Ecco i Cibi che Danneggiano la Tiroide

25 Commenti

cibi tiroide

E’ una ghiandola importantissima per il nostro organismo e sempre più persone hanno problemi alla tiroide con effetti negativi sul nostro umore, prestazioni fisiche, lucidità mentale e tanto altro. L’alimentazione gioca un ruolo chiave nel prevenire e curare le malattie quindi è importante fare luce su come i cibi si relazionano con la nostra ghiandola tiroidea. Ecco una lista con i cibi che vanno evitati se abbiamo problemi alla tiroide o i nostri familiari hanno problemi. Infatti la disfunzione alla tiroide facilmente si trasmette geneticamente.

1 – Grano e altri cereali come segale, orzo, miglio e avena. Ci sono molte evidenze scientifiche del legame tra glutine e disfunzione tiroidea. Io, sulla mia base della mia esperienza e di molte persone che hanno tolto il glutine dalla loro dieta, consiglio di rimuovere il glutine completamente dalla dieta, a prescindere dalla tiroide. Pubblicherò un articolo a riguardo ma nel frattempo puoi leggere Grano: 200 Motivi clinicamente confermati per non mangiarlo.

2 – Miglio. E’ il mio cereale preferito ma purtroppo se la tua tiroide non è al massimo va assolutamente evitato perché contiene goitrogeni, cioè sostanze che causano l’allargamento della tiroide, interferendo con la sintesi dell’ormone tiroideo e con il metabolismo dello iodio.

3- Latte e latticini. Contengono molto calcio, il principale antagonista della ghiandola tiroidea. Il metabolismo di questo minerale è, infatti, regolato da vitamina D, calcitonina e ormone paratiroideo. Nell’ambito endocrino è risaputo l’antagonismo fra ghiandola tiroide e paratiroide per cui, di conseguenza, tutte le volte che aumenta la ritenzione di calcio da incremento di funzione paratiroidea, rallenta l’attività della tiroide.

4 – Brassicacee: broccoli, cavoli, rape, cavolini di Bruxelles e senape. Queste verdure sono note per le loro proprietà di soppressione della tiroide perché contengono goitrogeni, anche se la cottura completa li disattiva in qualche misura. Se la tua tiroide è gonfia, senti che il tuo metabolismo è lento, la tua temperatura è bassa e sei spesso stanco allora è meglio non consumare questi ortaggi perché peggiorerebbero la situazione.

5 – La soia. Basta una piccola porzione di soia ogni giorno è sufficiente per sopprimere la funzione tiroidea. E’ uno dei peggiori alimenti per la tiroide. Uno studio effettuato su volontari, prevedeva l’assunzione di circa 30 grammi di fagioli di soia al giorno. Dopo un mese, più della metà dei partecipanti lamentava sintomi di stanchezza, stipsi, sonnolenza e gozzo, sintomi che sono scomparsi dopo un mese dall’interruzzione del consumo di soia. La soia, inoltre, è molto ricca in rame che è un potente antagonista dello iodio.  Evita latte di soia, i fagioli di soia, il tofu e le altre forme di soia. Le uniche forme di soia che fanno bene sono quelle fermentate come il miso, il natto e il tamari.

6 – Caffè. La caffeina sovrastimola la tiroide e interferisce con l’assorbimento delle sostanze nutritive che potrebbero invece portarle benefici. È meglio limitare il consumo di bevande ricche di caffeina.

Dall’altro lato vi consiglio di consumare abbondantemente olio di cocco, uova, olio di fegato di merluzzo, cibi ricchi di zinco (trote, ostriche, carne, semi di girasole, anacardi) e iodio (alghe, sale rosa dell’himalaya).

La tiroide è collegata con la nostra espressività, comunicazione e creatività. I nostri genitori molto probabilmente ci hanno tappato la bocca, detto di stare zitti, che quello che dicevamo era sbagliato e senza senso, che quello che facevamo non andava bene, ecc. Tutto questo ha un impatto negativo sulla tiroide, e se si è predisposti, può portare alla malattia nel tempo. Quindi un lavoro interiore e fare lezioni di canto e disegno creativo sono ottimi modi, insieme all’alimentazione, per ripristinare la tiroide da un parte e la nostra espressività dall’altra.

Olio di Fegato di Merluzzo
Olio ricco di composti delle Vitamine A e D, di lipidi,
acidi organici, acidi biliari, basi organiche varie e di lecitine.

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Olio di Cocco - 200 ml
Vergine e biologico

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

25 Commenti su questo post

  1. …buongiorno e Grazie infinite per i Vostri articoli Interessantissimi…ma una domanda mi viene spontanea…ho intrappreso un percorso di rinascita/risveglio e sono vegetariana…la confusione è lecita se a questo punto non saprei come nutrirmi?…integro con alghe e semi…ma se un alimento fa bene x una cosa fa male ad un altra…quindi come poter far del bene al nostro corpo senza danneggiarlo?…GRAZIE

  2. ottimo… grazie …. capisco meglio un pò di cose…

  3. Il caffè no :'(

  4. Laura Acqua says:

    Quindi dovremmo mangiare solo olio di fegato di merluzzo zinco e sale rosa?

  5. Quando la tiroide non lavora bene bisogna assumere Le 2011 cose che cambierei se fossi a capo dell’italialenio e se la soia facesse male alla tiroide come fanno i popoli asiatici e i vegani? In questo sito invece si afferma che i broccoli e le rape sono consigliati..mah..mettetevi d’accordo http://www.greenme.it/vivere/salute-e-benessere/11300-tiroide-cibi-consigli

  6. stella says:

    aggiungete l’olio di canapa ! 😉

  7. anyonelka says:

    Vale anche per chi la tiroide non Cel ha più, essendo affetta da sindrome di hashimoto ?

  8. Giorgia says:

    Sono molto interessanti i vostri articoli, ma questo articolo mi lascia un dubbio.
    Ho letto un’altro articolo sempre sulla tiroide del greenme e in quell’articolo consiglia broccoli e rape. A chi deve credere la gente?
    L’articolo è questo : http://www.greenme.it/vivere/salute-e-benessere/11300-tiroide-cibi-consigli

    • Dioni says:

      La gente vuole sempre credere a qualcuno, ma deve imparare ad ascoltare l’unica vera autorità: il proprio corpo.

  9. giuseppina farinetti says:

    Un anno fa tiroidectomia totale avevo un carcinoma raro ho il colesterolo un po’ alto e mi hanno consigliato di prendere la lecinova di soia 3 cucchiaini al giorno cosa mi consigliate di fare ?

  10. Claudia says:

    Volevo dire che Il miglio non contiene glutine. Una volta si mangiava di tutto e le malattie come iper- o ipo-tiroidismo erano sconosciute. La dieta sana ed equilibrata ci fornisce tutte le sostanze di cui abbiamo bisogno. Invece di accusare il cibo come cereali, brassicacee e chissà cosa ancora, magari è meglio chiedersi come mai ci siamo ammalati e perché é stato escluso dalla industria alimentare lo iodio e al posto suo è stato introdotto il bromo. Invito tutti a documentarsi cosa sono gli alogeni, dove si trovano e che danni fanno alla nostra salute. Indizio: cloro, fluoro e bromo “buttano” lo iodio dal nostro corpo. A cosa serve lo iodio? ….in piccola parte anche alla tiroide, ma la maggior parte va negli organi come cuore, stomaco, utero, ovaie e anche nel seno!!! E se grazie al cloro (es.acqua), bromo e al fluoro (es. dentifricio) siamo carenti di iodio, come facciamo ad avere la tiroide sana?
    Un’altra cosa – non solo il processo di cottura ma anche quello di fermentazione “cancella” gli effetti negativi delle brassicacee sulla tiroide. L’articolo secondo me vale per chi si è già ammalato (sicuramente non perché ha mangiato i cibi sopra elencati).

  11. elena says:

    tra le forme di soia fermentate che si possono mangiare è da includere anche il tempeh?

  12. rosario gianatiempo says:

    Salve,volevi sapere se birra, vino ed altre bevande influiscono è in che modo sulla tiroide,grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline