Perché le donne quando stanno insieme sviluppano un potere enorme

21 Commenti

donne tribu

Il cerchio della sorellanza è una forza così potente per la salute delle donne?

 “L’amicizia femminile è un salto verso il cerchio della sorellanza, e questo cerchio può generare una forza molto potente.”

Jane Fonda

Nei tempi antichi le donne condividevano più di quanto non facciano oggi. Si incontravano per prendersi cura reciprocamente dei bambini, imparare, nutrire, guarire, celebrare e crescere. Esistevano tradizioni come la tenda rossa, che nei secoli, è stata la tenda o la capanna destinata alle donne della tribù o del villaggio durante le mestruazioni o dopo il parto, uno spazio esclusivamente femminile nel quale le donne si riunivano e soprattutto un occasione per stare insieme, al riparo dagli sguardi e dalle orecchie degli uomini, per raccontarsi, condividere, farsi forza e scambiarsi consigli.

Oggi, le donne sono molto più isolate e separate. Le occasioni di incontro sono molto più limitate e il tempo trascorso insieme si è notevolmente ridotto. Per questo motivo le donne stanno perdendo la capacità di gioire e trarre beneficio sia fisico che mentale dalla vicinanza femminile.

Aiutare e sostenere

Le donne sono al centro della vita familiare, esse rappresentano i pilastri della famiglia. Offrono assistenza ai bambini, alla comunità e alle altre donne colmando le loro lacune emotive. Stare in compagnia di altre donne vi aiuterà ad essere delle madri migliori,  ad avere sostegno morale, supporto fisico, emotivo e mentale, inoltre troverete i giusti  stimoli per creare un ambiente armonioso per crescere i vostri bambini e vivere serenamente.

Le donne sanno sostenere ed aiutare e sono naturalmente dotate di empatia. Per loro è d’importanza vitale fornire aiuto  a tal punto che può diventare anche un problema, come ad esempio l’esaurimento, un problema di salute sempre più comune. Le donne sanno come sostenersi reciprocamente affidandosi al loro istinto.

Il potere dell’amicizia femminile

I veri vantaggi dell’amicizia sono incommensurabili. Gli amici migliorano la nostra vita e gli studi dimostrano che l’amicizia ha un impatto maggiore sul nostro benessere fisico e psicologico in confronto alle relazioni familiari [1]

Le donne condividono un legame speciale; esse mettono a nudo le loro anime, sostenendosi e incoraggiandosi reciprocamente. L’autore Louise Bernikow afferma:

“Le amicizie femminili durature sono relazioni in cui le donne si aiutano a vicenda come farebbero per se stesse”.

Il potere dell’amicizia femminile è stato anche confermato scientificamente. I ricercatori hanno scoperto che l’ossitocina, ribattezzato come  ‘’l’ormone dell’amicizia” aiuta gli individui ad interagire con gli altri soggetti e migliora la salute.

L’amicizia riduce lo stress

Uno studio ha scoperto che le donne rispondono allo stress in modo diverso rispetto agli uomini. Questo fatto ha importanti implicazioni per la salute. Quando le persone sperimentano lo stress, viene innescata una risposta di lotta o fuga che rilascia ormoni come il cortisolo.

L’ossitocina è un ormone studiato principalmente per il suo ruolo durante il parto. Viene secreto da uomini e donne in risposta allo stress. Nelle donne, stimola la “reazione di lotta o fuga” incoraggiandole a proteggere e nutrire i propri figli e stare in compagnia con altre donne.

Le dottoresse Laura Klein e Shelley Taylor si riferiscono ad essa come il modello “prenditi cura e sii amorevole” [2], questo succede non solo negli  esseri umani, ma anche tra le femmine di molte altre specie. Quando ci prendiamo cura degli altri e siamo amichevoli il cervello rilascia ossitocina, che ha il potere di calmarci, riducendo in questo modo anche lo stress. Fino a poco tempo fa molti studi di ricerca sullo stress erano esclusivamente focalizzati sui maschi, La Dott.ssa Taylor afferma: “In passato le donne sono state in gran parte escluse dalla ricerca allo stress, perché molti ricercatori credevano che le fluttuazioni mensili degli ormoni creati in risposta allo stress, variassero troppo per essere considerate statisticamente valide.”

Gli uomini producono alti livelli di testosterone quando sono sotto stress, e secondo il dottor Klein, questo fatto riduce gli effetti calmanti dell’ossitocina. Rendendoli così più inclini all’aggressività. Le donne invece, producono estrogeni che potenziano gli effetti dell’ossitocina spingendole a cercare sostegno sociale.

L’aggressività e l’isolamento possono causare effetti fisiologici, mentre l’amicizia porta conforto e riduce lo stress. “Questa differenza nella ricerca di sostegno sociale durante i periodi di stress è il modo principale in cui uomini e le donne differiscono nella loro risposta allo stress, ed è una delle differenze fondamentali nel comportamento degli uomini e delle donne”, ha dichiarato la Dott.ssa Taylor. Questa differenza è anche il motivo per cui le donne sono più longeve.

Uno studio sul cancro al seno del 2006 ha riscontrato che le donne senza amici intimi avevano circa quattro volte più probabilità di morire a causa della malattia, rispetto alle donne con 10 o più amici. In particolare, la vicinanza e il grado del rapporto non sono state associate alle probabilità di sopravvivenza. Bastava il fatto di avere degli amici protettivi. [3]

Sorellanza

Jane Fonda, attivista e attrice afferma: “L’amicizia tra donne è diversa da quella tra gli uomini. Si parla di cose diverse. Noi scaviamo in profondità. Andiamo oltre, anche se non ci siamo viste per anni. Tra donne avvengono degli scambi ormonali simbiotici. Senza le mie amicizie femminili, non so dove sarei ora. Dobbiamo comprenderci e aiutarci a vicenda. “

Jane Fonda e la sua amica di vecchia data Lily Tomlin hanno fatto un discorso sull’importanza delle amicizie femminili, paragonandole ad una fonte rinnovabile di energia:

“L’amicizia femminile è un salto verso il cerchio della sorellanza, e questo cerchio può generare una forza molto potente da donare al mondo, gli esseri umani hanno disperatamente bisogno di questa forza.

Note:

[1] http://www.nytimes.com/2009/04/21/health/21well.html?_r=0

[2] http://www.anapsid.org/cnd/gender/tendfend.html

[3] http://www.nytimes.com/2009/04/21/health/21well.html?_r=0

Il Risveglio della Dea
Il potere sciamanico delle donne. La via femminile alla guarigione
Voto medio su 14 recensioni: Buono

Copyrighted.com Registered & Protected 1GWT-XUZP-UBZG-VJYS

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

21 Commenti su questo post

  1. Litigano dopo qualche minuto per cose inutili

  2. Si. Pero’ c’e’ da capire che tipo di potere sviluppano. Puo’ essere un potere sull’altro o un potere al servizio e con amore

    • tiziana perricone says:

      Le donne sono “naturalmente” sciamane…sanno come muoversi in situazioni diverse.
      Non svilupperanno mai un “potere” sull’altro, prerogativa prettamente maschile, ma saranno potenti nel realizzare la vita.
      Gli uomini non possono “capirlo”. Per questo hanno cercato sempre di eliminarle…L’uomo è “distruttivo”…non sa…

  3. Lucia Merico Lucia Merico says:

    Grazie 🙂 Un articolo molto bello, Elisa Roccatagliata. Ci sono basi ottime dalle quali partire, come per esempio il concetto di #sorellanza. Il grande lavoro necessario è trasferire queste informazioni a noi stesse, elaborarle, renderle una quotidianità per poi poterle estendere alle altre donne e agli uomini disponibili ad ascoltare un messaggio rivoluzionario. Sai, dal 2 all’ 8 Luglio sono a Lampedusa proprio per ricreare il cerchio della sorellanza, insieme ad altre 8 Donne meravigiose <3

  4. Amore di gruppo con cene medioevali a lumi di candele

  5. tiziana perricone says:

    Le donne hanno una “conoscenza” immensa….

  6. Purtroppo molte donne non sanno usufruire della loro forza, magia, spiritualità. …lo dico a discapito del mio genere ma non sopporto l’ipocrisia, l’incoerenza, la pochezza, la strafottenza, l’ignoranza, l’aggressività, l’ocaggine,insomma tante peculiarità che ritrovo 7n tante donnucole!!!!

  7. Perché le donne siamo fortemente determinate….ricche di talento e tanta ma tanta voglia di lottare ….

  8. voi. maschietti non potrete capire mai, come si può non parlare sempre degli uomini, non litiganti e non parlare di pallone))))

  9. Vale Mameli Vale Mameli says:

    Non avevo dubbi ❤️

  10. Peccato che “da giovani” non si riesca a comprendere quanto una donna vale….anche vivendo da sola…

  11. Laila Ignesti says:

    Questo articolo bellissimo mette a nudo una grande verita’: il valore della donna !! L’uomo si e’ sempre reso conto che la donna, aveva ed ha una marcia in piu’. Proprio per questo motivo l’ha sempre sottomessa e resa schiava impedendole di alzare la testa. Questo concetto e’ spiegato in maniera stupenda nel libro di Clarissa Pinkola Estés DONNE CHE CORRONO COI LUPI. Lo consiglio vivamente. Mi fu regalato in un momento particolare della vita da un caro amico. In quel periodo di tristezza infinita ( vivevo la mia separazione in maniera tragica) questo libro mi aiutò tantissimo: la donna riesce sempre a riemergere, qualsiasi cosa accada!! Questa e’ una verità.

  12. zibibbo says:

    Come mi aspettavo, l’articolo tende a generare all’autocelebrazione delle donne, o donne contro o confrontate con gli uomini.
    Come dire la mano destra contro la sinistra, o l’espirazione contro l’inspirazione.
    Le donne sono meraviogliose e anche monche senza gli uomini, e per gli uomini vale lo stesso con le donne.
    L’unione dei due principi in un solo essere genera l’androgino, l’essere non più separato dal Tutto che lo contiene.
    E questo sarebbe (se non fosse degenerato) anche lo scopo simbolico del matrimonio: non già l’integrazione reciproca di due esseri, ma l’integrazione reciproca in entrambi gli esseri separatamente.
    Utopia, per i prossimi millenni, credo.

  13. tea says:

    Ma per piacere, tra donne NON ESISTE L’AMICIZIA, esiste SOLO LA PREVARICAZIONE! Altro che saggezza e sciamanesimo! Invidia piccinerie, SLEALTA’, piccolezze e PETTEGOLEZZI da gossip! Mai una conversazione profonda! Paura di tutto soprattutto dell’intelligenza (che credo ne siamo sprovviste per un fattore genetico, aimè) Oltre a IGNORANZA, ma non soltanto di loro stesse, di tutto l’essere umano e del pianeta! Prepotenza prevaricazione e tanto tanto ODIO! Che conoscenza immensa avrebbero? Dei trucchi, profumi e vestiti?
    Non condivido affatto questo articolo e neanche il noioso e vuoto libro “donne che corrono coi lupi”……..L’unica cosa di cui abbisognano è RISPETTO DELL’ALTRO DEL PIANETA DELLA VITA E solo dopo ANCHE DELLE ALTRE DONNE! Ovvero sia la SEMPLICITA’, banale e umile semplicità!

    • tiziana perricone says:

      Evidentemente non hai mai conosciuto “donne”, ma “mostri”!!!

  14. tea says:

    Dimenticavo: tanta tanta falsità e vigliaccheria….gli uomini almeno affrontano il nemico di petto! (di solito…..) le care non-amiche-nemiche -piene di odio considerano l’odio e il colpire a tradimento un grandissimo immenso valore! E soprattutto verso le altre donne! Mi dispiace ma questa è la realtà, poi si scrivono questi articoli e libri vari per darsi un tono ed un significato che non abbiamo, se no ovviamente non ci sarebbe bisogno di autoincensarci inventando dei miti inesistenti…….e ripeto inesistenti. Solo in chi ha sofferto enormemente ho potuto notare un barlume di profonda intelligenza e umiltà, e non c’entra affatto il genere…….il genere è la solita categoria per chiacchere inutili……

  15. andrea says:

    la risposta di zibibbo mi sembra la più interessante di tutte… quando riporremo l’ascia di guerra nella sua custodia e potremmo confrontarci con l’unica arma che merita di essere sguainata: l’amore, allora non ci sarà più un “VOI” da una parte e “NOI” dall’altra ma un unico grande cerchio dove le nostre anime saranno fuse in una grande anima del mondo…

  16. Silvy Jacovangelo says:

    Direi che oltre ad essere molto interessante
    potrebbe essere d’aiuto, la lettura ha un potere penetrante
    grazie

  17. john-dAsters says:

    io sono maschio e non ho voluto eliminare nessuno,
    basta generalezzare contro l uomo.

    l elite, aristocratica, voleva sottomettere la donna per non far usare la sua naturale, telepatia e altre doti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline