Ecco le semplici istruzioni per far crescere un ananas in casa

5 Commenti

ananas pianta

Coltivare una pianta di ananas in casa è davvero semplicissimo: tutto quello che dovrete fare è comprare un’ananas!

Facilissimo da curare, l’ananas vive perfettamente in casa mentre in estate può anche essere trasferito all’esterno (se siete in un posto caldo anche tutto l’anno).

L’ananas è un molto particolare, oltre che buonissimo e salutare. E’ una pianta originaria del Sud America, come la maggio parte delle Bromeliacee, infatti la parola Ananas deriva dal nome del frutto nella lingua degli Indios Guaranì. Quella dell’ananas è un’infruttescenza, immaginatevi tante bacche diverse unite tra loro, e per ognuna prima c’era un fiore.

Le proprietà e virtù dell’ananas si devono soprattutto alla presenza della bromelina, un enzima molto importante e presente soprattutto nel gambo; la sua caratteristica principale è infatti quella di rendere  facilmente digeribili anche le più complesse proteine. Già nel 18° secolo l’ananas era noto per avere proprietà digestive e diuretiche, e veniva largamente consumato al termine di pranzi abbondanti.

Per far nascere l’ananasso vi serve un bell’ananas possibilmente fresco e non refrigerato. Ecco come fare:

1. PASSO: Comprate un Ananas dal ciuffo verde e sano, senza foglie marroni.

2. PASSO: Tagliare la corona di foglie con un coltello, oppure,  come hanno insegnato a me, ruotandola con forza in modo da strapparla solo insieme ad un pezzo del midollo interno. Se la tagliate via, dovete eliminare poi tutta la polpa, che creerebbe marciumi e lasciare seccare il tutto qualche giorno in un luogo caldo.  Già tagliando la corona, vedrete dei piccoli cerchietti scuri, che non sono altro che radici pronte a crescere.

ananas 12

3. PASSO: Staccate due o tre giri di foglie in modo da pulire il gambo come nell’immagine che vedete sotto. Quando è ben asciutto mettetelo a radicare in un bicchiere d’acqua in un luogo luminoso e attendete che le radici si sviluppino.

Ananas-2

4. PASSO: Quando le radici saranno sviluppate preparate dei vasetti di terriccio (va bene quello per piante grasse) con un buon drenaggio sul fondo (mettete un po’ di sassolini in modo che non ristagni l’acqua).  Piantate il vostro ciuffo, che adesso è una pianta vera e propria. Se siete in un posto freddo il consiglio già provato con successo è quello incappucciare la pianta con un sacchetto di plastica, fermarlo al vaso, e riempirlo di forellini con un ago. In quest modo avrete una microserretta che proteggerà la vostra piccoletta dagli sbalzi di temperatura. Innaffiate circa una volta a settimana, ma per i primi tempi assicuratevi di non far seccare del tutto il terriccio. Ci vorranno circa due mesi perché la vostra pianta sia ben attecchita, e dopo circa un anno potete rinvasarla per dare spazio alle radici e farla crescere…e magari, col tempo, vi regalerà, un piccolo ananas da gustare con soddisfazione.

 ananas-3

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

5 Commenti su questo post

  1. Dionidream says:

    Io l’ho fatto, con la prima ananas non ha funzionato, ma poi ho provato con un’altra e sono uscite le radici! bisogna fare attenzione quando si stacca il ciuffo dell’anans a non distruggere quelle che poi diverrano lunghe radici

  2. Ho provato ma mettendole direttamente in vaso… Tre fallimenti e poi la rinuncia…ora riprovo

  3. Chiara Taallaa Baroli

  4. Chiara Taallaa Baroli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline