UFFICIALE: con 50 grammi di Salumi aumenta il rischio Cancro

19 Commenti

insaccati-cancro

Ad affermarlo è Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) dopo un gruppo di lavoro di 22 scienziati provenienti da dieci nazioni che hanno avuto con gli esperti dell’OMS. I ricercatori hanno analizzato e revisionato tutti gli studi effettuati sulla correlazione tra carne e cancro e sono arrivati ad affermare chiaramente quale rischio si corre a mangiare alcuni tipi di carne.

QUAL’E’ IL RISCHIO

Nel comunicato dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) legge infatti che la carne rossa è probabilmente cancerogena per l’uomo (e quindi è stata inserita nel gruppo 2A, ovvero non hanno prove definitive) mentre la carne lavorata e trattata è stata classificata ufficialmente come cancerogena (quindi è certo, e di conseguenza inserita nel gruppo 1A) al pari del fumo e del benzene.

Le possibili patologie che vengono elencate sono il tumore del colon, dello stomaco, del pancreas e della prostata.

QUALI CARNI SOTTO ACCUSA

Per carni lavorate si intende carne trasformata attraverso salatura, stagionatura, fermentazione, affumicatura o altri processi utili a migliorarne il sapore o la conservazione, e quindi ci rientrano: Wurstel, pancetta, salami, prosciutto, salsicce, carne in scatola, carne secca e sughi a base di carne.

Per carne rossa si intendono tutte le carni ricavate da muscolo di mammifero compresi, manzo, vitello, maiale, agnello, montone, cavallo e capra.

Queste valutazioni saranno ufficialmente pubblicate nel volume di 114 della IARC Monographs, nel frattempo però sul sito dell’Iarc è apparso un comunicato stampa, insieme a una lista di domande e risposte, che non lascia adito a molti dubbi.

BASTANO 50 GRAMMI

Gli esperti hanno concluso che ogni porzione di 50 grammi di carne lavorata mangiata ogni giorno aumenta il rischio di cancro al colon del 18%. “Un rischio che aumenta con la quantità di carne consumata” spiegano i relatori. Se consideriamo quanto prosciutto o salsiccia c’è in un panino, oppure quanta carne arrosto si mangia nei pasti o nei barbecue, il rischio è molto alto.

Il cancro al colon viene diagnosticato almeno nel 1% della popolazione italiana ogni anno, quindi nel complesso un’elevata percentuale di persone.  Secondo uno studio Aiom, il 9% degli italiani nel 2010 mangiava carne rossa o insaccati tutti i giorni, e il 56% la mangiava 3-4 volte a settimana e molto probabilmente la dose è sopra i 50 grammi.

ALTRI STUDI

Dionidream da tempo tratta i pericoli di un’alimentazione errata. Alcuni ricercatori, guidati da Valter Longo, hanno pubblicato uno studio che affermava chiaramente che il rischio di morte per cancro nella fascia d’età tra 50 e 65 anni è del 400% maggiore per chi consuma carne, latte e formaggi.

Un altro studio del Dott. Hunnicutt afferma che il ferro eme, presente nella carne rossa, è stato trovato far aumentare il rischio di malattia coronarica del 57%.

Insomma secondo i dati la naftalina, il fumo, il benzene e le carni lavorate sono messe sulla stessa classe di tossicità, il gruppo 1. Dopo tutti gli anni in cui se ne è discusso, finalmente ora che lo dice anche un’organizzazione scientifica forse qualcuno prenderà un pò più seriamente la propria salute. Alla fine è solo una questione di abitudine e cominciare ad orientarsi verso cibi più sani e che nutrono davvero il corpo. 

The Detox Miracle - Guida Completa
Alimenti crudi ed erbe per una completa rigenerazione cellulare
Del Mangiare Carne
Trattati sugli animali

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Vedi anche

[catlist name=carne-latte]

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

19 Commenti su questo post

  1. Allora saremmo già morti tutti!!!

  2. Mah!! Bisogna avere limite in tutto…

  3. ADDIO…. alla fettarella di lonza , porchetta, salame, ahime mangiare questi con la paura e i sensi di colpa..

  4. Ok, aspetto il mio cancro.

  5. Già …e poi in questi giorni vogliono fare l accordo TTIP …CHE CASO…

  6. L’unica cosa sicura è che prima o poi devi morire

  7. Io già tolta da un bel po

  8. Il prosciutto crudo…non é carne lavorata…giusto?

  9. adesso, come in politica, si scatenano i sacerdoti: si, ma pochi salumi ..vanno bene…integratori alimentari dei bovini, cancerogeni,,,,si, ma non è vero….non uccidere se viene in casa uno che ti uccide,,,dopo protesterai.ecc …. ..i sacerdoti: in fondo la pedofilia non va…sempre …bene… ma l’omosessualità fa bene…ecc…

  10. Ma la carne di maiale non è carne rossa…è carne bianca.Solo il manzo è carne rossa.E di salumi con il manzo conosco solo la breaola.

  11. quello che fa male è la carne per come sono allevati gli animali + i vari nitriti e nitrati… una volta si usava solo sale e spezie con erbe aromatiche… e una fetta di salame ogni tanto non faceva male… oggi si abusa di tutto…

  12. ALLORA SONO GIÀ MORTA

    • Quello che le scriverò è un complimento.Se lei da come vedo è bella e in salute mangia carne, da adesso in poi mangerò la bistecca tutti i giorni, vado talvolta a mangiare in ristoranti vegetali…e vedo chi gestisce, e segue questa alimentazioni , sono senza splendore, 50enni che sembrano 90 enni.

  13. RARE says:

    In Marocco si nutrono solo ed esclusivamente di carni policromatiche e di neoplasie non se ne sa’ nulla………o raramente nulla.
    Evidentemente il male proviene dall’ ingordigia dell’avido consumatore di animali morti low cost.

  14. ema says:

    gnoranza dei media è abissale, la carne è cancerogena se contiene nitrito di sodio che scaldato produce nitrosammine cancerogene. Quindi prima di comprare qualcosa leggete gli ingredienti, Quindi il prosciutto tagliato al momento che contiene solo sale conservante è sano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline