Ecco perché forse i tuoi disturbi sono dovuti alle Geopatie

4 Commenti

termografia geopatie

Gli antichi di tutte le culture si avvalevano di conoscenze tramandate oralmente per scegliere l’area sulla quale edificare. Il Feng Shui in Cina e alcuni testi latini riportano alcune pratiche. Le cattedrali medievali e i luoghi di culto costruiti fin dalla notte dei tempi sfruttavano queste conoscenze per esaltare le particolari energie dei vari luoghi in modo da indurre stati di coscienza alterati, benessere mentale e guarigioni fisiche. Tuttavia, nella nostra società attuale totalmente disconnessa dalla natura di cui fa parte, queste conoscenze non sono applicate nell’edificazione e questo porta all’insorgere di malattie più o meno gravi, che la scienza ha dimostrato. Di seguito spiego quali sono gli effetti sul corpo e di come nell’ultimo secolo sempre più prove dimostrano che il tasso di tumori, malattie psichiatriche e degenerative è più alto in corrispondenza di zone geopatogene.

I Romani costruivano in base all’esposizione al sole, al riparo dai venti e dai nemici, in prossimità dell’acqua, protetto alle spalle e aperto sul davanti; poi vi portavano le loro greggi a pascolare per un paio di mesi e l’osservazione dello stato di salute degli animali e l’analisi del loro fegato dopo la permanenza sul luogo, determinavano la scelta di edificare piuttosto che di procedere nella ricerca di un nuovo terreno, sano.  Per avere una prova della potenza degli edifici antichi basta entrare in una delle cattedrali erette nel medioevo: ci si sente quasi estraniati dal resto del mondo.

Come mai stazionando su alcuni terreni gli animali si ammalavano? Come mai il terreno, che nell’antichità non era certo inquinato da sostanze chimiche, poteva rappresentare un pericolo per la salute dell’uomo o degli animali? Quali segreti celava il sottosuolo? Forse una misteriosa energia proveniente dai meandri della terra contaminava i luoghi e faceva ammalare le greggi e gli abitanti che vi si insediavano?

CONFERMATO IL LEGAME TRA GEOPATIA E TUMORE

Così afferma l’Ing. Nicola Limardo nel suo libro Salute dell’Habitat: “La geopatia rappresenta una patologia o un disturbo o un’alterazione biologica causata da radiazioni naturali o artificiali, che determina una modifica della polarità cellulare cambiando lo spin o senso di rotazione della membrana cellulare esterna ed interna. La polarità è un fenomeno magnetico: in presenza di stress geopatico può verificarsi un’inversione della polarità cellulare (come dimostrato con strumentazione scientifica dai Nobel Neher e Sakman, 1991, e Rod Mac Kinen, 2002). Il legame fra stress geopatico e tumore fu confermato dal rapporto dell’8° Congresso Internazionale per la Difesa Biologica dal Tumore, nel 1999, congresso al quale parteciparono oncologici livello internazionale quali Ulrike e Reimar Banis. Questi medici dichiararono che il meccanismo delle radiazioni sull’uomo – i cui effetti avevano tempi di latenza che andavano dai due o tre anni sino a trent’anni e oltre – si manifestavano spesso con la comparsa della malattia tumorale. Decisiva per l’azione patogena è la permanenza per diverse ore consecutive su punti radianti senza muovere il corpo, come in particolare nel letto o su una postazione di lavoro sedentarioL’affermazione più forte di tutto il Congresso, condivisa da tutti i relatori, riguardava un dato oggettivo e cioè che tutti i pazienti affetti da tumore presentavano stress geopatico.

I DISTURBI DELLE GEOPATIE

Nell’articolo Perché le influenze negative nella nostra casa sono dannose ho spiegato quali sono le sorgenti di geopatia, e nell’articolo 4 Test per Scoprire le Influenze Negative nella nostra casa puoi trovare dei metodi semplici ed efficaci per individuarle.

I disturbi che vengono accusati se si soggiorna in luoghi con presenza di geopatie, all’inizio sono del tutto aspecifici e di tipo funzionale, e hanno una forte tendenza alla cronicizzazione. Alcuni di questi disturbi sono: insonnia, astenia, cefalea, depressione, vertigini, scarsa concentrazione, mal di testa, distrurbi del sonno, disturbi digestivi ecc. Dopo diversi anni possono insorgere delle malattie cardiovascolari e malattie degenerative. L’insorgere di malattie più o meno dannose è sostenuto sia da dati di laboratorio che da ricerche statistiche.

DATI DI LABORATORIO: STUDIO SUI RATTI

In ricerche di laboratorio si sono iniettate cellule cancerogene a due gruppi di topi, di cui l’uno posto in gabbia su punti geopatogeni, l’altro su zone neutre: il gruppo sulle zone patogene si ammalava in percentuale molto maggiore ed aveva un decorso più rapido della neoplasia rispetto al gruppo di controllo.

LA SCOPERTA DEL BARONE VON POHL

Per quanto riguarda le ricerche di tipo statistico, molto importante ed ormai classica è quella condotta dal barone Von Pohl con metodi radiestesici. Il barone nel 1929, sotto controllo ufficiale segnò su di una mappa i luoghi geopatogeni della città di Vilsbiburg in Baviera: controllando poi la posizione dei letti delle 54 persone morte per cancro quello stesso anno: si constatò che abitavano senza eccezioni sopra i punti segnati. Tale esperienza è stata ripetuta in una città con scarsa incidenza di neoplasie (Grafenau), con lo stesso risultato.

ALTRE RICERCHE STATISTICHE CONFERMANO I PERICOLI DELLE GEOPATIE

Un’altra ricerca è stata condotta nella città di Le Havre, dove la mortalità media per tumori tra il 1920 e il 1930 era del 7,6%, mentre in quattro quartieri era quasi del 40%. Misurando la ionizzazione dell’aria (segno di geopatia) sopra i punti patogeni si trovò che, rispetto le zone neutre, era da 10 a 100 volte maggiore; questo dipendeva dai molti corsi d’acqua sotterranei nei quattro quartieri “patogeni”.

Inoltre a Stettino su 5347 casi di cancro dal 1910 al 1931; anche in questo caso si trovò che i malati abitavano su zone geopatogene.

Infine nel 1934 il Presidente dell’Ordine dei Medici di Marburg, osservando che 23 casi di cancro, malattie psichiatriche o gravi reumatismi si presentavano sempre nelle stesse 19 case, fece fare un controllo e tutte risultarono su zone disturbate.

È dimostrato che il corpo umano, per potersi liberare dalle tossine durante il sonno, necessità di condizioni alcaline. I campi elettromagnetici invece aumentano l’acidità, cioè la situazione opposta che è invece causa di cancro e ogni genere di malattie. Nei miei articoli precedenti sull’argomento ho menzionato diversi rimedi da attuare per evitare queste spiacevoli conseguenze. Vedi Perché le influenze negative nella nostra casa sono dannose e 4 Test per Scoprire le Influenze Negative nella nostra casa.

Filtro Vivar Gs
Per ridurre l’E-Smog da radio frequenze da transienti nella rete elettrica

Voto medio su 10 recensioni: Da non perdere

Le Energie della Terra e dell'Universo
Insegnamenti pratici di geobiologia e domoterapia
per vivere in equilibrio e armonia. Come scoprire le cause dei problemi di squilibrio energetico in un luogo e come risolverli.

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Radiestesia salute ambiente
Medicina vibrazionale, geopatie, bioarchitettura, applicazioni pratiche del Biotensor

Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere

Salute dell'Habitat
Criterio delle applicazioni nella medicina dell’habitat

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

4 Commenti su questo post

  1. Silvano Marchese says:

    Sono perfettamente d’accordo con quanto sopra letto; vorrei solo suggerire un argomento che mi sta a cuore essendo un musicista, in attesa di risuonare il pianoforte, appena elimino il dolore dovuto al tunnel carpale; direttore di coro, compositore, dicevo perchè non affrontare il problema del La di Verdi? Quella famosa frequenza (432 Hz) multipla di 8 (Frequenza della terra) di 72 (Frequenza media dei battiti cardiaci) e così via discorrendo. Se può farvi piacere posso inviare alcuni studi ed anche delle verifiche fatte con due brani musicali notissimi eseguiti uno con frequenza 440 Hz diapason attualmente riconosciuto ed uno con frequenza 432 Hz. Nel ringraziare, porgo cordiali saluti e continuerò aleggere tutti gli articoli.
    Silvano Marchese – cell.3389467004

  2. Se la presenza di punti radianti è sul nostro letto o in una postazione di lavoro sedentario non possono essere tolte ma soltanto deviate …..esiste un dispositivo in grado di farlo!

  3. Maurizio says:

    Si che esiste vai a vedere sul sito http://www.newbio.eu sono strumenti che in germania usano da 30 anni prodotti dalla Rayonex

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline