Le erbe tintorie per colorare naturalmente i capelli. Le tinte salutari eco bio

Nessun Commento

erbe tintorie

Scopriamo le erbe tintorie, le tinte naturali che sostengono la nostra salute e quella dell’ambiente

Spesso chi vuole cambiare colore alla propria chioma oppure chi ha qualche capello bianco da nascondere pensa subito di prendere il telefono e chiamare il proprio parrucchiere, ma non sa che esistono dei rimedi alternativi del tutto naturali ed economici che, oltre a donare dei bellissimi colori e riflessi, svolgono anche azione curativa e rafforzativa della fibra capillare.

Perché le tinte chimiche fanno male ai capelli

Le tinte chimiche, oltre ad inquinare l’ambiente, rovinano il capello perché per colorarlo  ne sollevano le squame per consentire la penetrazione del pigmento colorante e in questo modo, nel lungo periodo, il capello apparirà spento, danneggiato e fragile.

I benefici delle tinte naturali

Dunque possiamo solo trarre vantaggi nell’utilizzo delle tinte naturali, o meglio dette erbe tintorie. Perché esse agiscono tono su tono, cioè non penetrano nella fibra capillare, bensì la stratificano e così facendo il capello diventa più spesso e di conseguenza anche più forte. Ovviamente le nuances che si ottengono sono sicuramente di meno rispetto a quelle che si otterrebbero con le tinte chimiche, perché in natura purtroppo non esiste il blu puffo o il rosa barbie!

Cosa sono le erbette tintorie

Sono polveri estratte dalle foglie o dalle radici di piante che contengono un pigmento colorante naturale e biodegradabile. Ce ne sono tante, bisogna imparare a conoscerle ed aver voglia di sperimentare, perché il risultato finale dipende da diversi fattori:

  • il colore di partenza e se si è mai fatto uso di tinte chimiche e/o decolorazioni,
  • la presenza di capelli bianchi,
  • la porosità del capello, che può essere alta, media o bassa in base a quanta acqua esso trattiene al suo interno.

Scopriamo ora chi è la regina delle erbette tintorie e come utilizzarla:

LAWSONIA INERMIS (o Hennè) frantumando le fogli essiccate si ottiene una polvere che rilascia un colore rosso ramato: più caldo su una chioma di base chiara e più intenso su una di base scura. Il lawsone, la molecola dell’hennè, si lega in maniera definitiva alla cheratina dei capelli, per questo motivo rappresenta l’unica tinta naturale permanente ed è anche essenziale come base nella copertura dei capelli bianchi, perché non scarica nel tempo, bensì stratifica il capello in maniera duratura rendendo la chioma più voluminosa e forte.

  • Tono caldo. Se si vuole ottenere un rosso ramato o aranciato bisogna creare il seguente mix: macerare l’henné, proveniente dall’Egitto, con un infuso di camomilla ed aggiungere della cassia facendola ossidare con del limone o aceto di mele in modo tale da ottenere riflessi più dorati. Ad ossidazione ultimata si può aggiungere anche della curcuma o zenzero.
  • Tono freddo. Se invece si vuole ottenere un rosso più scuro bisogna creare il seguente mix: ossidare l’henné, proveniente dal Pakistan, con acqua fredda per tempi lunghi (massimo 24 ore). Dopo di che si può aggiungere all’hennè ossidato della robbia macerata in acqua calda per mezz’ora. Infine unire anche dell’ibisco in polvere preparato con acqua bollente e non ossidato ed addizionare a piacere del katam, che scurisce ulteriormente e dona riflessi violacei.
  • Capelli bianchi. Come abbiamo già detto l’henné è necessario per coprire i capelli bianchi, dunque vediamo subito il mix da preparare! Le proporzioni delle due erbette utilizzate variano a seconda del colore che si vuole ottenere, per ottenere un bel cioccolato la proporzione è 50:50 su 100 grammi, quindi lawsonia e indigo in parti uguali. Si mescolano le 2 polveri aggiungendo acqua fino a formare un composto della consistenza di uno yogurt e bisogna applicarlo subito, perché sennò l’indigo perde il suo potere tintorio. Si applica a capelli puliti e umidi coprendo con una pellicola per 3 ore e si risciacqua con sola acqua.

Altre erbette tintorie e consigli d’utilizzo

Esistono molte altre erbette tintorie, spesso da addizionare all’hennè, ed in commercio esistono già dei mix preparati, ma quando si acquistano, bisogna assicurarsi che le erbe all’interno della confezione siano allo stato puro controllando l’INCI (l’elenco degli ingredienti) per verificare che non vi sia del picramato di sodio, cioè un colorante sintetico talvolta addizionato a tinte naturali scadenti. Vediamo ora altre erbette tintorie tra le più conosciute e scopriamo che colorazione donano alla nostra chioma:

Loading...
  • Indigo (castano scuro-nero)
  • Katam (castano-riflessi violacei)
  • Robbia (rosso ramato o ciliegia)
  • Ibisco (rosso prugna)
  • Cassia (riflessi dorati)
  • Curcuma (biondo oro)
  • Rabarbaro (biondo intenso)

Ultimo suggerimento sulle erbe tintorie

Raccomandiamo di testare l’erbetta o il mix di erbe inizialmente solo su una ciocca nascosta, per evitare colorazioni poco gradite, per poi procedere su tutta la chioma una volta raggiunto l’obbiettivo prefissato. Grazie alle erbette tintorie avremo sempre un colore originale, luminoso, naturale e ricco di riflessi.

Leggi anche

Le tinture per capelli contengono più di 5000 prodotti chimici alcuni cancerogeni! Ecco le alternative

Le fragranze dei cosmetici contengono oltre 4.000 ingredienti tossici

Studio conferma: Alti livelli di tossicità nelle donne si riducono drasticamente con l’uso di cosmetici naturali


Daniela ZanellatiDaniela Zanellati, laureata in Economia Aziendale e precedentemente diplomata al Liceo Linguistico, dove ha scoperto la passione per la filosofia che l’ha condotta negli anni ad una profonda ricerca introspettiva. Dare amore e rispetto ad ogni essere vivente ed alla natura è essenziale per lei. Per questo motivo è vegetariana da alcuni anni e cerca di aiutare il maggior numero di persone a vivere una vita serena ed a trovare loro stesse diffondendo pensieri ed informazioni utili al loro corpo, ma sopratutto alla loro anima.

Nutri il tuo benessere

Entrando a far parte della nostra newsletter sarai tra i primi a conoscere le ultime notizie, eventi e pubblicazioni.

(E' gratis!)

 

No SPAM! Non condivideremo la tua email con terze parti.

Grazie!

Iscrizione effettuata con successo

Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo
Staff

Autore

Staff

Vuoi entrare a far parte dello staff di Dionidream e diffondere informazioni importanti per il benessere di ciascuno di noi e del Pianeta? clicca qui

Loading...
Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nutri il tuo benessere

Ricevi la nostra newsletter periodica. E' GRATIS!

La tua privacy è al sicuro con noi.

Prenditi cura del tuo benessere

Inserisci la tua mail per ricevere i migliori contenuti su:

✓ Rimedi naturali                    

✓ Terapie innovative               

✓ Crescita personale              

E' GRATIS!

Rimani in contatto con Dionidream

✓ I migliori integratori

✓ Recensioni libri

✓ Date degli eventi

Sent!

Please check your e-mail and download FREE BETA version.

 

SHARE IT