La dittatura delle abitudini. Come si formano, quando ci condizionano, come cambiarle

1 Commento

dittatura

Le abitudini non sono un destino ineluttabile: leggendo “La dittatura delle abitudini” impareremo atrasformarle per migliorare la nostra professione, la collettività in cui viviamo, la nostra vita.

Come ha fatto un generale americano in Iraq a sedare dei tumulti di piazza con l’aiuto del fast food? Come è riuscito Michael Phelps a ottenere i suoi record mondiali di nuoto con gli occhialini pieni d’acqua? Come è possibile che i pubblicitari riescano a identificare e catalogare le donne incinte prima ancora che lo vengano a sapere i loro mariti? La risposta è una sola: attraverso le abitudini.

La maggior parte delle scelte che compiamo ogni giorno non sono frutto di riflessioni consapevoli bensì di abitudini. E benché, singolarmente prese, non abbiano grande significato, nel loro complesso le abitudini influenzano enormemente la nostra salute, il nostro lavoro, la nostra situazione economica e la nostra felicità.

Da secoli gli uomini studiano le abitudini, ma è solo negli ultimi anni che neurologi, psicologi, sociologi ed esperti di marketing hanno realmente incominciato a capire in che modo funzionano e, soprattutto, come possono cambiare.

 “Oggi sappiamo perché le abitudini insorgono, come cambiano, e quali sono le ragioni scientifiche dietro i loro meccanismi. Sappiamo come scomporle in più parti per ricostruirle esattamente come le desideriamo. Sappiamo come fare perché le persone mangino di meno, facciano più esercizio, lavorino in maniera più efficiente e conducano una vita più sana. Trasformare un’abitudine non è necessariamente semplice o veloce. E non è sempre facile. Ma è possibile. E capiremo come.”

“Appassionante e interessante… Un’analisi approfondita dei meccanismi che creano le abitudini e di quelli che le cambiano.”
New York Times Book Review

La Dittatura delle Abitudini - Libro
Come si formano quanto ci condizionano come cambiare
€ 18.8

Di cosa parla Charles Duhigg – La dittatura delle abitudini ?

in una parola – Abitudini: come nascono, come si rinforzano, come diventano dei percorsi del nostri inconscio, come sono costruite.

La cosa interessante del libro è che introduce da subito il ciclo segnale ->routine -> gratificazione e poi lo approfondisce in ogni suo aspetto… Dimostra che le abitudini si installano in zone diverse da quelle solitamente impegnate nel ricordare…

Spiega come l’attesa della gratificazione, quando viene meno per qualche motivo, diventi un bisogno, anche molto forte – tanto da superare la forza di volontà. Questa leva è utilizzata da 50 e passa anni dalla pubblicità e devo dirvi che accorgermi che agisco come lo scimpanzee Julio che cita nel libro non mi ha proprio dato una botta di vita all’autostima 🙂

Mi ha fatto però rivalutare molte cose che faccio con l’auto-pilota. Il che credo sia una cosa molto positiva.

Il libro La Dittatura delle Abitudini parla anche di psicologia delle masse, della forza dei legami deboli e dei legami forti. Interessanti i due business case: Alcoa & Starbucks. Queste due aziende – famosissima la seconda ma la prima è ancora più grande- sono diventatè delle eccellenze proprio lavorando sul ciclo segnale / Routine / Gratificazione. Charles Duhigg – La dittatura delle abitudini è quindi un libro da leggere. 4 su 5 –

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Commento su questo post

  1. In verità pensavo al fatto che non riesco ad educarmi ad andare a letto presto….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline