Eleonora Brigliadori “Ho sconfitto il cancro senza curarmi”

66 Commenti
acquista reishi ganoderma

eleonora brigliadori

Eleonora Brigliadori (Milano, 18 febbraio 1960) è un’attrice, conduttrice televisiva e annunciatrice televisiva italiana. Ecco l’intervista tratta da “Viversani e belli” di marzo 2007

Eleonora: Dieci anni fa mi dissero che sarei morta entro sei mesi. Avendo già perso mia madre e mia nonna di tumore, e avendole viste spegnersi tra atroci sofferenze dovute alla chemioterapia, mi convinsi che il percorso ospedaliero era solo un modo per morire nel peggiore dei modi. Quindi non ho fatto alcuna cura e neppure esami invasivi. In una situazione d’emergenza, come era quella che stavo vivendo, ritenevo assurdo dovermi far bucare, tagliare, aprire. Non ho fatto neppure la chemioterapia. Non solo perchè cosi si vanno a creare nuovi problemi fisici, ma vengono anche innescati meccanismi di paura. Dopo tre anni il carcinoma che avevo al fegato è scomparso, è andato via quando il virus dell’epatite l’ha metabolizzato…

Giornalista: Il virus dell’epatite?
Al livello del fegato è un “simbionte” che, terminato il conflitto, risolve il carcinoma al fegato.

Non capisco…
Questa spiegazione tecnica l’ho avuta tempo dopo, quando ho scoperto le teorie di Hamer sui tumori. Dopo la mia guarigione, infatti, ho iniziato un percorso di conoscenza su questo tema. Tra i sistemi per l’attivazione dell’autoguarigione dell’individuo che ho studiato, la “Nuova Medicina Germanica” mi è parsa la frontiera più avanzata. Il suo ispiratore è il dottor Ryke Geer Hamer, più conosciuto per la vicenda accaduta in Corsica, quando il figlio fu ucciso da un colpo di fucile per il quale venne accusato il principe Emanuele di Savoia. Proprio a seguito di questa triste vicenda, il medico sviluppò un tumore ai testicoli e la moglie uno al seno. Da li ebbe un’intuizione che lo portò a rivoluzionare i fondamenti stessi della medicina: Hamer capi che i meccanismi cancerogeni hanno una funzione biologica. Il suo stesso tumore era il tentativo estremo del corpo, anche a livello psicologico, di fornire lo strumento per fecondare e avere presto un altro figlio, mentre quello della moglie era il tentativo simbolico di innescare la produzione di latte. Quindi, quando una donna scopre di avere un tumore al seno, dovrebbe cercare di capire la connessione tra quel tipo di tumore e ciò che sta accadendo nella sua vita interiore.

Cosi, secondo lei, il corpo guarirebbe da solo dai tumori…
Si, quando una persona va a fare la diagnosi, il tumore si sta già riparando da solo. I medici, però interrompono il processo naturale di guarigione e provocano le metastasi, che non sono altro che ulteriori conflitti dovuti al loro stesso intervento.

Quindi lei non ha fatto nulla per curarsi?
Ho fatto tante cose, ma che avevano a che fare solo con le mie scelte alimentari, con il fatto di rimanere a casa mentre stavo male. C’è gente infatti, che ha un tumore e vive benissimo. Secondo Hamer, tutte le terapie naturali hanno la loro ragione d’essere, perciò basta digiunare o praticare l’omeopatia per risolvere un problema. che uno decida di guarire con i colori, con le “acque di luce” o con l’urinoterapia, va sempre bene. Purchè non si ostacolino i processi naturali, si può cercare una propria via. Il tumore parte sempre dal cervello, cioè da un’esigenza nascosta ed è “costruttivo”, quindi non bisogna averne paura.

In conclusione, questo che cosa significa?
Il concetto di cura, inteso secondo l’approccio tradizionale, non aiuta, perchè la persona pensa che la sua guarigione dipenda dalla “corsa agli armamenti”, cioè dalle pillole che gli vengono date. Occorre, invece, capire che si guarisce solo con l’integrazione dei sistemi biologici: i virus e i batteri, invece di essere combattuti, vanno compresi nella loro funzione positiva. Spesso, quando c’è un virus, l’organismo sta solo tentando di completare un processo “riparativo”, come nel caso dell’epatite come nel tumore al fegato. Il cancro non si origina da una cellula impazzita, ma è il segnale di una necessità di una persona. Questo mette in moto meccanismi che hanno uno scopo biologico. Se li si lascia completare il percorso, ricomporanno il conflitto. Il tumore infatti, guarisce da solo nel 90 % dei casi.

Il metodo Hamer viene praticato in Italia?
Io, da quando ho seguito un corso sulle leggi di Hamer riservato ai medici, non ho più amici che muoiono di cancro, perchè consiglio loro, senza fare il “dottore” (perchè non lo sono), come comportarsi. I medici di Nuova Medicina non curano più le persone chemioterapizzate perchè sono comunque destinate a morire, più o meno tardi, a causa della devastazione compiuta dalla medicina ospedaliera.

Tutto ciò è legale?
Il problema è all’interno dell’ospedale, dove, secondo me,ci si deve andare solo per la diagnostica. poi si decida in piena libertà. da quando conosco il rapporto tra anima e corpo, non prendo più farmaci. la mia salute è migliore oggi di quando avevo vent’anni, e credo di averlo dimostrato a “Notti sul ghiaccio”, dove ho dato “la paga” alle ragazzine.

Il Cancro e Tutte le Cosiddette Malattie
Breve introduzione alla Nuova Medicina Germanica

Voto medio su 22 recensioni: Buono

Ho Provato la Nuova Medicina del Dottor Hamer
Uno straordinario approccio terapeutico illustrato da numerosi casi clinici – La malattia è la risposta biologiacamente appropriata del cervello a uno shock estremo e fa parte del programma di sopravvivenza della specie.

Voto medio su 9 recensioni: Buono

Per approfondire

Nuova Medicina Germanica – Le 5 leggi biologiche del Dott. Hamer

[catlist name=cancro]

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

66 Commenti su questo post

  1. ehila’…pure io ho sconfitto il cancro! mia figlia invece, che si e’ affidata a cure chenioterapiche e radioterapia e’ morta…….pure a me avevano dato sei mesi di vita nel 2009. Decisi di far da sola ed eccomi qui: cambiato alimentazione, stile di vita e modo di vedere il mondo intorno a me……e sono ancora qui. Il lato ironico di tutto e’ che nessuno mi crede!!

    • Francesco says:

      Signori, io non so se una verità esclude l’altra, però è certo che la Brigliadori ha innescato un meccanismo di riflessioni e di dibattito.
      io credo che solo con il dibattito ci si possa confrontare e chiarire maggiormente il proprio punto di vista.
      La mia riflessione va ad una grave mancanza che la medicina tradizionale ha rispetto a quella così detta Olistica, e cioè la mancanza di affettività che esiste negli ospedali.
      ho visto morire di tumore ai polmoni un caro amico, era considerato solo un numero ed una serie di orari ad appuntamenti fissi da rispettare.
      Intendo dire che negli ospedali ci vuole assolutamente un po di umanità.
      Capisco che gli infermieri sono sottoposti a forte stress, ma per una persona che sa di essere vicino alla morte, un accompagnamento delicato ed umano sarebbe il minimo.
      Magari il problema che lo ha fatto ammalare è stato proprio la mancanza di affettività, abbracci e carezze.
      So che a molti tutto questo può sembrare un’utopia, ma le ricerche che vanno in questa direzione, ormai sono molte,
      La carezza induce trasformazioni a livello organico ed esistenziale: dare e ricevere carezze ha lo stesso potere di certi farmaci, in quanto si attiva nelle cellule il processo di produzione delle endorfine e degli ormoni, messaggeri chimici dell’organismo.
      E’ come un tocco “magico” che migliora molte cose, compresa la velocità di cicatrizzazione.
      Al Medical Center di Miami, attraverso recenti studi e ricerche, sono stati riscontrati benefici da massaggi e accarezzamenti in malattie come asma, reumatismi, fibrosi cistica, stati di coma. Altri effetti benefici riscontrati: diminuzione del nervosismo, minore sensibilità al dolore, diminuzione della pressione sanguigna, diminuzione degli ormoni dello stress.
      “La nostra pelle è la soglia di un mistero meraviglioso” scrive Rolando Toro, creatore del sistema Biodanza. Accarezzati veniamo riqualificati, riceviamo cura e attenzione, aumenta l’autostima, si calma l’ansia.
      Percepiamo la separazione dall’altro, ma parallelamente sperimentiamo l’unione con l’altro, la permeabilità della nostra pelle e della nostra identità. Si armonizzano le risposte dei due sistemi simpatico e parasimpatico e si rinforza l’equilibrio neurovegetativo.
      Recenti ricerche dimostrano che le carezze attivano il sistema cardio-respiratorio, dissolvono le tensioni motorie croniche di difesa e rinforzano il sistema immunitario; favoriscono la maturazione della sessualità e riducono la tendenza all’autoritarismo.
      La mia tesi come operatore di discipline Bio naturali, l’ho realizzata proprio sugli effetti fisiologici della musica del contatto e delle carezze.
      Credo che la medicina tradizionale così comè sia limitata, se si potesse integrare una con l’altra, potremmo trarne tutti vantaggio.
      Noi da parte nostra qualche piccolo passo lo stiamo facendo con progetti negli ospedali, quindi avanti per l’integrazione delle due attività che curano il corpo e l’anima.
      Se qualche medico è interessato, sono completamente a disposizione.
      Francesco. http://www.relaxecomunicazione.it

    • Giovanni says:

      Io, invece, ti credo, Paola. Ho avuto, almeno fino ad ora, la fortuna di non incontrare il cancro, ma seguo la letteratura alternativa grazie alla rete. La medicina ufficiale è in mano alle multinazionali del farmaco. Fino a quando non capiremo questo, si continuerà a morire di cure.
      Buona fortuna.

  2. CE’ CHI TI CREDE

  3. Ognuno e’ libero di pensare e di fare qualsiasi cura, ignorando centinaia di anni di ricerca scientifica di migliaia e migliaia di ricercatori. Se qualcuno pensa di aver trovato la ricetta magica lo dimostri con dati scientifici .Il metodo germanico e’ pseudomedicina inventata da un medico psicopatico (come da sentenza di tribunali tedeschi) .

    • cesare geraci says:

      Se non ricordo male, tanti anni fà, un certo Galilei è stato condannato per eresia ed erano tutti convinti che fosse in errore…!!!! Oggi sappiamo che “psicopatici” erano quelli che lo condannavano. Con simpatia.
      Cesare

    • GIANCARLO says:

      Cosa intende per scientificità, deve sapere, che in nessun aspetto della vita sociale, la tecnologia a portato risultati tanto splenditi, ma, per altri aspetti, tanto dannosi quanto nella tutela della salute. Il nostro malato, quando ha la fortuna, almeno nei nostri ospedali, di avere un letto, suo malgrado si trova a storie, oltre che genetiche, e individuali: anche sociali e spirituali. Intorno al suo letto si svolge non soltanto la lotta della sua sofferenza, ma, altrettanto micidiale, e differenti opinioni diagnostiche mediche. E non solo, anche un’indifferenza tra medico nei confronti del paziente.Pertanto i signori illustri medici, siano un po più vicini ai loro pazienti, perchè le persone che soffrono, hanno più bisogno del loro contatto, di una loro speranza che delle loro, a sto punto, non so se, dire benedette,o maledette MEDICINE.

    • granvisir says:

      Dalla lettura di quanto hai scritto dimostri di avere le tue certezze e di non avere dubbi ed hai anche la presunzione dell’ignoranza che porta all’arroganza che è il vero cancro della mente. Hai scritto che ognuno è libero di pensare di fare qualsiasi cura e allora perchè non lasci al malato il libero arbitrio della cura? Se ti dovessi ammalare di cancro hai tutto il diritto di scegliere la terapia che ritieni più giusta per te e per guarire. Beato te che hai delle certezze: “il metodo germanico” lo hai bollato come pseudo medicina e il dott. Hammer un medico psicopatico. Posso dialogare solo con chi ha dubbi e non certezze. Meno si conosce della scienza e più si ha l’ingannevole sensazione di sapere tutto. Giordano Bruno per le sue idee innovative è stato messo sul rogo , ma oggi il suo pensiero è stato rivalutato anche dalla fisica quantistica.

    • alberta says:

      Mi scusi signor Moretti, ma “centinaia” di anni mi sembrano un pò troppi, e anche fra le migliaia e migliaia di ricercatori e operatori del settore ce ne sono molti che cominciano a mettere in dubbio l’efficacia della medicina “tradizionale” – uso le virgolette perchè fino a un secolo fa le cure tradizionali erano quelle oggi definite “alternative”, erbe e quant’altro. Nessuna ricetta magica, solo qualcuno che comincia a capire che facendo ricorso a certi protocolli si va incontro a morte certa, mentre evitandole e aiutandosi con rimedi naturali si hanno più probabilità di portare a casa la pelle.

  4. Dionidream says:

    Mi fa ridere chi parla di ricerche scientifiche, come se la scienza fosse dio onnipotente. Peccato che le ricerche scientifiche ‘titolate’ siano finanziate dalle multinazionali farmaceutiche e tutti gli scienziati che dimostrano qls contro i loro interessi vengono fatti fuori col fango o fisicamente. Ecco i miei dati scientifici 1+1=2, 2-1=1, oppure chiedete a Paola Pacifico dal momento che è sempre viva. – Dharma Cristiano Botti –

  5. luisa fala says:

    ciao paola. Due domande importanti: cosa significa cambiare alimentazione? hai preso anche delle vitamine o delle sostanza naturali particolari? grazie

  6. Mario … Mario … svegliati da questo brutto sogno.

  7. Le ricerche sono si finanziate dai produttori farmaceutici , ma il protocolo di approvazione viene effettuato da agenzie governative (FDA in america oppure agenzie del farmaco europea) . Tantissimi farmaci non passano la fase di approvazione in quanto non e’ chiaro il beneficio del farmaco (nessuna differenza dal placebo) . Ritornando alla scienza ti inviterei a studiarla e comprederla meglio . Vedrai che alcuni concetti ti saranno piu’ chiari. Non detestare cio’ che non conosci….

    • Eleonora says:

      Peccato che la FDA americana sia largamente criticata, e non solo negli USA, per i suoi interventi a favore di pratiche non molto salutari, tra cui il via libera alle attività Monsanto. E pensi che le agenzie del farmaco europee siano immuni dalla fame di denaro che attacca molti, soprattutto chi ha potere, indipendentemente dalla salute delle persone che potrebbero rimetterci?

      Ogni tipo di cura che non coinvolga uso di farmaci chimici viene ostacolata dato che non porta profitti, indipendentemente dagli effetti che hanno sulla salute. A questo va aggiunto che spesso il metodo scientifico attuale non è abbastanza…”avanzato”, se vogliamo usare questa parola, per cogliere gli effetti di una cura non basata sui farmaci chimici dato che non può cogliere gli effetti che tali cure possono avere sulla psiche/mente e, per chi ci crede, su qualcosa di più profondo della mente.

      Anche tu non detestare ciò che non conosci.

    • Nazario says:

      Peccato che la FDA cosi come la comm. europea siano composte da persone che mangiano:
      Ti riferisco colloquio fra un latifondista e il suo mezzadro all’epoca dell’avvento della REP.ITALIANA M. “finalmente siamo in una libera democrazia” L. “si ma stai tranquillo che anche questi mangiano come gli altri” Quindi chi decide sono sempre i potentati mai i vari commissari,che servono solo a ratificare democraticamente ciò che è già deciso

  8. PALOZZI ANTONIO says:

    la chemio uccide buoni e cattivi..ricettri..poi che fare.

  9. Dionidream says:

    Mario, da chi pensi vengono pagate le agenzie governative? Il governo è in mano ad un elité di banchieri che sono degli stessi clubs e casta dei CEO delle corporation farmaceutiche. Io non detesto la scienza, ma le trame che sono dietro le quinte sono ormai evidenti. Le stesse università sono un ambiente chiuso ai corrotti. Una mia amica che aveva fatto la tesi su come l’effetto placebo sia il 99% della cura, correlando il tutto a leggi di fisica quantistica, ha visto la sua tesi ritenuta non idonea e le hanno chiesto di cambiare argomento. La scienza è marcia, chiedilo all’ormai deceduto Ighina. Mi dispiace Mario, ma sei tu che stai dimostrando di non conoscere le trame che stanno dietro alla scienza.

  10. le cure per il cancro esistono….ne sono convinto…MA solo per un numero CHIUSO!!!!

  11. e anche le staminali….seguono la stessa rotta!!! dicono il contrario perchè costose e quindi NON per TUTTI…..

  12. Senza fare esami invasivi non si può fare diagnosi certa. E’ così per tutti i tumori. Basta con questi articoli fasulli che danno speranze assurde a persone disperate. In anni di attività lavorativa ho esultato con tante donne , guarite dopo asportazione tumorale e relativa chemioterapia.

    • Eleonora says:

      Cara Patrizia,
      io ho fatto chemioterapia e ti dico che sono convinta di essere ancora qui NONOSTANTE la chemio. La chemio fa male, brucia, distrugge e lascia strascichi per tutta la vita.

    • Marzia says:

      Io ho fatto la chemioterapia sono guarita ma perché ho lavorato con la testa, con il pensiero, la chemio solamente ti distrugge e depersonalizza. Dopo averla provata ho deciso che non la farò mai più se mi dovessi ammalare dinuovo, seguirei altre strade senza paura, vi invito ad andare su you tube scrivere CANCRO LE CURE PROIBITE è fatto benissimo e spiega tutto bene cosa c’è dietro alle cure e come le case farmaceutiche facciano fuori persone che trovano cure non invasive ma a costo zero dura 4 ore ma se iniziate a vederlo andrete fino alla fine fatto benissimo molto interessante e serio. Ma come mai noi italiani ci facciamo manovrare così bisogna essere più informati, ma i potenti ci preferiscono ignoranti spostando la nostra attenzione verso una bella casa, macchina importante il Look i vestiti cellulari, con queste cose ci distolgono dalla vera vita per fare i loro porci comodi e arricchirsi in modo ignobile, ma poi cosa se ne fanno di tutti sti soldi tutti prima o poi arriviamo alla morte. Informazione informazione informazione e questa l’unica strada per ritrovare la dignità

  13. Dionidream says:

    Esistono cure del cancro migliori da 100 anni e ancora parli di chemioterapia…io invece di persone distrutte dalla chemioterapia ne ho conosciute molte.

  14. Patty che ingenua che sei!

  15. Renato says:

    E’ giusto che l’esperienza di ognuno venga divulgata e proposta, poi ognuno può scegliere il modo di guarire che è più consono alle proprie inclinazioni. Il problema è che chi guarisce dal cancro con cure alternative difficilmente entra nelle statistiche, o perchè dal medico non ci torna o perchè “dà fastidio” alle teorie scientifiche. Non criticate nè la medicina ufficiale nè quella non ufficiale, limitatevi a raccontare le vostre esperienze, chi vorrà sceglierà la propria strada. Conosco persone che sono guarite sia in un modo che nell’altro.

  16. concetta. says:

    Vorrei sapere di più sul corso di Hamer…

  17. Lucio Strino says:

    Io sono trapiantato di fegato,in Italia mi avevano dato 3/4 mesi vita,non solo,ma impossibile da trapiantare perchè il mio epatocarcinoma era molto vasto,circa 8 cm,e in Italia in questi casi, non ti pigliano proprio in considerazione. Dopo acer girato in lungo e in largo e fatto fare un interpellanza parlamentare,mi è stato chiesto di rientrare dalla germania per fare la chemioterapia,ma il mio medico in germania me lo ha sconsigliata.Dopo sette mesi ho ricevuto un trapianto da cadavere,non avevo metastasi e tutto intorno al fegato era perfetto ( con la chemioterapia,mi aveva detto il mio medico chirurgo,avrebbe poi trovato tutto devestato e difficile da trapiantare.
    Oggi a distanza di nove anni sono vivo e vegeto,certamente sarebbe stato diverso se avessi seguito il protocollo ancora in vigore in Italia.

  18. Michele Amato says:

    “È pericoloso avere ragione in questioni su cui le autorità costituite hanno torto.”
    Voltaire: François Marie Argute

    “È difficile far capire qualcosa a un uomo il cui stipendio dipende dal fatto che non la capisca.”
    Lo disse Upton Sinclair a proposito dei medici che prescrivevano chemio

    Dopo migliaia di esperimenti, cosiddetti “scientifici”, che hanno portato alla concezione della Fisica Quantistica c’è ancora qualche residuo ottocentesco che vorrebbe una scienza ottusa, materialista e deterministica!!! Roba da far sbellicare dal ridere, per la goffaggine!!!

    S V E G L I A!!! Siamo nel T E R Z O – M I L L E N N I O…

    Leggetevi i lavori di

    Arnold Ehret (α 1855 Ω 1922)
    Max Gerson (α 1881 Ω 1959)
    Herbert Shelton (α 1895 Ω 1985)
    Wilhelm Reich (α 1897 Ω 1957)
    Nikola Tesla, RIFIUTÒ IL PREMIO NOBEL del 1912!!! Tenetevelo!

    Fino ai contemporanei:
    Fritjof Capra,
    Greg Braden,
    Bruce Lipton,
    Felipe De Oliveira

    e centinaia e centinaia di altri medici, scienziati, pluri-laureati, ricercatori, tutti accademici diventati personaggi scomodi per l’ortodossia NUTRITA, MANTENUTA, FINANZIATA e SOSTENUTA dalle LOBBY dell’INDUSTRIA ALIMENTARE e dalle CASE FARMACEUTICHE, ormai lo sanno TUTTI come funziona!

    Chi, con la scusa di una presunta scientificità vuole RAFFORZARE il metodo DETERMINISTICO e MATERIALISTA, NON vuole BENE alla CONOSCENZA!

    È OBSOLETO! Superato dal TEMPO! Aggiornatevi! Ne va della SALUTE dei vostri/nostri figli.

    SALUTE secondo OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità:
    “Stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e NON semplice assenza di malattia”

  19. Ho conosciuto almeno tre persone malate di cancro morte senza medicina tradizionale ne interventi

  20. il cancro non perdona,,,,,

  21. chissa’ perchè dopo questa pubblica dichiarazione , non si è piu’ vista in tv ………..

  22. chissa’ perchè dopo questa pubblica dichiarazione , non si è piu’ vista in tv ………..

  23. Voci di popolo la davano x “strana” e fantatica della new age.. e negli anni passati un comportamento così disturbava. .!

  24. In realtà si è curata in germania con cure alternative, ma non meno pesanti e costose benché alternative. Non sono per tutti i portafogli né per titti i cancri. Non alimentiamo inutilmente false speranze che possono fare danno. Non siamo superficiali cin le cose serie. È solo un invito alla serietà il mio

  25. Informatevi… Non ha torto

  26. Marilena D’Alessandro

  27. Rita Melis says:

    Però a me sembra mooolto fuori di testa!

  28. Che pochezza nei commenti.

  29. Ne sono convinta, ho sempre meno fiducia nella medicina tradizionale e ho avuto dei buoni risultati (non per problemi così gravi come quello della Brigliadori) per alcune patologie.

  30. Brava Eleonora…..condivido pienamente la teoria di Hamer.

  31. Anna Lisa says:

    Ha ragione e tanto coraggio x averlo dimostrato, è da ammirare

  32. Sarà anche strana… Ma è sempre viva!

  33. Autoguarigione, impariamo ad attivarlo. Benattia,Francesco Oliviero.

  34. Attenzione a scrivere questi titoli, è un argomento troppo delicato e complicato per arrivare a queste affermazioni, possono essere devianti. Parlarne si ma in termini meno “rivelatori” ! ( lo dico da lettrice e stimatrice del blog)

  35. interessante ,ma condivisibile solo per chi possa o voglia assumersi la responsabilita di se stesso e delle proprie scelte

  36. comunque le teorie di Hammer sono interessanti da conoscere..tutto parte dal cervello…dalle emozioni.. non è follia..

  37. non sono miracoli, ma scienza

  38. I periodi di crisi economica e di decadenza hanno sempre visto crescere questi racconti meravigliosi.tra chi come noi medici preannuncia la definitiva sconfitta delle Malattie in un prossimo futuro e chi dichiara di riuscire a sconfiggerle con la mente
    ci sono tante vie di mezzo che risultano più efficaci e credibili.buon senso serve non entusiasmo.

  39. I periodi di crisi economica e di decadenza hanno sempre visto crescere questi racconti meravigliosi.tra chi come noi medici preannuncia la definitiva sconfitta delle Malattie in un prossimo futuro e chi dichiara di riuscire a sconfiggerle con la mente
    ci sono tante vie di mezzo che risultano più efficaci e credibili.buon senso serve non entusiasmo.

  40. alla faccia dei rimedi di angelina jolie…. questa donna si che ha capito come fare!

  41. Hamer da solo non basta. Hamer serve come inizio di un percorso ben più complesso. Però resta una pietra miliare. Io non uso farmaci di alcun tipo da 8 anni, ma non per questo non mi curo, anzi, mi prendo cura di me stessa molto più di prima e soprattutto con grande consapevolezza: quella che prima non avevo.

  42. Meglio non azzardare in affermazioni ..gli stessi fautori di programmi alternativi Anti Tumorali molto conosciuti vanno cauti nel fare affermazioni. ..sono i media che le manipolano per ignoranza o arroganza. ..

  43. Wiola says:

    Salve! E’ possibile mettere da qualche parte il motore di ricerca sul sito? Ogni volta devo passare mezzora per trovare i vecchi articoli. E’ un elemento molto importante sul sito.
    Solo questo, i l resto… il suo sito e’ fantastico 🙂

    • Dioni says:

      Ciao Wiola, c’è il motore di ricerca, basta che vai in basso nel sito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline