceano… 😀
        Grazie della comprensione.

      • franco says:

        ho scoperto la bobina di b.a.c. da pochi mesi, e ne sono molto soddisfatto, sono un tecnico abituato a fare misure elettriche, quindi ho misurato ed ho notato che i migliori risultati si ottengono con una lettura che si aggira tra i 180 – 240 mV dc, ma se sposti la scala in ac segna ugualmente solo che si fa molta + fatica a leggere dato che il valore varia troppo rapidamente, applicata a svariate automobili comprese quelle di casa tutti contenti, applicata a tubo gas metano l’ acqua bolle in29 secondi in meno, appplicata a tubature dell’ acqua in 3 mesi eleminato il calcare, applicata alla bicicletta, si pedala con meno fatica, applicata all’antenna del ricevitore del cancello il telecomando si aziona da 400mt prima faceva fatica da 50mt, applicata ai sistemi wireless allarmi aumentata la portata del segnale,come concludere, fatela nel modo giusto e sviluppatela ogni volta rimarrete sorpresi

    • Non mi pare un paragone normale. Dovresti provarla prima di dire qualcosa non credi?

    • Igor biagini says:

      L’ho montata sul mio scooter, un Sym 150 del 2009. Ho fatto 15 giri perché così avevo letto in un articolo. Son passato da 20,5 a 23,5 Km/litro. Se questa è una bufala…
      Parliamo dopo aver sperimentato, please…

  2. Noi l’abbiamo installata e funziona a meraviglia !! Gente prima di denigrare qualcosa provatela !!

  3. Certo,chiunque é libero di esprimere le sue opinioni!La mia opinione é che quelli che esprimono commenti denigratori su qualcosa che non conoscono siano fondamentalmente persone ignoranti e aggressive… 🙂

    • Alessandro says:

      Sappiamo benissimo che lo sport preferito dall’ italiano medio e’ criticare e dire che sono tutte balle senza provare di persona una qualsiasi cosa. Ho letto oggi l’articolo e presto provero’ questa bobina e sono convinto che funzionera’. Dopo tutto, anche il ” TUBO TUCKER” funzionava, e credo con lo stesso principio. (Peccato che era venduto per migliaia di euro, la BAC non costa nulla)

  4. Immagino tu l’abbia provata.

  5. manu says:

    Grazie fratello.

  6. ciò che trovo strano è che la bobina non viene alimentata… percui da ingegnere (e lo è anche Riccardo Lautizi) dico che la bobina non può apportare campi magnetici… per farlo bisogna farvi passere corrente… per quanto detto, non vedo come tale bobina possa apportare ionizzazioni o magnetizazzione dei fluidi trattati (acqua, gas, carburante). Sono pronto però a ricredermi se qualcuno mi dimostra il contrario con dati scientifici!!!!

    • Dionidream says:

      Ciao Francesco c’è il link di un brevetto nell’articolo, che è quello su cui si basa. Ci sono dei ricercatori (link in fondo all’articolo) che la stanno testando empiricamente valutando gli effetti. La bobina semplicemente canalizza il debole campo magnetico del fluido da cui viene attraversata. Il costo è di circa 2€ quindi puoi provare a farla e valutare gli effetti.

      • ecocreando says:

        e non solo.. La bobina bac si avvale anche dell’energia eterica. E’ uno strumento multidimensionale che trasmuta tutti gli elementi. Tesla è un grande Genio.. ^_^
        Patty

    • Dionidream non so dirvi se ho risparmiato ..ma il gusto dell acqua è decisamente cambiato dove ho fatto la bobina BAC …

    • Tonina Graziano Lucianatelli suggestione 😀

    • non credo proprio .ho fatto assaggiare l’acqua senza dire il motivo e la differenza era notevole ..

    • poi io non devo vendere nulla ..provate e verificate !!

    • Tizzy says:

      Sig. Patrizi, se la sua affermazione fosse vera qualsiasi apparecchio radio/TV non funzionerebbe, in quanto un segnale radio ( onda elettromagnetca) induce nell’antenna una microcorrente che poi viene amplificata. Evidentemente Lei sarà ingegnere, ma sicuramente non in Elettronica/Telecomunicazioni

  7. Dionidream says:

    Ho controllato e funzionano tutti

  8. BAC … chi ci crede? Sto verificando … questa “bufala” … !!! Appena ne saprò qualcosa di più, mi farò vivo …! CIAO !!!

    • ecocreando says:

      facile facile saperne di più.. 2 fili, nastro isolante e via. facci sapere.. 🙂
      Salvatrice

  9. La faccenda poi dei 13 giri (non uno di più nè uno di meno) è veramente esilarante…

    • ecocreando says:

      e cosa ci provi di esilarante? Beh.. effettivamente c’è.. Qualche utente, non ascoltando le nostre indicazioni, (magari per disattenzione o troppo preso dal video) ha fatto la bobina acqua a 13 giri. E’ cominciato un andirivieni generale verso il bagno.. Di giorno e di notte.. L’unica felice di tutto questo era la nonna, che avendo problemi ad urinare, ha trovato risoluzione al problema.
      Dunque si.. 13 giri non uno di più ne uno di meno. (perchè questi anni di sperimentazioni i test son stati fatti in lungo e in largo.. a più o meno giri).
      Salvatrice – ecocreando
      Salvatrice

    • Tizzy says:

      Non è esilirante sig Sina: se lei avesse un minimo di conoscenza in elettronica/telecomunicazioni il numero dei giri ( o meglio spire come si direbbe correttamente), determina il valore dell’induttanza del solenoide: un filo o più fili avvolti a spirali di chiamano così), e quindi la frequenza del segnale elttromagnetico che maggiormente induce corrente nel solenoide stesso, come in un gruppo sintonizzatore di una radio. Probabilmente quel numero di spire “capta” maggiormente la frequenza che interessa, ovvero quello che ha un effetto maggiore sui fluidi. Quindi potrebbe anche darsi che fluidi diversi richiedano un numero di spire diverso perchè ogni fluido dovrebbe richiedere una frequenza diversa per massimizzare l’effetto benefico sullo stesso.

      • ecocreando says:

        Si.. e poi dobbiamo tener conto dell’autoinduttanza, la capacità intrinseca agli avvolgimenti bifilari (quindi funziona anche da condensatore). Ovviamente ogni sostanza avrà un nr. ottimale e preciso di avvolgimenti e diametro del filo.
        Tutto questo è ancora in sperimentazione..
        Grazie per la tua spiegazione, ci è piaciuta tantissimo.
        Marco Cocca – Ecocreando

        • giancarlo says:

          A proposito Marco…

          in diverse parti del sito, trovo scritto “bifil-i-are”.

          Puoi correggerlo? Già ci sono tanti cog… idioti in giro che prendono in giro le persone attive…

          Mi appresto a farlo, così come a usare l’acetone sul mio piccolo diesel.

          Sulla moto… devo scoprire come trovare spazio tra filtri telaio ecc.

          Sono interessato al filtro per l’impianto dell’acqua… come fare per procurarmelo? Rilasci i piani di costruzione o li fai tu direttamente?
          Grazie

  10. Demetra Nako says:

    Dionidream ora vedo , che mi dice di andare a vederli su YouTube
    Ok grazie

  11. Il vero scienziato PROVA e analizza i risultati, riporta le conclusioni, pur partendo dal legittimo dubbio..tutte le altre sono elucubrazioni di gente da bar (senza offesa per la gente da bar)…

  12. io l’ho provata …se vi informate prima di parlare a cazzo forse ci fate una figura migliore !!

  13. stefano says:

    se per errore faccio 12 giri o 14 …… che succede ?

    • Ecocreando says:

      se son meno giri, la carica elettrica diventa più alta. Ma non funziona linearmente, cioè al doppio o alla metà dei giri non corrisponde il doppio dell’energia o la metà. Vista le numerevoli applicazioni riscontrate sulla bobina, le sperimentazioni sono ancora aperte.. Ad oggi stiamo ancora verificando quale sia il nr. ottimale in base alle varie applicazioni. Comunque se volete provare ed eventualmente informarci sui vostri test, siamo sempre lieti di accogliere liberi ricercatori sperimentatori indipendenti. 🙂 Potete sperimentare per carburanti, gas e oli, non per l’acqua in quanto l’effetto è molto variabile a seconda della persona per il fatto che è molto depurativa già a 15 giri; con meno giri è ancora più carica e depurativa e potrebbe dare un sovraccarico di espulsione di tossine da parte dell’organismo, che in base al proprio stato di salute potrebbe ritrovarsi in difficoltà, ottenendo una depurazione troppo potente e troppo veloce, fin troppo.

      • Mauro says:

        Ciao a tutti, sul trattorino tagliai erba funziona, effettivamente faccio meno volte il pieno e il motore va alla grande, riuscendo a tagliare anche erba più alta, senza andare sotto sforzo.

        Considerando che ho già sull’impianto dell’acqua anche un super magnete pazzesco (brevettato e viene usato per esempio anche nelle fabbriche per pulire le tubazioni dal calcare accumulato) che decalcifica l’acqua trasformando il calcare in aragonite e la rimagnetizza, quanti giri devo fare15 o di più?
        Grazie

  14. MARIA says:

    chi parla senza prima sperimentare parla a vampera, chiunque può montare le bobine e verificarne il risultato , può sembrare una favola ma provare non costa niente. poi ognuno è libero di fare e pensare quello che vuole, è qui che sta la differenza.
    comunque funziona alla grande

  15. Fulvio says:

    Io la uso sulle autovetture di famiglia (due turbodiesel ed un benzina) da oltre due anni e confermo che funzionano a meraviglia: il risparmio è del 25-30 %, in particolare su strade a scorrimento. Nel traffico urbano non mi esprimo: nonostante viva a Roma, lo evito il più possibile.
    Però, come riportato su un sito in cui mi imbattei allora, ho istallato sui tubi “non 13 ma 28 giri”. Non sono in grado di dire se ci sia differenza tra le due scelte.

  16. Io lo proverò, non si sa mai.

  17. moreno says:

    salve io ho gia un depuratore per l’acqua funziona uguale ? opp.devo bipassare il dep………………..’grazie

    • Ecocreando says:

      ciao Moreno.. prova a farlo a monte del depuratore.. potrebbe darsi che l’acqua migliora ancora un pò.. facci sapere.. Se invece è ad osmosi bypassalo direttamente.
      Patty – Ecocreando

  18. Anch’io mi sono fatto influenzare da questa cosa e ho installato la bobina da tutte le parti, al momento sulla auto Opel Corsa TDi quando faccio percorsi brevi per un po e dopo mi capita di fare magari l’autostrada, noto che alla prima tirata scarica polvere che vedo dallo specchietto. Ma non si era detto che migliorava la combustione?

    • Ecocreando says:

      Beh.. Come quando si monta la bobina sull’acqua occorre consentire alla bobina di spurgare e scrostare i tubi, cosi quando si monta in auto, se l’impianto è’ sporco, ogni tanto si assisterà’ a una fumata. Sii consapevole comunque che i gas di scarico rilasciati nell’ambiente, saranno inferiori a quelli soliti, emessi prima del montaggio bobina. E che queste espulsioni corrispondono alla pulizia del motore.

  19. Paolo says:

    Ciao sono molto curioso sugli effetti della bobina di bac ma sto facendo confusione su come avvolgerla su tubo
    Poniamo il caso che abbia un tubo in verticale e che la direzione dell’acqua sia verso l’alto
    Se parto dall’alto vverso il basso ad avvolgere il cavo quindi il primo spezzone di cavo sarà davanti a me dovrò poi girare a destra e scendere o a sinistra e scendere ?

    Grazie a chi risponderà

    • Ecocreando says:

      la prima immagine della copertina quassù fa vedere il senso giusto di avvolgimento.

  20. GiorgioP says:

    Si potrebbero fare dei bracciali, così si avrebbe un effetto depurativo sul sangue, decalcificandolo, evitando così tutti i problemi cardiovascolari…

    • Dioni says:

      C’è chi ci ha già pensato 🙂

      • GiorgioP says:

        Davvero?!?! Mi mandi il link?

        • Dioni says:

          Basta che scrivi bobina bac su youtube e c’è una serie di video di una persona che sperimenta la bobina sul braccio, sulle piante, ecc

          • ecocreando says:

            Siamo sempre noi del team a fare le sperimentazioni. Amici anche all’estero ci stanno aiutando a testare bracciali, cavigliere, coroncine e cinture bac, che per ora sono in stretta fase sperimentale, con la salute non si gioca.. Alcuni amici a livello internazionale stanno indossandoli con buoni risultati.
            Un amici medici stanno provando la bobina bac sulle ingessature rilevando un 20-25% di guarigione anticipata, rispetto al solito.
            Ma abbiamo anche gente che la sta testando per: morbo di parkinson, morbo di stainer, tunnel carpale infiammato, artrite, ernie, infiammazioni osteoarticolari e anche gente con problemi di impotenza. Stiamo rilevando interessanti esiti. Vi faremo sapere.
            patrizia – Ecocreando

            • Dioni says:

              Grazie Patrizia,
              E’ un lavoro di ricerca affascinante ed interessante! Grazie di tenerci informati!
              Io l’ho installata dappertutto in casa e nell’auto e ho notato dei miglioramenti a tutti i livelli.

  21. Fernando says:

    Salve a tutti, ho visto su un video questa bobina, e l’ho provata sulla mia uto ( una vecchia UNO 45) a benzina. prima con lo stesso quantitativo di carburante e allo stesso prezzo ( 10 euro= 6, 60 litri) mi faceva 70 km ( fatto e rifatto più volte la prova), poi montata la bobina sul tubo che porta benzina al carburatore, dopo un paio di giorni mi ha quasi raddoppiato l’autonomia ( da 70 km a 120! ) rifatto prova più volte stesso risultato, non solo l’auto che ha solo un piccolo 1000 di cilindrata, adesso sembra avere un 1300/1400 come cilindrata. Più veloce e più potenza nel motore. Inoltre ho applicato la stessa bobina al tubo del gas, prima che entri nella caldaia: risultato ? Che sebbene il termostato della caldaia sia puntato a 50 gradi x l’acqua, il termometro che segna la temperatura di uscita dell’acqua calda mi fa 90 gradi ! E vi assicuro che facendo la doccia mi son quasi ustionato, e prima ci metteva una vita x arrivare a temperatura ottimale ! Quindi per me è un dispositivo perfettamente funzionante, a patto che si segua bene le istruzioni di montaggio 🙂
    Grazie a chi divulga queste scoperte 🙂

  22. Stefano says:

    Una semplice curiosità: come mai ad esempio le case automobilistiche non producono direttamente le auto con una bobina BAC già integrata?

    • Moreno says:

      Probabilmente non hanno interesse economico avendo spesso come partnership azienda petrolifera.e lo stato incassa meno iva .

      • Stefano says:

        E’ strano, perché potrebbe essere un modo per pubblicizzare l’auto perché consuma di meno. E’ tutto a loro vantaggio, un’auto che consuma meno, si vende meglio.

  23. Effe says:

    Ecco che mi offendono Tesla…

    “A causa della sua personalità eccentrica e delle sue affermazioni talvolta apparentemente bizzarre e incredibili, negli ultimi anni della sua vita Tesla fu ostracizzato e considerato una sorta di “scienziato pazzo”[12] pur attribuendogli talora curiose anticipazioni di sviluppi scientifici successivi. Molti dei suoi risultati sono stati usati, spesso polemicamente, per appoggiare diverse pseudoscienze, teorie sugli UFO e occultismo New Age. Ciò è dovuto al fatto che Tesla lasciò scarsa documentazione sui risultati ottenuti, e anche questa spesso sotto forma di appunti, non di lavori organizzati e comprensibili a tutti (vedi § Invenzioni teoriche). Pertanto è stato relativamente facile attribuirgli le idee più strampalate, o la paternità di invenzioni mirabolanti non accettate dalla “scienza ufficiale”.”

    Quindi, non tirate fuori roba pseudoscientifica attribuendola a personaggi geniali.

    • Stefano says:

      Stasera ho provato a fare due bobine: una per il tubo dell’acqua e una per il tubo del gas. Risultato? ZERO ASSOLUTO, nessuna differenza. Idee?

      • Mario says:

        l’ho montata e funziona! acqua imbevibile (costretti a comprare quella in bottiglia) ora ha un sapore ed odore differente, oltre che esser più trasparente (prima era torbida).
        Tieni conto stefano che anzitutto va montata Esattamente come spiegato nel video, in secondo luogo, dipendentemente dai materiali, dalla posizione di montaggio e quella del rubinetto/combustione, ha bisogno del tempo necessario affinchè la bobina porti a regime il suo effetto di magnetizzazione nelle tubature.
        Ad esempio se la monti vicino il contatore dell’acqua i risultati li cominci a vedere man mano che la conduttura porta ai vari rubinetti, i più vicini (metricamente parlando) e poi i più lontani. Il risultato immediato lo hai invece quando monti la bac direttamente sul rubinetto: ma è solo una questione di tempo, e quando la bac funziona a regime il risultato lo hai dappertutto. Il mio consiglio è di montarla prima sul contatore, e si ha fretta di vedere i risultati anche su di un rubinetto.

        • Stefano says:

          E’ montata Esattamente come spiegato (direttamente nel tubo flessibile che porta acqua al rubinetto, subito sotto il lavabo). Per il gas, subito prima che il tubo entri nel muro quindi sostanzialmente a 3mt di distanza “di tubo” dal fornello. Ho tenuto acceso il gas per 5 minuti, nessun effetto. L’acqua l’ho fatta scorrere per un pò, nessuna differenza. Per quanto mi riguarda NON funziona.

          • Mario says:

            Ciao stefano. Puoi allegare le foto dei due montaggi? C’è comunque un fattore temporale da tenere in considerazione, lasciala montata e aggiornaci tra un paio di settimane.

  24. Sergio says:

    La cultura scientifica classica ( PRIMITIVA) deve ancora capire se la esiste la vita extraterrestre, be io vi faccio partecipe come piccolo ricercatore-contattista che la vita extraterrestre vive tra noi, vi confermo che esistono varie razze aliene sulla terra, ma vi informo che esiste anche una seconda categoria aliena il GLOBO LUMINOSO, E IL GLOBO LUMINOSO ITALIA, si tratta di ALLIENO SEMIPLASMATICO freddo non di forma umanoide. Nella seconda categoria vi è anche la PLASMATICA ITALIA, e vita completamente PLASMATICA , io li vedo come vedo le persone normali, non bisogna cadere nella negazione di questa evidenza scientifica, guardate su YOU tube video postati

  25. Sergio says:

    TESLA anticipato il futuro nel suo presente, primitivo, tutti i suoi lavori e scritti sono state traffugati dai servizi segreti americani, per questo motivo abbiamo poca documentazione. Ma laboratori segreti americani sanno come sfruttare tutto questo materiale cartaceo, alla faccia nostra.

  26. moreno says:

    Provato su fornelli del gas. Non ho riscontrato nessun aumento di fiamma a parita’ di apertura delle manopole dei fornelli. Montata anche su caldaia a gas ma ancora non posso valutare se e’ cambiato qualcosa. Provero’ comunque sulla mia auto e per l’acqua.

  27. Igor biagini says:

    Come detto più sopra in risposta al primo post riguardante questo argomento, ho provato la BAC sul mio scooter.
    Il risparmio c’è: è ormai un mese che effettuo misurazioni e, tenendo presente che uso il motorino solo per andare al lavoro, sempre sullo stesso percorso, ritengo che la misurazione sia affidabile.
    Ovviamente faccio benzina io e mi assicuro di raggiungere sempre lo stesso livello (c’è una utilissima barretta in cima al serbatoio che mi aiuta allo scopo).
    Non l’ho provato sulle condutture casalinghe di acqua e gas, ma a questo punto, visto il risultato sullo scooter, ci provo senz’altro

  28. Stefano says:

    Mi permetto di postare le considerazioni di un fisico dell’università di Roma (che non sono io) a quanto esposto nell’articolo.

    Il principio della bobina è semplicissimo: induzione + induzione inversa.

    Sostanzialmente, un avvolgimento raccoglie (SE CI SONO) le correnti che generano un campo magnetico, mentre l’altro riporta questo campo magnetico in verso opposto per eliderle.

    L’aura di mistero è del tutto ingiustificata: poche cose, ormai, si conoscono bene come le equazioni di Maxwell, i campi EM e i loro effetti passivi ed attivi, perlomeno a livelli energetici “standard” (cioè per temperature e campi di entità non esasperata come quelli che si trovano nelle stelle).

    Per usare una metafora informatica, l’effetto POTREBBE essere quello di una porta EXOR, detta “anticoincidente” per gli amici: se ci sono flussi di carica “disordinati”, in una qualche misura essi vengono “pettinati” in modo da ottenere qualcosa di più omogeneo.

    Alcune considerazioni mi sgorgano istantanee e chiarissime, ti elenco le più significative:

    – Ciò che fa “disordinare” i flussi di carica sta PRIMA della bobina come DOPO, quindi se un effetto c’è, esso può sparire nei successivi pochi cm di tubo prima dell’utilizzatore; ergo, se abbiamo trattato l’acqua, prima che arrivi alla nostra bocca…è come lavarsi le mani, poi andare in metropolitana toccando ciò che toccano tutti, e poi mangiare un bel panino senza salvietta sicuri di aver affogato i batteri nel lavandino di prima…

    – Il numero di 13 spire è incomprensibile. Gli effetti di induzione/controinduzione dipendono dal tipo di fluido, dal diametro della bobina, dal diametro del filo, dalla spaziatura tra le spire, dal tipo di conduttore, dalla temperatura… come se io dicessi: “questo programma assorbe il 20% della potenza del computer”. 20% di QUALE hardware??? Sostanzialmente, fissare quel numero di spire non ha nessun senso.

    – Per gli stessi motivi, il materiale di cui è composto il tubo influisce sulla fisica del dispositivo. Gomma e plastica vabbé, l’effetto a quelle frequenze è trascurabile, ma un tubo di FERRO da mezzo pollice come quello riportato nella foto per l’acqua… si tratta di 4mm di spessore, vuoi sapere cosa passa di elettromagnetico tra il liquido e la bobina, in quel caso? Te lo scrivo in francese: un ca**o (ma piccolo piccolo)…

    – Considera che ogni pompa a motore, oltre a pompare il fluido, lo espone a campi elettromagnetici notevoli. In particolare le pompe carburante, che sono RAFFREDDATE e LUBRIFICATE dal carburante stesso, che passa in mezzo ad avvolgimenti percorsi da parecchi Ampére, ed è circondato da magneti potenti come quelli degli HDD, senza contare che per un tubo della benzina, il solo fatto di scorrere parallelo ad un filo percorso da corrente equivale a “rimescolamenti” magnetici di entità decine di migliaia di volte superiori a quelli della BAC (pensa ai cavi delle candele con 20kV li vicino). Ultimo, ma non come effetto… nella camera di scoppio la benzina è INCENDIATA da una SCARICA ELETTRICA potentissima…ammesso che la BAC abbia fatto “qualcosa”, prima di bruciare, quel qualcosa fa la fine di un castello di carte centrato da una palla di cannone…

    – Le prove scientifiche. Dunque, il tizio è stato chiuso “11 anni in cantina nel suo laboratorio”, e non è riuscito a disegnare un modello fisico di un doppino che fa 13 giri intorno ad un tubo, né a fare misure di, chessò, PH, ionizzazione, magnetizzazione, densità, temperatura… mi viene il sospetto che prestasse molta più attenzione a youporn, e che in quel periodo di tempo sia passato da ipermetrope a ipovedente… perché altrimenti come ingegnere non vale… una sega…

    – Il mondo è pieno di cose brutte e di complotti, è vero. Probabilmente se un genio trovasse il modo di fare energia pulita a casa sua, verrebbe osteggiato o rapito o più semplicemente ucciso. Ci posso credere. Ma se una qualsiasi brava persona di un Comune, di una Missione al terzo mondo, di un Ospedale, avesse saputo da una delle “migliaia di persone entusiaste” che con 13 giri di “filo stereo” si poteva dare acqua depurata a tanta gente a costo zero, o se un appassionato di automobili/motociclette avesse scoperto che nello stesso modo poteva risparmiare il 20% del carburante… cosa li avrebbe fermati? Chi li avrebbe fermati? I camionisti taroccano il cronotachigrafo, il motore, i fari…e con 1000€ a pieno, non si farebbero bobinare pure il pisello per risparmiare 200 sacchi?

    – Cosa succederebbe se bobinassimo una sigaretta? Sarebbe come fumare un Arbre Magique? A che essenza? Pino? Mango?

    – La cifra di due Euro per la bobina è decisamente esagerata. Ci vogliono circa 40 centesimi. E credo che, più di ogni altro ragionamento, questa ultima cosa sia ciò che invalida completamente tutto il discorso della BAC. Peccato…non fosse stato per la cifra,

    • giancarlo says:

      Fantastico. Saresti un ottimo conferenziere: brillante e caustico.

      Nulla da dire sulle tue acute e sarcastiche battute….

      Solo che…. a livello scientifico, mi sovviene la toria di un coleottero che, per LEGGI FISICHE, non può assolutamente volare: le ali sono troppo piccole, piazzate nel punto sbagliato del corpo.

      Sapesse leggere, smetterebbe di volare e si vergognerebbe della propria presunzione…. Ma, per fortuna, non può saperlo e CONTINUA IMPERTERRITO A VOLARE; ALLA FACCIA DELLE CONCLAMANTE CERTEZZE degli scienziati 😀

    • Igor says:

      Son passato da 20,5 Km/litro a 23,5 Km/litro sul mio scooter Sym 150. Stessa tipologia di percorso, i numeri sono riferiti a 2 mesi di misurazioni continue.
      Faccio io il pieno e ho un segno che mi aiuta a rendere omogenea la misurazione.
      Questi sono dati di fatto, se vuole sproloquiare, contento lei. Ma sarebbe meglio aprire la bocca dopo che si è sperimentato.

  29. Paolo says:

    Salve sto utilizzando da 10 gg la bobina di bac sul tubo dell’acqua del lavandino della cucina e ho notato questo:
    Se bevo l’acqua appena uscita dal rubinetto è senza gusto ed è accettabile ma se la bevo dopo un’oretta ecco che sa di cloro quindi non capisco se stia funzionando oppure no
    Posso filtrare l’acqua nella caraffa brita? cambierebbe le sue proprietà potenzialmente acquisite?

  30. Mario says:

    Ciao Pamela. Rispondo alla tua domanda (che forse per sbaglio è stata cancellata..) …
    Anche io inizialmente non mi trovavo confrontando il destrogiro fatto con la mano destra e la rappresentazione 3D che sta all’inizio della pagina. In quella rappresentazione il flusso rosso è quello in entrata, il blu quello in uscita. Poi alla fine mi sono reso conto che l’immagine 3d è corretta: quando usi la mano destra per il riferimento destrogiro, metti la mano con il palmo rivolto verso di te, e il pollice che punta verso l’alto. la mano destra la chiudi come se fosse il “like di facebook pe rintenderci. cioè così:
    http://thumbs.dreamstime.com/z/real-hand-thumbs-up-sign-white-background-isolated-like-icon-51700376.jpg

    A questo punto immagina che l’acqua sale verticalmente per la mano e va verso il pollice fino all’unghia del pollice, per poi proseguire all’infuori della manno. La spirale va montata “partendo” dal mignolo, e avvolta dalla sua falange verso la sua unghia per intenderci. quindi vedendo l’immagine della mano che ti ho linkato, da “sinistra a destra” del mignolo. è chiaro che l’avvolgimento poi proseguirà nel verso opposto essendo un movimento circolare, ma poi di nuovo ritornerai ad avere il filo che partirà dall’inizio dell’anulare e andrà nel verso dell’unghia dell’anulare..e così via. Ora se provi a confrontare questo montaggio basandoti sulla mano destra, con quello dell’immagine 3D della BAC vedrai che corrisponde.
    per quanto riguarda le altre 2 foto di montaggio, la prima delle due (quella al centro) non ho idea della direzione del flusso, mentre la seconda (l’ultima sulla destra) dovrebbe trattarsi di un tubo dell’acqua. in tal caso il fluido solitamente va dal basso verso l’alto, sopratutto quando in una villetta a più piani o in un condominio l’acqua va portata ai piani superiori, e si trova in accordo col verso destrogiro fatto con la mano destra.
    Spero di aver risolto i tuoi dubbi sul verso del montaggio.

    Pur non conoscendo i motivi per il quale viene consigliato il montaggio destrogiro, montandola così effettivamente funziona, e questo mi basta 🙂 il resto delle spiegazioni le lascio ai “tecnici”.

    • Pamela says:

      grazie!!! gentilissimo.
      Mi salvo la tua spiegazione così non la perdo 😉

      • Pamela says:

        …sono andata dal benzinaio per farmi indicare il tubo della benzina e non ha saputo rispondermi… sono messa bene!! 😛 Mi tocca proprio andare dal meccanico, che mi conosce e quindi non potrà fare a meno di chiedermi perchè lo voglio sapere e gli risponderò… mi sa che appena si sparge la voce dovrà installare bobine bac a tutto il paese 😀

  31. lorenzo says:

    provata sulla moto, non so dire la percentuale precisa perche fatto pochi Km, ma sicuramente un certo aumento di chilometraggio c’è perche computer di bordo è molto preciso. aggiornerò poi quando provato anche risutalti su tubo acqua ed auto

  32. rino says:

    ma montando la bobina su un flex dell’acqua fredda funziona lo stesso ???

  33. Antonio D' Agata says:

    Salve, quattro giorni fa , con un pizzico di scetticismo ho montato la bobina bac sulla mia Peugeot 206 alimentata a benzina , dopo averla montata al momento della prova della verità, funziona o non funziona , con amarezza vedo che non funziona ,percorro un paio di km , per essere più precisi quasi sei , mi fermo in un bar mi prendo un bel caffè , ( per addolcire la mia delusione ) rimonto in auto metto in moto , e già noto una cosa pazzesca il contagiri che a minimo mi oscillava fra i 900 / 1000 giri mi si era stabilizzato a 750 giri , il mio motore è un 1400 cc ed ha uno spunto in partenza degno di un 1600 / 1800 cc , faccio una parentesi questa auto la guida anche mio figlio , un neo patentato , che ancora non ha molta esperienza a riguardo i motori , e all’oscuro di ciò che avevo montato o fatto nell’auto, quando una sera al rientro , mi dice , papà , ma non ti sembra che la macchina è come se ha un pò di spunto in più , we non è suggestione 🙂 l’unica differenza che non posso testare è la velocità finale di punta , visto che mai prima di ora l’avevo testata , andiamo ai consumi , la cosa per me più importante , mentre prima testata e ri testata una marea di volte percorrevo con € 10,00 di carburante nel ciclo urbano non più di 90 / 95 Km quindi all’incirca 12 km / come dichiarati dalla casa , oggi riesco a percorrere con tranquillità 115 Km…… la mia domanda è che son passati ad oggi neanche una settimana ,ci potrà essere un miglioramento sul risparmio andando avanti ? ……purtroppo l’unico posto più facilmente accessibile per il montaggio è proprio in prossimità dell’iniettori dove il tubo fa una bella curva , quindi per quanto io abbia cercato di non lasciar spazio fra le spire del filo non è venuto proprio perfetto , quindi mi chiedo ciò può far rendere meno la resa della bobina ? e se nel tubo di alimentazione ne monto un’altra di bobina, sempre a 13 giri, a metà frà il serbatoio e il motore ,dove ( purtroppo me ne sono accorto dopo ) ci sta un tratto di tubo perfettamente dritto , cosa può succedere ? credete sia meglio o no ? ………grazie per la vostra gentilezza …..grazie per il lavoro di ricerca e divulgazione che fate .

  34. Luca says:

    Sono un ingegnere, apparentemente come chi ha scritto questo articolo, e mi piacerebbe vedere numeri e formule a riguardo, perchè quando si parla di un riparmi di carburante dal 10 al 30% sobbalzo.
    Mi ricordo dell’enorme truffa avvenuta anni fa con un dispositivo, se non simile, almeno paragonabile, Tucker. Grazie.

    • Raffaele says:

      Salve Ing. Nel dubbio di farLe venire o meno il sobbalzo…. provi. Un Ingegnere (di cosa poi…) sà dove mettere mano

      • Luca says:

        Un ingegnere elettronico. Ripeto: mi piacerebbe vedere formule e numeri, tutto qui. Sono scettico, molto scettico, la cosa la disturba?

  35. Luca says:

    Domanda….qualcuno sa dirmi se applicando più bobine bac in serie su uno stesso tubo se ne potenzia l’effetto ?

  36. giuliano says:

    buon giorno, ma le correnti parassita o vaganti non bucano i tubi in ferro grazie

  37. elio says:

    dalla lettura mi sembra una st….., la tensione (anche delle onde eteree….) sarà di microvolt,…, e nn è meglio un magnete al neodimio da 20000 gauss ?

  38. Johnny says:

    Buongiorno, anzitutto grazie per aver segnalato questo interessante dispositivo.
    avrei solo una domanda: se la estremità dei cavi vanno collegate, rosso iniziale con nero finale e viceversa non si crea un cortocircuito elettrico? abbiamo la paradossale situazione di un generatore che crea della corrente che ridà a se stesso!
    forse mi sbaglio ma gradirei chiarimenti. grazie per l’attenzione
    continuate così
    Jonathan

    • dioni says:

      Ciao Johnny, si è una bobina, e su un avvolgimento chiuso si accoppiano un sacco di campi elettromagnetici.
      Grazie a te!

      • Johnny says:

        ciao Dioni, ovvio che è una bobina, ma un cortocircuito chiuso è fine a se stesso se non è direttamente collegato a un dispositivo utilizzatore.
        e poi scusa, che razza di terminologia è “un sacco di campi magnetici”? tutto ciò è poco scientifico.
        potresti gentilmente indicarmi un sito dove viene spiegato in termini tecnici e scientifici il funzionamento di questa bobina?
        grazie per il tempo che mi concedi

        • dioni says:

          Ciao Johnny,
          Non credo ci sia un sito scientifico, ma puoi andare nel sito ecocreando dove la stanno studiando. Anche quelli del gruppo Spazio Tesla la stanno studiando con ottimi risultati dato che si rifa agli studi di Tesla. I campi magnetici sono molti, c’è l’autoinduzione, quelli che vengono incanalati dall’esterno e quelli dall’interno col passaggio del fluido. Buona ricerca

          • Johnny says:

            i dubbi sono molti, per cui mi resta una sola cosa da fare: domani vado a prendere tutto il materiale e installo la bobina su auto, moto e caldaia.
            ti farò sapere!

  39. alfredo says:

    salve, confermo che su gas e acqua funziona. Voglio provare su auto , ma è vero che occorre staccare batteria??

    • dioni says:

      Ciao Alfredo, nelle macchine con la centralina elettronica sì (quindi solo con le macchine vecchie non va staccata)

  40. Mozzarilla1 says:

    Stiamo parlando di un sistema “magnetizzante” che dovrebbe generare e consumare energia. Energia che, se ho capito bene non prende da nessuna parte: cioè, è da escludere che usi il magnetismo dell’etere, perchè non basterebbe per dare quegli effetti. Io non sono esperto in materia, non voglio sentenziare, ma qualcosa non mi quadra: facendomi lo schema su carta del collegamento vedo subito che si crea il tipico “corto circuito”, ma senza l’elettricità! (Quindi cmq niente danni!), ma un processo del genere ha bisogno di un’alimentazione per funzionare. Sto dicendo che se arrotoli del filo elettrico, seguendo quei criteri, non provochi nessuna reazione! O cmq niente di percettibile! E poi mi chiedo: dove finiscono i metalli pesanti che dovrebbero essere stati “separati” dal liquido? Chissà se qualcuno che la usa da un po’ di tempo può dirci se ha mai smontato il tubo su cui sono avvolti i cavi per sapere se sulle sue pareti sono rimasti i residui (dovrebbero essere abbondanti…) dei metalli pesanti…?
    Non voglio smontare nessuno, è solo che secondo me a sto giro è capitato un po’ di effetto placebo… o simili!

    • franco says:

      un filo avvolto a bobina se immerso in un campo magnetico variabile produce una f.e.m. autoindotta e ai cuoi capi è possibile misurare una tensione, se la bobina è doppia ci sarà una f.e.m. molto + grande; avvolgendo il filo su un tubo, e ci faccio passare dentro un liquido o un gassoso, creo un flusso di molecole, quindi atomi, quindi elettroni, e l’energia elettrica è un flusso di elettroni, se misuri con un tester si nota la differenza quando non ci passa nulla capta solo il magnetismo dell’ ambiente circostante, se ci passa qualcosa la lettura cambia totalmente. Personalmente ho notato una grossa differenza tra prima e dopo, ne ho sparse un pò in giro sui mezzi e a casa, i vantaggi sono notevoli, l’ auto sul libretto c’è scritto che percorre 18,5Km/l extraurbano, io giro sopprattutto in città e con gli ultimi pieni si è stabilizzata a 26Km/l, all’ inizio ero molto scettico ma x fare una prova ci vuole poco assicuro che se realizzata nel modo corretto funziona alla grande

  41. Tony says:

    la bobina BAC funziona: l’ho installata sulla tubatura del gas che parte da una bombola che di solito consumavo in un mese e mezzo……mentre ora arrivo ai tre mesi, ed in un caso tre e mezzo quasi….. è montata da oltre un anno e mezzo quindi non ho dubbi. Dalle mie prove ho capito che la bobina si comporta come un circuito accordato LC in parallelo in grado di captare qualsiasi segnale radioelettrico con una frequenza di risonanza data dal numero spire e dal diametro del tubo dove è avvolta ma anche dalla capacità parassita dell’isolante tra i due avvolgimenti ed in base alla configurazione dei due avvolgimente fa l’effetto “pompa” come si evince immaginando il flusso elettrico che percorre gli avvolgimenti partendo dal rosso per proseguire con il blu nella prima foto all’inizio di questa pagina……”guidando” le molecole nella direzione di flusso del combustibile in modo che riassumerei come nel funzionamento del tubo catodico….spero di essermi fatto capire e aspetto altri pareri e suggerimenti per la sperimentazione.

    • franco says:

      sono felice della tua esperienza, ti suggierisco prova sul clima migliore di 1 grado e pinza amperometrica alla mano consuma meno

      • Tony says:

        voglio installare una BAC sul tubo di mandata del gasolio della mia BMW 118d che ha avuto già un miglioramento dei consumi, passando da 16 km/litro ai 18,1 km/litro di media, aggiungendo olio per miscela per motosega con caratteristiche JASO TC o API FC (che non rovina il FAP o il catalizzatore) alla nafta in proporzione dello 0,5 % ovvero 250 cc su 40-50 litri di carburante, il quale lubrifica la pompa AC, la pompa Common Rail e gli iniettori piezoelettrici migliorando i tempi di risposta dell’apertura degli spilli con una migliore nebulizzazione garantendo la lubrificazione di tutti questi componenti che altrimenti sarebbero lubrificati solo dalla nafta che è troppo secca per svolgere bene questo compito. Chissà che con la BAC si possa migliorare ancora i consumi e le prestazioni….alla fine tentare non nuoce !! Continuo gli esperimenti e vi terrò al corrente. A presto.

  42. Massimo says:

    come mai non c’è stata una prima casa automobilistica a farne un modello tecnicamente perfetto e installato in grande serie sulle proprie auto ? Il vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza qualcuno se lo sarebbe sicuramente giocato per così poco e di conseguenza poi tutti gli altri costruttori di auto avrebbero già ad oggi seguito. A già, dimenticavo. Si potrebbe obiettare che gli interessi delle multinazionali del petrolio non lo permetteranno mai. E già … invece lo sviluppo degli iniettori elettronici e della gestione elettronica del motore che in meno di venti anni ha raddoppiato le percorrenze per litro, queste cose i petrodollari non sono riusciti a fermarli. Una volta quando non c’era internet e i social per scacciare la sfiga e il malocchio si appendeva allo specchietto retrovisore un cornino rosso. Cambiano gli strumenti ma la credulità è quella dell’epoca dei totem da venerare.

    • Tony says:

      il credo di tutti i costruttori di auto è risparmiare, ma non combustibile……!! Risparmiare combustibile si realizza a causa delle norme EURO le quali obbligano i costruttori ad usare costosi sistemi di iniezione prodotti da poche multinazionali per poter rispettare le dette norme e non sempre la ciambella riesce con il buco (vedi la Volkswagen) ma questa è un’altra storia. Produrre una bobina Bac e installarla senza un guadagno certo e senza un perchè dettato dalle leggi, non solo è inutile per le case automobilistiche ma è pure controproducente per tutte le autorizzazioni ed omologazioni alle quali sarebbe sottoposta la bobina prima del montaggio di serie….quindi per loro il gioco non vale la candela ! L’interesse è tutto nostro invece, sopratutto per il fatto che provare non costa niente….pochi minuti e un pezzo di filo rossonero tipo fino ( 0,5 mm2) per altoparlanti e qualche giro di nastro e il gioco è fatto !! Funziona ?? Meglio e risparmio non solo combustibile ma anche spese di ripristino degli organi del motore che si guastano a causa di una non ottimale combustione…..non funziona ?? Tolgo tutto e amici come prima !! Devo ancora terminare le mie prove poi come promesso pubblicherò il tutto…..intanto come assaggio dico che, vedere il Body Computer della BMW segnare un 3,9-4,9 Lt x 100 Km a 130 Km/h con il Cruise Control inserito in autostrada e con l’ausilio di olio per miscela da motosega come ho spiegato in un post più sopra mi da una bella soddisfazione…..ciao a presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline