Chaga – Il fungo medicinale che cambierà la tua vita

9 Commenti

chaga fungo

Conosciuto dai siberiani come il “Dono di Dio” e il “Fungo dell’Immortalità”, questo fungo è stato usato dagli esseri umani per migliaia di anni grazie alle sue proprietà straordinarie. I giapponesi lo chiamano “Il Diamante della Foresta”, mentre i cinesi lo considerano “Il Re delle Piante.” Consiglio la lettura di questo articolo fino alla fine per comprendere le potenzialità di questo fungo. Da quando l’ho scoperto ed ho iniziato ad assumerlo posso confermare che tutto quello di seguito descritto corrisponde a verità.

Le sue capacità terapeutiche sono state documentate nei più antichi testi di medicina, come il libro cinese “Shennong Ben Cao Ji”, testo di 2300 anni fa. Negli ultimi anni numerosi studi sono stati fatti su questo fungo e tutti confermano la sua straordinaria dote nel guarire tantissime patologie.

Il Chaga, nome botanico Inonotus obliquo, è un fungo unico che cresce selvatico sulla betulla in tutto il Nord America, Siberia, Paesi Nordici e Asia. I siberiani l’hanno tenuto a lungo come un segreto per la longevità e la forza fisica, così anche i nativi del Canada, gli Ojibway, lo usavano per la cura di vari tumori.

Il Chaga è diventato “popolare”, nei paesi occidentali, grazie al libro autobiografico del premio Nobel Alexander Solzhenitsyn, “Padiglione Cancro”, edito in Italia dall’Einaudi nel 1968. In questo libro, egli narra la sua guarigione dal cancro grazie al decotto di Chaga, dopo i totali insuccessi delle terapie officiali.

CHAGA: SEGRETO DI STATO SOVIETICO

Dagli anni ’50, l’URSS (Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche) ha intrapreso una ricerca con circa 1200 eminenti scienziati che hanno condotto più di 3.000 esperimenti su oltre 500.000 persone per studiare gli effetti degli adattogeni sul corpo umano.

Un adattogeno è una sostanza che modifica la risposta dell’organismo allo stress. Il governo sovietico ordinò ad atleti, astronauti e altre persone dell’élite sovietica di assumere adattogeni ogni giorno per migliorare le prestazioni fisiche e mentali. Uno di questi adattogeni era il Chaga.

I risultati di questi studi sono stati un segreto sovietico protetto per circa 40 anni.

Tra tutti questi adattogeni, il Chaga è risultato essere il più potente e sembra essere uno dei motivi per cui gli atleti russi riuscivano a vincere su tutti gli altri. Oggi si ritiene che fino al 80% di tutte le malattie possono essere efficacemente trattate con gli adattogeni. Infatti questi composti risultano presenti nelle piante più curative al mondo come il Reishi, l’Aloe, Pau d’Arco, ecc ed il Chaga sembra essere il potente.

chaga acquista1

IL FUNGO CHE ALLUNGA LA VITA

I siberiani lo bevono quotidianamente e vivono in salute e forza dagli 85 ai 100 anni (non in uno stato di degenza in un ospizio). Gli antichi cinesi lo hanno da sempre considerato come un fattore di longevità, ed i Giapponesi e Coreani lo usano regolarmente e infatti risultano essere tra le popolazioni più longeve al mondo.

Questo è dovuto agli adattogeni, agli antiossidanti e alle proprietà anti-tumorali di questo fungo.

POTENTE NEL COLPIRE LE CELLULE TUMORALI

La polvere di chaga è un rimedio tradizionale considerato una panacea da tantissime tradizioni per millenni. La moderna scienza medica ne ha analizzato l’interessante attività antitumorale in molti studi [1, 2, 3]. Le sostanze in esso contenute sarebbero infatti in grado di aggredire le cellule tumorali in modo selettivo senza però causare danni a quelle sane, come invece avviene con la maggior parte dei chemioterapici oggi usati nella terapia del cancro.

Nelle regioni dove se ne fa infatti tradizionalmente uso, l’incidenza di patologie oncologiche è molto più bassa che in altre zone del mondo.

Questa sua efficacia naturale contro il cancro è dovuta in gran parte all’acido betulinico, che previene lo sviluppo tumorale e uccide le cellule cancerogene senza intaccare quelle sane. Inoltre, ha potenti effetti antinfiammatori e meccanismi di apoptosi che distruggono le cellule danneggiate. Se assunto durante le cure chemioterapiche convenzionali, il Chaga aiuta a sollevare gli effetti collaterali e a stimolare il sistema immunitario.

LA SOSTANZA NATURALE PIU’ ANTIOSSIDANTE CHE ESISTA

I SOD (superossidismutasi o O2-) sono gli enzimi antiossidanti più importanti per l’organismo che mantengono la membrana cellulare elastica e in salute. Essi diminuiscono con gli anni e hanno come effetto l’invecchiamento, mentre una vita sana e una giusta attività fisica mantengono alti i suoi livelli ritardando l’invecchiamento.

Il Chaga ha la più alta quantità di SOD di tutti i nutrienti finora scoperti, esso ne contiene ben cinquanta volte di più degli altri funghi medicinali.

Gli alti livelli di melanina contenuti nel Chaga (responsabili del suo colore nero) hanno un effetto antiossidante protettivo del DNA, che combattono le radiazioni attivando la ghiandola pineale.

L’uso costante nel tempo del Chaga alcalinizza il pH del corpo umano contrastando i radicali liberi, alleviando lo stress ed eliminando l’acidità che è responsabile dell’insorgere della maggior parte delle malattie.

L’elemento più potente di questo fungo è l’acido del Chaga, che secondo quanto affermato dagli scienziati russi, equilibra il metabolismo e lascia il suo effetto curativo in tutto l’organismo e tessuti del corpo umano. I benefici più evidenti sono i potentissimi effetti antiossidanti che, come puoi vedere dall’immagine sotto, superano tutte le più famose bacche antiossidanti come l’Acai e le Goji.

chaga orac

PIENO DI ENERGIA, ANTINFIAMMATORIO, ANTINVECCHIAMENTO E TANTO ALTRO

Il Chaga è ricco di steroli che stimolano i naturali steroidi del corpo inducendo un immediato senso di forza fisica che include un reale potenziamento muscolare.

Una potente azione antinfiammatoria e immunomodulante lo rende un rimedio perfetto sul lungo termine per integrare la nostra dieta con un principio antinvecchiamento di efficacia riconosciuta [4, 5].

E’ anche utilizzato per migliorare la pelle da eczema, acne e psoriasi. Esso è infatti naturalmente ricco di acido pantotenico, SOD e melanina che stimolano la ricostruzione e rigenerazione delle cellule della pelle e capelli.

Questo fungo medicinale si è dimostrato essere un potente anti-virale, anti-batterico e anti-fungino, contribuendo a portare il sistema immunitario di nuovo ad un stato di equilibrio. E’ ideale quindi contro la Candida, Herpes, Helicobacter, allergie, lieviti, ecc. 

Inoltre è ottimo nei casi di:

Perdita di memoria
• Stipsi
• Squilibri ormonali
• Perdita di capelli
• Disturbi del sonno
• Depressione
• Dolori articolari
• Convalescenza dopo malattie prolungate
• Malattie autoimmuni (Tiroidite, Morbo di Chron, Artrite Reumatoide, Fibromialgia, ecc)
• Influenza
• Preparazione atletica

Oltre 140 pubblicazioni scientifiche negli ultimi anni indicano che la composizione unica di questo fungo è estremamente efficace nel combattere virus e malattie funginee, stimolare il sistema nervoso centrale, rallentare la crescita tumorale e delle cellule cancerogene, abbassare la pressione venosa e arteriosa, ridurre i livelli di glucosio, disintossicare fegato, reni e milza, e provocare un ringiovanimento generale di tutte le cellule.

Ora anche tu puoi sperimentare tutti questi benefici! Il fungo Chaga biologico in polvere può essere acquistato sul sito VegaMega a soli 18,45€ per 125 grammi dove sono anche descritte le modalità d’uso. Viene coltivato in una zona incontaminata e lavorato con un processo che preserva tutti i principi attivi medicinali.

chaga acquista1

Riferimenti Bibliografici:

1.Lemieszek MK, Langner E, Kaczor J, Kandefer-Szerszeń M, Sanecka B, Mazurkiewicz W, Rzeski W. “Anticancer effects of fraction isolated from fruiting bodies of Chaga medicinal mushroom, Inonotus obliquus (Pers.:Fr.) Pilát (Aphyllophoromycetideae): in vitro studies.” Int J Med Mushrooms. 2011;13(2):131-43.

2.Lee SH, Hwang HS, Yun JW. “Antitumor activity of water extract of a mushroom, Inonotus obliquus, against HT-29 human colon cancer cells.” Phytother Res. 2009 Dec;23(12):1784-9. doi: 10.1002/ptr.2836.

3.Mazurkiewicz W, Rydel K, Pogocki D, Lemieszek MK, Langner E, Rzeski W. “Separation of an aqueous extract Inonotus obliquus (Chaga). A novel look at the efficiency of its influence on proliferation of A549 human lung carcinoma cells.” Acta Pol Pharm. 2010 Jul-Aug;67(4):397-406.PMID: 20635536

4.Yun JS, Pahk JW, Lee JS, Shin WC, Lee SY, Hong EK. “Inonotus obliquus protects against oxidative stress-induced apoptosis and premature senescence.” Mol Cells. 2011 May;31(5):423-9. Epub 2011 Feb 22. PMID:21359681

5.Won DP, Lee JS, Kwon DS, Lee KE, Shin WC, Hong EK. “Immunostimulating activity by polysaccharides isolated from fruiting body of Inonotus obliquus.” Mol Cells. 2011 Feb;31(2):165-73. Epub 2010 Dec 22. PMID:21191814

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

9 Commenti su questo post

  1. federica says:

    si certo, costerebbe cosi poco questo miracolo ?

  2. Ottimo articolo, grazie! Mi occupo da un po’ di tempo di micoterapia ma questo (Inonotus Obliquus) non lo conoscevo e al test muscolare risulta benefico per me, sebbene il Trametes Versicolor, altro fungo terapeutico, mi sia più adatto. Nonostante i consigli contrari di vari “esperti” del settore (magari anche per propri interessi) vado a raccogliermi i funghi terapeutici in natura ed è un vero piacere sentirsi autonomi nella cura di se stessi, anche perchè so che le dosi da assumere sono generalmente abbondanti e costanti nel tempo e con quello che costano gli estratti…… Poi sono convinto che gli organismi in natura siano più benefici di quelli coltivati…ma è solo una mia opinione. ciao

  3. Ottimo articolo, grazie! Mi occupo da un po’ di tempo di micoterapia ma questo (Inonotus Obliquus) non lo conoscevo e al test muscolare risulta benefico per me, sebbene il Trametes Versicolor, altro fungo terapeutico, mi sia più adatto. Nonostante i consigli contrari di vari “esperti” del settore (magari anche per propri interessi) vado a raccogliermi i funghi terapeutici in natura ed è un vero piacere sentirsi autonomi nella cura di se stessi, anche perchè so che le dosi da assumere sono generalmente abbondanti e costanti nel tempo e con quello che costano gli estratti…… Poi sono convinto che gli organismi in natura siano più benefici di quelli coltivati…ma è solo una mia opinione. ciao

  4. Jacopo says:

    Qualcuno riesce a dirmi dove si può acquistare ? Volevo affiancarlo alla chemio … Grazie

    • Dioni says:

      C’è il link nell’articolo

    • Antonio Tedeschi says:

      La chemio ti distrugge,
      Su italia uno avevo visto un documentario con un signore che mangiando solo verdure e frutta ha fatto regredire il cancro. E’ meglio se le verdure le mangi crude.
      Oltre a questi funghi ti consiglio lo zenzero (una radice fuori marrone e dentro gialla che trovi al supermercato)

      Inoltre ti consiglio di evitare gli zuccheri raffinati ma per es. usare la stevia e prodotti che contengono stevia. In ogni caso non prodotti con aspartame come dolcificante perché é cancerogeno.

      Anche il forno a microonde dicono che sia cancerogeno.
      Usa le padelle in pietra con le quali puoi scaldare e riscaldare cibi senza olio e senza grassi

      Ti consiglio anche di usare pasta intgrale, farine integrali, sale grezzo o anche eliminare il sale.
      Io non uso più il sale e ora se mi capita per sbaglio di mangiare qc di molto salato mi da fastidio

  5. giorgio says:

    STRAORDINARIO

  6. carmelo says:

    È…come il..cordyceps?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline