Facciamo noi il latte di mandorla e altri vegetali, freschi e vivi! Ecco come

9 Commenti

chufamix

Molte volte mi è stato chiesto: “Cosa posso dare ai miei figli al posto del latte?”

La soluzione che proponevo era di cercare qualche “latte” alternativo fatto con le mandorle o altro tipo di frutta a guscio in qualche negozio del bio.

Le confezioni vendute anche con il marchio bio sono però soggette a conservazione, e se non contengono conservanti di un tipo o di un altro per impedirne il deterioramento vengono di solito pastorizzati e questo comporta la morte di tutti gli enzimi, rendendo quel latte un cibo morto.

Mi spiace di non averlo scoperto prima, ma ora posso rispondere con più entusiasmo a chi mi chiede quale latte dare ai suoi bambini, le possibilità sono veramente tante, anche di vari semi, con la possibilità di trovare quello più gradito al gusto di ognuno, e di fornire con la rotazione minerali, vitamine, grassi vegetali e altre sostanze nutritive. E cosa non affatto trascurabile, si spenderanno un sacco di soldi in meno, per un latte di qualità ineguagliabile!

Inoltre facendoli personalmente si otterranno “latti” vivi, contenenti enzimi e grassi vegetali non irranciditi o resi inerti dalla temperatura della pastorizzazione.

C’è quindi solo l’imbarazzo della scelta. Tuttavia sconsiglio il latte di soia, a mio parere quel legume in questa era è molto compromesso, oltre che legato alla sofferenza, a volte anche all’uccisione di Indios, alla distruzione di aree della foresta Amazzonica grandi come nazioni o dallo sfruttamento della popolazione rurale cinese.

Studi non commissionati dall’industria della soia hanno rilevato non solo che è priva di proteine complete, di zinco e ferro, ma contiene composti che bloccano l’assorbimento di proteine, zinco e ferro da altre sorgenti. I cibi a base di soia aumentano le richieste da parte del corpo di vitamina D e B12, elementi essenziali sia per la crescita e lo sviluppo normali.

La domanda: “Perchè i vegani hanno carenza di vitamina B12?” potrebbe essere sorta dal fatto che gli studi a riguardo siano stati condotti su soggetti che consumano abitualmente prodotti di soia. Pare che altri vegani che non ne fanno uso, come pure fruttariani ed ehretisti crudisti non siano tormentati da tale problema.

Sostanze attive anti-tiroidee presenti in abbondanza nei cibi a base di soia inibiscono le funzioni della tiroide, conducono alla fatica e a problemi mentali.

Detto questo, non voglio venire coinvolto in nessuna discussione. Ho perso l’interesse per le discussioni, sono generalmente scontri di ego che vogliono avere ragione ad oltranza, no grazie, veramente! Perciò che fosse di parere contrario e volesse quindi farsi il latte di soia, nessuno glielo impedisce.

Prima di considerare l’acquisto guarda il video promozionale ufficiale per vedere se effettivamente fa al caso tuo. Per molte persone è stata come una liberazione dalle scorte onerose di cartoni di latte vegetale a lunga conservazione.

Descrizione di ChufaMix – Veggie Drinks Maker

Con ChufaMix…dalla Natura direttamente al tuo bicchiere!Divertiti a elaborare bibite vegetali naturali in maniera semplice e veloce e mantenendo tutti i nutrienti e i sapori originali delle materie prime che usi:

  • Succhi di frutta secca: mandorle, nocciole, noci, castagne, ecc.
  • Succhi di semi: quinoa, sesamo, canapa, zucca, girasole, ecc.
  • Bibite di legumi: soia, arachidi, piselli.
  • Bibite vegetali di cereali: avena, riso, spelta, miglio, ecc.
  • Orzata naturale di mandorla di terra *.
  • Fantastici frullati di frutta o verdura con frutta secca, semi o cereali.
  • Cocktail fantasia o nutrienti.
  • Altre creazioni gastronomiche.
ChufaMix - Veggie Drinks Maker

Voto medio su 18 recensioni: Da non perdere

€ 48

* una bevanda rinfrescante tipica dell’alimentazione spagnola, e simile per nome, caratteri generali e uso, alle nostre orzate. ChufaMix prende il nome dalla mandorla di terra, che in spagnolo viene comunemente chiamato Chufa.

Hai soltanto bisogno di avere a casa un frullatore o un mixer a immersione, il tuo ChufaMix®, 5 minuti del tuo tempo e la voglia di vivere un’esperienza molto diversa da quella che ti propongono le bibite industriali esistenti sul mercato.

QUALI SONO I VANTAGGI DI CHUFAMIX?

Miglioriamo in salute: Bibite appena spremute che mantengono tutte le proprietà medicinali e nutritive della materia prima che si usa.

Risparmiamo soldi: Con Chufamix eviti processi industriali che fanno salire il prezzo e peggiorano il prodotto, perciò è molto economico elaborare le tue bibite vegetali. Un litro di “latte” d’avena può costarti circa 25 centesimi, quello di soya 35 centesimi e l’orzata naturale di mandorla di terra 90 centesimi al litro, per fare degli esempi.

Proteggiamo la natura: Evitando i processi industriali come imbottigliare in brik o in bottiglie PET e il loro uso, eliminazione e trasporto, stai aiutando attivamente a ridurre l’inquinamento del pianeta. Il consumo energetico, con i due minuti d’uso del frullatore o del mixer a immersione, è di appena 20W.

Consumiamo in maniera responsabile: Chufamix ti permette non soltanto di sapere ciò che consumi, ma anche di farlo in maniera responsabile se segui tre punti chiave:

  • 1 – Compra da contadini locali o in negozi che usano l’agricoltura locale.
  • 2 – Consuma prodotti che provengono dall’agricoltura biologica.
  • 3 – Usa prodotti provenienti dal Commercio Equo; è nostro dovere abolire la schiavitù delle persone nel XXIº secolo.

CARATTERISTICHE

Chufamix è stato creato, progettato, prodotto e assemblato a Valencia ed è brevettato come invenzione alla O.E.P.M. (Ufficio Spagnolo Marche e Brevetti) con protezione mondiale in 120 paesi.

Progettato basandosi sul concetto “Open system” (Sistema Aperto), non solo funziona con qualunque frullatore elettrico ad immersione, ma ci permette di usare la materia prima che vogliamo.

L’invenzione è composta da 4 pezzi: un recipiente, il bicchiere-filtro, un mortaio e un tappo (questo serve come misurino per lo zucchero per chi volesse dolcificare la bibita vegetale).

Il kit Chufamix non include il frullatore a immersione nè il mixer a immersione.

Tutti i materiali usati nella fabbricazione di Chufamix sono privi di componenti pericolosi o anti-ecologici come BPA (Bisfenol A), PVC, bachelite, ecc. ed è stato progettato senza obsolescenza programmata, quindi Chufamix durerà molti anni se si usa seguendo il Manuale di istruzioni.

Garanzia 2 anni.

COME FUNZIONA CHUFAMIX

1 – Riempi il recipiente con un litro d’acqua potabile (raccomandiamo acqua molto fredda d’estate ed acqua tiepida d’inverno).

2 – Colloca il bicchiere-filtro dentro al recipiente e incastrarlo con delicatezza.

3 – Versa la materia prima nel bicchiere-filtro, alcune materie necessitano di una macerazione (vedi Ricettario ChufaMix).

4 – Frulla con un frullatore meglio con un mixer a immersione a potenza minima per circa 1 minuto, muovi il mixer dall’alto verso il basso e viceversa.

5 – Estrai il bicchiere-filtro e con l’aiuto del mortaio premi per far uscire le ultime gocce.

6 – Opzionale, aggiungi zucchero, miele o un altro dolcificante a tuo piacimento, puoi usare il coperchio come dosatore (può ospitare circa 85 grammi).

Chufamix è ideale per realizzare:

– latte vegetale (di riso, soia, mandorle,…)
– succhi da semi e frutta secca
– bibite di cereali e legumi

Non è consigliato l’utilizzo di Chufamix con arance, cetrioli e pomodori, mele, carote, ananas,…. In questo caso ti conviene dare un’occhiata ai prodotti di Versapers che fanno al caso tuo: > clicca qui!

Estrattore Versapers Emotion White 2G

Voto medio su 25 recensioni: Buono

€ 320

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

9 Commenti su questo post

  1. Sembra interessante, quello che mi lascia perplessa è che bisogna utilizzare anche un frullatore ed ho letto che alte velocità di rotazione e il vortice d’aria che si crea nei frullatori, distruggono vitamine ed enzimi.. mi sembra di aver letto invece che esistono estrattori di succo anche a soli 40 giri al minuto capaci di estrarre anche dai semi..

    • schatten says:

      Antonella, avevo letto anche io qualcosa di simile tanto che stavo pensando all’acquisto di un costoso estrattore, quando mi sono imbattuta in un blog- http://www.carcinomaepatico.it/ che spiega a parer mio in modo esauriente la faccenda, a tutto vantaggio della centrifuga contro l’estrattore. Ti consiglio di leggerlo, andando sul sito e poi digitando nel motore di ricerca interno parole come “estrattore ” e “centrifuga”. Comunque in questo caso si parla di un frullatore a immersione che e’ una cosa diversa da una centrifuga. Conviene come ho detto leggere quell’interessante e esauriente disamina e trarre da se’ le proprie conclusioni.

  2. Antonella esistono in commercio degli estrattori di succo che girano a 40 giri al minuto mantenendo inalterate le proprietà e gli enzimi di frutta e verdura.

  3. isabel says:

    io da poco ho iniziato a bere il latte soia come sostituto al latte normale e devo dire che in generale è molto meglio!

  4. Alfio Faloci says:

    Francesca Talanti

  5. Alfio Faloci says:

    Francesca Talanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline