Caffè: Ecco perchè puoi stare meglio senza

21 Commenti

caffe

Il caffè tanto osannato come stimolante per via della caffeina, alla lunga invece di stimolare provoca affaticamento stressando le ghiandole surrenali. Contiene anche metilxantine e acido benzoico che danneggia il collagene della pelle e provoca invecchiamento. Riduce l’assorbimento di vitamine e minerali, favorisce ansia e attacchi di panico.

Sindrome da astinenza per una sostanza non sana

Chi lo beve quotidianamente e smette proverà veri e propri sintomi da astinenza. Affaticamento, irritabilità, cefalee, ansia e perfino nausea. Nessuna sostanza “sana” provoca tali crisi.

Gli effetti paradossali del caffè

Il caffè pur essendo uno stimolate, provoca affaticamento. Il perché è presto spiegato: le ghiandole surrenali, adibite alla produzione degli ormoni dello stress, sono sottoposte a iperlavoro. Ciò da una momentanea carica, ma alla lunga rallentano la propria attività. Le conseguenze di questo rallentamento possono essere anche molto gravi per la nostra qualità di vita: aumento del peso, rallentamento delle funzioni intellettuali con calo della memoria. Si assisterà ad un progressivo decadimento di tutti gli organi e tessuti. Un effetto comune a tutte le sostanze tossiche!

Undici motivi per evitare il caffè

1) Il caffè è una droga caustica che causa assuefazione e forti crisi di astinenza. Anche chi prende un solo caffè al giorno trova oltremodo difficile liberarsi da tale schiavitù. Il caffè può essere considerato una versione legale della cocaina.
2) Il caffè è teratogeno, per cui causa difetti genetici alla futura prole. Molti esperimenti dimostrano che è troppo spesso causa di malformazioni e difetti agli arti dei neonati.
3) Il caffè è mutageno. Una tazzina contiene 250 mg di acido clorenico, di actractylasides
(estremamente tossico) e di glutathione transferase inducers (cafestol palmitates).
4) Il caffè è cancerogeno per il suo materiale combusto e per il contenuto in methilglyoxal (mutagenic pyrolisis product), ed è associato a tumori alle ovaie, alla vescica, al pancreas, allo stomaco e all’intestino.
5) Il caffè contiene caffeina, uno tra i 20 veleni più pericolosi del pianeta, un alcaloide tossico che irrita il sistema nervoso, sbilancia il sistema simpatico e causa aritmie cardiache.
6) Il caffè e torrefatto ed amaro. Corrompe l’alito, ingiallisce i denti, irrita lo stomaco e danneggia pesantemente il fegato. Come se non bastasse, ha effetti distruttivi sul sistema renale. Una tazza di caffè mette 21 ore per passare attraverso i reni e il sistema urinario. Bastano 8 tazzine al giorno per fare di una persona sana un cliente probabile alla dialisi e al trapianto.
7) Il caffè è carico di acido ossalico che vincola e sequestra il calcio, e causa calcoli ai reni e in altre parti del corpo.
8) Il caffè è carico di acido urico. Acidifica il corpo e causa osteoporosi. Sovverte la digestione e il sonno. E’ causa di emicrania, di fiacchezza e di depressione nelle inevitabili fasi di carenza.
9) Il caffè produce una restrizione dei vasi sanguigni, alta pressione, irregolare circolazione coronarica, insufficienza renale, ulcere gastriche, ronzio alle orecchie, tremito muscolare, irrequietezza, sonni agitati, diabete nei neonati, irritazioni gastrointestinali, sconvolgimenti nel glucosio del sangue (spinge il pancreas a secernere più insulina).
10) Il caffè, sia a pasto che dopo pasto, fa da innaturale acceleratore digestivo in quanto obbliga il cibo a lasciare lo stomaco, ed anche l’intestino, troppo rapidamente, causando malassorbimento degli alimenti e rallentamento della peristalsi intestinale. Il latte nel caffè è un ulteriore errore alimentare, col tannino del caffè che va in fermentazione e causa irritazioni intestinali.
11) Il caffè riduce del 50% l’assimilazione del ferro ingerito con gli alimenti. Il paradosso è che ti dicono di mangiare carne mentre invece la soluzione è più semplice: il caffè ha la capacità di limitare le nostre capacità di assorbimento di vitamine e minerali indispensabili all’organismo come ad esempio ferro, zinco e calcio.

Nutri il tuo benessere

Entrando a far parte della nostra newsletter sarai tra i primi a conoscere le ultime notizie, eventi e pubblicazioni.

(E' gratis!)

 

No SPAM! Non condivideremo la tua email con terze parti.

Grazie!

Iscrizione effettuata con successo

Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, è un ricercatore nel campo del benessere bioenergetico e della crescita personale. Laureato con il massimo dei voti in ingegneria, si occupa di naturopatia, geobiologia e sviluppo del potenziale umano attraverso il risveglio dell’energia vitale e della coscienza.

Leggi anche

21 Commenti su questo post

  1. Sono sempre dell’idea che l’importante è non abusarne. Io ne bevo al massimo una tazzina al giorno!

  2. Sono sempre dell’idea che l’importante è non abusarne. Io ne bevo al massimo una tazzina al giorno!

  3. Sono sempre dell’idea che l’importante è non abusarne. Io ne bevo al massimo una tazzina al giorno!

  4. Sono sempre dell’idea che l’importante è non abusarne. Io ne bevo al massimo una tazzina al giorno!

  5. Da adesso non lo berrò mai più…

  6. Da adesso non lo berrò mai più…

  7. Da adesso non lo berrò mai più…

  8. Da adesso non lo berrò mai più…

  9. Igor Barbos says:

    Nina Cotorobai

  10. Igor Barbos says:

    Nina Cotorobai

  11. Igor Barbos says:

    Nina Cotorobai

  12. Igor Barbos says:

    Nina Cotorobai

  13. Circa 8-10 anni fa smisi di bere caffè per un senso di nausea ..ascoltai semplicemente le mie sensazioni corporee …lo sostituì con the verde e orzo , da allora sto bene.

  14. Abbiamo sostituito il normale caffè con uno biologico (addirittura con un prezzo inferiore) e ci limitiamo a una tazzina al giorno.

  15. Mauro says:

    Se e’ cosi’ meglio evitarlo,non e’ necessario!!!

  16. Tiziano says:

    Bevevo sulle 3 tazze al giorno di caffè ….da 10 anni non lo bevo più e sto molto meglio!

  17. Davide says:

    Ciao, è molto interessante questo articolo ma vorrei approfondire, potresti dirmi le fonti? grazie ciao.

    • Dioni says:

      La fonte principale è il blog del Dott. Valdo Vaccaro

      • Clay says:

        Vaccaro? Fonte autorevole!!!!! mah…..
        Peccato che il caffè abbassi la mortalità per tutte le cause: con metanalisi epidemiologiche “serie” è possibile osservare la famosa curva ad U “U shape” in cui si identifica che il consumo di 5-7 tazzine al giorno di buon caffè ha gli effetti protettivi descritti.

  18. simone says:

    Ciao. È la prima volta che sento tutte queste informazioni negative sul caffé.
    tengo a precisare che ci solp oltre 90 modi diversi di bere caffé.
    che nel moldo se ne bevono omtre 200 milioni di tazzine al gg che da sempre considerata bevanda corroborante e antiossidante per eccellenza.
    ho partecipato personalmente a molte ricerce e studi su questo elemento naturale e sua relativs sostanza e mai é emerso nulla di quello da voi descritto.
    spero abbiate avuto tempo e modo per certificare quello che dite nei vostri scritti. Simone de Cicco
    Espresso Bolognese

  19. Giuse says:

    Anche l oms l ha messo tra le sostanze di probabile fattore di rischio per la salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nutri il tuo benessere

Ricevi la nostra newsletter periodica. E' GRATIS!

La tua privacy è al sicuro con noi.

Prenditi cura del tuo benessere

Inserisci la tua mail per ricevere i migliori contenuti su:

✓ Rimedi naturali                    

✓ Terapie innovative               

✓ Crescita personale              

E' GRATIS!

Rimani in contatto con Dionidream

✓ I migliori integratori

✓ Recensioni libri

✓ Date degli eventi

Sent!

Please check your e-mail and download FREE BETA version.

 

SHARE IT