Eczema. Cause Sintomi e 15 Rimedi Naturali Efficaci

3 Commenti

eczema rimedi naturali

L’eczema è un’infiammazione della pelle che si manifesta come pelle rossa, secca, squamosa e molto prurito. E’ un problema non contagioso ma molto diffuso che coinvolge dal 30% al 50% di tutti i problemi di tipo dermatologico. Le zone più spesso colpite dall’eczema sono il viso, il collo, le ascelle, l’inguine, le pieghe dei gomiti e quelle dei ginocchi, le mani e le braccia. L’eczema può durare anche per diversi anni in un andamento ciclico dove sembra scomparire nei mesi estivi andando al mare e peggiorare invece nei periodi di stress.

L’eczema in realtà racchiude un insieme di problematiche della pelle che comprendono:

  • dermatite atopica
  • dermatite da contatto
  • eczema disidrosico
  • eczema alle mani
  • neurodermatite
  • eczema nummulare
  • dermatite da stasi

L’eczema di solito appare nei bambini molto piccoli la ricerca dimostra che il 65% dei casi si verifica prima che i neonati compiano un anno, e per il 90% delle persone colpite i primi sintomi compaiono prima che compiano 5 anni. E’ un fatto preoccupante che l’eczema nei bambini stia diventando sempre più comune.

Uno studio condotto dal Dipartimento di Pediatria presso l’Ospedale dei bambini di Cincinnati Medical Center ha rilevato che il 39% dei bambini caucasici sviluppano eczemi fin dall’età di 3 anni. È interessante notare che questo stesso studio ha rilevato che i bambini che hanno un cane in casa hanno meno probabilità di sviluppare un eczema a qualsiasi età.

Anche se i focolai iniziali dell’eczema si verificano più spesso nei neonati e nei bambini piccoli, questo disturbo può manifestarsi in qualsiasi momento. Mentre la maggior parte delle condizioni della pelle che rientrano sotto la definizione di eczema sono croniche, è importante notare che la dermatite di contatto e l’eczema sulle mani può verificarsi a causa di un’esposizione ad allergeni o prodotti chimici.

Fattori di rischio per Eczema

Per molte persone, la gravità delle riacutizzazioni diminuirà con la maturità, e alcuni possono anche superarlo del tutto. Tuttavia, l’eczema può andare e venire per tutta la vita. Imparare a trattare il tuo eczema e ad identificarne la causa è il miglior modo di agire.

Mentre non si trova ancora una risposta definitiva per quanto riguarda la causa dell’eczema, e non v’è alcuna cura ufficialmente riconosciuta, esistono dei trattamenti naturali efficaci, rimedi casalinghi e oli essenziali per che possono aiutare a prevenire futuri disturbi e ad alleviare il disagio durante un’epidemia. E ‘importante capire che l’eczema è una condizione imbarazzante, stressante e frustrante che spesso sconvolge anche il sonno. Trovare un trattamento per contribuire ad alleviare i sintomi deve essere una priorità assoluta.

È un dato di fatto, v’è una vasta gamma di cause e fattori di rischio associati ad essa. I sintomi possono manifestarsi ampiamente in modo diverso tra le persone colpite. Anche se non è stata stabilita una causa unica, ci sono alcune cause comuni che favoriscono la sua comparsa che sono di tipo genetico, immunologico e ambientale (esposizione a sostanze irritanti e tossiche). Inoltre, è stata identificata una vasta gamma di fattori di rischio per l’eczema e sono:

  • Una predisposizione genetica o familiare agli eczemi, febbre da fieno o asma
  • Stress elevato e traumi nell’infanzia
  • Operatore sanitario
  • Celiachia
  • I bambini che frequentano asilo nido
  • ADHD
  • Vivere in un clima secco
  • Carenza nutrizionale
  • Obesità adolescienziale, successivamente insorgenza di eczemi
  • Bassi livelli di vitamina D durante la gravidanza possono aumentare il rischio di sviluppare eczemi nel primo anno di vita del bambino.

Cause dell’eczema

Finora, la comunità medica deve ancora determinare una causa definitiva. Per alcuni, la problematica può verificarsi a causa di una carenza nutrizionale, mentre per altri può insorgere a causa di un allergene. Qui troverete un elenco delle cause:

Loading...
  • Pelle secca e pelle sensibile
  • Disfunzione del sistema immunitario
  • Condizioni ambientali
  • Variazione del gene che governa la pelle
  • Allergie alimentari, cosmetici, detersivi per bucato o altre sostanze chimiche
  • Stress cronico
  • Sbalzi di temperatura
  • Sensibilità al glutine
  • Intolleranza al latte

Sintomi dell’eczema

Mentre molti sperimenteranno una diminuzione dei sintomi e un minor numero di queste problematiche con l’età, alcuni continueranno a sperimentare i sintomi dell’eczema anche in età adulta. I sintomi possono variare da lievi a gravi, e passare da un focolaio ad un altro. I sintomi più comuni sono:

  • La comparsa di piccole protuberanze in rilievo che possono trasudare liquido e sviluppare una crosta
  • Avere spesso pelle secca e squamosa e crepe
  • Macchie rosse, marroni o grigiastre sulla pelle, mani, piedi, caviglie, polsi, collo, parte superiore del torace,  palpebre, nelle pieghe della pelle, sul viso e sul cuoio capelluto dei neonati
  • Pelle sensibile, gonfia…
  • Un rash ricorrente che provoca prurito intenso, spesso interrompendo il sonno

Alimentazione per l’eczema

L’alimentazione è fondamentale per la guarigione dell’eczema. E’ importante eliminare il glutine e i latticini dalla propria dieta. Ci sono infatti molte testimonianze di persone guarite dall’eczema eliminando questi comuni allergeni. Ci sono anche testimonianze di persone guarite seguendo una dieta crudista. Per chi non volesse seguire questo tipo di dieta che può essere estrema soprattutto nei climi freddi, eliminare tutti i prodotti contenente glutine e latticini può davvero fare miracoli. Infatti c’è anche uno studio scientifico che conferma questa connessione.

E’ consigliato eliminare anche le carni rosse, fritture, margarina, zucchero e alcool.

Trattamento naturale dell’eczema: 15 rimedi per trovare sollievo

Ecco una varietà di opzioni naturali non invasive per il trattamento dell’eczema che possono fornire sollievo, e alcune possono impedirne l’insorgenza e, insieme ad una terapia nutrizionale ed emozionale, possono anche contribuire a farla sparire.

1. Fototerapia

Secondo il National Eczema Association, la fototerapia aiuta a calmare l’infiammazione, riduce il prurito, aumenta la produzione di vitamina D e aiuta a combattere i batteri della pelle. L’aggiunta di 10-15 minuti al giorno di esposizione al sole, specialmente durante una riacutizzazione, può fornire sollievo e accelerare la guarigione.

2. Vitamina D

Oltre ad aumentare l’esposizione al sole, l’integrazione di vitamina D e di alimenti ricchi di vitamine liposolubili come olio di fegato di merluzzo, sardine, salmone, uova e ghee possono aiutare a prevenire l’eczema nei bambini e negli adolescenti. Se la tua esposizione al sole è scarsa o fai un uso abbondante di creme solari, considera di aumentare l’apporto con un supplemento di alta qualità. La ricerca preliminare mostra che bassi livelli di vitamina D durante la gravidanza e durante l’infanzia possono aumentare il rischio di sviluppare un eczema.

3. Olio di cocco

La pelle secca è una delle cause, è indispensabile idratare le zone colpite almeno due volte al giorno. L’olio di cocco è la crema idratante perfetta per chi soffre di eczemi. E’ infatti un trattamento è antibatterico e anti-fungino, con proprietà antimicrobiche che forniscono sollievo, e può accelerare la guarigione. L’idratazione della pelle è dovuta anche alla nostra dieta, quindi è importante non avere carenze nutrizionali, specialmente di vitamina C, magnesio, zolfo e amminoacidi essenziali.

4. Trattare mente e corpo

Secondo la Harvard Medical School, alcune malattie della pelle, tra cui gli eczemi, hanno una componente psicologica. Si tratta di una dinamica alla quale ci si riferisce come psicodermatologia. La pelle è infatti proprio l’interfaccia con il mondo esterno e quindi moltissimi casi di dermatite sono innescati da stati emotivi e psicologici particolari. La dermatite manifesta problemi legati al contatto, alle relazioni, alla comunicazione , ad emozioni profonde ( come stress, rabbia, rifiuto, senso di ingiustizia etc ), al contatto primario avuto con la madre nell’infanzia. La dermatite può indicare che non si hanno ben chiari i propri confini e per difendersi si cerca di tenere lontani coloro che ci stanno accanto, oppure indica che vogliamo più vicinanza dalle persone che ci stanno accanto. Solitamente tutto questo è accentuato da situazioni di stress che non si riescono a gestire. I ricercatori di Harvard hanno riscontrato che l’ipnosi, la meditazione mindfulness, il rilassamento muscolare progressivo, insieme alla respirazione, terapia cognitivo-comportamentale possono fornire non solo sollievo, ma accelerare la guarigione e prevenire problematiche future.

5. Bagni con il Sale del Mar Morto

Il Mar Morto è noto per i suoi poteri di guarigione, ed i ricercatori hanno riscontrato che un bagno con i sali delle acque del Mar Morto migliora l’idratazione della pelle, la funzione di barriera dell’epidermide, riduce l’infiammazione, l’arrossamento e le rughe. Per quanto gli eczemi possano peggiorare quando esposti ad alte e basse temperature, l’acqua del bagno dovrebbe essere leggermente tiepida. Non strofinare la pelle secca; tampona delicatamente con un asciugamano morbido.

6. Aceto di mele

L’aceto di mele presenta proprietà antibatteriche e antifungine che aiutano a combattere le infezioni della pelle, alleviare la pelle secca, l’infiammazione e il prurito. Inoltre l’aceto contiene beta-carotene che stimola il rinnovamento delle cellule della pelle. Esistono diverse modalità di applicazione dell’aceto di mele in caso di eczema. Un modo è di applicare l’aceto di mele mescolato con acqua in parti uguali tramite un batuffolo di cotone. L’aceto di mele può essere assunto anche per uso interno come condimento oppure nell’acqua per contribuire ridurre l’infiammazione della pelle.

7. Burro di Karité

Il prurito intenso è spesso la parte più problematica di una riacutizzazione dell’eczema. Prova ad usare una crema naturale con burro di karité per ottenere sollievo. Aiuta a lenire rossore e prurito e a rendere la pelle più elastica. Si può acquistare facilmente del burro di karité puro in erboristeria.

8. Estratto di liquirizia

Usato per via topica, l’estratto di radice di liquirizia può essere utile per ridurre il prurito nei casi di eczema lieve. Aggiungi qualche goccia di olio di cocco o creme fatte in casa per ottenere dei risultati migliori.

9. Omega-3

Dei ricercatori provenienti dalla Norwegian University of Science and Technology hanno scoperto che quando il pesce viene introdotto nella dieta dei bambini dall’età di 9 mesi, e si consuma ogni settimana, il rischio di sviluppare eczemi si riduce drasticamente. E’ molto probabile che questa valga per tutti gli alimenti ricchi di Omega 3 e gli integratori di Omega 3.

10. Probiotici

Diversi studi dimostrano che i probiotici possono aiutare a prevenire gli eczemi nei bambini e diminuire la gravità delle riacutizzazioni. Le madri che assumono probiotici durante la gravidanza e durante l’allattamento possono prevenire l’eczema in via di sviluppo nei loro figli. In caso di un focolaio d’eczema in corso  e per prevenire futuri sfoghi, assumi un integratore probiotico di alta qualità di 24-100 miliardi di organismi quotidianamente.

11. Olio essenziale di lavanda

Oltre alla intenso prurito, l’eczema comunemente provoca ansia, depressione, frustrazione e insonnia. L’olio essenziale di lavanda è un trattamento efficace per l’eczema contribuisce a ridurre i sintomi e a lenire la pelle secca. Aggiungi 10 gocce di olio essenziale di lavanda  al cucchiaio di olio di cocco o olio di mandorle, e strofinalo delicatamente sulla pelle. L’aroma può contribuire a facilitare il sonno, quando il prurito è troppo forte.

12. Vitamina E

L’assunzione di 400 UI di vitamina E al giorno può contribuire ad accelerare la guarigione riducendo l’infiammazione. Inoltre, l’applicazione topica di vitamina  E, può contribuire ad alleviare il prurito e prevenire le cicatrici.

13. Amamelide

Durante un eruzione cutanea l’applicazione di amamelide può favorire la guarigione grazie alle sue proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti. La ricerca ha scoperto che una crema contenente amamelide e fosfatidilcolina può essere efficace quanto l’idrocortisone tramite uno studio in doppio-cieco. In presenza di un focolaio, tamponare delicatamente questo trattamento conto l’eczema direttamente sull’eruzione cutanea con un batuffolo di cotone. Assicurarsi di utilizzare una soluzione a base di amamelide, senza alcool, altrimenti si rischia di provocare secchezza.

14. Aloe Vera

L’aloe vera è uno dei migliori rimedi naturali usati per una vastissima gamma di condizioni di salute. Usa il gel di aloe vera puro e applicalo nella zona interessata. Ha proprietà lenitive e calmanti.

15. Avena

La crema di avena è un efficace rimedio naturale ed economico da usare nella zona interessata dall’eczema. Idrata la pelle e lenisce il prurito e il dolore. Basta fare una pasta mescolando farina di avena e acqua tiepida e poi applicare. Questo rimedio non solo allevia bruciore e irritazione, ma riduce anche l’infiammazione e permette di eliminare le cellule morte aiutando la nuova pelle a ricrescere.

Infezioni ed eczema

L’eczema è una condizione della pelle che può provocare grave disagio, interruzione del sonno, infezioni ansia e depressione. Infatti, secondo la Mayo Clinic, la maggioranza delle persone che soffrono di eczema hanno anche batteri di Staphylococcus aureus sulla loro pelle. Quando emerge l’eruzione, o eccessivo prurito la pelle si danneggia, possono verificarsi gravi infezioni da batteri e virus.

Se l’infezione si verifica, possono essere utili dei trattamenti a base  di antibiotici, in questo modo si può prevenire la diffusione dell’infezione ad altri e accelerare la guarigione.

L’ansia, la depressione e la scarsa qualità del sonno sono preoccupazioni reali per bambini e adulti nel corso di una riacutizzazione dell’eczema. Utilizzando oli essenziali o lozioni e creme, si può alleviare il peso emotivo che questa condizione esercita su coloro che colpisce.

I bambini sono particolarmente inclini ad essere ridicolizzati a scuola durante un’epidemia, soprattutto con i segni dell’eczema sul viso. Non è raro per i bambini con eczema di ritirarsi dalla loro cerchia sociale e isolarsi. Assicuratevi di fornire loro comprensione e sostegno.

Considerazioni finali

  • Il numero di persone colpite dall’eczema cresce a dismisura e non v’è alcuna cura definitiva.
  • Esistono sette condizioni della pelle che ricadono sotto la voce eczema tra cui la dermatite da contatto, l’eczema disidrosico, l’eczema alle mani, neurodermite, eczema nummulare, dermatite da stasi e quella più comune: la dermatite atopica.
  • Il 90 per cento delle persone colpite sperimentano il loro primo focolaio di eczema prima dei 5 anni.
  • Lo sfogo può apparire ovunque, ma nei bambini di solito si sviluppa prima sulle guance, mento e cuoio capelluto.
  • Negli adolescenti e negli adulti, gli sfoghi appaiono in aree che si piegano, come gomiti, ginocchia, caviglie, polsi e collo.
  • Capire cosa innesca questo patologia e come sbarazzarsi degli sfoghi causati dall’eczema, richiede un attento monitoraggio degli allergeni e tutti i fenomeni che si verificano.
  • Per evitare futuri sfoghi, evitare gli allergeni comuni, tra cui uova, soia, glutine, latticini, frutti di mare, cibi fritti, zucchero, arachidi, grassi trans, conservanti alimentari comuni e dolcificanti artificiali.
  • Prendersi cura della mente e del corpo per ottenere migliori risultati, ansia e depressione possono peggiorare i sintomi e lo stress può provocare ricadute in molti adulti.
  • Idratare le zone colpite almeno due volte al giorno può aiutare a lenire la pelle secca, alleviare il prurito e accelerare la guarigione.
  • Le madri che assumono probiotici quotidianamente durante la gravidanza e durante l’allattamento prevengono l’eczema nei loro figli.
  • L’introduzione di pesce o di Omega 3 nella dieta dei bambini può aiutare a prevenire l’eczema.
  • Avere un cane può impedire ai bambini di sviluppare eczemi.

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
Loading...

3 Commenti su questo post

  1. Ma gli omega 3 sono termolabili per cui dire che il pesce ne è una buona fonte è fuorviante.
    Meglio semi di lino tritati e mangiati subito dopo.
    Parola di portatrice di eczema atopico secco da età infantile (ora quasi debellato con alimentazione cura del corpo e della psiche)

    • Dionidream Dionidream says:

      Ciao Giulia Francesca Lullo, lo studio menzionato nell’articolo ha visto che i benefici sull’eczema ci sono stati con il pesce per questo abbiamo incluso tale fonte.

  2. Antonio Pagani says:

    Non sò se può interessare ma trè anni fà hò conosciuto due persone anziane che mi hanno riferito che l’unica soluzione per i loro
    problemi di eczema e dermatosi varie che avevano dato risultati validi e veloci erano le sequenze numeriche del dott. Grabovoj.
    Io non conosco questo metodo,sò solo che lo utilizzano quotidianamente per pochi minuti.
    Auguri a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close