esercizi di kegel

Gli esercizi di Kegel si rifanno al Mula Bandha dello yoga, hanno un potere incredibile di migliorare la nostra vita sotto vari aspetti, sono facilissimi da fare, non richiedono tempo e posizioni particolari, quindi puoi svolgerli dovunque ti trovi. 

Sviluppati a partire dagli anni ’40 dal ginecologo Arnold Kegel, gli esercizi di Kegel non sono altro che delle contrazioni volontarie del pavimento pelvico, utile per ridurre i problemi legati all’incontinenza, all’eiaculazione precoce, alla prostata, per le donne in gravidanza e quelle che hanno avuto un parto naturale, e altre patologie legate sia al sistema urinario che alle funzioni sessuali di uomo e donna.

Il muscolo pubococcigeo che costituisce il pavimento pelvico, è il muscolo adibito sia alla regolazione del flusso urinario, sia al controllo delle vie del parto. Il muscolo pubococcigeo, inoltre, si contrae durante l’orgasmo ed è responsabile dell’eiaculazione precoce e della sensibilità al piacere sessuale.

GLI ESERCIZI DI KEGEL

Possono essere eseguiti ovunque, ed in ogni momento del giorno: seduti, in piedi, sdraiati o durante il bagno.

Per prima cosa bisogna individuare il muscolo: negli uomini si trova a metà tra l’ano e i testicoli; nella donna tra il retto e la vagina. Un modo infallibile per localizzare i tuoi Kegel, mentre sei al bagno blocca il flusso urinario a metà: i muscoli che bloccano il flusso sono i tuoi muscoli di Kegel (puoi anche provare ad immaginarlo).

Print

Una volta individuato è semplicissimo:

  1. Svuotare completamente la vescica: eseguire gli esercizi di Kegel con la vescica piena può indebolire il muscolo pubococcigeo e provocare successive difficoltà nel completo svuotamento vescicale
  2. Contrarre i muscoli del pavimento pelvico per 5-10 secondi
  3. Rilasciare i suddetti muscoli per lo stesso periodo di tempo
  4. Non muovere gambe, glutei o muscoli addominali (all’inizio sarà inevitabile muoverli, ma col tempo riuscirai ad isolare perfettamente il muscolo)
  5. Ripetere la serie 10 volte, 2-3 volte durante il giorno

Nota. Non bloccare la respirazione durante gli esercizi.

Non bisogna esagerare, all’inizio per non affaticare l’area e quindi imbattersi esattamente in quei problemi da cui si cerca di rifuggire.

EIACULAZIONE PRECOCE E IMPOTENZA

Negli uomini, i muscoli Kegel supportano gli organi pelvici come l’uretra, la vescica e il retto. Possedere muscoli di Kegel allenati beneficia la durata, la forza e la fermezza dell’erezione. Aumentano, inoltre, la durata, riducono la possibilità d’eiaculazione precoce ed assicurano la ritenzione urinaria anche in età avanzata.

Recenti studi pubblicati nel British Journal of General Practice, hanno dimostrato che con il Kegel è possibile migliorare la propria impotenza. 55 persone che non riuscivano a tenere il pene eretto per più di 30 secondi, si sono sottoposti a questi studi. Alla fine il 40% era riuscito a risolvere il problema e il 35% a migliorarlo.

In un altra ricerca, un urologo tedesco ha testato 124 persone. Le ha divise in tre gruppi. Ad un gruppo ha fatto fare esercizio, ad un’altro ha dato viagra e al terzo una pillola placebo. Chi ha vinto? L’80% di quelli che facevano gli esercizi hanno avuto un’erezione più forte e duratura, contro il 74% di chi prendeva il viagra e il 18% di chi assumeva la pillola finta.

MAGGIORE PIACERE SESSUALE NELLE DONNE

Nelle donne i muscoli di Kegel sostengono utero, uretra, vescica e retto. Con questa tecnica si assiste ad un aumento della sensibilità femminile e del piacere durante l’amplesso. Raggiungimento facilitato dell’orgasmo (la ginnastica di Kegel è efficace per l’anorgasmia, specie femminile): il rafforzamento della muscolatura pelvica può favorire orgasmi multipli.

Secondo alcune ricerche, tra cui uno studio del 2010, gli esercizi di kegel possono aumentare l’orgasmo di una donna. In questo studio, le donne con muscoli del pavimento pelvico più forti hanno sperimentato una maggiore eccitazione e funzione orgasmica rispetto alle donne con muscoli pelvici più deboli.

BENEFICI NELLA GRAVIDANZA

Il loro allenamento nelle donne che hanno avuto un parto naturale (vaginale) è possibile osservare una considerevole perdita di tono dei muscoli vaginali, od un loro eccessivo rilassamento: in simili circostanze, la ginnastica di Kegel garantisce, nella maggior pare dei casi, il recupero totale della tonicità muscolare pelvica. Migliorando così sia la sfera psichica che quella fisica a livello urinario e sessuale. Le donne che praticano regolarmente gli esercizi di Kegel riferiscono di partorire più facilmente: difatti, questa semplice ginnastica del muscolo pubococcigeo aiuta a sviluppare la capacità di controllo dei muscoli durante il travaglio ed il parto. Inoltre, pare che la ginnastica di Kegel durante la gravidanza sia una pratica preventiva per le emorroidi.

BENEFICI PER L’INCONTINENZA URINARIA E PROSTATA

Gli esercizi di Kegel sono utilissimi per rafforzare i muscoli della vescica ottenendo molto successo in chi soffre di incontinenza urinaria.

Chi si è sottopostoa un intervento chirurgico che coinvolge la prostata riscontrano perdite urinarie di origine involontaria. Per ovviare a questo problema praticare gli esercizi di Kegel consente di tenere a bada l’incontinenza e se ripetuti con frequenza aiutano a riacquistare la mobilità della zona pelvica.

Generalmente il periodo di tempo impiegato per risolvere l’incontinenza si aggira intorno a 1-2 mesi. In molti casi si consiglia la riabilitazione già nel periodo che precede l’operazione, questo per permettere al paziente di venire a conoscenza ed impratichirsi con tutti quei movimenti che sarà poi chiamato a svolgere nel post-operatorio. Gli esercizi di Kegel sono consigliati anche a tutte quelle persone che vengono trattate anche con radioterapia, grazie a questi esercizi infatti i danni saranno minimizzati e il tessuto della zona sarà maggiormente vascolarizzato e diventerà meno sensibile.

Per diversi motivi come il parto, l’aumento di peso, mancanza di attività fisica, l’età e i traumi fisici, questo muscolo può diventare meno saldo, tanto che nei casi più gravi si parla di vero e proprio prolasso. Quindi praticare gli esercizi di Kegel è indicato per la maggior parte delle persone.

Controindicazioni

Non eseguire gli esercizi di Kegel se:
• Hai appena avuto un intervento chirurgico in questa zona. Attendere almeno 6-8 settimane prima di eseguire gli esercizi. Il tuo corpo ha bisogno di tempo per guarire. Rivolgersi al medico o all’infermiere circa il momento giusto per iniziare questi esercizi.
• Hai catetere urinario. Puoi eseguire gli esercizi in sicurezza pochi giorni dopo la rimozione del catetere. Chiedi
al medico o l’infermiere circa il momento giusto per iniziare questi esercizi.
• Senti dolore durante i rapporti sessuali o durante esami pelvici. Consulta un medico per individuare la causa.

Questa tecnica è fantastica, e nello yoga il Mula Bandha anch’esso basato sulla contrazione del pavimento pelvico, è una delle più alte tecniche yoga e veniva tramandata solo agli iniziati. I benefici sono anche a livello psichico ed energetico. E’ possibile ottenere risultati concreti già nell’arco di poche settimane. Buona pratica!

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni