Ansiopanicyn-vincere-l-ansia

di Andrea Butkovic, autore di Ansiopanicyn

Si può combattere l’ansia senza farmaci? Di consigli e strategie ne esistono a volontà, ma funzionano davvero? Se soffri di ansia o attacchi di panico, le avrai provate tutte, una alla volta. È proprio questo uno dei problemi principali: una tecnica per combattere l’ansia alla volta non basta per superarla, ma al massimo per gestirla.

Cos’è l’ansia e quali sono i sintomi

Quando parliamo di ansia ci riferiamo a un disturbo molto complesso e multisfaccettato. L’ansia patologica viene definita dai manuali diagnostici usati in psichiatria come “disturbo d’ansia” e nella categoria dei disturbi d’ansia sono raggruppati diversi tipi di angosce con caratteristiche precise e peculiari. Ecco una lista dei disturbi d’ansia così come riportato nel DSM-V, l’ultima edizione:

  • Disturbo d’ansia da separazione
  • Mutismo selettivo
  • Fobia specifica
  • Disturbo d’ansia sociale
  • Disturbo di panico
  • Agorafobia
  • Disturbo d’ansia generalizzata
  • Disturbo d’ansia indotto da sostanze/farmaci
  • Disturbo d’ansia dovuto a un’altra condizione medica
  • Disturbo d’ansia con altra specificazione
  • Disturbo d’ansia senza specificazione

Per comprendere la natura complessa e variopinta dell’ansia basta osservare i suoi sintomi. Ogni persona proverà dei sintomi specifici, ma in linea generale si possono riconoscere dei sintomi dell’ansia comuni a tutte le forme e che le persone provano più spesso. Vediamo allora tutti i sintomi dell’ansia da riconoscere:

  • Prima di tutto l’ansia e la preoccupazione sono eccessive e si manifestano per almeno 6 mesi;
  • Provi difficoltà nel controllare la preoccupazione e l’ansia;
  • Senti irrequietezza, hai i nervi a fior di pelle, una tensione continua;
  • Ti stanchi facilmente;
  • Hai difficoltà a concentrarti o vuoti di memoria;
  • Sei irritabile e ipersensibile;
  • Senti una forte tensione muscolare e dolori alla schiena, al collo o alle articolazioni;
  • Fai difficoltà ad addormentarti o a mantenere il sonno, hai un sonno irrequieto e insoddisfacente, con risvegli repentini e violenti;
  • Senti una sensazione di pericolo imminente e diffuso;
  • La pressione del sangue aumenta;
  • Aumenta la frequenza cardiaca, accelera il cuore;
  • La sudorazione diventa abbondante o eccessiva;
  • Aumenta il flusso sanguigno verso i più importanti gruppi muscolari;
  • Le funzioni del sistema immunitario e quello digestivo diminuiscono;
  • Possono verificarsi congestione, pesantezza allo stomaco o reflusso;
  • Potresti soffrire di diarrea, aerofagia o gasi intestinali, stitichezza e dolori intestinali;
  • Sei bianca e pallida;
  • Ti tremano e si dilatano le pupille;
  • Senti un senso di terrore o panico;
  • Hai comportamenti improvvisi di fuga o evitazione;
  • Vai in iperventilazione, hai il fiato corto e affannoso;
  • Hai una sensazione angosciante di vuoto e insensatezza;
  • Senti un’improvvisa secchezza delle mucose della bocca e difficoltà a parlare;
  • Provi un’angosciante sensazione di mancanza di controllo sul corpo e sulla mente;
  • I pensieri corrono veloci e sono inafferrabili;
  • Hai paura di smettere di respirare;
  • Hai il collo rigido;
  • Hai paura di spogliarti;
  • Hai bisogno d’aria;
  • Senti un formicolio alle dita;
  • Hai un nodo in gola;
  • Ti vengono i conati di vomito, nausea, mal di pancia e mal di stomaco;
  • Ti fischiano le orecchie (acufeni);
  • Aumenta la sensibilità di tutti i sensi (senti il cuore battere, le vene pulsare, i rumori ti urtano moltissimo);
  • Hai un senso di oppressione al petto;
  • Senti la testa confusa e una sensazione di annebbiamento mentale o confusione mentale;
  • Hai paura di fare del male a qualcuno o a te stessa;
  • Provi un senso di derealizzazione: la realtà è diversa da prima, strana, il tuo corpo non è più lo stesso e nulla tornerà come prima.

Cosa si evince da questa lista di sintomi? Beh, che l’ansia non è una condizione medica semplice come un ginocchio sbucciato. Non basta tamponare la ferita per risolvere il problema. L’ansia non è un disturbo facilmente localizzabile. L’ansia è solo mentale? No, ma non è nemmeno solo fisica.

L’ansia è dappertutto! Come vedi in questa lista dei sintomi dell’ansia, l’angoscia può colpire i pensieri, le mani, lo stomaco, il cuore, i piedi, il respiro… in pratica tutto.

Combattere l’ansia senza farmaci: funziona?

Come si può combattere l’ansia? Sono moltissime le persone al mondo che ne soffrono. Secondo alcune stime dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) negli ultimi 20 anni si è registrato un aumento globale dei disturbi mentali più comuni di quasi il 50%. Tra il 1990 e il 2013, infatti, il numero di persone che soffrono di ansia sono passate da 416 a 615 milioni.

Quasi il 20% della popolazione mondiale ha provato almeno una volta nella vita un attacco di panico o di ansa. I disturbi mentali rappresentano il 30% di tutte le malattie. In questi tempi di crisi umanitarie e conflitti sparsi per il pianeta, i dati potrebbero peggiorare: l’ansia potrebbe colpire una persona su 2 o una su 3.

Di queste persone, nei paesi occidentali, la maggior parte fa uso di farmaci ansiolitici. Parliamo di farmaci che provocano una forte dipendenza e secondo alcuni studi possono essere legati all’aumento del rischio di contrarre molte malattie come le demenze. Ma il punto è che i farmaci per l’ansia non risolvono il problema.

Un problema complesso come l’ansia non può essere risolto da una soluzione semplice come una pillola o una decina di gocce. Se un bicchiere è rotto, non basterà riempirlo per potersi dissetare. Bisognerà riempirlo di continuo, creando un circolo vizioso infinito.

Ma si può combattere l’ansia senza i farmaci? Combattere l’ansia con i farmaci non porta a nessuna grande rivoluzione e non risolve il problema. Combatterla senza farmaci può portare allo stesso risultato. Se pensiamo che basti cambiare la propria dieta, integrare un po’ di vitamine o praticare qualche ora di meditazione, sbagliamo di grosso.

Combattere l’ansia senza farmaci si può, ma il punto non è passare tutta la vita a combattere una battaglia; quando soffriamo d’ansia vogliamo vincere la guerra!

Superare l’ansia senza farmaci: il metodo definitivo

Come fare allora per vincere l’ansia definitivamente? Bisogna agire su più livelli, bisogna combattere l’ansia su tutti i fronti, senza esclusione di colpi. Non possiamo arginare un parassita che riesce a intrufolarsi in ogni ambito della nostra vita interiore e sociale, fisica, mentale e spirituale, colpendolo solo da un fronte.

Per sconfiggere l’ansia è necessario affrontare la questione nel suo insieme. Come? Bisogna comprendere tutte le cause dell’ansia e pianificare un attacco simultaneo. Le cause dell’ansia sono un insieme di fattori di vario tipo, che comprendono abitudini mentali, sociali, alimentari, fisiche, comportamentali.

Cause dell’ansia mentali

Si tratta di abitudini mentali che instauriamo sin da bambini elaborando le nostre esperienze con dei pensieri che allo stesso tempo costituiscono le prime strutture mentali. Sono come un cemento con il quale costruiamo gli edifici della nostra città interiore, ma anche le strade che li collegano e che ci portano in territori sempre nuovi. I pensieri si comportano come le proteine: alcuni amminoacidi vengono bruciati per produrre energia, mentre altri diventano tessuti, strutture.

Cause dell’ansia sociali

A livello sociale vale più o meno lo stesso discorso. I valori e gli schemi interpretativi della società entrano dentro di noi plasmando le nostre credenze e i nostri pensieri.

Cause dell’ansia alimentari

Siamo quello che mangiamo? In buona parte, sì. Ecco allora che alcune abitudini prese come assodate possono causare l’ansia. Abitudini che non mettiamo in discussione in alcun modo, nemmeno quando non ne conosciamo la provenienza. Queste sono le più comuni cause dell’ansia:

  • Zucchero: una delle peggiori droghe
  • Dolcificanti: a parte il miele e lo zucchero di cocco, lasciali perdere tutti
  • Caffè e caffeina: non ha bisogno di presentazioni
  • Bibite gasate
  • Succhi di frutta dolcificati
  • Merendine, dolci, dolciumi, caramelle
  • Prodotti confezionati
  • Consumo eccessivo di proteine animali come latte, latticini, carne, affettati, uova
  • Dieta mediterranea moderna, con glutine ovunque e cibi molto conditi
  • Bere poca acqua
  • Bevande ghiacciate
  • Alcol e alcolici a profusione

Il discorso si fa ancora più complesso se parliamo di intolleranze, carenze e intossicazioni. Quasi tutte le intolleranze alimentari, le carenze e le intossicazioni possono provocare l’ansia, causarla o favorirla. Comprese le carenze vitaminiche, l’abuso di integratori e l’avvelenamento da metalli pesanti.

Cause dell’ansia fisiche

La sedentarietà è un killer silenzioso. E pure pigro. I nostri corpi non sono fatti per stare fermi tutto il giorno. Basta mezzora o un’ora al giorno per dare al nostro organismo quello che ci chiede: un po’ di movimento.

Cause dell’ansia comportamentali

Abitudini sbagliate: quante volte hai pensato di smettere di fumare, di smettere di fare tardi la notte, di finirla con le canne, con i farmaci, con le droghe? Ecco una lista delle peggiori cause dell’ansia:

  • Fumo
  • Droghe
  • Farmaci
  • Integratori
  • Alterazione del ritmo circadiano

L’alterazione del ritmo circadiano è forse una delle cause più influenti dell’ansia. Bisognerebbe dormire con il buio e star svegli con la luce.

Come si fa a combattere l’ansia su tutti questi fronti contemporaneamente? Un modo esiste. Lo puoi trovare in un libro che raccoglie gli insegnamenti di oltre 15 discipline. Ogni civiltà e ogni cultura ha sviluppato una medicina propria e una visione particolare sulla salute delle persone. Rimanendo entro i confini dell’ansia, si possono trovare molti punti in comune tra moltissime discipline all’apparenza molto distanti.

Partendo dalle tecniche che hanno ricevuto una validazione scientifica, Ansiopanicyn unisce in un solo metodo più di 30 tecniche ed esercizi per combattere l’ansia una volta per tutte. Vincere l’ansia si può, sconfiggere l’ansia senza farmaci è possibile, ma bisogna colpirla da ogni lato.

Acquistalo su MacrolibrarsiAnsiopanicyn
Acquistalo su AmazonAnsiopanicyn

Andrea Butkovic è scrittore e operatore olistico, laureato in Scienze e Tecniche Psicologiche all’Università di Trieste e da oltre 10 anni si occupa di salute mentale. La sua visione olistica lo porta a spaziare dalla psicologia alla poesia, dalla filosofia alla musica. Negli ultimi anni ha sviluppato Resoluzione, un metodo olistico e antiriduzionista per risolvere uno dei maggiori disturbi dei nostri giorni: l’ansia.

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni