Aggiornamento sulla Disdetta del Canone RAI – Fatta chiarezza su pc, portatili e tablet

Nessun Commento

canone rai computer

Come tutti sanno ci ritroveremo 100€ in più nella bolletta elettrica ogni anno, perché è stato deciso che il canone rai sarà pagato con la bolletta della luce così che nessuno potrà più evitarlo.

E’ tuttavia possibile fare la disdetta del canone rai come spiegato nell’articolo Ecco la documentazione ufficiale per richiedere l’esenzione del Canone RAI.

Quando tutti gli italiani che non hanno la televisione erano pronti ad inviare la disdetta del canone RAI, nei media compare la notizia di aspettare perché era stato fatto presente alla RAI che non era chiaro cosa intendesse per apparecchio televisivo.

E’ chiaro che questa è una classica mancanza che abbiamo sempre nella burocrazia italiana, ci dicono di pagare e poi non sanno neanche loro dirti per cosa, comunque sia qualche giorno fa è stata chiarita la questione.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha definito in una nota che:

Deve pagare il canone, che da quest’anno è incluso nella bolletta elettrica chi ha un apparecchio in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale digitale terrestre o satellitare, direttamente o tramite decoder o sintonizzatore esterno.  Quindi, non sono apparecchi televisivi il pc, il tablet o lo smartphone, e qualsiasi altro dispositivo privi del sintonizzatore per il segnale digitale terrestre o satellitare.

Quindi se hai in casa solamente computer e tablet e ovviamente lo smartphone, NON DEVI PAGARE IL CANONE RAI. Però devi inviare la disdetta altrimenti ti arriverà in bolletta e pagherai per qualcosa che non usi.

Ecco quindi cosa devi fare per non pagare il canone RAI 

  • Hai tempo fino al 15 Maggio quindi bisogna sbrigarsi.
  • Scarica il MODULO UFFICIALE DISDETTA CANONE RAI [clicca qui]. Su internet circolano vari moduli ma sono quelli vecchi e non hanno alcuna validità, questo modulo invece è uscito ufficialmente qualche giorno fa proprio in merito ai cambiamenti di fiscali del canone. Quindi dimenticati tutti i vecchi articoli che sono circolati e considera che QUESTO E’ L’UNICO MODULO VALIDO.
  • Una volta compilato il modulo bisogna spedirlo, ma non è così semplice. Bisogna spedirlo:
    • a mezzo del servizio postale in plico raccomandato senza busta oppure se sei registrato al sito dell’Agenzia delle Entrate puoi inviarlo in via telematica tramite il portale Entratel – Fisconline (il commercialista o il CAF può inviarlo per te in via telematica)
    • al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate – Ufficio Torino 1 – Sportello abbonamenti TV – Casella postale 22 – 10121 Torino
    • Poiché la maggior parte di noi lo spediranno tramite le poste italiane, devi fare attenzione che come avrai notato va spedito SENZA BUSTA altrimenti non ha valore legale! NOTA: se lo spedisci per posta devi inviare anche una fotocopia di un documento d’identità dell’intestatario dell’utenza elettrica.
    • Per scoprire come fare vedi ISTRUZIONI PER INVIARE UN PLICO RACCOMANDATA SENZA BUSTA a cui rimando anche per eventuali altri dubbi sul canone rai.

Come ogni volta questa burocrazia rende tutto complicato, ma seguendo questi semplici passi non sarai costretto a pagare per qualcosa che non usi e che probabilmente puoi fare anche a meno considerato quello che è diventata oggi la tv.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline