Clorofilla – 10 Benefici, Proprietà, Modo d’uso e Controindicazioni

Nessun Commento

clorofilla

La clorofilla è il pigmento verde presente nelle piante. Ogni volta che consumiamo verdure a foglia verde stiamo assumendo clorofilla. La struttura chimica della clorofilla è praticamente identica all’emoglobina con l’unica differenza che la prima ha al suo nucleo un atomo di magnesio mentre la seconda contiene ferro.

Per questo motivo la clorofilla è considerata il sangue delle piante e svolge nell’organismo umano delle funzioni curative tanto che in molti centri dove curano il cancro usano molto questa sostanza naturale.

La clorofilla la possiamo assumere consumando verdure verdi condite con olio (essendo liposolubile si assimila meglio con i grassi), oppure tramite un succo verde (estratto o centrifuga di lattuga, cetriolo, sedano, broccoli con aggiunta di spirulina, clorella, klamath) o anche attraverso le alghe di acqua dolce come spirulina, clorella, klamath che ne sono ricche. L’erba di grano è molto abbondante di clorofilla. Esistono anche integratori specifici di clorofilla in compresse o liquida.

La clorofilla è un alimento perfetto e gli animali quando stanno male mangiano l’erba verde per disintossicarsi oltre che per assumere dei nutrienti. Parte di questo merito è dovuto proprio alla clorofilla che contengono. La clorofilla dona tantissimi benefici all’organismo che numerosi studi scientifici hanno confermato.

10 Benefici della Clorofilla

1. Perdita di peso e controllo della fame. Uno studio pubblicato nel settembre del 2013 riporta che i composti contenenti clorofilla potrebbero contribuire a sopprimere la fame. A venti donne, moderatamente in sovrappeso, sono stati forniti dei pasti di prova in tre diverse occasioni ad una settimana di distanza. Due pasti contenevano clorofilla e uno no. Le donne hanno riferito di aver notato una riduzione della fame a seguito dei pasti contenenti clorofilla. Le analisi del sangue hanno mostrato livelli di zucchero stabili. Questi risultati suggeriscono che la clorofilla dovrebbe essere considerata un metodo efficace per gestire la fame e promuovere la perdita di peso.

2. Alito cattivo e odore del corpo. La clorofilla fa bene al vostro corpo “dall’interno verso l’esterno” letteralmente! Questo include l’odore dell’alito, delle ascelle e anche le feci. E’ stata condotta una prova in una casa di cura con 62 pazienti, lo studio ha riportato miglioramenti negli odori provenienti dai soggetti sottoposti al test. Oltre alla riduzione dei cattivi odori, si sono notati miglioramenti anche sul piano della stitichezza e del meteorismo.

3. Accelera la guarigione. Che l’uso di clorofilla favorisca il fisiologico processo di guarigione è noto da almeno più di un secolo. Un rapporto pubblicato dalla Università Butler (datato 1950) tratta dell’uso di clorofilla per migliorare i tempi di guarigione. Uno studio più recente ha scoperto che, quando viene utilizzata in forma spray, la clorofilla aiuta notevolmente durante nella terapia delle ferite.

4. Disintossica da metalli pesanti e tossine. Gli inquinanti ambientali come i metalli pesanti possono distruggere rapidamente la salute. La clorofilla si lega con queste sostanze ostacolandone l’assorbimento. Una ricerca ha dimostrato l’azione di pulizia della clorofilla con alcuni agenti cancerogeni. Uno studio incrociato con quattro volontari umani ha testato la capacità della clorofilla di rimuovere, dopo l’ingestione, dell’aflatossina (noto cancerogeno). Ogni volontario ha ricevuto tre porzioni di aflatossina prima del pasto, in due era inclusa una tavoletta di clorofilla. I risultati hanno mostrato una rapida eliminazione, circa il 95% evacuato entro le 24 ore.

5. Protegge dalle tossine presenti nei cibi fritti. I cibi fritti non solo possono aumentare il nostro girovita, ma durante la frittura ad alta temperatura si possono sviluppare sostanze in grado di danneggiare il tessuto del colon e di intaccare il DNA delle cellule del colon. In uno studio, alcuni partecipanti hanno mangiato cibi fritti accoppiati con “cibi di protezione”, tra cui anche la clorofilla, e sono stati osservati minori danni al DNA delle cellule del colon.

6. Potente antiossidante. La clorofilla è considerata un superfood grazie alle sue potenti proprietà antiossidanti. Protegge le cellule dal danno ossidativo eliminando i radicali liberi. Una pianta nota per avere alti livelli di clorofilla, Conyza triloba, ha mostrato un comportamento antiossidante molto attivo. Uno studio in vitro l’ha giudicata in grado di ridurre i radicali liberi riducendo il danno cellulare.

7. Anticancro. Anche se la ricerca attualmente non afferma che la clorofilla sia un anticancerogeno, i ricercatori sono entusiasti del suo potenziale nella terapia. Uno studio ha trovato che gli uomini con bassi livelli di clorofilla nella dieta avevano un rischio più elevato di cancro al colon. Un altro studio ne ha evidenziato l’efficacia nella stimolazione degli enzimi del fegato.

8. Candida albicans. L’infezione da Candida è un grosso problema per molte persone e può portare a molti sintomi stanchezza, depressione e problemi digestivi… Solo per citarne alcuni. La ricerca ha dimostrato che le soluzioni isolate di clorofilla fermano la crescita di Candida albicans.

9. Allevia rossore e gonfiore. Nella medicina tradizionale sono state a lungo utilizzate le foglie verdi per le infezioni. Recenti sperimentazioni hanno riportato che le foglie verdi (contenenti clorifilla) aiutano a ridurre gonfiore e arrossamento!

10. Anemia e debolezza. La clorofilla è molto utile per stimolare la produzione dei globuli rossi e rinnovare il sangue. Infatti scambiando il ferro con il magnesio al centro della molecola, fornisce una forma “biodisponibile” di magnesio al corpo. Infatti la maggior parte dei casi di anemia non sono dovuti ad una carenza di ferro ma ad una mancata assimilazione di questo da parte dell’organismo: assumere clorofilla migliora l’assorbimento del ferro e il suo utilizzo per formare l’emoglobina dei globuli rossi.

Dosaggio

Seguire la dose riportata sulla confezione. Gli integratori in compresse consigliano 1 compressa due volte al giorno, oppure quelli liquidi consigliano 30 gocce due volte al giorno. Si assume solitamente prima dei pasti.

Controindicazioni

La clorofilla è considerata sicura tanto che in alcuni centri medici viene anche fatta assumere per via endovenosa. Chi è in gravidanza e allattamento dovrebbe chiedere al proprio medico dato che non ci sono studi a riguardo.

Sophilla - Clorofilla Compresse
Integratore alimentare di Rame
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
Clorofilla - Integratore Alimentare
Integratore alimentare a base di ortica e clorofilla
Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere
Bioticgreen - Clorofilla + Probiotici
Sinergia di germogli di semi di girasole, di lino germogliato,
di succo di erba di farro e probiotici.
Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere

Riferimenti
– Stenblom EL, Montelius C, Östbring K, Håkansson M, Nilsson S, Rehfeld JF, Erlanson-Albertsson C. Supplementation by thylakoids to a high carbohydrate meal decreases feelings of hunger, elevates CCK levels and prevents postprandial hypoglycaemia in overweight women. Appetite. 2013 Sep;68:118-23. doi: 10.1016/j.appet.2013.04.022. Epub 2013 Apr 28.
– Young RW, Beregi JS Jr. Use of chlorophyllin in the care of geriatric patients. J Am Geriatr Soc. 1980 Jan;28(1):46-7.
– Esten, Mabel M. and Dannin, Albert G. (1950) “Chlorophyll therapy and its relation to pathogenic bacteria.” Butler University Botanical Studies : Vol. 9, Article 21.
– Weir D, Farley KL. Relative delivery efficiency and convenience of spray and ointment formulations of papain/urea/chlorophyllin enzymatic wound therapies. J Wound Ostomy Continence Nurs. 2006 Sep-Oct;33(5):482-90.
– Jubert C, Mata J, Bench G, Dashwood R, Pereira C, Tracewell W, Turteltaub K, Williams D, Bailey G. Effects of chlorophyll and chlorophyllin on low-dose aflatoxin B(1) pharmacokinetics in human volunteers. Cancer Prev Res (Phila). 2009 Dec;2(12):1015-22. doi: 10.1158/1940-6207.CAPR-09-0099. Epub 2009 Dec 1.
– Shaughnessy DT, Gangarosa LM, Schliebe B, Umbach DM, Xu Z, MacIntosh B, Knize MG, Matthews PP, Swank AE, Sandler RS, DeMarini DM, Taylor JA. Inhibition of fried meat-induced colorectal DNA damage and altered systemic genotoxicity in humans by crucifera, chlorophyllin, and yogurt. PLoS One. 2011 Apr 25;6(4):e18707. doi: 10.1371/journal.pone.0018707.
– Zhang YL, Guan L, Zhou PH, Mao LJ, Zhao ZM, Li SQ, Xu XX, Cong CC, Zhu MX, Zhao JY. [The protective effect of chlorophyllin against oxidative damage and its mechanism]. Zhonghua Nei Ke Za Zhi. 2012 Jun;51(6):466-70.
– El-Sayed WM, Hussin WA, Mahmoud AA, AlFredan MA. The Conyza triloba extracts with high chlorophyll content and free radical scavenging activity had anticancer activity in cell lines. Biomed Res Int. 2013;2013:945638. doi: 10.1155/2013/945638. Epub 2013 May 23.
– Balder HF, Vogel J, Jansen MC, Weijenberg MP, van den Brandt PA, Westenbrink S, van der Meer R, Goldbohm RA. Heme and chlorophyll intake and risk of colorectal cancer in the Netherlands cohort study. Cancer Epidemiol Biomarkers Prev. 2006 Apr;15(4):717-25.
– Dingley KH, Ubick EA, Chiarappa-Zucca ML, Nowell S, Abel S, Ebeler SE, Mitchell AE, Burns SA, Steinberg FM, Clifford AJ. Effect of dietary constituents with chemopreventive potential on adduct formation of a low dose of the heterocyclic amines PhIP and IQ and phase II hepatic enzymes. Nutr Cancer. 2003;46(2):212-21.
– Lilian Eiko MAEKAWA, LAMPING Roberta, MARCACCI Sidnei, Marcos Yasunori MAEKAWA, Maria Renata Giazzi NASSRI, Cristiane Yumi Koga-Ito. Antimicrobial activity of chlorophyll-based solution on Candida albicans and Enterococcus faecalis.Revista Sul-brasiliera de Odontologia 01/2007.
– Subramoniam A, Asha VV, Nair SA, Sasidharan SP, Sureshkumar PK, Rajendran KN, Karunagaran D, Ramalingam K. Chlorophyll revisited: anti-inflammatory activities of chlorophyll a and inhibition of expression of TNF-? gene by the same. Inflammation. 2012 Jun;35(3):959-66. doi: 10.1007/s10753-011-9399-0.
– Miret S, Tascioglu S, van der Burg M, Frenken L, Klaffke W. In vitro bioavailability of iron from the heme analogue sodium iron chlorophyllin. J Agric Food Chem. 2010 Jan 27;58(2):1327-32. doi: 10.1021/jf903177q.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline