Digiuno notturno di 13 ore allontana drasticamente il rischio di cancro al seno

Nessun Commento

Far passare almeno 13 ore tra la cena e il primo pasto del giorno dopo può essere la chiave per vivere più a lungo evitando il diffusissimo cancro al seno. La scoperta è avvenuta grazie ad un nuovo studio pubblicato su JAMA Oncology.

“Numerosi studi sui topi dimostrano che il digiuno prolungato durante la fase di sonno influenza positivamente i processi di cancerogenesi e metabolici che sono chiaramente associati al rischio e alla prognosi del cancro al seno. Questo studio è il primo ad essere stato effettuato sugli esseri umani che ha esaminato come il digiuno notturno influenza l’insorgenza del cancro.”  hanno spiegato Ruth Patterson e colleghi, dell’Università della California di San Diego del Moores Cancer Center, autori dello studio.

I ricercatori hanno studiato per 7 anni 2413 donne che erano state tutte diagnosticate con tumore del seno tra i 24 e i 70 anni per esaminare come il digiuno influenzasse il rischio che il cancro tornasse, ovvero la recidiva. 818 donne hanno digiunato per almeno 13 ore durante la notte mentre le altre 1595 avevano mangiato normalmente e in questo gruppo, la probabilità di andare incontro a recidiva è stata del 36% più alta rispetto alle donne che digiunavano.

E sono numerosissimi gli studi medico-scientifici che mostrano i benefici del digiuno:

Quindi non è solo ciò che mangiamo ma anche quando e quanto mangiamo che fa la differenza per la nostra salute. Il dottor Longo direttore del Longevity Institute della University of Southern California, ha affermato che gli studi mostrano come sia benefico mangiare più abbondantemente nelle prime ore della giornata e meno nelle ore serali. Insomma aveva ragione il vecchio detto

Colazione da re, Pranzo da principe, Cena da povero

Il nostro corpo infatti non ha gli stessi ormoni e funzioni in tutte le ore della giornata, ma in ogni fascia oraria funziona diversamente come dimostra il ritmo circadiano e l’orologio degli organi della medicina tradizionale cinese. Vengono regolati molti fenomeni dell’organismo come il ritmo cardiaco, le secrezioni ormonali, la pressione sanguigna e l’escrezione renale. Il corretto equilibrio dei ritmi circadiani è direttamente condizionato da ciò che si mangia e dall’ora nella quale vengono ingeriti i cibi.

Il consiglio di distribuire il cibo nella prima parte della giornata trova infatti conferma in alcune ricerche che hanno documentato un maggior consumo energetico nelle ore del mattino fino ad un minimo nel corso della notte. Il nostro metabolismo ha la sua massima funzionalità al mattino e tende a ridursi nel corso della giornata fino ad arrivare alla sua minima “carica”, che si verifica intorno alle 18. Questo è dovuto principalmente all’intervento di due ormoni: il Cortisolo e l’Insulina. Entrambi, vengono sintetizzati proprio alle prime ore del mattino in gran misura, per poi scemare a poco a poco, fino al loro picco minimo di produzione che si registra infatti verso le 18.

Se facciamo cena 5 ore prima di andare a letto e dormiamo 8 ore, quando ci alziamo possiamo fare la nostra abbondante colazione e avremo digiunato per 13 ore come raccomandato dallo studio. E’ molto facile basta farci l’abitudine e noteremo come il nostro sonno sarà più profondo e i nostri livelli di energia aumenteranno. Raggiungerai il tuo peso forma grazie al fatto che il tuo metabolismo tornerà a funzionare correttamente.

Digiuno, Autofagia e Longevità
Come rinnovare le cellule per vivere pià a lungo
I Benefici del Digiuno
Un programma di sette giorni creato dal guru del digiuno per vivere più sani
La Terapia del Digiuno
Uno straordinario rimedio naturale per disintossicarsi e ringiovanire

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline