Chron, il ruolo dei batteri intestinali

Nessun Commento

Detail-chron

Il morbo di Chron è una malattia cronica dell’intestino a base infiammatoria. Cosa però scateni questa patologia, per la quale non esiste una terapia risolutiva, non è certo. Da qualche tempo i ricercatori credono che all’origine della patologia ci sia anche uno squilibrio nella popolazione dei batteri intestinali. Quest’ipotesi trova oggi conferma in uno studio pubblicato su Cell Host & Microbe che mostra come le persone con Chron rispetto ai soggetti sani abbiano una quantità maggiore di batteri intestinali nocivi a sfavore di quelli benefici.

Nel loro studio, gli scienziati del Massachusetts General Hospital (MGH) e del Broad Institute, hanno confrontato le popolazioni microbiche dell’intestino di soggetti con diagnosi recente di malattia (e quindi non ancora sottoposti a trattamenti prolungati) e soggetti sani. L’analisi, la più ampia del suo genere, ha messo in evidenza come nei malati la quantità di batteriproinfiammatori sia insolitamente maggiore, così come è insolitamente minore quella dei batteri antiinfiammatori e benefici. Questo sbilancio, spiegano gli scienziati, era tanto più accentuato nei soggetti con sintomi gravi della malattia e segni evidenti di infiammazione nei campioni tissutali. I batteri incriminati, che aumentano in caso di malattia, sono gli Enterobatteri, i Pasteurellacaea, i Veillonellaceae, e i Fusobatteri, mentre quelli in diminuzione sono gli Erysipelotrichales, i Bacteroidales e i Clostridiales.

“Questi risultati”, spiega Ramnik Xavier del Massachusetts General Hospital e del Broad Institute “possono portare allo sviluppo di migliori strumenti di diagnostica”. Ma soprattutto, continua il ricercatore, lo studio pone le basi per sviluppare nuove terapie antimicrobiche. Non essenzialmente antibiotiche, come spiegano i ricercatori. Questi farmaci infatti a volte non fanno che peggiorare il quadro della malattia, elimimanando i batteri buoni e facendo prosperare quelli cattivi. L’idea è piuttosto quella di approfondire la natura dei microrganismi e dei loro prodotti in grado di interagire col sistema immunitario del paziente, e sviluppare così terapie ad hoc.

Riferimenti: Cell Host & Microbe Doi: 10.1016/j.chom.2014.02.005

Credits immagine: Microbe World/Flickr

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline