chakra

Riequilibrare i nostri centri energetici principali, i nostri sette chakra, è di fondamentale importanza per il buon funzionamento del nostro corpo, dei nostri organi, e per disporre ogni giorno di un’energia vitale pulita e fluida.

Le tecniche di riequilibrio energetico sono svariate: respirazione, meditazione, visualizzazione, bagni di gong, campane tibetane, e molti altri ancora, tutti efficaci e praticabili per chiunque, meglio se con l’ausilio di un professionista, ma non vincolante in quanto alcune tecniche sono riproducibili in autonomia nella propria abitazione.Vedremo in questo articolo alcune tecniche di auto-riequilibrio da poter fare facilmente da soli, in casa.

CHAKRA: la visualizzazione dei centri energetici

Prima di addentrarci nel vivo degli esercizi dobbiamo innanzitutto imparare a sentire l’energia dei nostri chakra. Il modo più facile è puntare la nostra attenzione su di essi. Come?
Ecco di seguito come procedere:

  • Mettetevi in una posizione comoda: seduti sul divano, distesi su un tappeto morbido, potete anche sedervi a terra con la schiena poggiata ad una parete l’importante è che non incrociate né gambe, né braccia, lasciate i vostri arti morbidi adagiati accanto al vostro corpo.
  • Chiudete gli occhi
  • Fate dei respiri lenti e profondi. Per aiutarvi potreste contare fino a 4 quando inspirate e ricontare fino a 4 quando espirate. All’inizio sarà più macchinoso ma via via che vi eserciterete diventerà automatico rallentare il respiro senza più il bisogno di aiutarvi con i numeri. Concedetevi il tempo necessario che vi servirà per percepire il vostro corpo pesante, questo è il suggerimento che vi serve per capire che vi state rilassando.
  • Quando il respiro si sarà uniformato, procedete un passo per volta a concentrare la vostra attenzione, ma senza sforzarvi troppo, su ogni singolo punto energetico.
  • cominciate dal primo chakra, il chakra della radice. Ponete attenzione su di esso, aiutatevi visualizzando il colore rosso. Restate in ascolto. All’inizio vi sembrerà di non percepire nulla, non scoraggiatevi! Restate in ascolto. La sensazione che dovreste percepire è quella di una sfera calda esattamente in quel punto, una sfera che “si muove”.

Questo esercizio molto semplice, vi aiuterà passo passo a prendere consapevolezza dei vostri punti energetici, ricordandoli sono:

  • chakra della radice, colore rosso
  • chakra sacrale, colore arancio
  • chakra del plesso solare, colore giallo
  • chakra del cuore, colore verde
  • chakra della gola, colore blu
  • chakra del terzo occhio, colore indaco
  • chakra della corona, colore violetto

con questo breve schema avrete tutto ciò che vi serve per svolgere il vostro esercizio di contatto con la vostra energia.

CHAKRA: pulizia con la luce bianca

Dopo il primo contatto con i vostri chakra, ecco un primo esercizio, anch’esso di facile realizzazione, per ripulire tutto il vostro corpo dalle energie pesanti che durante la giornata si accumulano.

  • Mettetevi in una posizione comoda: seduti sul divano, distesi su un tappeto morbido, potete anche sedervi a terra con la schiena poggiata ad una parete l’importante è che non incrociate né gambe, né braccia, lasciate i vostri arti morbidi adagiati accanto al vostro corpo.
  • Chiudete gli occhi
  • Fate dei respiri lenti e profondi. Per aiutarvi potreste contare fino a 4 quando inspirate e ricontare fino a 4 quando espirate. All’inizio sarà più macchinoso ma via via che vi eserciterete diventerà automatico rallentare il respiro senza più il bisogno di aiutarvi con i numeri. Concedetevi il tempo necessario che vi servirà per percepire il vostro corpo pesante, questo è l’indizio che vi state rilassando.
  • Quando il respiro si sarà uniformato, visualizzate uno alla volta i vostri chakra, sentiteli pulsare di energia.
  • Restate in questo sentire per qualche minuto. Ascoltate se qualche punto è più o meno percepibile di qualche altro. Memorizzate.
  • Passate ora al secondo step di questo meraviglioso esercizio: visualizzate una sfera luminosa, grande come una biglia. Visualizzate la sua luce, cristallina, fresca, limpida.
  • Portate la vostra attenzione, e la biglia luminosa, al vostro settimo chakra. Restate in ascolto, la sfera luminosa è come un soffio di vento, che pulisce e toglie la pesantezza delle energie che impediscono il giusto fluire della nostra energia.
  • Un poco per volta, scendete al sesto chakra, al quinto e così via. Restate in ascolto ad ogni passaggio, sentite cosa il vostro corpo vi comunica, potrebbe farlo con una immagine, un suono, un profumo, una sensazione, un ricordo, una emozione. Il corpo vi sta dicendo qualcosa, prendete il messaggio e mettetelo da parte. Al momento del risveglio dall’esercizio vi presterete la dovuta attenzione e cercherete il perchè.
  • Una volta giunti al chakra della radice questa sfera luminosa si espande e vi avvolge tutto intorno. La sensazione sarà di benessere, di frescura, di pulizia, come se foste sotto il getto di una cascata che dolcemente lava tutto il grigio che vi ha rivestito sino a quel momento.
  • Tutto intorno a voi diventa bianco splendente. La luce bianca è oltre voi, si espande fuori, pulisce il campo energetico e non solo il corpo fisico. Diventate una grande luce bianca scintillante e vivida.
  • Restate così finché sentite che volete ritornare. Aprite gli occhi. I vostri chakra sono puliti!

CHAKRA: pulizia con l’acqua

Questo esercizio si può svolgere in due modi: visualizzando l’acqua e il suo scorrere sul vostro corpo oppure eseguirlo direttamente sotto la doccia. A voi la scelta!

Vediamo l’esecuzione direttamente a contatto con l’elemento acqua.

  • Non vi è ovviamente possibile sedervi o distendervi sotto un getto d’acqua, restate quindi in piedi ma rilassati più che potete, possibilmente qualche minuto ad occhi chiusi, sentite l’acqua che scorre sul vostro corpo.
  • Sentite l’acqua che scivola via dal vostro corpo, nel contempo visualizzate che l’energia pesante che avete addosso (aiutatevi visualizzando il colore grigio o nero) scivola via da voi insieme all’acqua per lasciare spazio ad una sensazione di leggerezza.
  • Una volta che avrete finito questo primo passaggio, dopo che avrete terminato il vostro momento di relax, distendetevi se possibile qualche minuto e ascoltate il vostro corpo, visualizzandolo avvolto da una bolla di luce bianca e fresca.

La pulizia dei chakra è essenziale perchè questi procedano nel loro compito di far fluire l’energia nel vostro corpo.

L’ideale sarebbe svolgere uno dei due esercizi di pulizia almeno una volta a settimana. Ovviamente se il periodo lo richiede, anche più spesso, perchè la cosa importante è imparare a connettersi con la propria parte sottile, e imparare ad ascoltarsi. Ascoltare cosa il nostro corpo ha da dirci ci permette di poter correre ai ripari prima che blocchi energetici si tramutino in problematiche più serie.

 

 

 

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni