Come risparmiare più del 50% di Acqua in modo semplice

2 Commenti

risparmio idrico

Ecco i semplici ed economici dispositivi a risparmio idrico che ti consentono di tagliare i costi della bolletta e prenderti cura del nostro pianeta senza dover rinunciare ai tuoi consumi

Secondo i dati Istat in Italia ogni persona consuma 172 litri a testa al giorno di cui almeno la metà potrebbero essere risparmiati. La portata dei rubinetti domestici varia dai 15 ai 18 litri al minuto che è qualcosa di enorme e che viene sprecato per l’uso che se ne fa. Considera anche che lo sciacquone del WC ha una capienza di circa 10-15 litri ma ne bastano solo la metà per pulire perfettamente il WC.

Perché è così importante risparmiare acqua?

  1. Il primo effetto è che i costi della bolletta si riducono notevolmente.
  2. Il motivo più importante è che le risorse idriche del nostro pianeta stanno esaurendo e questo non solo porterà nel giro di qualche anno all’aumento spropositato dei prezzi ma anche al problema della scarsità di acqua potabile e alla desertificazione del pianeta. Secondo un recente rapporto di Legambiente, mediamente il 33 per cento dell’acqua immessa nei condotti (per tutti gli usi) va persa. Il problema poi è particolarmente sentito al Sud (42 per cento) e al Centro (33 per cento), mentre va meglio il Nord, con percentuali di perdite al di sotto della media nazionale (27 per cento). Questo significa che meno acqua finisce nei nostri condotti e meno impatto ambientale produciamo.

Come risparmiare acqua in modo semplice

E’ davvero semplice come con dei piccoli accorgimenti possiamo fare una grande differenza. Quello che dobbiamo fare è inserire un areatore al posto del normale filtro nei rubinetti che consente di ridurre fino al 70% lo spreco di acqua senza che tu te ne accorga di nulla! Infatti l’areatore miscela l’acqua con l’aria permettendoci di avere gli stessi benefici dell’acqua ma usandone molto meno. Inserire un areatore è davvero facile e ci vogliono pochi secondi: basta svitare la parte finale del rubinetto (ghiera) con una pinza o con una chiave come questa; una volta smontato si estrae il filtro vecchio e si inserisce il nuovo areatore (con la guaina di plastica che era sopra il vecchio filtro). Se hai dei dubbi puoi guardare questo video che spiega come fare. Tutti gli areatori sono disponibili sia nella versione filettatura maschio (avvitatura esterna) sia in filettatura femmina (avvitatura interna) cosìcché basta che scegli il modello che fa al caso tuo (Ecco un esempio di filettatura maschio e filettatura femmina).

Vediamo in dettaglio i vari dispositivi a risparmio idrico.

Rubinetto (Lavandino Cucina e Bagno)

Ci sono varie opzioni possibili a seconda delle nostre esigenze:

AREATORE PERLATOR® HONEYCOMB. Riduce la portata d’acqua del rubinetto a 7.5 -9 litri al minuto. E’ disponibile sia a getto fisso che a getto variabile. Getto variabile significa che premendo sul fondo del rubinetto l’areatore si sposta e con esso si sposta la direzione del getto d’acqua. La sua struttura permette la riduzione della formazione di calcare e può essere periodicamente pulito: basta smontarlo e metterlo una notte ammollo con acqua e aceto. La durata è di circa 5 anni. (Prezzo 1.8€)pulire areatore

AREATORE CASCADE® SLC. E’ disponibile in due versioni: 1) portata 5 litri al minuto; 2) portata 8 litri al minuto. Rispetto al modello precedente può essere pulito semplicemente strofinando il dito sotto il rubinetto, senza smontarlo, permettendo così di rimuovere il calcare e i residui in maniera davvero semplice. (Prezzo 5€)

ECOBOOSTER. E’ un aeratore con una portata da 5 litri al minuto con un pulsante che permette di tornare alla portata normale quando viene premuto. E’ utile quando ad esempio dobbiamo riempire una pentola e non abbiamo bisogno di ridurre l’acqua ad esempio. Anche questo, come il modello precedente, può essere pulito semplicemente strofinando il dito sotto il rubinetto. La durata è di circa 5 anni. (Prezzo 12€)

areatori

Doccia

TELEFONO DOCCIA CON PULSANTE ECOBOOSTER. E’ la testa della doccia con incluso un ecobooster della portata di 8 litri al minuto. (Prezzo 48€)

telefono doccia

SOFFIONE CON DUE REGOLAZIONI. Per chi ha la doccia con un soffione in alto può usare questo soffione doccia, molto elegante in materiale color cromo. E’ fornito con due regolatori di portata: uno da 7 e un altro da 9 litri al minuto. Ciò significa che lì dove la pressione dell’impianto dovesse essere alta potrai montare da subito quello da 7 litri al minuto, se invece la pressione dovesse essere troppo bassa comunque risparmierai tanto con il 9 litri al minuto. (Prezzo 41€)

soffione doccia

ECOBOOOSTER DOCCIA. Se hai già un telefono doccia che non vuoi cambiare, ma vuoi avere un controllo sulla portata dell’acqua, allora puoi usare il blocchetto ecobooster doccia. Puoi semplicemente inserire questo blocchetto prima del telefono doccia (basta che smonti il tubo dal telefono, avviti la parte alta dell’ecobosteer sul telefono e poi la parte bassa si avvita al tubo) e potrai sempre avere a disposizione il pulsantino che ti permette di passare dalla portata minima automatica a quella massima dell’acquedotto. (Prezzo 14€)

ecobooster doccia

AREATORE DOCCIA. E’ disponibile in due versioni: : 1) portata 7 litri al minuto; 2) portata 9 litri al minuto. Per montarlo basta svitare il tubo della doccia sull’attacco alla parete, avvitare l’areatore all’attacco sulla parete e poi avvitare il tubo all’areatore. (Prezzo 7€)

Vasca da Bagno

AREATORE RUBINETTO VASCA DA BAGNO. La vasca da bagno, in genere, non ha bisogno di un rubinetto con portata ridotta (si perderebbe solo più tempo nel riempirla), ma applicando l’areatore non si avrà più il problema del calcare: per pulirlo basta sfregare il dito sotto il rubinetto. Infatti questo areatore non riduce la portata quindi non rallenta il riempimento della vasca. Per applicarlo basta svitare la guarnizione del rubinetto ed applicare la nuova guarnizione con l’areatore incluso. (Prezzo 4€)

WC

SACCHETTO SALVA WC. Ognuno di noi lo usa mediamente 5 volte al giorno con un consumo fino a 15 litri ogni volta che si tira lo sciacquone, mentre per la buona manutenzione del nostro WC ne bastano appena 6 o 7  litri. Per ovviare a questo problema si prende questo sacchetto lo si riempie d’acqua e poi lo si mette nella cassetta dello sciacquone. In questo modo verrà usata meno acqua per riempire la cassetta dato che una parte dello spazio è occupata dal sacchetto. Più sacchetti mettiamo e meno acqua sarà usata per riempire lo sciacquone. Ovviamente non dobbiamo mettere questi sacchetti in mezzo al meccanismo ma di lato per evitare interferenze. (Prezzo 2.5€)

Se hai dei dubbi sul montaggio o sull’uso basta che clicchi sui link dei singoli prodotti dove troverai una scheda dettagliata con tutte le informazioni e le immagini e i video di cui hai bisogno.

areatore
ecobooster

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

2 Commenti su questo post

  1. Luana Tattini says:

    Li uso da diversi anni con soddisfzione, l’unico inghippo è che nella mia bolletta mi vengono sempre aggiunti diversi metri cubi xche devo raggiungere un consumo minimo. Risultato è che nonostante il mio basso consumo spendo sempre di più

  2. Lucio says:

    Ottimo articolo! Grazie per i tuoi consigli 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline