Estratto di Foglie di Olivo

Le foglie di ulivo sono ricche di principi attivi che hanno dimostrato di abbassare la pressione, depurare gli organi interni, proteggere il cuore, ridurre l’infiammazione, abbassare la glicemia, potenziare il sistema immunitario e anche svolgere un’azione antivirale e antitumorale.

L’estratto di Foglie di Olivo ULIVIS è in offerta al 67% di sconto con la campagna solidale a supporto dei recenti avvenimenti, solo 9€ al litro fino al 14 Agosto, poi non sarà più disponibile. Per approfittarne vai al sito del produttore www.ulivis.com (clicca qui)

L’olivo o ulivo (Olea europaea L.) è una pianta molto comune nel Mediterraneo ed è confermato che le foglie di olivo venivano comunemente usate nella medicina tradizionale come agenti vasodilatatori, ipotensivi, antinfiammatori, antireumatici, diuretici, antipiretici e ipoglicemizzanti.

I popoli del bacino del Mediterraneo, che per primi lo hanno coltivato, vedevano nell’Ulivo un dono particolare degli Dei; e i Greci, in particolare, sostenevano di averlo ricevuto in dono dalla dea Atena; per questi popoli sarebbestato un grave gesto abbatterne una pianta. Lo stesso Ippocrate, il fondatore della moderna scienza medica, nel 460 a.C. suggeriva di usare le foglie di olivo per curare moltissime patologie. Successivamente Dioscoride nel I sec. d.C. confermava l’uso delle foglie di ulivo a scopo medico.

Negli ultimi anni si è osservata un grande riscoperta a seguito dei centinaia di studi scientifici che confermano molti di questi usi tradizionali e dimostrano che l’estratto di foglie di olivo ha numerose proprietà terapeutiche:

  • Abbassa la pressione (minima e massima)
  • Svolge un’azione antimicotica, antimicrobica e antivirale (ottimo contro Candida albicans, virus e prevenire influenza)
  • Aumenta l’energia
  • Riduce l’infiammazione (artrite, colite, ecc)
  • Riduce i marcatori di malattie cardiovascolari (colesterolo LDL, trigliceridi, stress ossidativo)
  • Protegge i vasi sanguigni, il cuore e l’apparato cardiovascolare
  • Contrasta le malattie neurodegenerative (Alzheimer)
  • Abbassa la glicemia
  • Proprietà drenanti (contrasta la cellulite e ritenzione idrica)
  • Contrasta la perdita di densità ossea (osteoporosi; ideale in menopausa)
  • Riduce il grasso addominale
  • Antiossidante, protegge il DNA e contrasta i radicali liberi
  • Svolge un’azione antitumorale su diversi tipi di cellule cancerose
  • Potenzia il sistema immunitario
  • Migliora la fertilità maschile

Gli scienziati in uno studio pubblicato su Current Medical Mycology affermano:

«Storicamente, gli estratti di foglie di olivo sono stati ampiamente utilizzati in medicina contro le malattie microbiche. I composti presenti nelle foglie di olivo come l’oleuropeina e i suoi derivati tra cui idrossitirosolo e tirosolo esibiscono attività antimicrobiche, che possono ridurre il rischio di infezioni microbiche. Questi composti possono inibire virus, retrovirus, batteri, lieviti, funghi, muffe, micoplasmi e altri parassiti, in particolare nel tratto gastrointestinale e respiratorio.»

Infatti come vedremo più avanti, la maggior parte delle persone che usa l’estratto di foglie di olivo afferma di non prendere l’influenza neanche quando i familiari sono malati, oppure che i sintomi scompaiono subito nell’arco di un giorno.

acquista ulivis promo

Estratto di Foglie di Olivo consigliato. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto con lo sconto

Oleuropeina. Benefici inaspettati dell’Estratto di Foglie di Olivo

La componente terapeutica più significativa del fitocomplesso è rappresentata dall’Oleuropeina – molecola isolata per la prima volta nel 1908 – che si è mostrata essere l’apportatrice di molte delle proprietà salutari dell’estratto di foglie d’Ulivo. L’Oleuropeina è presente anche nel frutto (oliva) e nell’olio di oliva ma la sua concentrazione è significativamente maggiore nella foglia. Per questo per uso terapeutico è molto efficace l’esratto di foglie di olivo.

L’OLEUROPEINA è la molecola maggiormente presente nell’estratto di foglie di olivo ed esplica un’azione antiossidante ancor maggiore delle vitamine C ed E. Tale azione viene potenziata dalla sinergia con flovonoidi e fenoli presenti. Uno studio scientifico recente intitolato “Oleuropeina, benefici inaspettati!” afferma:

«L’oleuropeina e il suo metabolita, l’idrossitirosolo, hanno una potente attività antiossidante, che potrebbe essere responsabile di alcune attività antiossidanti, antinfiammatorie e anti-malattia dell’olio d’oliva. L’oleuropeina è nota per il suo effetto di abbassamento della pressione sanguigna. […] La capacità dell’oleuropeina di abbassare la pressione sanguigna può giustificare l’uso tradizionale della foglia di olivo nel trattamento dell’ipertensione da lieve a moderata. Oltre all’ipertensione, l’oleuropeina ha dimostrato di avere funzioni cardioprotettive, antinfiammatorie, antiossidanti, antitumorali, antiangiogeniche e neuroprotettive e quindi può avere un potenziale terapeutico per una varietà di disturbi umani. L’oleuropeina riduce il danno ossidativo nella sostanza nera dei ratti anziani, una regione del cervello più colpita dalla neurodegenerazione nella malattia di Parkinson [3]. L’oleuropeina previene l’aggregazione tossica sia della beta amiloide che della tau, proteine ​​coinvolte nella malattia di Alzheimer []. Di rilevanza per il cancro, l’oleuropeina è un potente inibitore del recettore 2 del fattore di crescita epidermico umano, una proteina che è spesso sovraespressa nelle cellule del carcinoma mammario [] ed esercita un effetto chemiopreventivo sul carcinoma del colon-retto associato alla colite nei topi []. Studi meccanicistici implicano l’autofagia e l’inibizione del bersaglio dei mammiferi della rapamicina (mTOR) negli effetti protettivi dell’oleuropeina []. Lo stress ossidativo e la deregolamentazione del percorso mTOR è un tema comune tra neurodegenerazione, cancro, diabete e invecchiamento fisiologico, suggerendo che gli effetti protettivi dell’oleuropeina in vari disturbi possono verificarsi attraverso un meccanismo molecolare condiviso.»

Principi attivi dell’Estratto di Foglie di Olivo

Vediamo nel dettaglio gli altri principali principi attivi contenuti nell’estratto di foglie di olivo che sono associati a molte proprietà terapeutiche

  • L’IDROSSITIROSOLO, è un polifenolo naturale a fortissima azione antiossidante, coinvolto nell’inibizione dei processi di ossidazione collegati alle alterazioni cellulari tipiche delle malattie degenerative e dell’invecchiamento (artrosi, malattie cardiovascolari, aterosclerosi, demenza). L’Idrossitirosolo attiva la formazione di GLUTATIONE, un forte agente antiossidante prodotto dalle cellule stesse del nostro organismo.
  • Il TIROSOLO completa l’azione degli antiossidanti maggiori; migliora le attività metaboliche degli organi principali (fegato, muscoli, cuore), sostiene le funzioni mentali, svolgendo un’azione antistress e antidepressiva. Riduce l’affaticamento intellettivo, produce un miglioramento della memoria, dell’attenzione, della concentrazione e delle prestazioni intellettuali in generale.
    In sinergia con gli altri fenoli ha un’azione regolatrice sul peso corporeo, con un effetto dimagrante in caso di sovrappeso e obesità, questo grazie alla stimolazione di enzimi cellulari che accelerano la mobilizzazione dei grassi dai tessuti di deposito, trasformandoli in lipidi di facile eliminazione, con produzione di energia e riducendo il desiderio compulsivo di cibo.
  • L’ACIDO ELENOLICO, è un antiossidante che migliora la circolazione del sangue. In vitro si è rilevato essere un potentissimo antibatterico e antivirale con un effetto benefico sulla prevenzione e la rapida risoluzione delle malattie infettive.
  • La RUTINA (detta anche “vitamina P”) svolge una forte azione antiossidante che aiuta a combattere patologie infettive dalle più semplici (influenza) alle infezioni virali più importanti. Ha un notevole effetto benefico sulla microcircolazione (protegge dalla rottura dei capillari), rende il sangue più fluido inibendo gli effetti dannosi dell’obesità, del colesterolo e della glicemia elevata. Agisce inoltre sulla circolazione linfatica degli arti inferiori prevenendone il ristagno di liquidi. Possiede un’azione antistaminica.

Benefici

Ci sono molti studi scientifici condotti sull’estratto di foglie di olivo che dimostrano una grande azione terapeutica. Alcuni sono studi clinici, altri su modello animale o in vivo e in vitro.

1. Riduce la pressione sanguigna (sistolica e diastolica). In uno studio clinico su 60 uomini a rischio di sviluppare ipertensione, l’oleuropeina ha abbassato significativamente la pressione sistolica e diastolica, così come i livelli di trigliceridi e colesterolo nel sangue. In un altro studio clinico su 232 pazienti con ipertensione arteriosa, l’assunzione di 500 mg di oleuropeina 2x / die per 8 settimane si è dimostrata efficace come un farmaco diuretico (captopril, 12,5-25 mg 2x / die) nel ridurre sia la pressione sistolica che diastolica. Gli effetti di riduzione della pressione sanguigna dell’estratto di foglie di olivo sono probabilmente dovuti alla sua ricchezza di oleuropeina e alla capacità di migliorare la funzione dei vasi sanguigni. In uno studio su modello animale con ipertensione, l’estratto di foglie di olivo riduce la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e l’allargamento del cuore e dei tessuti renali, migliorando al contempo la funzione dei vasi sanguigni. Uno studio italiano spiega così l’azione ipotensiva delle foglie di olivo: “L’estratto delle foglie di olivo possiede una spiccata azione ipotensiva dovuta a vasodilatazione, senza dar luogo ad effetti secondari sulla respirazione6. Infusi di foglie vennero anche sperimentate su animali3 confermandone l’azione ipotensiva. Il fenomeno conseguirebbe a una vasodilatazione dovuta a un’azione mio- litica delle foglie sulle fibre muscolari lisce vasali. Il fatto che tale vasodilatazione si manifesti anche sulle coronarie dimostrerebbe appunto la natura muscolare e non neurovegetativa parasimpatica dell’azione. L’intensità della vasodilatazione coronarica è tale da far ritenere3che l’uso sia indicato anche in quei malati nei quali il determinarsi di uno stato ipotensivo potrebbe aggravare eventuali difficoltà di irrorazione cardiaca, poiché la diminuita pressione arteriosa sarebbe in questi casi compensata dalla aumentata ampiezza del letto coronario. Particolarmente indicato l’estratto sull’iper- tensione da menopausa o da arteriosclerosi.”

2. Protegge il cuore (abbassa colesterolo, trigliceridi, l’infiammazione e migliora i vasi sanguigni). In uno studio clinico su 200 volontari sani, i polifenoli in esso contenuti hanno ridotto i marker di rischio cardiaco come il colesterolo (sia libero che legato a LDL), i trigliceridi e lo stress ossidativo. In altri 4 studi clinici su quasi 150 persone con livelli elevati di colesterolo nel sangue, i polifenoli hanno abbassato i livelli di grasso nel sangue (colesterolo totale, colesterolo LDL e trigliceridi) [1 , 2, 3]. Inoltre gli acidi grassi polinsaturi presenti nell’estratto favoriscono la formazione di prostaglandine che contribuiscono al mantenimento dell’integrità dei vasi nel quadro generale di una vasta azione vasoprotettiva sul circolo. Gli antiossidanti presenti nell’estratto svolgono un’azione cardiotonica e antiaritmica. Alcuni studi ne rivelano l’utilità in caso di angina diminuendo il rischio di malattia cardiaca. Uno studio clinico ha dimostrato l’effetto cardioprotettivo dell’Oleuropeina nella tendenza all’occlusione coronarica. In uno studio su 18 volontari sani, l’estratto di foglie di olivo ha ridotto la produzione di una citochina pro-infiammatoria (IL-8) e ha migliorato la funzione dei vasi sanguigni.

3. Protegge dalle malattie neurodegenerative. Tra i fattori all’origine dell’Alzheimer c’è l’accumulo di proteine amiloidi ed altre nel cervello che innescano infiammazione e danni ai tessuti. E’ stato dimostrato su modello animale che l’estratto di foglie di olivo può impedire a queste proteine di entrare nel cervello e di conseguenza ha efficacemente ridotto la tossicità e il danno tissutale cerebrale. Anche nelle ultime fasi dell’Alzheimer, è stato osservato un miglioramento della funzione delle cellule cerebrali dopo essere stati trattati con estratto di foglie di olivo. In un altro studio su modello animale con malattia di Parkinson, l’estratto di foglie di olivo ha ridotto il danno e la morte delle cellule cerebrali. Inoltre si è osservato che l’oleuropeina ha ridotto la compromissione della memoria spaziale e ha migliorato la cognizione nei ratti con stress ossidativo indotto dall’anestesia.

4. Abbassa la glicemia. La glicemia alta è sempre più diffusa a causa di alimentazione ricca di zuccheri e farine raffinate, sedentarietà e stress. Gli alti livelli di glucosio nel sangue possono causare danni ai tuoi nervi, occhi, ghiandole, organi e vasi sanguigni e nel tempo aumenta il rischio di diabete. L’estratto di foglie di olivo abbassa la glicemia aiutando quindi a normalizzare i valori di zuccheri nel sangue. In uno studio su 20 persone sane, l’oleuropeina ha ridotto i livelli di zucchero nel sangue dopo i pasti bloccando la produzione di radicali liberi (da Nox2). In un altro studio su 46 uomini di mezza età in sovrappeso (e quindi a rischio di sviluppare diabete di tipo 2), l’integrazione con estratto di foglie di olivo per 12 settimane ha migliorato la sensibilità all’insulina e l’attività delle cellule pancreatiche che producono questo ormone (cellule beta). In studi su modeallo animale diabetico, l’oleuropeina ha abbassato e ripristinato i normali livelli di glucosio nel sangue, ha migliorato la sensibilità all’insulina e aumentato l’assorbimento di zucchero nel sangue [1, 2].

5. Attività antinfiammatoria. Uno studio scientifico ha evidenziato che l’Oleuropeina aumenta la sintesi di NO (Ossido Nitrico) nei macrofagi aumentando cosìl’attività di tali cellule immunocompetenti; questa azione si riflette anche sulla cascata infiammatoria, con un effetto inibitorio, infatti i macrofagi attivati inibiscono l’attività della lipossigenasi e la conseguente produzione di leucotrieni. In uno studio su campioni di colon isolati da 14 persone con colite ulcerosa, il trattamento con estratto di foglie di olivo ha ridotto la produzione di molecole pro-infiammatorie (l’enzima COX-2 e la citochina IL-17) e l’infiltrazione di cellule immunitarie (CD3, CD4 e CD20), con conseguente riduzione del danno infiammatorio. In uno studio su modello animale l’oleuropeina ha ridotto l’infiammazione renale e ha impedito la morte delle cellule renali.

6. Attività antiossidante. L’idrossitirosolo è il fenolo delle foglie di olivo che è più efficace nel neutralizzare i radicali liberi, seguito dall’oleuropeina e dal tirosolo. L’effetto protettivo sull’ossidazione cellulare da parte dell’Oleuropeina è stato dimostrato da molti studi; esso avverrebbe attraverso l’inibizione dell’azione dell’acido ipocloridrico, un composto dal potere ossidante particolarmente spiccato, che viene liberato dalle cellule neutrofile nella sede dell’infiammazione e che può causare importanti danni alle proteine. Molecole molto reattive come i radicali liberi sarebbero responsabili di molti processi degenerativi e di invecchiamento, come risultato di un danno ossidativo della cellula (principalmente a livello dei mitocondri). Questo fenomeno che si verifica fisiologicamente nel corso della vita di un individuo, può venir accelerato da uno scorretto stile di vita o da patologie. Molteplici studi in vitro e in vivo hanno evidenziato l’effetto positivo dei polifenoli di derivazione naturale sull’inibizione dei Radicali liberi, e quindi sulla prevenzione delle patologie correlate all’invecchiamento e alla neurodegenerazione.

7. Potenzia il sistema immunitario. I ricercatori hanno dimostrato che i costituenti della foglia di Ulivo, in particolare Acido Elenolico ed il suo sale, elenolato di calcio, si sono mostrati efficaci in vitro nell’inibire la proliferazione di numerosi virus, tra cui parainfluenza, Herpes simplex, pseudorabbia, virus della polio -1, -2, -3, rinovirus, myxoviruses, virus coxsackie, varicella zoster, virus dell’encefalomiocardite, e due ceppi di virus leucemici. Sulla base dell’attività antivirale riconosciuta all’Oleuropeina e alle numerose segnalazioni aneddotiche inpazienti affetti da AIDS che facevano uso di Oleuropeina, l’estratto è stato ampiamente utilizzato per rafforzare il sistema immunitario, ridurre la carica virale, alleviare la fatica cronica, coadiuvare il trattamento del sarcoma di Kaposi, le infezioni da herpes simplex virus, e ridurre gli effetti collaterali della terapia farmacologica anti-retrovirale.

8. Attività antivirale. I ricercatori hanno dimostrato che i costituenti della foglia di Ulivo, in particolare Acido Elenolico ed il suo sale, elenolato di calcio, si sono mostrati efficaci in vitro nell’inibire la proliferazione di numerosi virus, tra cui parainfluenza, Herpes simplex, pseudorabbia, virus della polio -1, -2, -3, rinovirus, myxoviruses, virus coxsackie, varicella zoster, virus dell’encefalomiocardite, e due ceppi di virus leucemici. Sulla base dell’attività antivirale riconosciuta all’OLE e alle numerose segnalazioni aneddotiche in pazienti affetti da AIDS che facevano uso di OLE , l’estratto è stato ampiamente utilizzato per rafforzare il sistema immunitario, ridurre la carica virale, alleviare la fatica cronica, coadiuvare il trattamento del sarcoma di Kaposi, le infezioni da herpes simplex virus, e ridurre gli effetti collaterali della terapia farmacologica anti-retrovirale.

9. Contrasta l’osteoporosi. Nel 2015 è stato portato a termine uno studio clinico in doppio cieco che ha avuto lo scopo di verificare le proprietà antiosteoporotiche dell’estratto di foglie di Ulivo in soggetti a rischio di depauperamento osseo. Sulla base di una ricerca preclinica è stato dimostrato che il fitocomplesso derivato dalle foglie di Ulivo, può proteggere dalla perdita di tessuto osseo, aumentando l’attività degli osteoblasti1 a scapito della formazione degli adipociti nelle donne in post menopausa. Le donne osteopeniche che hanno preso parte allo studio sono state 64, con una BMD2 T-score compresa tra -1.5 e -2.5 a livello della colonna lombare (L2-L4). Le partecipanti hanno ricevuto per 12 mesi una dose giornaliera 250 mg/die di estratto di foglie di Ulivo + 1000 mg di Calcio. Alla fine dei 12 mesi si sono valutati i livelli del marcatore osteocalcina pro-osteoblastica, la BMD e il profilo lipidico del sangue. In generale si è osservato un miglioramento significativo nel gruppo in trattamento rispetto al placebo. Allo stesso tempo, la BMD è diminuita nel gruppo placebo, pur rimanendo stabile nel gruppo di trattamento. Inoltre, si è osservato un miglioramento del profilo lipidico, con significativa riduzione del colesterolo totale e colesterolo LDL nel gruppo che aveva assunto l’estratto.

10. Contrasta la cellulite, ritenzione idrica e il grasso addominale. I componenti dell’estratto di Foglie d’Ulivo sono efficaci nel prevenire l’obesità in quanto regolatrici del metabolismo dei lipidi e dei glucidi. Nel caso di sovrappeso sono indicati per ridurre la quota grassa, in particolare nella compagine addominale. Il prodotto a base di estratto di Foglie d’Ulivo favorisce l’eliminazione delle scorie grasse responsabili  della formazione della cellulite e della cosiddetta “cute a buccia d’arancia”; sostengono la rimozione del grasso in eccesso, drenando e rassodano gradualmente gli inestetismi dei “punti critici”. L’estratto di Foglie di Ulivo produce una vasodilatazione e induce un aumento della diuresi, favorendo l’eliminazione per via renale di numerose sostanze cataboliche (sostanze di scarto implicate nei fenomeni infiammatori e di deposito, anche a livello articolare come ad esempio l’acido urico nella gotta).

Effetti collaterali

Gli studi di tossicità condotti mostrano che gli estratti di foglie di olivo sono generalmente sicuri e non mostrano effetti tossici anche a dosi elevate [1, 2].

Controindicazioni

L’oleuropeina può esacerbare la bassa pressione sanguigna in soggetti che hanno già una bassa pressione sanguigna. L’oleuropeina potrebbe anche interagire con i farmaci per abbassare la pressione sanguigna o regolare il diabete. Non ci sono ancora studi sulla sicurezza in gravidanza e allattamento.

Quale acquistare

Uno dei migliori estratti di foglie di olivo è Ulivìs, in cui l’estrazione dei principi attivi avviene in modo totalmente naturale, nel pieno rispetto della pianta e nella salvaguardia dei suoi importanti fitocomponenti. Contiente estratto concentrato di foglie d’Ulivo (Olea Europea) in soluzione acquosa al 94%, e estratti di Calendula Officinalis (capolini), Aloe Vera (gel derivato dalla foglia) e Betula Pubescens (corteccia) per il restante 6% con la funzione di potenziare l’efficacia dei principi attivi.

Dosaggio e modo d’uso

Il dosaggio consigliato di Ulivìs è di 1 misurino (70ml) al giorno, puro senza diluirlo, al mattino prima di colazione. Prima dell’assunzione scuotere lentamente la bottiglia. Dopo l’apertura conservare in frigorifero e consumare entro 15 giorni.

Ulivìs per sostenerci in questo periodo eccezionale ha deciso durante la quarantena di mettere a disposizione di tutti l’estratto di foglie di olivo ad un prezzo bassissimo (sottocosto) perché particolarmente adatto al difficile momento che stiamo attraversando essendo di sostegno e rinforzo del sistema immunitario e svolgendo una azione antivirale. L’offerta promozionale scadrà il 14 Agosto e comunque fino ad esaurimento scorte. Puoi usufruire di questa offerta irripetibile acquistando l’estratto di foglie di olivo direttamente sul loro sito www.ulivis.com o cliccando qui sotto.
Ottieni lo sconto limitato

La spedizione è attiva in tutta Italia.

acquista ulivis promo

Estratto di Foglie di Olivo consigliato. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto con lo sconto

Testimonianze

Di seguito sono riportate recensioni di persone che utilizzano l’estratto di foglie di olivo e hanno lasciato una testimonianza al prodotto acquistato online.

“Potrei dire che subito dopo alcuni giorni stava funzionando sul mio problema con la candida. Mi piace anche molto perché sembra più delicato e più sicuro delle erbe come l’origano. (Ho avuto una brutta reazione con l’origano, è troppo forte per una persona sensibile). Inoltre, stavo cercando qualcosa che fosse sicuro se dovessi rimanere incinta e questo sembra essere sicuro in gravidanza.”

“Ho ripreso ad utilizzare Ulivis dopo qualche anno che non lo acquistavo più e la differenza la vedo e la sento.
Personalmente io trovo benefici sulla pelle (spariti i brufoletti) capelli e gonfiore di pancia, oltre che un generale stato di benessere.
Lo consiglio vivamente e non smetterò di acquistarlo.”

“L’estratto di foglie di olivo ha contribuito a ridurre la pressione sanguigna di mio figlio. Ha iniziato a lavorare entro 3 settimane dall’assunzione. Ogni settimana la sua pressione sanguigna si è abbassata fino a quando è rimasta costantemente al livello normale.”

“L’estratto di foglie di olivo mi ha davvero aiutato con tutti i miserabili sintomi di febbre da fieno e allergie. Aiuta anche davvero quando queste cose cercano di portare a infezioni dell’orecchio e dei seni nasali. Mi ha aiutato davvero con i sintomi di allergia.”

“Oh mio Dio, questa roba ha potenziato il mio sistema immunitario, non mi interessa quello che possa dire. Lo prendo fedelmente. Tutti in casa mia hanno avuto un raffreddore  in questa stagione e finora io sono l’unica che l’ha evitato! E sono quella che SEMPRE cattura i loro germi.”

“L’ho comprato durante l’inverno su consiglio di un medico che lo ha raccomandato per la terribile stagione influenzale in cui ci trovavamo e sono rimasta in buona salute. Molti intorno a me hanno avuto l’influenza, ma sono riuscita a evitarla.”

“La circolazione vascolare è enormemente e inconfondibilmente migliorata e la pressione sanguigna è diventata quasi normale. Tuttavia, ci vuole tempo per raggiungere questo obiettivo. Apparentemente aiuta i tessuti a ripristinare la loro piena funzionalità e questo richiede tempo. Viene utilizzato in combinazione con una buona dieta ma non è stato fino a quando questo integratore è stato aggiunto che un cambiamento ha iniziato a essere evidente.”

“Mi ha aiutato durante un recente attacco virale. Lo assumo ogni giorno anche se adesso sto bene.”

“Questo sicuramente aumenta il mio livello di energia in ogni momento. Se un raffreddore mi sta attaccando, lo prendo e il raffreddore sparisce. La mia casa non è mai senza una bottiglia. Lo prendo ogni giorno.”

“Ulivis è fantastico ho risolto problemi di reflusso controllo i chili di troppo una pelle più bella tono dell’umore. Finché esiste lo riacquistero’ migliore anche di un prodotto simile di altra marca. Meraviglioso mangiando sempre uguale ho perso 5-6 kg”

“Wow! Sono sempre stata quella persona in ufficio che era malata circa una volta al mese per tutto l’inverno. Ho iniziato a prenderlo a metà novembre (non mi sono perso un giorno) e non mi sono ammalato una volta [ndr. recensione lasciata a marzo]! È troppo bello per crederci, lo so. E la mia pressione sanguigna è scesa di quasi 10 punti! Non riesco davvero a credere a quanto funzioni questa roba, almeno per me. Ogni corpo è diverso, ma vale sicuramente la pena provarlo.”

acquista ulivis promo

Estratto di Foglie di Olivo consigliato. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto con lo sconto

Riferimenti Scientifici

  1. Goldsmith et al., Olea europaea L. Leaf Extracts against Pancreatic Cancer Cells, Molecules 2015, 20, 12992-13004
  2. Briante R, Patumi M, Terenziani S, et al. Olea europaea L. leaf extract and derivatives: antioxidant properties. J Agric Food Chem 2002;50:4934-4940.
  3. Japon-Lujan R. Luque de Castro MD. Superheated liquid extraction of oleuropein and related biophenols from olive leaves. J Chromatogr A 2006;1136:185-191.
  4. Sato H, Genet C, Strehle A, et al. Anti-hyperglycemic activity of a TGR5 agonist isolated from Olea europaea. Biochem Biophys Res Commun 2007;362:793-798.
  5. Baidez AG, Gomez P, Del Rio JA, Ortuno A. Dysfunctionality of the xylem of Olea europaea L. plants associated with the infection process by Verticillium dahliae Kleb. Role of phenolic compounds in plant defense mechanism. J Agric Food Chem 2007;55:3373-3377.
  6. Walter WM Jr, Fleming HP, Etchells JL. Preparation of antimicrobial compounds by hydrolysis of oleuropein from green olives. Appl Microbiol 1973;26:773-776.
  7. Samuelsson G. The blood pressure lowering factor 10. in leaves of Olea europaea. Farmacevtisk Revy 1951;15:229-239.
  8. Panizzi L, Scarpati ML, Orient G. The constitution of oleuropein, a bitter glucoside of the olive with hypotensive action. Gazz Chim Ital 1960;90:1449-1485.
  9. Zarzuelo A, Duarte J, Jimenez J, et al. Vasodilator effect of olive leaf. Planta Med 1991;57:417-419.
  10. Gilani AH, Khan AU, Shah AJ, et al. Blood pressure. lowering effect of olive is mediated through calcium channel blockade. Int J Food Sci Nutr 2005;56:613-620
  11. OMAR Oleuropein in Olive and its Pharmacological Effects College of Pharmacy, Qassim University, P.O. Box-31922, Buraidah-51418, Saudi Arabia.
  12. Visioli F, Galli C, Galli G, Caruso D. Biological activities and metabolic fate of olive oil phenols. Eur J Lipid Sci Technol. 2002; 104: 677–684.
  13. OMAR: Cardioprotective and neuroprotectiveSaudi Pharmaceutical Journal (2010) 18, 111–121
  14. Major phenolic compounds in olive oil: metabolism and health effects. J Nutr Biochem 2002
  15. Manna et al. Oleuropein prevents oxidative myocardial injury induced by ischemia and reperfusion J Nutr Biochem 2004 Aug;15(8):461-6.
  16. Visioli F,Bellosta S,Galli C.Oleuropein, the bitter principle of olives, enhances nitric oxide production by mouse macrophages. Life Sci.1998;62(6):541-6
  17. Bisignano et al .b3,4-DHPEA-EA from Olea Europaea L. is effective against standard and clinical isolates of Staphylococcus sp. Annals of Clinical Microbiology and Antimicrobials 2014, 13:24
  18. Fotini N. Bazoti*Noncovalent Interaction Between Amyloid– Peptide (1-40) and Oleuropein Studied by Electrospray Ionization Mass Spectrometry J Am Soc Mass Spectrom 2006, 17, 568 –575
  19. Wojcikowski K, Stevenson L, Leach D, et al. Antioxidant capacity of 55 medicinal herbs traditionally used to treat the urinary system: a comparison using a sequential three-solvent extraction process. J Altern Complement Med 2007;13:103-109.
  20. Visioli F, Galli C. Oleuropein protects low density lipoprotein from oxidation. Life Sci 1994;55:1965-1971.
  21. Coni E, Di Benedetto R, Di Pasquale M, et al. Protective effect of oleuropein, an olive oil biophenol, on low density lipoprotein oxidizability in rabbits. Lipids 2000;35:45-54.
  22. Scheffler A, Rauwald HW, Kampa B, et al. Olea europaea leaf extract exerts L-Type Ca(2+) channel antagonistic effects. J Ethnopharmacol 2008;120:233-240.
  23. Cabrera-Vique et al. Efecto hipotensor de un extracto de componentes bioactivos de hojas de olivo: estudio clínico preliminar , Nutr Hosp. 2015;32(1):242-249 ISSN 0212-1611 • CODEN NUHOEQ S.V.R.
  24. Markin D ,Duek L,Berdicevsky In vitro antimicrobial Nactivity of olive leaves. Mycoses. 2003 Apr;46(3-4):132-6.
  25. Al-Attar , Nessreen A. Shawush Physiological investigations on the effect of olive and rosemary leaves extracts in male rats exposed to thioacetamide Saudi Journal of Biological Sciences (2014) 21, 473–480
  26. Syed Haris Omar Cardioprotective and neuroprotective roles of oleuropein in olive Saudi Pharmaceutical Journal (2010) 18, 111–121
  27. Lee-Huang S, Zhang L, Huang PL, et al. Anti-HIV. activity of olive leaf extract (OLE) and modulation of host cell gene expression by HIV-1 infection and OLE treatment. Biochem Biophys Res Commun 2003;307:1029-1037.
  28. Barbara Barbaro Effects of the Olive-Derived Polyphenol Oleuropein on Human Health Int. J. Mol. Sci. 2014, 15, 18508-18524; doi:10.3390/ijms151018508
  29. Martin de Bock Olive (Olea europaea L.) Leaf Polyphenols Improve Insulin Sensitivity in Middle-Aged Overweight Men: A Randomized, Placebo-Controlled, Crossover Trial
  30. Micol V, Caturla N, Pérez-Fons L, et al. The olive leaf extract exhibits antiviral activity against viral haemorrhagic septicaemia rhabdovirus (VHSV). Antiviral Res 2005;66:129-136.
  31. Elliott GA, Buthala DA, DeYoung EN. Preliminary safety studies with calcium elenolate, an antiviral agent. Antimicrob Agents Chemother (Bethesda) 1969;9:173-176.
  32. Markin D, Duek L, Berdicevsky I. In vitro antimicrobial activity of olive leaves. Mycoses 2003;46:132-136.
  33. Tassou CC, Nychas GJ, Board RG. Effect of phenolic compounds and oleuropein on the germination of Bacillus cereus T spores. Biotechnol Appl Biochem 1991;13:231-237.
  34. Pieroni A, Heimler D, Pieters L, et al. In vitro anti-complementary activity of flavonoids from olive (Olea europaea L.) leaves. Pharmazie 1996;51:765-768.
  35. Petroni A, Blasevich M, Salami M, et al. Inhibition of platelet aggregation and eicosanoid production by phenolic components of olive oil. Thromb Res 1995;78:151-160.
  36. Gonzalez M, Zarzuelo A, Gamez MJ, et al. Hypoglycemic activity of olive leaf. Planta Med 1992;58:513-515.
  37. Komaki E, Yamaguchi S, Maru I, et al. Identification of anti-alpha-amylase components from olive leaf extracts. Food Sci Technol Res 2003;9:35-39.
  38. Osim EE, Mbajiorgu EF, Mukarati G, et al. Hypotensive effect of crude extract Olea africana (Oleaceae) in normo and hypertensive rats. Cent Afr J Med 1999;45:269-274.
  39. Khayyal MT, el-Ghazaly MA, Abdallah DM, et al. Blood pressure lowering effect of an olive leaf extract (Olea europaea) in L-NAME induced hypertension in rats. Arzneitmittelforschung 2002;52:797-802.
  40. Somova LI, Shode FO, Ramnanan P, Nadar A. Antihypertensive, antiatherosclerotic, and antioxidant activity of triterpenoids isolated from Olea europaea, subspecies africana leaves. J Ethnopharmacol 2003;84:299-305.
  41. Wang L, Geng C, Jiang L, et al. The anti-atherosclerotic effect of olive leaf extract is related to suppressed inflammatory response in rabbits with experimental atherosclerosis. Eur J Nutr 2008;47:235-243.
  42. Perrinjaquet-Moccetti T, Busjahn A, Schmidlin C, et Food supplementation with an olive (Olea europaea L.) leaf extract reduces blood pressure in borderline hypertensive monozygotic twins. Phytother Res 2008;22:1239-1242.
  43. Cherif S, Rahal N, Haouala M, et al. A clinical trial of a titrated Olea extract in the treatment of essential arterial hypertension. J Pharm Belg 1996;51:69-71. [Article in French]
  44. Singh I, Mok M, Christensen AM, et al. The effect of polyphenols in olive leaves on platelet function. Nutr Metab Cardiovasc Dis 2008;18:127-132.
  45. Walker M35. . Natures Antibiotic: Olive Leaf Extract. New York, NY: Kensington Books; 1997:120-128.
  46. Lee-Huang S, Hang P, Huang P. Anti-HIV activity of olive leaf extract and synergism with HAART. Int Conf AIDS 2004;15:abstract no. WePeA5651.
  47. Renis HE. Influenza virus infection of hamsters.. A model for evaluating antiviral drugs. Arch Virol 1977;54:85-93.
  48. Koussoulas V, Geladopoulos T, Vassiliadis J, et al.. Oleuropein: a novel antioxidant agent for treatment of experimental sepsis induced by multidrug-resistant Pseudomonas aeruginosa. 15th European Congress of Clinical Microbiology Infectious Diseases. April 2-5, 2005. Abstract no.: 1133_245.
  49. Al-Azzawie HF, Alhamdani MS. Hypoglycemic and antioxidant effect of oleuropein in alloxan-diabetic rabbits. Life Sci 2006;78:1371-1377.
  50. Al-Qarawi AA, Al-Damegh MA, ElMougy SA.. Effect of freeze dried extract of Olea europaea on the pituitary-thyroid axis in rats. Phytother Res 2002;16:286-287
  51. Petkov V, Manolov P. Pharmacological analysis of the iridoid oleuropein. Arzneimittelforschung 1972;22:1476-1486.
  52. Chimi H, Cillard J, Cillard P, Rahmani M. Peroxyl and hydroxyl radical scavenging activity of some natural phenolic antioxidants. J Am Oil Chem Soc. 1991;68:307–312
  53. Esmaeli et al.: Olive (Olea europaea L.) leaf extract elicits antinociceptive activity, potentiates morphine analgesia and suppresses morphine hyperalgesia in rats, J Ethnopharmacol.2010 Oct 28;132(1):200-5
  54. Pereira et al.: Phenolic Compounds and Antimicrobial Activity of Olive (Olea europaea L. Cv. Cobrançosa) Leaves, Molecules 2007, 12, 1153-1162
  55. Qian et al.: Maslinic acid, a natural triterpenoid compound from Olea, protects cortical neurons against oxygen-glucose deprivation-induced injury. Eur J Pharmacol.2011 Nov 16;670(1):148-53
  56. Filip et al.: Twelve-month consumption of a polyphenol extract from olive (Olea europaea) in a double blind, randomized trial increases serum total osteocalcin levels and improves serum lipid profiles in postmenopausal women with osteopenia. J Nutr Health Aging.2015 Jan;19(1):77-86.
  57. Visioli F, Galli C. Oleuropein protects low density lipoprotein from oxidation. Life Sci 1994;55:1965-1971

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni