Fai il Sale di Sedano per la salute e molto altro

7 Commenti

sale di sedano

Il sale è ormai dappertutto tanto che si stima che ne consumiamo circa 10 grammi al giorno, una quantità enorme dai danni incalcolabili per la salute. Malattie cardiovascolari, ictus, osteoporosi, Helicobacter pilori fino al cancro allo stomaco sono alcuni effetti dell’uso del sale.

SALE MODERNO E SALE ANTICO

Il sale un tempo non era come lo conosciamo oggi, era integrale non raffinato, conteneva minerali ed era usato principalmente per la conservazione degli alimenti dato che i frigoriferi sono arrivati più di recente. E’ piacevole il sapore salato sulle pietanze ma ci sono dose e dosi, per questo fino a qualche tempo fa usavo il sale dell’himalaya e il sale oceanico grezzo.

TANTO SALE SIGNIFICA POCO POTASSIO

Un eccesso di sale significa un eccesso di sodio, si stima che ne consumiamo circa 10 volte di più del necessario e questo comporta l’espulsione del potassio dal corpo. Sodio e potassio sono infatti minerali antagonisti e il potassio è fondamentale per il cuore, per i muscoli, per l’intestino, per il metabolismo e il cervello. Sintomi di mancanza di potassio sono: ansiadebolezza, mancanza di lucidità mentale, insonnia, crampi muscolari, ritenzione idrica, stitichezza, battito cardiaco irregolare, edemi.

SODIO NATURALMENTE

Il sodio è fondamentale come il potassio per il corpo, ma questo non significa che dobbiamo usare il sale. Il sodio come tutti i minerali è contenuto negli alimenti. Fonti alimentari naturalmente ricche di sodio sono: i cereali e derivati, carne, uova, pesce, latticini. Frutta e verdura contengono sodio e sono sufficienti per la quantità giornaliera raccomandata (1 grammo circa). Tra le verdure, il più ricco di sodio è il sedano.

SEDANO, VIA LA MALINCONIA, SI AL PIACERE

In un antico proverbio, si narra: “se il contadino sapesse il valore del sedano, allora ne riempirebbe tutto il giardino”: un tempo, infatti, si riteneva il sedano un ortaggio dalle mille proprietà. Oltre al sodio contiene ferromanganese e potassio ed è ricco di antiossidanti Non a caso, fin dal Medioevo, il sedano veniva impiegato come mezzo ideale per allontanare la malinconia, oltre ad incarnare un utile rimedio per la cura delle ferite aperte. Ma non è tutto: anticamente, il sedano veniva utilizzato persino come afrodisiaco ed espediente per eccitare i sensi. Il sedano è utilizzato da sempre anche come diuretico, digestivo e rimedio naturale contro i crampi.

RICETTA DEL SALE DI SEDANO

Ecco come usare il sedano per fare un condimento salato per i nostri piatti. Puoi tagliarlo più o meno finemente alla fine per ottenere “sale fino” o “sale grosso“.

INGREDIENTI:

  • Sedano

PREPARAZIONE:

  1. Tagliate a tocchetti il sedano, usando le parti più dure, quelle esterne e tritate grossolanamente le foglie.
  2. Mettete tutto su una teglia da forno ricoperta di carta da forno.
  3. Infornate il sedano in forno già caldo a 80°C per 3 ore circa.
  4. Tritate il tutto e lasciate asciugare ancora per 2 ore ben distribuito nuovamente sulla teglia.
  5. Un’ultima frullata/macinata e via nei vasetti.
  6. Il sale di sedano si conserva per 6 mesi in vasetti di vetro.

La fase di essiccatura l’ideale sarebbe di farla al sole o con l’essiccatore. Ora è il momento ideale con queste belle giornate di caldo ma ci vorranno diversi giorni perché sia perfettamente asciutto. L’essiccatore è molto comodo ci vorranno circa 8 ore lavorando alla temperatura di 42 °C, disidrata completamente senza alterale proprietà e sapore.

Togliere il sale all’inizio è strano, dobbiamo riabituare il nostro palato, ma già dopo qualche giorno ritorneremo a sentire il vero sapore dei cibi, il nostro stomaco sarà più forte e tutto l’organismo ne beneficierà. Se senti che rinunciare al sale è troppo allora scegli dei sali genuini e naturali e riduci la quantità di insaccati, snack, pizza, salatini, formaggi: tutti prodotti ricchi di sale e dalle molto dubbie qualità positive per il corpo. Buon lavoro con il sale di sedano!

Sale Marino alle Alghe
Alghe raccolte in unione europea

Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere

Essiccatore Biosec Domus B5
Essiccatore Domestico da 5 cestelli

Voto medio su 54 recensioni: Da non perdere

Vedi anche

Il sale? Da eliminare: causa il cancro allo stomaco e tanto altro!

Ecco cosa succede se smetti di assumere Zucchero

Quello che non sai sullo zucchero e cibi ad alto indice glicemico

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

7 Commenti su questo post

  1. Ebe Zocca says:

    Mi incuriosisce molto! !!

  2. Managgia ne sono allergica

  3. Anonimo says:

    Mirco dobbiamo provare!!!!

  4. Diana says:

    Oltre a far bene fisicamente, vi assicuro che è una goduria per il palato. Da provare.

  5. Esse Emme says:

    Io ho approfittato di questo sole estivo e ne ho già preparato un barattolo. Ho messo i gambi al sole… Dopo una giornata erano pronti 🙂

  6. Caspita!!! Da provare ad eliminarlo ma nn credo sia cosa facile !!!!!! Almeno non fuori casa….

  7. rino says:

    quali sono le dosi per condire le pietanze con il sale di sedano???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline