Curcuma: Attenzione agli effetti con questi 6 farmaci e condizioni di salute

10 Commenti
acquista reishi ganoderma

curcuma farmaci effetti collaterali

Se assumiamo dei farmaci dobbiamo sapere che alcuni cibi possono interferire con essi. La curcuma è una vera e propria medicina millenaria, è la spezia più famosa perché ha numerosi benefici per la salute e può essere usata in davvero tanti modi.

Tuttavia, la curcuma può causare diversi effetti collaterali, tra cui vertigini, nausea, diarrea, mal di stomaco. Pertanto, vi sono alcuni gruppi di persone che dovrebbero evitare di curcuma.

Disturbi digestivi
Secondo l’Università del Maryland Medical Center, la curcuma può interferire con i farmaci antiacido, e può portare ad una maggiore acidità di stomaco nel caso in cui si combina con i farmaci antiacido come Pepcid, Nexium, Tagamet, Prevacid o Zantac. Se il consumo di curcuma col tempo crea mal di stomaco sospendere l’assunzione.

Diluizione del sangue
La curcuma può anche rallentare la coagulazione del sangue come si trova presso il National Institutes of Health. Pertanto, non si dovrebbe prendere insieme agli anticoagulanti e / o antiaggreganti piastrinici dato che ne potenzierebbe l’effetto.
Farmaci che agiscono come fluidificanti del sangue e non devono essere assunti assieme alla curcuma sono i seguenti: l’ibuprofene, l’aspirina, naproxene (Anaprox, Naprosyn, ecc), warfarin (Coumadin), e altri. Inoltre, a causa di questa proprietà della curcuma, non la si dovrebbe consumare un almeno un paio di settimane prima di un intervento chirurgico.

Problemi alla cistifellea
La curcuma può peggiorare i problemi alla cistifellea, così si dovrebbe evitare che nel caso in cui si ha una ostruzione del dotto biliare o calcoli biliari.

Gravidanza e allattamento
La curcuma è considerata sicura durante la gravidanza e l’allattamento se assunta in quantità moderate per via orale. Tuttavia, è probabile pericoloso se assunto per via orale in quantità medicinali (quindi elevate) da donne in gravidanza, in quanto può stimolare l’utero e promuovere un periodo mestruale mettendo in pericolo la gravidanza.

Ostruzione delle vie biliari
Nonostante il fatto che la curcumina presente nella curcuma svuota con successo la cistifellea e riduce il rischio di creazione di calcoli biliari e cancro colecisti, si consiglia ai pazienti con ostruzione delle vie biliari di evitare questa spezia perché se i calcoli sono troppo grossi potrebbero sorgere dei problemi.

Chemioterapia
La curcuma ha proprietà antitumorali ma durante la chemioterapia interagisce con i farmaci chemioterapici, stimolando un incremento dell’azione antitumorale di questi farmaci.

La Curcuma è stata usata come condimento in grandi quantità per migliaia di anni senza particolari reazioni avverse. Diversi studi hanno dimostrato che la Curcumina non è tossica per gli esseri umani, fino a 8 grammi al giorno. L’agenzia americana FDA (Food and Drug Administration) classifica la Curcuma come sostanza GRAS (General Recognition And Safety), ovvero “Generalmente Riconosciuta Sicura”.

Bisogna infatti ricordare che la curcuma è davvero poco assimilabile dall’organismo e per questo per avere degli effetti terapeutici bisogna consumarne davvero tanta oppure combinarla in modo da migliorarne la biodisponibilità come spiegato nell’articolo 4 Modi per potenziare l’assorbimento della Curcumina.

Per approfondire sui potenziali benefici della curcuma e come usarla vedi

Come sbiancare i denti in 3 minuti con la curcuma

Ecco cosa accade al tuo corpo se mangi curcuma ogni giorno

Studi confermano che la Curcuma è efficace come 14 farmaci

Studio Scientifico: La Curcuma può bloccare naturalmente la crescita del cancro

Curcuma: 10 modi per consumarla e sfruttarne le proprietà

Curcuma
Le straordinarie virtù e i benefici per la salute – Con gustose ricette

Voto medio su 17 recensioni: Da non perdere

La Curcuma
Quando le recenti ricerche mediche riscoprono l’efficacia di un potente rimedio millenario

Voto medio su 2 recensioni: Buono

Curcuma in Polvere Bio
Ingrediente base per tanti piatti orientali

Voto medio su 2 recensioni: Buono

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

10 Commenti su questo post

  1. Gabriella says:

    Comunque non si capisce più nulla , prima sembrava che la curcuma fosse la panacea di tutti i mali ora la curcuma in pratica è’ meglio non assumerla , ci vorrebbe un po’ più di coerenza queste informazioni andavano scritte quando pubblicizzavate alla grande la curcuma …. Ho notate più volte che dite tutto e poi il contrario di tutto e questo non va bene , buona Pasqua

  2. La curcuma può portare reflusso!

  3. Grazie per l’informazione! !!!!

  4. Giuseppe says:

    OK l’informazione è la prima cosa. Con i mezzi moderni che abbiamo a disposizione dovrebbe essere semplice.

  5. maria nardone says:

    Ho scontrato che assumere le pastiglie di curcuma, mi causava diarrhea tutti I giorni…….

  6. franca says:

    la curcuma la uso per i primi piatti e nel succo di carote.

    la curcuma la uso sia nei primi piatti e un pizzico nel succo di carote

  7. iolanda says:

    Grazie per l’informazione, quindi è vero che funziona da anticoagulante e va presa con oculatezza per chi assume dei medicinali che lo sono pure loro. Raddoppia l’effetto, forse sarebbe meglio utilizzarla – in modo modico – nei cibi, come fanno coloro che sono di origine orientale, per far sì che il corpo sia abituato tutta la vita a questo tipo di spezia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline