Deputato Zaccagnini chiede test-prevaccinale e sicurezza sui vaccini obbligatori

8 Commenti
adriano zaccagnini

Adriano Zaccagnini, deputato MDP

Il ministro della salute Beatrice Lorenzin ha dichiarato nei giorni scorsi di aver preparato un testo di legge che prevede l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola dell’obbligo, con un ampliamento delle vaccinazioni obbligatorie e sanzioni ai genitori che si rifiutano di vaccinare i propri figli.

Avevamo in passato esposto i seri dubbi sulla sicurezza dei vaccini come le analisi del Dott. Stefano Montanari che hanno trovato particelle inorganiche e metalli pesanti in tutti i vaccini analizzati e le considerazioni sulla possibile pericolosità dei vaccini firmate da 50 medici tra cui il Dott. Roberto Gava, recentemente radiato dall’albo dei medici proprio in nome dei vaccini.

Tutto questo quando proprio il mese scorso sono state rilevate sostanze non segnalate nel vaccino esavalente comunemente somministrato ai bambini grazie al lavoro della Dott.ssa Antonietta Gatti esperta in nanoparticelle.  Sono micro e nanoparticelle che secondo Gatti e Montanari possono essere molto pericolose per la salute.La procura di Torino ha affidato ai carabinieri del Nas gli accertamenti ma chissà se ne sapremo più nulla della questione. Infatti dalle analisi del Dott. Montanari queste sostanze sono presenti in tutti i vaccini da lui analizzati.

Come commenta IlSecoloXIX:Ma c’è anche la storia del rapporto confidenziale «Glaxo» finito per errore «on line», dove sono elencati molti «effetti avversi» al vaccino mai sottoposti alle autorità sanitarie. La stessa azienda ha ammesso l’autenticità del documento. Nessuno, però, lo ha considerato.

Per fortuna c’è qualcuno in parlamento che chiede chiarezza, sicurezza e maggiori informazioni su questo argomento scottante che è la vaccinazione. L’onorevole Adriano Zaccagnini, Deputato della Repubblica del Movimento Democratico e Progressista (MDP) sul suo profilo Facebook ha riportato una serie di post dei sui interventi alla camera e in trasmissioni televisive sull’argomento vaccini. Le propongo di seguito così che possiamo avere un’idea di quello che sta accadendo a livello legislativo nel nostro paese.

15 Maggio. “Il ministro Lorenzin propone azzardatamente l’obbligatorietà per tutti i vaccini oggi raccomandati, con gran giubilo delle case farmaceutiche che operano in regime oligopolistico o monopolistico, senza aver mai affrontato il tema delle potenziali nuove reazioni avverse generate da un carico vaccinale eccessivo.
Fenomeno già riscontrato, quello dei danni da somministrazioni multiple sia per i militari, nel progetto Signum del ministero della Difesa, sia per i neonati, in base alle reazioni avverse gravi di cui alcune riconosciute con sentenze passate in giudicato.
Il fatto che con l’estensione dell’obbligatorietà possanno aumentare le reazioni avverse è un tema del settore scientifico ineludibile e lo Stato deve investire in ricerca e monitoraggio sulla popolazione vaccinata per comprendere meglio gli effetti e la reale percentuale di immunizzati.
Per promuovere l’assunzione in sicurezza dei vaccini, in un momento in cui non ci sono gravi epidemie in corso, i genitori esitanti chiedono test pre vaccinali gratuiti e anamnesi personalizzate.
Una richiesta di assistenza sanitaria approfondita, che si configura come un vero e proprio diritto vigente disapplicato, cui dare risposte attraverso l’introduzione di vari strumenti quali una seria vaccinovigilanza attiva, i test prevaccinali gratuiti, il monitoraggio della popolazione vaccinata per comprenderne la reale immunizzazione, il potenziamento della ricerca pubblica e indipendente in materia.
Assumere un farmaco o un vaccino è una libera scelta e ogni persona deve poter accedere a tutte le informazioni correlate a ciò che assume in modo da poter fare una scelta consapevole insieme al personale medico.”

vaccini obbligatori europa

13 Maggio. “La Lorenzin sta facendo campagna elettorale sulla pelle dei bambini su un tema delicato come quello dei vaccini. C’e’ una pericolosa coincidenza da parte della Lorenzin nell’aver proposto l’obbligatorieta’ vaccinale proprio pochi mesi dopo aver stanziato 300 milioni in piu’ per l’acquisto di nuovi vaccini. Peraltro tali ingenti risorse pubbliche andranno a beneficio delle quattro grandi multinazionali del farmaco che operano in un accertato regime oligopolistico, fortemente caratterizzato da distorsioni della concorrenza e conseguentemente della sicurezza dei prodotti forniti allo Stato, come denunciato chiaramente dall’Antitrust nella relazione di maggio 2016. Se poi aggiungiamo il fatto che la vaccinovigilanza e’ ferma dal 2013, anno in cui si ferma la pubblicazione dei report di Aifa sulle reazioni avverse, e’ chiaro come le negligenze della ministra Lorenzin siano gravi e da approfondire. Inoltre non si puo’ dimenticare come in Italia la pressione corruttiva delle case farmaceutiche sia sempre stata molto forte e abbia portato all’arresto del ministro della Sanita’ De Lorenzo proprio per aver introdotto come obbligatoria la vaccinazione per l’epatite B. E ad oggi l’Italia e’ l’unico paese europeo ad aver questo vaccino come obbligatorio per i neonati, i quali difficilmente possono contrarre l’epatite B essendo questa trasmissibile solo attraverso rapporti sessuali o sangue infetto. Il governo deve trovare una soluzione di ragionevolezza in materia di politica sanitaria e placare l’irresponsabilita’ della ministra Lorenzin proprio per ricreare un clima di fiducia sul tema che gli stessi genitori richiedono a gran voce.” […] “L’8 luglio prepariamoci insieme a scendere in piazza a Pesaro per la Libertà di scelta per vaccinarsi in sicurezza.”

Loading...

12 Maggio. “Ieri è emerso palesemente come la ministra Lorenzin stia facendo campagna elettorale per se stessa, strumentalizzando il tema dei vaccini, e mettendo volontariamente in difficoltà il governo su una materia delicatissima. Non si discutono i vaccini, ma è necessario discutere di politica sanitaria e di come aumentare la fiducia dei cittadini nelle vaccinazioni, contemplando allo stesso tempo il diritto alla salute con quello all’istruzione.
La strada più efficace non è l’obbligatorietà, come dimostrano altri paesi europei, bensì quella della corretta informazione alle persone su benefici e rischi affiancata ad un sistema sanitario con una seria farmacovigilanza, cosa che ad oggi non esiste in Italia e la Lorenzin ne è la prima responsabile.
Ancora non disponiamo dei dati Aifa sulle reazioni avverse dal 2013 in poi, una situazione a dir poco grave ed ambigua nel momento in cui si propone la coercizione vaccinale.
Approvare proposte incostituzionali sarebbe chiaramente un autogol, perché i ricorsi arriveranno a sancire che, non essendoci un interesse collettivo concreto come ad esempio un’epidemia, non si può vietare l’accesso a scuola ai non vaccinati o ai bambini che hanno fatto solo alcune vaccinazioni e non tutte quelle eventualmente prescritte.
Peraltro verrebbe lesa anche la necessaria libertà dei pediatri di dilazionare nel tempo una serie di vaccini a soggetti che non sopportano carichi vaccinali eccessivi, proprio come quelli che si vorrebbero introdurre con la proposta Lorenzin.
Mi auguro che il governo abbia maggior ragionevolezza di quella espressa dalla Lorenzin, la quale spinge sul tema della coercizione per coprire le proprie negligenze come ministro riguardo la farmacovigilanza e per farsi campagna elettorale probabilmente per candidarsi alla Regione Lazio. È irresponsabile e grave il suo atteggiamento e gli allarmismi infondati che ha creato in questi mesi con l’indubbio obiettivo di arrivare ad un suo decreto legge, che tuttavia mostra profili di incostituzionalità come ha ribadito la ministra Fedeli.”

11 Maggio. “Ieri il Parlamento svedese ha dichiarato l’incostituzionalità delle vaccinazioni coercitive ribadendo un orientamento giurisprudenziale consolidato. L’obbligatorietà, oltre che inefficace per un reale aumento delle coperture vaccinali, lede la libertà terapeutica e, non essendoci epidemie in corso, non è possibile pensare che ci sia un interesse collettivo superiore alla libertà individuale in tema di trattamenti sanitari. Così è incostituzionale anche l’esclusione dei bambini dalle scuole oltre che un danno sociale fortissimo.
È necessario trovare una posizione politica di ragionevolezza per ricreare un clima di fiducia nei cittadini e non dividere la popolazione come fa la ministra della Sanità. La proposta della Lorenzin creerà solo ulteriore divisione, risulterà inefficace per gli obiettivi che si propone e molto probabilmente risulterà incostituzionale anche nel nostro paese, come in altri importanti paesi europei già è emerso.
Nel contesto politico in cui si stanziano 300 milioni in più per l’acquisto di nuovi vaccini,
servono anche risorse per una seria farmacovigilanza, approfondimenti scientifici sulle somministrazioni multiple, promuovere l’approccio anamnestico personalizzato e sostegno ai soggetti colpiti da reazioni avverse gravi.
I benefici indubbi dei vaccini non si discutono, si deve invece discutere di politica sanitaria e di soluzioni migliorative in determinati settori, ma necessariamente rispettare i diritti costituzionali delle persone.”

9 Maggio. “Ieri dall’incontro con Aifa, in seguito alle richieste di accessibilità ai dati sulla farmacovigilanza delle segnalazioni di reazioni avverse dal 2014 in poi, è emerso come i dati non siano ancora disponibili e verosimilmente saranno pubblicati nella seconda metà di giugno solo quelli del biennio 2014-2015.
Dall’interlocuzione coi funzionari di Aifa è emerso come il numero delle segnalazioni sia aumentato considerevolmente in questi ultimi anni, anche in seguito all’attivazione di progetti di farmacovigilanza attiva che dovrebbero raccogliere in modo migliore e diversificato le segnalazioni.
Nell’incontro ho ribadito il forte ritardo con cui si è iniziato a lavorare questi dati e la gravissima responsabilità della ministra Lorenzin che propone l’obbligatorietà vaccinale di massa senza avere a disposizione tali dati aggiornati riguardo la vaccinovigilanza e senza aver avviato progetti di ricerca postmarketing sulla popolazione vaccinata.
Così è altrettanto irresponsabile da parte di vari esponenti politici continuare a fare allarmismo riguardo presunte epidemie in corso.
Inoltre è contrario ad ogni principio di precauzione proporre la coercizione senza che vi siano approfondimenti scientifici sulle somministrazioni multiple che, già nei militari monitorati in Iraq, hanno prodotto alterazioni ossidative del DNA.
In ultimo è necessario sottolineare come la vaccinazione coercitiva sia una scelta errata, non solo perché non è efficace per aumentare il numero dei vaccinati, ma anche perché si introdurrebbe un principio teso a colpire la libertà individuale costituzionalmente garantita e a sminuire la professione medica improntata su una corretta anamnesi personalizzata del paziente.
I medici con la coercizione vaccinale in specifici casi si ritroverebbero nella situazione di dover scegliere fra il bene supremo del paziente e l’adesione a protocolli coercitivi che applicati burocraticamente potrebbero portare a gravi danni ai pazienti.
Privare i medici della possibilità di operare in scienza e coscienza e di poter prescrivere calendari vaccinali differenziati a seconda delle condizioni del paziente sarebbe un grave danno sociale e una limitazione della libera professione medica.”

L’argomento deve essere discusso e sviscerato per arrivare alla soluzione che abbia a cuore la salute dei nostri bambini. Purtroppo non sembra esserci alcun dialogo al governo che vuole imporre in modo indiscriminato un farmaco (il vaccino) che dovrebbe essere almeno non-contaminato e somministrato in base alla capacità immunitaria del bambino monitorando le reazioni avverse. Queste richieste base che dovrebbero essere lo standard vengono considerate eretiche.

Leggi anche

Dott. Montanari: “Trovati Metalli Pesanti nel vaccino Anti-Meningite”

Bambina di 9 anni paralizzata con una rara infezione al cervello dopo la vaccinazione antinfluenzale

Il vaccino antinfluenzale contiene 25.000 volte più mercurio di quello consentito nell’acqua potabile

Nutri il tuo benessere

Entrando a far parte della nostra newsletter sarai tra i primi a conoscere le ultime notizie, eventi e pubblicazioni.

(E' gratis!)

 

No SPAM! Non condivideremo la tua email con terze parti.

Grazie!

Iscrizione effettuata con successo

Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, è un ricercatore nel campo del benessere bioenergetico e della crescita personale. Laureato con il massimo dei voti in ingegneria, si occupa di naturopatia, geobiologia e sviluppo del potenziale umano attraverso il risveglio dell’energia vitale e della coscienza.

Loading...
Leggi anche

8 Commenti su questo post

  1. veramente ADRIANO …. dovrebbe kiedere l’obbligatorietà de TEST ANTI-DROGA a tutti i membri del parlamento > PRIMA .. DURANTE ED ALL’USCITA DAL PARLAMENTO ……. vedremo sicuramente finire le porcate prodotte dai membri parlamentari .. se il CSM non avesse avuto come presidente > …RE GIORGIO …. non saremmo a questo punto ….. ecco ki è re giorgio …… https://www.youtube.com/watch?v=uGhGn2vbnJs …… er la magistratura non osò incriminarlo x alto tradimento ….. https://www.youtube.com/watch?v=uFeI-OyG8HY ……. il POPOLO SOVRANO vuole epretende il … FEDERALISMO ….

  2. Pandora says:

    Ottima idea il test pre-vaccino, risolverebbe capre e cavoli, e poi mi chiedo se mio figlio per esempio ha già preso il morbillo prima del suo ingresso alla scuola dell’obbligo se le deve fare comunque la vaccinazione? Non solo, tanti piccoli avranno già l’antigene trasmesso dal latte materno: non c’è un test che lo certifichi e quindi si possono risparmiare una vaccinazione inutile e costosa?

  3. stefano says:

    Stiamo precipitando sempre più in un governo totalitario, che quindi entra sempre più nella sfera privata dei cittadini, con una giustificazione (c’è sempre una giustificazione) che i cittadini stessi accettano, essendo stati ammaestrati a tenerla in considerazione come spiegazione primaria per ogni cosa.
    Sto parlando della sicurezza, che permette di veicolare letteralmente qualunque cosa.
    Salvo far dimenticare al cittadino che prima della sicurezza si viveva lo stesso, con più responsabilità.

  4. cesare says:

    Oltre ai metalli pesanti vi sono anche cellule derivate da feti, infatti: nei bugiardini dei vaccini (trivalenti MPR, Varicella, Epatite-A, ecc) ci sono le sigle MRC-5, WI-38, WI-26 VA, RA-273, che indicano componenti derivati da feti abortiti.
    Il sito http://nexusedizioni.it/it/CT/vaccini-sviluppata-una-nuova-linea-di-cellule-derivate-da-feti-abortiti-5288 spiega che:“per ottenere questa linea cellulare fetale, gli autori dello studio hanno effettivamente interrotto la gravidanza in nove donne – scegliendo genitori attentamente selezionati – fino a quando non hanno trovato quello giusto. Le donne sono state messe in condizione di effettuare un parto abbondantemente prematuro, con una tecnica chiamata “water bagging” [versione mignon del parto in acqua] che rende certa la nascita di feti vivi, i cui organi intatti sono stati immediatamente inviati ai laboratori.

  5. Anne says:

    Zaccagnini, grazie di esistere! Sei l’unico deputato che in questo momento, fa un discorso vero, basata sulla scienza, buon senso intelligenza sui vaccini. Inoltre, un discorso chiaramente senza interesse alle case farmaceutiche che ormai hanno comprato il mondo, ma nel interesse dei nostri piccolo, indifesi bambini.

  6. VA BENE IL PRE-VACCINO-TEST, PER CHI, LIBERAMENTE, DOVESSE DECIDERE DI VACCINARE I PROPRI FIGLI O FARSI INIETTARE IL VACCINO,SE MAGGIORENNE ! MA, Escludendo, a priori, la Vaccinazione Obbligatoriale Per Legge !!!

  7. ECCO COME SI BLOCCANO I MESSAGGI MIEI E/O ALTRUI !! : Identificato un commento duplicato; sembra che tu abbia già scritto questo commento!
    VA BENE IL PRE-VACCINO-TEST, PER CHI, LIBERAMENTE, DOVESSE DECIDERE DI VACCINARE I PROPRI FIGLI O FARSI INIETTARE IL VACCINO,SE MAGGIORENNE ! MA, Escludendo, a priori, la Vaccinazione Obbligatoriale Per Legge !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nutri il tuo benessere

Ricevi la nostra newsletter periodica. E' GRATIS!

La tua privacy è al sicuro con noi.

Prenditi cura del tuo benessere

Inserisci la tua mail per ricevere i migliori contenuti su:

✓ Rimedi naturali                    

✓ Terapie innovative               

✓ Crescita personale              

E' GRATIS!

Rimani in contatto con Dionidream

✓ I migliori integratori

✓ Recensioni libri

✓ Date degli eventi

Sent!

Please check your e-mail and download FREE BETA version.

 

SHARE IT