ghee

Il Ghee, o Ghi nella lingua Indi, rappresenta un’antichissima ricetta impiegata nella medicina ayurvedica: il risultato del processo di lavorazione previsto appare del tutto simile al classico e conosciuto burro chiarificato. Si tratta infatti di burro dal quale è stata estratta completamente la componente acquosa e protetica in esso tipicamente contenute. Gustoso e salutare, particolarmente amato in cucina, permette di sostituire in toto l’utilizzo del noto latticino, a vantaggio del benessere dell’organismo.

Ghee ayurveda: un autentico elisir di benessere

 In India, ormai da secoli, proprio la medicina ayurvedica impiega il Ghee in cucina ma anche rivolgendo tale preparazione ai più svariati utilizzi. Suggerito per bilanciare Vata e Pitta, appare tuttavia meno adatto qualora si tenda alla condizione Kapha. Considerato dalla popolazione indiana come “oro liquido”, il Ghee burro, agevola la digestione dei cibi e l’assimilazione dei nutrienti, risultando un valido aiuto anche in presenza di colite e ulcera gastrointestinale.

Nonostante il Ghee sia l’equivalente di un burro chiarificato, e quindi grasso, l’assunzione non. Presenta alcuna controindicazione a carico del fegato, ma al contrario contribuisce a rinforzarne le difese. Sovente infatti viene amalgamato per questo a molteplici erbe officiali al fine di favorire l’assorbimento intestinale, rappresentando il cosiddetto “anupana” o veicolante. Riesce infatti a penetrare facilmente la barriera cellulare intestinale, costituita da un doppio strato lipidico in modo veloce e immediato.

Considerato nell’Ayurveda un autentico “elisir di giovinezza”, il Ghee o Ghi, apporta notevoli benefici all’organismo: tonifica i tessuti nervosi, migliora la memoria e stimola la percezione. Promuove altresì la rigenerazione cellulare rappresentando un elemento naturale onnipresente nelle pietanze ayurvediche, esattamente come il latte e il miele.

Tale burro, del tutto privo di sale, viene considerato un prodotto estremamente naturale in virtù del fatto che non presenta acqua né proteine generalmente contenute nel classico burro e molteplici ne sono gli impeghi: utilizzato sia ad uso interno che esterno, trova ampia applicazione nella produzione di cosmetici e preparati ayurvedici. Pomate e impacchi a base di Ghee possono favorire il sonno, ridurre il gonfiore a carico degli occhi dato dall’eccessiva stanchezza, riduce l’affaticamento generare e promuove la vista. Ottimo anche se impiegato come struccante.

Burro chiarificato ghee: di che si tratta

Il Ghee si presenta analogo al burro chiarificato, sebbene si differenzi da quest’ultimo per le metodologie legate alla relativa preparazione: prevede infatti l’ebollizione al fine di privarlo della componente acquosa, delle proteine e del lattosio, divenendo in questo modo grasso allo stato puro. Per approfondire abbiamo trattato l’argomento nell’articolo Differenza tra Burro Chiarificato e Ghee. Come si Preparano e Benefici.

Il burro chiarificato prevede l’utilizzo della sola componente liquida, di colore chiaro e dorato, filtrata mediante un colino a maglia fine e riposta all’interno di un barattolo in vetro. Nel Ghee invece, componente principale è la caseina, ottenuta dalla caramellizzazione del composto in padella, la stessa che conferisce al prodotto un gusto delicato e unico, attraverso la cosiddetta reazione di Maillard dove la caseina risulta appunto separata reagendo con gli zuccheri naturalmente presenti. Più leggero e altrettanto gustoso, il burro Ghee si presta ad essere utilizzato in sostituzione del burro, risultando perfettamente digeribile e adatto anche a chi è intollerante al lattosio.

ghee acquista

Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto.

Burro ghee: com’è composto

Il Ghee è costituito dal 60% di grassi saturi, in prevalenza a catena corta, dal 25/30% di acidi grassi insaturi e dal 4% di polinsaturi. La quantità di colesterolo che lo costituisce è minima: solo 8 mg per ogni cucchiaino mentre la medesima quantità, apporta circa 300 KCal.

Benefici in questo caso risultano appunto i grassi saturi poiché si convertono tipicamente in energia e non vengono al contrario stoccati dall’organismo comportando un aumento di peso, risultando sempre digeribili e a rapido assorbimento.

Il livello di assorbimento da parte dell’intestino tenue è molto più elevato se comparato al burro tradizionale e alle altre tipologie di grassi. Gli acidi grassi a catena corta dispongono altresì di spiccate proprietà antibatteriche intestinali, utili al fine di mantenere integra la flora batterica, rinforzando le difese immunitarie. Il Ghee presenta anche una discreta quantità di acido butirrico, acido grasso anch’esso a catena corta in grado di arginare la trasformazione delle cellule del colon in cellule potenzialmente tumorali. Presenti nel Ghee anche le Vitamine liposolubili A, D, E, K, indispensabili per preservare l’organismo nelle migliori condizioni, rallentandone i processi di invecchiamento e favorendo la perdita di peso qualora non se ne assumano quantità eccessive.

È risaputo quanto i grassi siano generalmente demonizzati quando si parla di regime dietetico sano e controllato: gli eccessi non sono mai graditi dall’organismo ma è anche vero che assumere i cosiddetti grassi ritenuti “buoni”, favorisce e promuove anche le più comuni funzionalità assunte dalle cellule.

Questo avviene poiché proprio la membrana cellulare è costituita da un doppio strato lipidico, lo stesso che permette alla cellula di operare in maniera adeguata, solo se dispone di una corretta quantità di grassi saturi e monoinsaturi.

Allo stesso modo anche la membrana che circonda il cuore è costituita da grassi insaturi di cui l’organo si nutre, specie se sotto stress: proprio il Ghee burro detiene una notevole quantità di acido stearico, grasso che generalmente alimenta proprio il muscolo cardiaco. Proprio per questo i grassi buoni presenti nel Ghee assolvono numerose funzioni organiche e metaboliche, proteggendo le cellule e mantenendole in vita al fine di garantire il corretto funzionamento di tutti gli organi e apparati così come l’equilibrio del naturale processo di termoregolazione e degli ormoni.

Ecco dunque che, fra i grassi saturi di origine animale, il Ghee rappresenta senza dubbio il più indicato pe un utilizzo quotidiano sulle nostre tavole.

Ghee proprietà, vantaggi e benefici

Molteplici sono le proprietà, i vantaggi così come i benefici dati dal consumo di Ghee: tale preparato favorisce la digestione e l’assimilazione dei nutrienti, stimolando il metabolismo e promuovendo la perdita di peso. Rafforza inoltre il sistema nervoso così come il cervello, contribuendo a migliorare la concentrazione, la percezione, la vista e la memoria.

Rappresenta la tipologia di grasso più salutare sia per il fegato che per l’organismo nella sua interezza: viene infatti ampiamente utilizzato come rimedio naturale contro le ulcere gastrointestinali e la colite. Aiuta nel processo di disintossicazione e depurazione del sangue, lubrificando inoltre il tessuto connettivo: incrementa progressivamente la massa muscolare, e rappresenta altresì uno tra gli alimenti detox per eccellenza.

In ultimo, ma non certo in ordine di importanza, il Ghee rappresenta un valido aiuto se si intende fortificare sia il fegato che l’apparato urinario e i reni, ripristinandone l’originario equilibrio.

Secondo alcuni scienziati del Dairy Research Institite, come riportato anche sul Journal of Medical Research, il Ghee, se assunto in modiche quantità, risulterebbe idoneo a scongiurare il pericolo di cancro poiché in grado di incrementare la produzione di enzimi deputati alla detossinazione dalle sostanze potenzialmente cancerogene.

Ulteriori studi avrebbero inoltre dimostrato che pur innalzando i livelli dei trigliceridi, non aumentano i processi di perossidazione lipidica che generalmente tengono a favorire la comparsa di patologie cardiovascolari. Questo significa che il Ghee aiuterebbe a preservare altresì la salute del cuore.

Digeribile, leggero e nutriente, rappresenta un valido sostituito del burro chiarificato o convenzionale così come dell’olio d’oliva grazie alla notevole resa in cucina, così come al gusto delicato e piuttosto neutro che rende il Ghee adatto ad ogni genere di preparazione. Perfetto anche se integrato nell’alimentazione dei bambini, appare particolarmente idoneo anche per chi presenta intolleranze al lattosio. È opportuno infatti che il Ghee ne è totalmente privo.

Presenta inoltre un punto di fumo estremamente alto, ovvero a 190-200°C contro i 120-130°C del burro tradizionale e può quindi essere sottoposto a temperature particolarmente elevate, senza tuttavia sprigionare sostanze tossiche. 

Burro chiarificato ricetta: Ghee tradizionale

Preparare Ghee fatto in casa rappresenta un’operazione relativamente semplice: la ricetta del ghee prevede il solo impiego di 500 g di burro non salato e preferibilmente biologico da sciogliere in un tegamino a fuoco basso per circa 90 minuti avendo cura di rimuovere accuratamente la leggera schiuma originata di volta in volta dalla bollitura, data dalla caseina. Terminata poi la schiumatura, quando il liquido ottenuto apparirà perfettamente limpido e dorato, si potrà procedere riponendolo all’interno di un barattolo in vetro, da conservare in frigorifero.

Come utilizzare il Ghee

Il Ghee può essere utilizzato in sostituzione del burro classico, avendo cura di non abbondare con le dosi, sebbene appaia ricco di vitamine e acidi grassi ad azione antimicrobica per l’intestino: occorre semplicemente tenere presente che in genere ogni in ogni ricetta che preveda l’utilizzo del burro, può essere utilizzato il Ghee in proporzioni del 20% in meno rispetto al tradizionale latticino.

Ghee e Ayurveda

Nella medicina ayurvedica il ghee viene medicamentato ovvero viene mescolato con delle erbe e sostanze curative. Infatti in questo modo il corpo sembra essere maggiormente in grado di assorbire i principi attivi curativi delle sostanze. Quindi ad esempio è ottimo il ghee con brahmi per potenziare il cervello e il ghee con ashvagandha per dare energia e forza.
ghee acquista
ghee acquista brahmi
ghee acquista ashvagandha

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni