La combinazione degli alimenti

27 Commenti

combinazionealimenti

Ho ideato una semplice tabella per la giusta combinazione degli alimenti. Siete liberi di scaricare questa tabella e, volendo, appenderla sulla porta del frigorifero in modo da tenerla sempre sott’occhio, specialmente nelle vostre decisioni prima di mangiare o cominciare a cucinare. Per scaricare la tabella in formato A4, basta cliccare sull’immagine, salvare e stampare.

Ora passiamo alle regole una per una, con un’adeguata spiegazione:
1)      Carboidrati con acidi o proteine – Non mangiare proteine con carboidrati complessi allo stesso tempo e non mangiare carboidrati con cibi acidi. Perché? Proteine e acidi richiedono enzimi acidi per la loro metabolizzazione; i carboidrati richiedono invece enzimi alcalini. Quando enzimi acidi e alcalini entrano in contatto, si neutralizzano a vicenda, creando indigestione.
Esempi da evitare: pasta e pancetta, pane e formaggio, riso e pollo, patate/riso/pasta con pomodoro, verdure contenenti amidi con frutta secca o altre proteine, legumi o cereali con pomodori o altri tipi di frutta, legumi e cereali con proteine concentrate.
2)      Proteine con proteine – Non consumare due tipi di proteine concentrate assieme. La digestione di proteine concentrate è la piú complicata: l’aciditá dei succhi gastrici, il tipo di enzimi e la potenza delle secrezioni varia in gran modo tra le differenti proteine. Si puó in certi casi combinare proteine non troppo diverse in essenza come, ad esempio, noci e semi di girasole o un tipo di pesce con dei gamberetti, anche se non è consigliabile. I germogli di alfa-alfa che possiedono giá le due prime foglioline si considerano una verdura senza amidi e possono essere combinati con proteine concentrate.
Esempi da evitare: noci e formaggio, uova e avocado e nessuno di questi assieme: frutta secca, avocado, soia, formaggio, uova o qualsiasi tipo di carne.
Non combinare gli anacardi con altra frutta secca, l’anacardo forma il pistillo della mela dell’anacardo e non è una vera noce. Contiene piú amidi che le altre noci (29,3% carboidrati e 17,2% proteine. Per contrasto la mandorla contiene 19,5% carboidrati e 18,6% proteine).
Anche gli arachidi non fanno parte della frutta secca, sono dei legumi. Sono una combinazione tra proteine e amidi e sono combinati come carboidrati.
3)      Proteine con grassi – Non consumare grassi e proteine assieme, ad esempio evitare: panna o burro con carni varie, uova, formaggi o frutta secca. I grassi inibiscono la digestione nello stomaco. È interessante come la maggior parte dei prodotti che contengono proteine complesse contengano allo stesso tempo anche una buona dose di grassi, e non vorremmo/dovremmo sovraccaricare la nostra facoltá digestiva.
4)      Grassi in combinazione con altri cibi – Usate i grassi con parsimonia. I grassi influenzano la facoltá digestiva. Il miglior modo per utilizzare i grassi è in combinazione (e moderazione) con verdura fresca senza amidi e cruda come l’insalata e il sedano. Specialmente la combinazione con i carboidrati è pessima perché il grasso avvolge il carboidrato impedendone o ritardandone la digestione.
5)       Proteine e acidi – Non mangiare frutta acida con proteine concentrate. I pomodori sono considerati della frutta acida, senza il contenuto di zucchero, e possono essere combinati con le proteine.
In alcuni casi arance, ananas, mele verdi e fragole abbastanza acide sono combinate con frutta secca, avocado o formaggio in una combinazione accettabile.
In altri casi arance, ananas e fragole molto dolci sono una mala combinazione con frutta secca, avocado o formaggio (per via dell’alto contenuto di zucchero).
6)      Zucchero con amidi, proteine e frutta acida – Non combinare la frutta dolce con alimenti che richiedono una digestione piú lunga come le proteine, gli amidi e la frutta acida perché puó causare fermentazione e aciditá di stomaco. La frutta dolce va combinata con altra frutta dolce o semi-dolce. Lo stesso vale per lo zucchero, il miele e altri dolcificanti.
7)      Carboidrati con carboidrati (amidi con amidi) – Mangiare solo un tipo di carboidrato complesso (amido) alla volta. Questa regola serve piú per evitare il mangiare di troppi carboidrati in una seduta. Non combinare combinazioni di alimenti (legumi, piselli, arachidi) con carboidrati complessi. Ad esempio: riso e piselli, pasta e lenticchie.
Si possono combinare verdure che contengono alcuni amidi con carboidrati complessi ma non con combinazione di alimenti. Ad esempio sí a patate e carote e no a piselli e carote.
Due o tre verdure contenenti degli amidi sono combinabili. Ad esempio: carote, pastinaca e barbabietola.
8)      Frutta acida, semi dolce e dolce – La frutta acida puó essere usata con della frutta semi dolce. La frutta semi dolce puó essere combinata con la frutta dolce. Il pomodoro non puó essere combinato con la frutta semi-dolce. La frutta, in qualsiasi caso, va consumata a stomaco vuoto; puó essere consumata 20-30 minuti prima di un pasto o, ancora meglio, puó costituire il pasto intero.
9)      Melone e anguria – Mangiare qualsiasi tipo di melone e di anguria da soli, poiché digeriscono in appena 10 minuti.
10)   Frutta con verdura – Si puó combinare della frutta con dell’insalata e/o del sedano (eccetto l’anguria).
11)   Insalata – Combina bene sia con carboidrati che con proteine. Non con meloni e anguria. Una buona porzione d’insalata al giorno dovrebbe essere inclusa in una dieta salutare, l’insalata a foglie verde piú scuro sono le migliori, ma non spinaci.
Ottima la combinazione sedano, cetriolo, peperoni crudi, cimette di broccoli crude e cimette crude di cavolfiore. Carota e pastinaca crude possono essere aggiunte in una pietanza con carboidrati; i pomodori possono essere aggiunti se non ci sono carboidrati complessi o combinazioni di alimenti.
12)   Germogli – I germogli di alfa-alfa possono essere combinati come insalata verde; i fagioli mungo sono una combinazione tra carboidrati e proteine e combinano come carboidrati; i germogli di cereali combinano come carboidrati; i germogli di legumi, soia, lenticchie e semi (ad esempio di girasole) combinano come proteine.
13)   Latte, Yogurt, Kefir – Il latte e i suoi derivati sono meglio metabolizzati se consumati da soli. (Se proprio volete includerli nella vostra dieta)

Take it easy! Non vi scoraggiate e non siate troppo duri con voi e con le persone che vi stanno attorno, cominciate ad eliminare le combinazioni piú sbagliate, ad esempio banana e noci, pasta e pomodoro o cereali e frutta secca.

Fonte http://ildragoparlante.com

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

27 Commenti su questo post

  1. Come si può rinunciare alla pasta al pomodoro, alla bruschetta col pomodoro, ecc. ecc…..

  2. Grazie, utilissima:)

  3. Buongiorno e grazie per tutte le informazioni 🙂
    Una precisazione: la presenza di grassi alle proteine non è che inibisce la digestione, ma allunga il già lungo processo di digestione delle proteine. La presenza di grassi nello stomaco tiene chiuso il piloro 🙂

  4. Si ma chi la segue?

  5. Dionidream says:

    chi vuole un’ottima digestione e sentirsi carichi dopo aver mangiato piuttosto che appesantiti.

  6. grazie <3 <3 <3

  7. Dionidream says:

    Da quando la pratico ho molta più energia e la digestione è leggera e veloce

  8. Carmelo says:

    Perchè tra le insalate sono sconsigliati gli spinaci?

    • Dioni says:

      “Io non mangio spinaci, né li consiglio, poiché contengono acido ossalico (e altre sostanze), il quale é tossico per l’organismo e si lega con minerali tipo il ferro e non lo lascia fissare.
      In moderazione chiaro non fanno male, ma visto che non sono nemmeno cosí buoni (segnale che non dovremmo mangiarli?), allora li lascio stare. Come gli spinaci, altre insalate a foglie verdi troppo scuro e amare non dovrebbero essere consumate, tipo la mostarda…”

      • Bi says:

        sugli aspetti tecnici non posso obiettare perché non sono preparata quanto te ma non credo che tu possa argomentare una risposta dicendo che gli spinaci non sono buoni! E’ una questione di gusti, a me piacciono moltissimo ed invece non gradisco altre verdure come il cavolfiore.. dici che è un segnale che non dovrei mangiarlo??

  9. Elsa Gentile says:

    Quindi aggiungere un po’ d’olio d’oliva evo ad una bella zuppa di lenticchie non andrebbe bene?

  10. Jeni Iacob says:

    Tutto bello scritto sulla carta ( sono le combinazioni di Dr Herbert M Shelton tra l’altro) … In pratica è tutt’altra storia…

  11. Jeni Iacob says:

    Tutto bello scritto sulla carta ( sono le combinazioni di Dr Herbert M Shelton tra l’altro) … In pratica è tutt’altra storia…

  12. Francesca lanera says:

    Neanche pane e pomodoro mo mi posso mangiare??? qui al sud non ci sono soldi per comprare tutto quello che scrivi, credo che fra 2 anni che avanza la crisi, ci dedicheremo al digiuno direttamente.

    grazie.

  13. PEREpasquanio says:

    ma con cosa la mangi la pasta insomma?

  14. Frank says:

    e i funghi?

  15. Lorenzo says:

    Combinazioni sempre con verdura da taglio non amidacea. Le verdure amidacee sono un piatto a se, preferibilmente cotte a vapore o scottate, dato che la saliva non dispone di sufficiente enzima per metabolizzare eccessi di amido. Ad esempio la patata dolce è dolce solo quando cotta a vapore o stufata con la sua buccia, che viene poi rimossa facilmente dopo cottura. Cruda non è dolce, tanto meno digeribile. Cruda va bene in piccole quantità e occasionalmente, per fornire quei nutrimenti che col calore verrebbero degradati, ad esempio con i succhi o frullati di verdure.

  16. DAVID says:

    DIONI ciao ho letto il tuo articolo ma rimango un pò perplesso perchè io sono seguito da una nutrizionista essendo vegano e lei sia a voce che nella tabella mi dice sempre di accoppiare pasta con i legumi??? perchè non mangiando proteine di fonti animali nn acqusisco bene tutti gliamonoacidi essenziali e il rischio che perdi molta massa muscolare !!

    • Dioni says:

      Si non tutti la vedono allo stesso modo. Secondo molti invece i legumi possono essere accoppiati solo con altre proteine e verdure. Se stai bene così continua.

      • Sandro says:

        si ciao dioni scusami ma i legumi non contengono anche loro amido ( carboidrati complessi)??? QUINDI SE DI Fà UNA GIUSTAFRAZIONE CEREALI E LEGUMI DOVE VI è IL PROBLEMA???

  17. Manolo says:

    scegliere una corretta alimentazione non è così facile perché non c’è solo il problema della digestione ma anche quello del metabolismo… ad esempio:
    riso integrale e lenticchie sono un’ottima combinazione in quanto si ottiene un pasto completo che contiene tutti gli elementi necessari al metabolismo mentre abbinando il riso integrale solo con la verdura viene a mancare l’apporto delle proteine che l’organismo dovrà recuperare altrove…

  18. Andrea says:

    CIao Riccardo ho trovato questa tabella e vorrei provarla, però trovo l’articolo molto incomprensibile, riesci ad aggiornarlo e renderlo più chiaro ? un saluto

    • dioni says:

      Ciao Andrea, grazie della segnalazione. Questo era tratto da un blog, ho intenzione di riscriverlo per approfondirlo alla luce delle mie più recenti ricerche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline