Cancro al seno: cocktail di 6 estratti vegetali in grado di uccidere il 100% delle cellule cancerogene

5 Commenti

Autori: (di varie università)

Allal Ouhtit
Rajiv Lochan Gaur
Mohamed Abdrabo
Shubha K. Ireland
Prakash N Rao
Shailaja G Raj
Hamad Al-Riyami
Somya Shanmuganathan
Ishita Gupta
Subramanyam N Murthy
Andrew Hollenbach
Madhwa HG Rajl

Pubblicato su
Journal of Cancer – vol.4 /2013 pagg. 703-715

L’alimentazione a basa vegetale gioca un ruolo fondamentale nel prevenire e nel contrastare il cancro. Ecco una nuova conferma.
I ricercatori statunitensi hanno scoperto che alcuni estratti naturali ricavati dalla curcuma, dalla soia e da altre piante sono utili per contrastare e annientare il cancro al seno.

continua la lettura…

Un cocktail composto da 6 sostanze naturali fitochimiche presenti in vegetali, frutta, piante e spezie può uccidere il 100% delle cellule malate che provocano il cancro al seno senza effetti collaterali o tossici sulle cellule sane.
I risultati dello studio sono stati pubblicati sul numero di novembre della rivista scientifica The Journal Of Cancer.
Come ha spiegato Madhwa Raj, una delle cause primarie delle recidive del cancro al seno, cioè della ricomparsa della malattia, e della morte delle pazienti, è data da un gruppo di cellule che riescono a resistere alle terapie, compresa la chemioterapia, e sono in grado di generare nuovi tumori (scrivono gli autori: “chemioterapia tradizionale e radioterapia per il trattamento del cancro devono affrontare gravi sfide quali la resistenza ai farmaci e gli effetti collaterali tossici”)

Per questo motivo, secondo gli esperti, è così importante andare alla ricerca di trattamenti più sicuri ed efficaci contro il cancro al seno, oltre che agire per la prevenzione.
I ricercatori del team hanno testato 10 sostanze fitochimiche protettive già note presenti in cibi come broccoli, uva, soia, mele e curcuma, prima di stabilire le 6 componenti migliori da utilizzare:
1) isoflavoni dalla soia
2) curcumina dalla curcuma
3) indolo-3-carbonolo (indo-3-carbinol) dalle crucifere
4) ficocianina C (C-phycocyanin) dalla spirulina (alga)
5) reservatrolo dall’uva
6) quercitina, un flavonoide presente nella frutta, nella verdura e nel tè.

I ricercatori hanno somministrato le 6 sostanze sia alle cellule cancerogene che a un gruppo di cellule di controllo. Hanno testato i componenti sia singolarmente che in combinazione. Così hanno osservato che le singole sostanze risultavano inefficaci da sole, ma che diventavano potentissime unite le une alle altre in un cocktail in grado di uccidere il 100% delle cellule cancerogene.
Gli esperti non hanno osservato alcun effetto negativo sulle cellule di controllo. Hanno inoltre identificato diversi geni chiave che potrebbero servire come marker per lo sviluppo della terapia.
Secondo l’LSU Health Sciences Center di New Orleans, il cancro al seno è la seconda tipologia di cancro più diffusa al mondo. Sono quasi 3 milioni le donne affette dalla malattia nei soli Stati Uniti.

Inoltre, i ricercatori hanno trovato che una dieta ricca di pesce e vino ha aumentato del 29% il rischio di un diverso tipo di cancro del seno, chiamato recettore estrogeno e progesterone positivo.

Fonti:
– Testo in inglese (sintesi) (intero)
– Fonte italiana (clicca qui e qui)

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

5 Commenti su questo post

  1. taradakini says:

    farò girare questo articolo,
    grazie.

  2. Mi limito a sottolineare che gli Autori ignorano il Reale Rischio Congenito di Cancro al Seno, Dipendente dal Terreno Oncologico e la Terapia Quantistica (1-3).

    Non è fondata su basi scientifiche l’affermazione conclusiva: “Inoltre, i ricercatori hanno trovato che una dieta ricca di pesce e vino ha aumentato del 29% il rischio di un diverso tipo di cancro del seno, chiamato recettore estrogeno e progesterone positivo”.

    1) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention. Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039. http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full [MEDLINE]

    2) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention. Bentham PG., Current Nutrition & Food Science ISSN (Print): 1573-4013; ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9, ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011; http://www.benthamscience.com/contents-JCode-CNF-Vol-00000009-Iss-00000001.htm

    3)Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Quantum Therapy: A New Way in Osteoporosis Primary Prevention and Treatment. Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, (27 June 2012) | doi:10.1038/ejcn.2012.76, http://www.nature.com/doifinder/10.1038/ejcn.2012.76. PMID:22739250 [MEDLINE]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline